Il Coronavirus contagia l’arte: messa in quarantena, anzi in streaming

Ascoli non ferma la sua memoria, anche se è 'positiva', ma la rende contagiosa e di tutti

ASCOLI PICENO – L’arte Picena sempre positiva anche in quarantena,  diventando il vero antidoto contro un virus che sta letteralmente calpestando l’intero paese.

Il Comune infatti sta rendendo fruibile a tutti il suo vero e inestimabile contagio, la sua bellezza. Tramite streaming vuole far vivere a qualsiasi essere umano la sua storia, i suoi luoghi, la sua natura, penicillina perfetta per la cura di questo terribile momento.

L’idea è nata dopo le disposizioni urgenti della Presidenza del Consiglio che ha adottato a partire da ieri, 8 marzo 2020, nuove misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica COVID-19 nelle cosiddette zone rosse e sull’intero territorio nazionale.

Infatti in tutta Italia è stato previsto:

  • la sospensione di manifestazioni, eventi e spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato;
  • la sospensione del servizio di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura di cui all’’art. 101 del codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 (sono quindi inclusi musei, archivi, biblioteche, aree e parchi archeologici).

Pubblicato da Ascoli Musei su Domenica 8 marzo 2020