fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

Samb, Angiulli: “ce la metteremo tutta per invertire questa rotta”

Pubblicato

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ancora uno stop forzato per il girone B di Lega Pro e ai nostri microfoni si è presentato il centrocampista Federico Angiulli.

“C’è rammarico – le parole di Angiulli – purtroppo non si gioca neanche domenica. Ci tenevamo a rimetterci in rotta subito e a lasciarci alle spalle questo periodo negativo. Una sosta comunque giusta perchè quanto c’è di mezzo la salute non si scherza. Io poi sono particolarmente sensibile a questa emergenza, essendo di Milano sto vivendo la situazione con grande apprensione: la mia famiglia è lì, io non posso tornare e loro non possono venirmi a trovare. A Milano ci sono attività chiuse, la vita di tutti giorni è particolarmente condizionata e i mie familiari stanno vivendo tutto ciò in prima persona, vi assicuro che non è una bella situazione”.

Il centrocampista è tornato poi sulla sconfitta interna contro il Ravenna: “Fino a questa gara si poteva parlare tranquillamente di crisi di risultati, le prestazioni c’erano sempre state. Con il Ravenna, invece, nonostante il vantaggio iniziale, è venuta meno anche la prestazione. Il motivo? Secondo me, avevamo una gran voglia di riscattarci, di tornare alla vittoria davanti al nostro pubblico, ma dopo il pareggio subito questa voglia di vincere si è trasformata in paura di vincere e quando giochi con la paura quasi sempre fai male”.

Ora tra recuperi e giornate di campionato, i rossoblu sono chiamati a un vero e proprio tour de force: “Come ci si prepara ad affrontare tutte queste gare a pochi giorni l’una dall’altra? Questa sosta forzata ci è comunque servita per recuperare le forze e prepararci al meglio: la squadra ora sta bene ed eravamo tutti molto carichi per affrontare il Padova. Abbiamo lavorato alla grande in questi giorni e c’era voglia da parte di tutti di tornare subito in campo. Questo tour de force alla fine ci può aiutare anche perché non ci sarà il tempo nemmeno per esaltarsi o abbattersi dopo una partita, perchè ce ne sarà un’altra subito dopo. Il gruppo? E’ unito, ci siamo trovati e abbiamo parlato tanto in questo periodo. Abbiamo capito che il momento così negativo non era dovuto a un motivo in particolare ma solo ad episodi, poi con il Ravenna c’è stata una battuta d’arresto anche sul piano del gioco e ci può stare nell’arco di una stagione di sbagliare un paio di partite, sarebbe meglio di no, ma può succedere. L’importante è uscirne il prima possibile”.

Angiulli ha parlato poi di questa sua esperienza a San Benedetto e di quello che potrebbe essere il suo futuro:
“Felicissimo di essere qui, mi trovo benissimo. Sono in prestito secco ma vorrei rimanere anche l’anno prossimo, ho già parlato con il direttore sportivo e con il mio procuratore. Vedremo. Sono venuto qui per giocare da play, avevo sempre fatto la mezzala o il centrale in un centrocampo a 2. La Samb mi voleva per fare questo ruolo e, anche se c’erano altre squadre che mi volevano come mezzala (mio ruolo naturale), ho scelto di venire qui per giocare in questa posizione che mi piace tantissimo. L’avevo fatto solo in un situazioni sporadiche in passato e sono consapevole che devo continuare a lavorare per migliorare e cerco di dare il massimo a ogni allenamento.

E’ stato girone d’andata molto positivo, mentre il girone di ritorno per ora è al di sotto, giustamente, delle aspettative un po’ di tutti, ce la metteremo tutta per invertire questa rotta, ripeto, siamo un grande gruppo, ci vogliamo tutti bene e non vediamo l’ora di tornare in campo per rendere questa stagione memorabile”.

Abruzzo

Area di crisi Piceno-Val Vibrata: firmata intesa per proroga indennità anche nel 2021

Pubblicato

il

ASCOLI PICENO – “Con l’intesa di oggi si conclude un percorso virtuoso sotto il profilo del costruttivo confronto con le parti e a lungo caldeggiato dalla Regione Marche, a sostegno dei lavoratori marchigiani licenziati da unità produttive ubicate nei comuni dell’area di crisi che per parecchi mesi erano rimasti sprovvisti dell’ammortizzatore riconosciuto ai soli lavoratori della parte abruzzese dell’Accordo di programma Piceno Val Vibrata.” Così l’assessore al Lavoro , Stefano Aguzzi che  oggi pomeriggio, insieme all’assessore al Bilancio e alle aree di crisi complessa, Guido Castelli hanno firmato con l’INPS e le parti economiche e sociali ( Confindustria Marche, Confartigianato Marche, Cna Marche, Claai Marche, Confcommercio Marche, Abi Marche, Confesercenti Marche, Confcooperative, Agci Marche, Confprofessioni, Cgil Marche, Cisl Marche, Uil Marche, Ugl, Confapi Marche, Lega Coop Marchel’Intesa per la proroga della mobilità in deroga 2021.

L’Atto sottoscritto segue un analogo accordo firmato il 5 maggio scorso per la proroga della mobilità 2020, per la quale l’INPS, sulla base della documentazione trasmessa dalla Regione Marche e dal Ministero del Lavoro, ha proceduto celermente alla liquidazione delle spettanze ai 194 lavoratori che ne hanno fatto richiesta.

“ Il Piceno fa da apripista ad una modalità di accordo molto valido – ha sottolineato Castelli – e vorremmo che l’area di crisi complessa del Piceno diventasse un’infrastruttura modello di sperimentazione, confronto e laboratorio di studio per altre realtà e per tenere sotto attento monitoraggio i fenomeni appena si affaccino esigenze di intervento.” Castelli ha poi ringraziato le parti sociali e i funzionari della Regione per il complesso lavoro e il clima di collaborazione che ha portato alla sottoscrizione dell’Intesa.       

Interessati dall’Intesa sottoscritta oggi sono gli stessi lavoratori che hanno già beneficiato della proroga 2020, ovvero coloro che, alla data del 1° gennaio 2021 erano beneficiari di mobilità ordinaria (ex legge 223/91) o mobilità in deroga (ex legge n.92/2012), scaduta o in scadenza nell’anno 2021.

Le risorse utili al finanziamento dell’intervento sono quelle stanziate dalla Legge di Bilancio dello Stato n.178 del 13/12/2020 che per la Regione Marche ammontano a oltre 16 milioni di euro. Di questi, con l’accordo per l’area di crisi complessa firmato oggi, ne verranno assorbiti circa 4 milioni. 

La procedura ricalca quella già sperimentata con l’Intesa 2020 e prevede che le domande di mobilità in deroga vengano presentate dai lavoratori interessati, entro il 6 novembre  2021.Una dilazione di 15 giorni  rispetto alla data concordata in precedenza accolta dall’assessore Aguzzi e proposta in sede di firma oggi dai Sindacati. La domanda va inoltrata telematicamente alle sedi INPS territorialmente competenti in base alla residenza e, successivamente, via PEC, al Centro per l’Impiego nel cui territorio è o era ubicata la sede dell’azienda che ha proceduto al licenziamento.

Come per la proroga 2020, l’erogazione del beneficio a ciascun lavoratore interessato è condizionata alla partecipazione al programma di politiche attive predisposto dalla Regione Marche che prevede, in una prima fase, la convocazione presso i Centri Per l’Impiego competenti per territorio (Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto), la verifica della sussistenza di un Patto di Servizio Personalizzato in corso di validità o, in assenza, la stipula del Patto,e a seguire, l’erogazione delle politiche attive, a cura dei servizi specialistici di orientamento e di incrocio domanda-offerta.  La finalità è rafforzare le competenze professionali di ciascun lavoratore agevolandone la ricollocazione nel mercato del lavoro (ad es. supporto alla redazione del curriculum vitae ed alla ricerca attiva del lavoro), nonché la comunicazione al lavoratore delle opportunità offerte dai bandi regionali in essere che prevedono percorsi formativi e misure di politica attiva del lavoro (tirocini, borse, autoimprenditorialità, ecc.) a valere sui fondi regionali ed europei.

Continua a leggere

Ascoli Piceno

Covid-19: quattro classi in quarantena per casi positivi

Pubblicato

il

Due classi sono a San Benedetto e due tra Ascoli e la Vallata del Tronto, sono in quarantena per il riscontro di casi positivi al Covid-19. Il tutto a circa una settimana dall’inizio della scuola. Le lezioni in presenza per gli studenti interessati, stanno procedendo tramite didattica a distanza.

Continua a leggere

Ascoli Piceno

Spinetoli: non si ferma a prestare soccorso dopo un incidente, deferito un 32enne

Pubblicato

il

Carabinieri notte (ilmartino.it)

SPINETOLI – Il tamponamento è avvenuto nella notte e ha visto coinvolti un’auto e uno scooter. L’automobilista, dopo lo scontro, si sarebbe dileguato senza prestare soccorso all’ scooterista rimasto ferito. I Carabinieri sono riusciti a rintracciarlo e si tratterebbe di un 32enne che, sottoposto ad etilometro, è risultato positivo. L’uomo è stato denunciato per omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza. Il mezzo è stato sequestrato e la patente ritirata.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy