fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

Covid-19, 5000 mascherine gratuite agli over 50: succede a Grottammare

Carlo Di Natale

Published

il

GROTTAMMARE – Questa mattina sono arrivate la prima parte di una fornitura di 5000 mascherine lavabili e riutilizzabili, da distribuire gratuitamente a cittadini over 50, residenti o domiciliati a Grottammare. La consegna avverrà previa prenotazione telefonica 

Un acquisto voluto dall’Amministrazione comunale per rispondere alle difficoltà di approvvigionamento di tali dispositivi manifestate costantemente dalla popolazione nelle ultime settimane.

La gestione del servizio è affidata alla Protezione civile comunale, in collaborazione con i dipendenti comunali e la rete del volontariato locale 

Immagine: Enrico Piergallini - Grottammare - (ilmartino.it)

Enrico Piergallini

‘Per poter raggiungere questo obiettivo è stato organizzato un gruppo di lavoro molto ampio – sottolinea il primo cittadino Enrico Piergallini  Per questo, agli amministratori,  ai dipendenti comunali e a tutti i volontari della Protezione civile e della Misericordia coinvolti nel progetto va il mio personale ringraziamento’. 

Per richiedere la mascherina va inviato un messaggio WhatsApp al numero 3346409773, con la foto di un documento di identità (necessario per l’autorizzazione al trattamento dei dati personali per le finalità del servizio) e l’indirizzo di consegna.   

Le persone che non possono utilizzare WhatsApp e non hanno una rete parentale di supporto possono rivolgersi in alternativa al numero 0735.739247 

Le prenotazioni vanno fatte dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13, a partire da DOMANI, giovedì 2 aprile. 

La consegna avverrà nelle ore pomeridiane, dalle ore 15 alle ore 19, e verrà organizzata in base alle richieste che perverranno. Non è previsto alcun contatto tra i destinatari e l’operatore che provvederà alla consegna.  

La mascherina è fatta di tessuto composto per il 65% di poliestere e per il 35% di cotone. A differenza delle altre mascherine usa e getta, è riutilizzabile, ma va lavata dopo ogni uso con detergenti per tessuti e l’aggiunta di un po’ di candeggina e poi sterilizzata mediante immersione in acqua bollente per 15 minuti. Si raccomanda l’uso strettamente personale e per non più di 6 ore consecutive. 

La spesa complessiva per l’acquisto – conclude il comunicato del Comune – è di 18 mila euro.

Ancona

Litiga con la moglie e da Como arriva a Fano

Dopo sette giorni assistito nelle Marche

Avatar

Published

il

Litiga con la moglie e da Como arriva a Fano nelle Marche: una storia davvero singolare, riportata dal “Resto del Carlino”.

L’uomo è un 48enne della provincia di Como. Si era allontanato da casa dopo l’ennesima lite con la moglie. “Volevo smaltire la rabbia con una passeggiata”, ha detto. La moglie aveva denunciato la scomparsa.

Passeggiata terminata dopo 450 chilometri percorsi e una settimana, tanto ci è voluto per raggiungere le Marche, passando confini e barriere.

L’uomo è stato accompagnato in commissariato per le verifiche, era lucido e ben orientato riferiscono gli agenti, anche se stanco e infreddolito dichiarando: “Non mi sono resto conto di aver camminato così tanto, per mangiare e bere sono stato aiutato dalla gente incontrata lungo il cammino”

Continua a leggere

Ascoli Piceno

Ascoli Piceno: sgominata banda di pusher nonostante i domiciliari, si riforniva nel teramano

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

ASCOLI PICENO – E’ stata sgominata con un’operazione di questa mattina, una banda di pusher che continuava a spacciare, rifornendosi nel teramano, nonostante i domiciliari. Contavano una quarantina di clienti circa, tra giovani, commercianti e liberi professionisti. Il Gip ha emesso 6 ordini di custodia cautelare ai danni di sei persone di cui due sono stati trasferiti in carcere, mentre gli altri si trovano agli arresti domiciliari. Alcuni di essi usufruivano anche del reddito di cittadinanza. Posti sotto sequestro anche 120 grammi di cocaina. Ora su di loro, grava l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Continua a leggere

Ascoli Piceno

Grottammare: atti vandalici nella notte all’Ospitale

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

carabinieri arresto tentato omicidio femminicidio arresti domiciliari

GROTTAMMARE – Atti vandalici all’Ospitale di Grottammare in via Palmaroli, ai danni degli uffici comunali e locali destinati alle Associazioni. La scoperta è stata fatta ieri mattina, 30 novembre, durante l’apertura della sede. Le porte sono state sfondate, serrature di armadi forzate e la macchinetta del caffè è stata trovata svuotata del poco denaro contenuto. Sul posto sono intervenute le forze dell’Ordine per le verifiche.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy