fbpx
Connect with us

Teramo

Finanza e Coronavirus. Massimo Corsi: “Contro gli attacchi speculativi bisogna essere razionali”

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

In questo periodo di smarrimento dovuto all’emergenza pandemica del Coronavirus, anche la crisi finanziaria ed economica si stanno facendo sentire. Proprio per rassicurare gli animi ed avere un quadro chiaro e razionale della situazione, scevro da qualsiasi impeto emotivo, abbiamo voluto sentire Massimo Corsi, Consulente Finanziario di Banca Mediolanum da più di 10 anni con il ruolo aziendale di Supervisore. 

Com’è cambiato il rapporto tra le persone e il mondo economico finanziario al tempo del Coronavirus? 

Il rapporto con i clienti, in questo particolare periodo che stiamo vivendo, si è più che rafforzato. La Banca che rappresento, è stata una delle ultime nate (1997) e per tale motivo si è strutturata con un modello distributivo, innovativo a livello tecnologico, mantenendo però la centralità “umana”. Il cliente, attraverso la figura del Family Banker, pianifica il suo domani, realizza i suoi sogni e raggiunge gli obiettivi di vita prefissati. Operativamente in questi giorni sono a fianco dei clienti attraverso canali digitali messi a disposizione dell’azienda ma soprattutto, attraverso il contatto telefonico, che preferisco. 

Quanto è importante lanciare messaggi incoraggianti per non lasciarsi prendere dall’emotività? In questo senso le cosa si sentirebbe di dire?

Gli stati emotivi che prevalgono, in questo periodo, in ambito finanziario, sono: la paura, l’incertezza, l’avidità, l’orgoglio e il rammarico. Tutte emozioni che possono incidere sulle decisioni degli investitori. Spesso questi momenti possono portare a scelte “irrazionali” e, il ricordo di scelte sbagliate fatte nel passato, possono influenzare anche le strategie future. Nella “Finanza Comportamentale” sono definiti come: “errori cognitivi”. Si è certi di capire cosa fare o troppo ottimisti, per cui non si consultano quelle figure professionali che vengono addestrate proprio per questi momenti così impegnativi ma ricchi di grandi opportunità. 

Come ci si può difendere da eventuali attacchi speculativi? 

La storia ci insegna che le grandi crisi ci sono sempre state e ci saranno. Dunque, forti di questa consapevolezza possiamo essere certi che anche questa volta ne usciremo con grandi modifiche a livello lavorativo, scolastico e oltretutto di progresso, perché il progresso ha sempre dato l’input all’essere umano, per migliorare e facilitare la vita. Basti pensare al solo sviluppo della rete internet. Siamo tutti più connessi, sia a livello umano che a livello economico. Per contrastare gli attacchi speculativi a livello finanziario la soluzione è molto più semplice di quello che si possa pensare. Bisogna innanzitutto essere razionali: in ambito finanziario, i migliori risultati si ottengono sempre dalle grandi crisi, comprando e non vendendo. 

Cosa servirà per far ripartire l’economia? Può darci qualche consiglio utile?

Io non sono un Economista e tanto meno un veggente. Ciò che mi limito ad analizzare sono i movimenti delle banche centrali e gli Stati, che stanno dando segnali molto rassicuranti. Infatti, immettendo questa fortissima liquidità sul mercato sia finanziario che reale, gli Stati hanno fatto capire che al di sotto di questa flessione, non si può andare ed effettivamente dal 18 marzo in Europa e dal 21 marzo in America, gli indici finanziari hanno reagito molto positivamente, con rialzi che sfiorano in certi casi il +27% (S&P500) in un solo mese. Infine vorrei ricordare che, nel campo finanziario, quando un investitore vende, dall’altra parte c’è sempre qualcuno che compra. Questo sguardo differente è dovuto alla preparazione di professionisti consapevoli e lungimiranti.

Teramo

Teramo: minacce di morte alla ex compagna, arrestato 50enne

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

femminicidio violenza sulle donne abusi

TERAMO – Non si rassegnava per la fine della relazione con la sua ex. Per questo, la Squadra Mobile di Teramo ha arrestato un uomo di 50 anni con l’accusa di stalking. L’uomo aveva iniziato a perseguitare la donna nel mese di agosto e, su segnalazione del personale medico dell’Ospedale di Giulianova, avrebbe minacciato di volerla uccidere. Nel mese di gennaio infatti, l’uomo avrebbe incontrato la sua ex e l’avrebbe minacciata di morte con un coltello. Ora l’uomo è stato posto agli arresti domiciliari, come da ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Teramo. 

Continua a leggere

Teramo

Sant’Egidio alla Vibrata: operai folgorati dai fili dell’alta tensione, tragedia sfiorata

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Tragedia sfiorata questa mattina, lunedì 25 gennaio, in un’azienda agricola. I due operai, due uomini di 34 e 53 anni, sarebbero rimasti folgorati dai fili dell’alta tensione mentre stavano lavorando. Sul posto sono intervenuti immediatamente i sanitari del 118 e da quanto si apprende, i due avrebbero riportato ustioni e necrosi da folgorazione. Le vittime sono state trasferite, dall’Ospedale Mazzini di Teramo, uno presso Centro Grandi Ustionati di Cesena, l’altro al Sant’Eugenio di Roma.

Continua a leggere

Abruzzo

Nereto: arrestato marito violento

Avatar

Published

il

Non perdeva occasione per maltrattare la moglie, picchiandola, offendendola ed ingiuriandola, soprattutto quando era in preda ai fumi dell’alcool. Un marito violento, come purtroppo accade da qualche anno è stato mandato in carcere dal G.I.P. – Dott. Marco Procaccini – su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica. La donna da circa un mese era la vittima delle angherie, vessazioni e prevaricazioni poste in esse dal marito violento che, come detto, quando era in preda ai fumi dell’alcool alzava le mani. In una circostanza la moglie colpita violentemente con un calcio aveva dovuto fare ricorso alle cure mediche dei sanitari del pronto soccorso che gli avevano dato una prognosi di gg. 10 e la stessa sorte era capitata alla sorella della vittima intervenuta in difesa di quest’ultima, ma con una prognosi di gg. 30.

Con il passare dei giorni, le violenze domestiche andavano sempre crescendo e la donna, temendo per la propria incolumità, visto il precedente episodio, si è convinta di rivolgersi ai Carabinieri ai quali ha raccontato in dettaglio quanto subito nell’ultimo mese. I militari, dopo aver raccolto la denuncia-querela ed attivato tutte le verifiche del caso hanno inoltrato l’informativa al P.M. – Dott.ssa Enrica Medori – che valutati gli atti ha richiesto al Giudice un provvedimento coercitivo per maltrattamenti in famiglia. Rintracciato nella serata di ieri dai Carabinieri di Nereto il marito è stato arrestato, in applicazione del codice rosso, e successivamente trasferito presso il carcere di Vasto (CH).

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy