fbpx
Connect with us

Ancona

L’Arte ai tempi del Coronavirus, la pittura marchigiana di Giorgio Mercuri tra maschere o mascherine

Pubblicato

il

”Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti”: apro con questa frase famosissima e calzante di Luigi Pirandello questo scritto. Essenziale, asciutta, drammaticamente sincera: è forse impossibile non immedesimarsi di fronte a sì tanto realismo.

Mi è tornata subito in mente appena ho ricevuto il materiale artistico di Giorgio Mercuri. Pittore marchigiano con sguardo fedele e arguto verso tradizione e umanità; i suoi paesaggi sono specchi magistrali di occhi a cui nulla sfugge.

La forma autentica, la luce efficace, la rapidità gestuale e l’espressionismo del colore sono i tratti fondamentali dell’intera poetica del Mercuri, che disegna oggetti che riportano immediatamente al contesto sociale della sua amata terra.

In questo periodo di quarantena l’unica arma che abbiamo a disposizione è la “fantasia”; immaginarsi un viaggio, anche se chiusi in casa, imparando a guardare gli spazi che ci circondano con nuovi punti di vista e immaginandoli come un territorio aperto a infinite scoperte: sono lo spirito guida delle mascherine in cotone dipinte dal Mercuri in questi giorni di profonda sospensione ed attesa. Alcune di queste immagini riprodotte sulle mascherine sono esposte alla Galleria Orler e alla Fondazione Nicola Trussardi.

Laureato al DAMS di Bologna in Disciplina delle Arti, Musica e Spettacolo, inizia a dipingere giovanissimo: già a 3 anni, assieme al nonno Ruggero, prende in mano i primi pennelli. I suoi lavori sono presenti in diverse collezioni private; nel 2000 cura la scenografia del programma “Il filo di Arianna” in onda su RAI 2; partecipa all’Expo Shangai Festival con la Present Contemporary Art of Hong Kong; nel 2011 è invitato alla 54a Biennale di Venezia curata da Vittorio Sgarbi. Alcune delle sue opere, così particolari ed evocative, entreranno in seguito a far parte della prestigiosa collezione ”Villa Cavallini Sgarbi”, in un edificio storico denso di arte, luogo esatto dove Ariosto scrisse L’Orlando Furioso. Questa, a sommi capi, la preziosa vita artistica di Giorgio, che ringrazio per la sua arte ma soprattutto per la sua ampia veduta.

Ancona

Incidente sulla A14: tir in fiamme

Pubblicato

il

ANCONA – L’incidente è avvenuto nella serata di ieri, intorno alle 17.30 sull’autostrada A14, tra Ancona sud e Ancona nord in direzione Bologna. Lo scontro ha visto coinvolti un tir, che avrebbe preso fuoco e due auto. Sul posto, il 118 per prestare soccorso all persona rimasta ferita. Conseguentemente si sono verificati pesati disagi alla viabilità.

Continua a leggere

Ancona

Ordine Psicologi Marche sulla scuola: “La dad va evitata a qualsiasi costo”

Pubblicato

il

classe - gli studenti tornano a scuola

ANCONA – Sono oltre 210 mila gli alunni marchigiani di ogni ordine e grado che domani tornano sui banchi di scuola. Dopo quasi due anni di didattica a distanza, l’imperativo secondo l’Ordine degli Psicologi delle Marche è scongiurare a qualsiasi costo l’interruzione della scuola in presenza, per cercare lentamente di tornare alla normalità, continuando ad adottare le necessarie misure di sicurezza.

“Tornare alla stessa situazione degli ultimi due anni scolastici, quindi con la didattica a distanza a singhiozzo, è uno scenario che dobbiamo a tutti i costi riuscire ad evitare – commenta la Presidente dell’Ordine degli Psicologi Katia Marilungo, che prosegue – Per alunni, famiglie e personale scolastico la preoccupazione maggiore ad un passo dall’inizio di un nuovo anno scolastico è costituita dalla continuità della scuola e dalla gestione delle eventuali quarantene”.

Secondo l’Osservatorio epidemiologico della Regione Marche a fine agosto erano quasi 7 studenti marchigiani su 10, di età compresa fra i 16 e i 19 anni, ad aver ricevuto almeno una dose di vaccino. Negli studenti fra i 12 ed i 15 anni la percentuale scenderebbe al 45,7%. 

“Le problematiche di natura psicologica che potrebbero insorgere durante l’anno scolastico che sta per iniziare verrebbero irrimediabilmente acuite in caso di un ritorno alla dad, motivo per cui come Ordine invitiamo tutti al rispetto delle regole, nonché all’assunzione di comportamenti responsabili verso la salute per scongiurare un innalzamento dei contagi con l’inizio delle lezioni in presenza” continua la Presidente Katia Marilungo.

Nel caso di un ritorno alla didattica a distanza l’OPM avverte: “Con la dad si perderebbero ancora una volta la libertà alla socializzazione di cui i ragazzi hanno bisogno e che proprio ora sentono di aver riconquistato, oltre alla possibilità di accedere alle attività sportive, fondamentali per il benessere psicofisico.” Fra i malesseri registrati dall’Ordine degli Psicologi marchigiani in occasione dell’ultimo anno scolastico, oltre a stress e ansia, in occasione dell’ultimo anno scolastico era stata registrata anche la cosiddetta sindrome dell’on-line brain: la prolungata permanenza davanti allo schermo ha creato, soprattutto nei più piccoli, avrebbe infatti provocato una sorta di disagio, i cui effetti possono tradursi in riduzione della memoria a breve termine e difficoltà a concentrarsi.

Quello alle porte è un anno scolastico con una novità importante per la psicologia marchigiana: per la prima volta la regione Marche ha a disposizione il servizio di psicologia scolastica, approvato il 4 agosto scorso dal Consiglio regionale. “L’Ordine che rappresento, unitamente alla Regione Marche, non ha mai smesso di lavorare a questo fondamentale servizio ed a breve si procederà, come prevede la Legge, all’organizzazione del tavolo tecnico che avvierà un confronto tecnico scientifico su metodologia e strumenti operativi.” conclude la Presidente Katia Marilungo.

Continua a leggere

Ancona

Coldiretti Marche, miele in crisi: “La Regione sostenga il settore”

Pubblicato

il

ANCONA – “È necessario un intervento straordinario a sostegno del settore apistico regionale gravemente danneggiato dalla siccità. Le aziende sono in difficoltà estrema”. Coldiretti Marche ha raccolto l’sos dei 3200 apicoltori marchigiani alle prese con i cambiamenti climatici, con la necessità di nutrire gli sciami, stremati dal caldo e dalla mancanza di polline e con importanti cali produttivi e chiama la Regione a intervenire. La situazione è al limite. Dall’inizio dell’anno, siccità, bruschi cali di temperatura ed eventi estremi, hanno ridotto ai minimi termini la produzione di miele di acacia, penalizzato quella di millefiori primaverile ed estivo. Il settore del miele rappresenta per molte aziende agricole un’importante componente di reddito. Nel giro di 5 anni le attività sono cresciute di oltre il 65% nella nostra regione.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy