fbpx
Connect with us

Sport

Calcio, Spadafora sui dubbi Figc-Lega del protocollo di ripresa

Sonia Fracassi

Published

il

Attenzione ai furbetti che non rispettano le regole di distanziamento

Il protocollo di ripresa del calcio sta mostrando diverse criticità, suscitando numerosi dubbi da parte degli addetti ai lavori. Nella giornata di ieri, Figc, Lega Serie A, Fmsi e la componente medica della Serie A, si sono riuniti per parlare di diverse problematiche.

Nel mirino della riunione, la quarantena imposta a tutta la squadra in caso di una positività, il ritiro precampionato e la responsabilità dei medici sociali. Alcuni punti del protocollo, difficilmente attuabili, sono stati analizzati e si è cercato di trovare soluzioni atte a garantire una ripresa in piena sicurezza. Tutti i punti all’ordine dell’ordine, con le relative proposte finali dell’assemblea, sono state subito condivise con il Ministro per le politiche giovanili e lo Sport, il Ministro della Salute e il CTS.

“Quello che ci preoccupa, e lo abbiamo rappresentato al ministro Spadafora trovando accoglienza e considerazione, è il tema della quarantena obbligatoria per tutta la squadra in caso di un nuovo positivo – ha dichiarato il Presidente della Figc, Gabriele Gravina, attraverso i microfoni di Rai 2. È un problema e lo stiamo affrontando con determinazione, prudenza ma attenzione per evitare che un rapporto stressato possa generare tensione e bloccare la partenza del campionato. Un altro tema sul tavolo è la responsabilità dei medici, ma credo che l’Inail abbia già chiarito con una circolare che c’è responsabilità solo in caso di dolo o colpa grave”.

“L’ipotesi playoff non è accantonata, dobbiamo essere pronti a qualunque evento – ha continuato. A oggi esiste la possibilità, attraverso la programmazione deliberata dalla Lega Serie A, fissando la data di partenza nel 13 giugno, di un calendario molto denso di appuntamenti e impegni. Dobbiamo però essere pronti e metteremo sul piatto della bilancia anche il ricorso ad una modalità diversa per la chiusura del campionato”.

A distanza di qualche ora, è arrivata la risposta del ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora.

Il ministro Spadafora, ospite di Stasera Italia su Rete 4, ha ribadito la piena volontà di far ripartire il campionato al più presto. Le problematiche, sottoposte da Figc e Lega, non sono però piaciute molto al ministro.

Lunedì dovevano riprendere gli allenamenti del calcio basati su un protocollo che un mese fa mi avevano proposto la Figc e la Lega: oggi capiamo che la Lega ritiene di aver difficoltà ad attuare il protocollo che ha proposto – ha dichiarato il ministro. Non gliel’abbiamo chiesto noi, né il comitato tecnico scientifico, ce lo hanno proposto loro. Le squadre evidentemente non hanno strutture adeguate e non sono in grado di iniziare l’autoisolamento: ne prendiamo atto. Se la Figc pensa che non ci siano le condizioni per autoisolarsi allora bisogna rispettare le regole minime come il distanziamento”.

Per quanto riguarda la quarantena obbligatoria collettiva in caso di positività, il ministro ha aggiunto: “Preferiscono la singola come in Germania? Se la curva del contagio ce lo consentirà, con l’evoluzione dei prossimi 10 giorni con milioni di italiani che torneranno alle loro attività. Massima disponibilità da parte nostra a rivedere in maniera meno stringente anche questa regola”.

Il ministro ha anche speso due parole sulla ripresa degli allenamenti di sport di squadra dal 18 maggio. Le sedute di allenamento dovranno rispettare tutte le regole del distanziamento sociale. Attenzione ai furbetti che si allenano senza rispettare le regole.

“Il 18 ripartono gli allenamenti degli sport di squadra, le regole sono quelle di potersi allenare mantenendo le distanze. Si tratta di allenamenti un po’ diversi da quelli soliti, almeno per le due prime settimane – ha concluso Spadafora – Proprio ieri abbiamo visto su un quotidiano le immagini del presidente un po’ furbetto che ha fatto allenare insieme la squadra in barba alle regole. Possiamo riparlare di questo protocollo, se tutto questo va in successione non vedo perché il 13 giugno non possa ripartire il campionato”.

Fonte: OPES Comitato Regionale Abruzzo – https://www.facebook.com/opesabruzzo

Ascoli Calcio

Ascoli, Bifulco: “favorevole alla riapertura degli stadi”

Il DS bianconero: “se non totale, almeno parziale”

Published

il

Ascoli Calcio: l' Addetto Stampa Valeria Lolli e il Direttore Sportivo Giuseppe Bifulco.

ASCOLI PICENO – Lunedì pomeriggio, presso la sala stampa della sede sociale di Corso Vittorio Emanuele, il Direttore Sportivo Bifulco ha tenuto una conferenza stampa per fare il punto della situazione in casa Ascoli a pochi giorni dalla sfida con la Salernitana. Tanti gli argomenti trattati, dalla questione legata agli stadi vuoti ad una possibile tabella di marcia a sei giornate dalla conclusione della stagione e poi il calciomercato, l’unità ritrovata del gruppo e la partita di venerdì sera con i campani.

Stadi vuoti: “Ci siamo uniti alla volontà di altri club di favorire la riapertura degli stadi; se non potrà essere totale, che sia almeno parziale. Pensiamo possa essere un aspetto di straordinaria importanza, chiaramente con le dovute precauzioni e gli adempimenti del caso. Sto toccando con mano la passione della tifoseria ascolana, che finora ci ha dimostrato affetto, compattezza e volontà di mettere da parte le critiche”.

Tabella di marcia: “Non abbiamo stilato una tabella di marcia, la classifica esprime ancora delle difficoltà, ci guardiamo attentamente alle spalle e teniamo la guardia alta, sappiamo che la strada è ancora piena di insidie e che, comunque, la nostra posizione di classifica non rispecchia i valori della squadra”.

Similitudini Bifulco/Dionigi: “Ce ne sono molte, il Mister è una persona di grandissima professionalità, è l’allenatore ideale per esprimere al meglio le qualità dei nostri calciatori. La determinazione è una caratteristica che mi appartiene e Davide è la migliore persona che potessi scegliere per trasferire questa determinazione a tutti gli altri. L’umiltà si sta appropriando di tutto il gruppo, non è un caso se abbiamo chiesto di andare a Cosenza in pullman, facendo dieci ore di viaggio all’andata e dieci al ritorno, abbiamo condiviso appieno la trasferta, spesso ci siamo scambiati il posto per rafforzare maggiormente i rapporti”.

Salernitana: “Non c’è un calciatore avversario da temere più di altri, è il collettivo ad essere forte e per questo dovremo essere super concentrati”.

IL DOCUMENTO FILMATO

Conferenza Stampa DS Bifulco

Le dichiarazioni del Direttore Sportivo Bifulco dalla sede in Corso Vittorio Emanuele

Pubblicato da Ascoli Calcio 1898 FC SpA su Lunedì 6 luglio 2020


Fonte: Ascoli Calcio 1898

Continua a leggere

Sport

Serie B: le quaterne del 33° turno

Tutti i precedenti. In campo venerdì 10 luglio

Luigi Tommolini

Published

il

L’Aia Can B ha reso noto i nominativi degli arbitri, degli assistenti e dei IV Ufficiali che dirigeranno le gare valide per la 14ª giornata di ritorno della Serie BKT in programma venerdì 10 Luglio.

I precedenti sono a cura di Footballdata:

ASCOLI – SALERNITANA
Arbitro: DIONISI; con Ascoli: 0 v, 0 n, 2 p; con Salernitana: 4 v, 0 n, 0 p
Assistenti: MARCHI – PALERMO
IV: CAMPLONE

BENEVENTO – VENEZIA 
Arbitro: ROBILOTTA; con Benevento: 0 v, 1 n, 0 p; con Venezia: 1 v, 2 n, 0 p
Assistenti: LOMBARDI – ANNALORO
IV: AYROLDI

CHIEVOVERONA – TRAPANI
Arbitro: MINELLI; con ChievoVerona: 1 v, 0 n, 0 p; con Trapani: 7 v, 3 n, 2 p
ZINGARELLI – VONO
IV: Nicolò MARINI

CITTADELLA – CROTONE
Arbitro: SERRA; con Cittadella: 2 v, 1 n, 2 p; con Crotone: 3 v, 1 n, 1 p
Assistenti: PAGNOTTA – MUTO
IV: AMABILE

EMPOLI – FROSINONE
Arbitro: SACCHI; con Empoli: 1 v, 0 n, 1 p; con Frosinone: 3 v, 6 n, 2 p
Assistenti: ROSSI L. – DI GIOIA
IV: DI MARTINO

JUVE STABIA – V.ENTELLA h. 18.45
Arbitro: BARONI; con Juve Stabia: 2 v, 1 n, 3 p; con Virtus Entella: 1 v, 7 n, 1 p
Assistenti: MASTRODONATO – CAPONE
IV: CARELLA

LIVORNO – CREMONESE
Arbitro: RAPUANO; con Livorno: 1 v, 2 n, 3 p; con Cremonese: 0 v, 2 n, 1 p
Assistenti: MIELE – RUGGIERI
IV: FELICIANI

PESCARA – PERUGIA
Arbitro: PRONTERA; con Pescara: 0 v, 0 n, 1 p; con Perugia: 1 v, 1 n, 1 p
Assistenti: ROBILOTTA – CAPALDO
IV: MASSIMI

PORDENONE – PISA
Arbitro: SOZZA; con Pordenone: 2 v, 3 n, 0 p; con Pisa: 3 v, 1 n, 2 p
Assistenti: ROSSI M. – SACCENTI
IV: COLOMBO

SPEZIA – COSENZA
Arbitro: MARINELLI; con Spezia: 2 v, 3 n, 2 p; con Cosenza: 1 v, 3 n, 0 p
Assistenti: SCATRAGLI – LOMBARDO
IV: BITONTI

Continua a leggere

Sport

Serie B: il Giudice Sportivo

Quindici giocatori squalificati

Luigi Tommolini

Published

il

Sono 15 gli squalificati dal Giudice sportivo dopo il 32° turno della Serie B.

Tre giornate a Sgarbi, due a Jallow e Falzerano.

Gli altri 12 giocatori fermi per una giornata.

Nel dettaglio:

CALCIATORI ESPULSI

SQUALIFICA PER TRE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA

SGARBI Filippo Lorenzo (Perugia): per comportamento scorretto nei confronti di un
avversario; già diffidato (Quinta sanzione); per avere, al termine della gara, sul terreno di giuoco,
rivolto agli Ufficiali di gara espressioni ingiuriose.

SQUALIFICA PER DUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA

FALZERANO Marcello (Perugia): per avere, al 36° del secondo tempo, rivolto al Direttore di
gara un epiteto insultante.
JALLOW Lamin (Salernitana): per avere, al 12° del primo tempo, dopo essere stato sostituito,
rivolto al Direttore di gara un’espressione offensiva; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
AYA Ramzi (Salernitana): per avere commesso un intervento falloso su un avversario in
possesso di una chiara occasione da rete.

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA ED AMMENDA DI € 1.500,00

KRAGL Oliver (Benevento): per avere simulato di essere stato sottoposto ad intervento falloso
in area di rigore avversaria; già diffidato (Quinta sanzione).

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
BRLEK Petar (Ascoli): per comportamento non regolamentare in campo; già diffidato (Quinta
sanzione).
CALO Giacomo (Juve Stabia): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
diffidato (Decima sanzione).
CARACCIOLO Antonio (Pisa): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
diffidato (Decima sanzione).
DZICZEK Patryck (Salernitana): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario;
già diffidato (Quinta sanzione).
LEVERBE Maxime Jean R (Chievo Verona): per comportamento scorretto nei confronti di un
avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
MAISTRO Fabio (Salernitana): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
diffidato (Decima sanzione).
RICCI Giacomo (Juve Stabia): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già
diffidato (Quinta sanzione).
SCIAUDONE Daniele (Cosenza): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario;
già diffidato (Quinta sanzione).
SCOGNAMIGLIO Gennaro (Pescara): per comportamento scorretto nei confronti di un
avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
SCOGNAMILLO Stefano (Trapani): per comportamento scorretto nei confronti di un
avversario; già diffidato (Quattordicesima sanzione).


IL COMUNICATO UFFICIALE


Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone