fbpx
Connect with us

Abruzzo

Aggressione omofoba a Pescara, la posizione del PD

Dal Dipartimento Politiche di Genere e Diritti PD Abruzzo

Avatar

Published

il

Riceviamo e pubblichiamo dal PD Abruzzo.

Dove sta l’indignazione pubblica, collettiva, generale? Dove stanno le voci, anche dissonanti, di un popolo che si dice libero, tollerante e democratico? Dinanzi a questi episodi non ci possono essere silenzi, né svincolamenti. La violenza è violenza sempre; tutti e tutte ci dobbiamo indignare e sollevare contro ogni forma di agito che minacci i nostri diritti e gli spazi democratici.

E non dobbiamo avere esitazione né pudore a ribadirlo: il Partito Democratico, all’indomani della partecipazione all’Abruzzo Pride, nel giorno dei moti di Stonewall e dell’avvio dell’iter legis per l’approvazione della legge nazionale contro l’omolesbobitransfobia – condanna fermamente e senza infingimenti gli atti di omolesbobitransfobia avvenuti.
Non ultimo il gravissimo e vigliacco atto di violenza di branco avvenuto giovedì notte a Pescara.

Caro ragazzo, amico fratello e compagno, non sei solo e ti chiediamo scusa anche a nome di chi ancora non ha capito che urge una legge nazionale e regionale. Che agisca con la tutela, la prevenzione ed il monitoraggio; che faccia discutere la società di questi temi: perché violenza è non solo nella fisicità indegna del gesto ma anche negli incitamenti, nello stigma e nelle ricostruzioni mendaci; violenza e omofobia sono le paroline e le battutine, i silenzi, l’astensione e i discorsi rozzi che contrappongono diritti a diritti. I diritti sono tutto, e tutti insieme si condividono e si conducono.

Riprendiamo le parole del neoeletto segretario provinciale Nicola Maiale: «Tutta la solidarietà del PD allo studente aggredito, la città di Pescara è e rimarrà un luogo ospitale, tollerante e plurale».

Noi faremo la nostra parte perché siamo soggetti attivi di parte, in questo noi siamo e ci riconosciamo partigiani dei diritti: per questo abbiamo avviato un percorso per una Legge regionale contro l’omolesbobitransfobia e misoginia, di recepimento a quella nazionale. Oggi la nostra coordinatrice nazionale Monica Cirinná ha scritto bene: «Un paese civile è un paese in cui tutte le persone sono riconosciute e protette; in cui discriminazioni, odio e violenza vengono contrastati con gli strumenti della democrazia e della cultura, e vengono puniti con severità. Al lavoro e alla lotta, per una buona legge, che arrivi presto».

Quirino Crosta, Marielisa Serone D’Aló,
Dipartimento Politiche di Genere e Diritti PD Abruzzo  

Teramo

Teramo: minacce e “Revenge Porn” ai danni di un 34enne, arrestata una donna di 35 anni

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

carabinieri arresto tentato omicidio femminicidio arresti domiciliari

TERAMO – Una donna di 35 anni è stata arrestata per  reati di atti persecutori e diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti. Da quanto si apprende in una nota diffusa dai Carabinieri del Comando Provinciale di Teramo, pare che la donna perseguitava e minacciava da tempo la sua vittima, un uomo di 34 anni, al fine di continuare la relazione. Così, in data 18 gennaio, la 35enne avrebbe  divulgato illecitamente, trasmettendolo tramite Whatsapp, un video esplicito che la raffigurava con la vittima in atteggiamenti sessuali intimi. La donna è stata arrestata e ora si trova agli arresti domiciliari.  

Continua a leggere

Teramo

Corropoli: 35 grammi di marijuana in auto, denunciati tre 20enni

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

CORROPOLI – Durante i controlli effettuati in questi giorni dai Carabinieri della Stazione di Nereto, tre 20enni, che viaggiavano a bordo di un’utilitaria, sono stati fermati. Durante la perquisizione dell’auto, i militari hanno rinvenuto sei bustine con 35 grammi di marijuana in totale. I giovani sono stati denunciati per detenzione a fini di spaccio di stupefacenti con segnalazione alla Prefettura per uso non terapeutico. Inoltre, incuranti del coprifuoco, sono stati anche sanzionati per violazione delle misure anti-Covid.

Continua a leggere

Teramo

Corropoli: rapporto sessuale in strada, denuncia e multa per una coppia

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

CORROPOLI – L’episodio è avvenuto a Corropoli e risale a qualche settimana fa. Un uomo di 35 anni e una ragazza di 26, sono stati sorpresi intenti a consumare un rapporto sessuale all’interno della propria auto parcheggiata nel centro cittadino. I residenti si sono accorti di quanto stava accadendo e hanno denunciato il fatto ai Carabinieri, in quanto i due non volevano saperne di smetterla. I militari, giunti sul posto, hanno provveduto ad identificare la coppia e ora su di loro grava sia una denuncia per atti osceni in luogo pubblico, sia una sanzione per violazione delle misure anti-Covid.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy