fbpx
Connect with us

Ancona

Giornata mondiale del rifugiato: evento streaming ad Ancona.

Pubblicato

il

Giornata mondiale del rifugiato

Ieri 20 giugno ricorreva la giornata mondiale del rifugiato. Questa data è stata scelta dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per commemorare la Convenzione di Ginevra del 1951. Documento che trattava, per la prima volta nella storia della politica internazionale, dello stato del rifugiato. Sebbene sia trascorso più di mezzo secolo dalla firma della convenzione, sono ancora molti i passi avanti da intraprendere per contribuire al meglio alla salvaguardia dei tanti rifugiati che ogni giorno sono costretti ad abbandonare le loro terre.

Ogni anno l’UNHCR presenta diverse iniziative ed eventi con lo scopo di sensibilizzare su queste tematiche, sempre attuali ma troppo spesso dimenticate. Ad Ancona, il 20 giugno, i progetti SIPROIMI (ordinari e minori del Comune di Ancona) gestiti con Associazione e Cooperative del territorio, in collaborazione con l’associazione “APS Terre”, hanno presentato in streaming un video collettivo realizzato grazie al contributo della comunità locale. Il tema in oggetto è “Rifugio: dove amiamo è casa”. Il video è visibile sulla piattaforma You Tube  all’indirizzo: http://tiny.cc/casadimattoni. Un evento interessante, sicuramente da non perdere. Un’altra iniziativa, all’insegna della giornata mondiale del rifugiato, ha avuto luogo a Bologna. Si tratta del concerto live dal titolo #Nevermorefreezing che si è svolto al Mercato Sonato di Bologna. Sul palco Murubutu, Margherita Vicario e Rares e un intervento video di Lella Costa, assieme a tanti altri ospiti.

Questa giornata simbolica è volta non solo a commemorare e celebrare ma anche e soprattutto a informare e diffondere la conoscenza di diverse realtà. Storie di vita quotidiana che riguardano un numero considerevole di persone. Secondo quanto emerso dal rapporto annuale Global Trends, pubblicato dall’UNHCR (https://withrefugees.unhcr.it), risulta che alla fine del 2019 ben 79,5 milioni di persone sono state vittime di esodi forzati. Il 40% degli esodati (30-34 milioni) sono minori. Siria, Venezuela, Afghanistan, Sud Sudan e Myanmar sono i cinque paesi che hanno registrato un maggior flusso di esodi. Questi numeri dunque riflettono una condizione politica e civile alquanto critica, che, ancora nel 2020, interessa buona parte del globo. Una situazione attuale che per quanto importante e delicata è spesso tenuta fuori dai riflettori mediatici e dai progetti di politica internazionale.

Ancona

Il Tribunale di Ancona accoglie la richiesta di un paziente che chiede suicidio assistito: “Asl valuti se ci sono condizioni”

Pubblicato

il

ANCONA – Le condizioni cliniche di un paziente potrebbero essere idonee per accedere al suicidio assistito, previa valutazione da parte dell’Asl competente. È quanto recentemente stabilito dal Tribunale Civile di Ancona. Procedendo dunque all’attuazione della sentenza Cappato della Corte Costituzionale, il Tribunale Civile di Ancona ha consentito, per la prima volta in Italia, che le condizioni di un soggetto malato possano essere esaminate dall’Asl al fine di valutare l’eventuale possibilità di ricorrere al suicidio assistito.

L’iniziativa, che potrebbe rappresentare il primo passo verso una svolta radicale su tali tematiche, è stata approvata in relazione al caso di un uomo di 43 anni, residente nelle Marche. L’uomo è affetto da tetraplegia e vive totalmente immobilizzato da circa dieci anni: le sue condizioni, scaturite in seguito a un incidente stradale, sono irreversibili e sono anche state aggravate da ulteriori patologie che si sono manifestate nel corso dell’ultimo decennio.

In passato, il 43enne aveva già fatto richiesta per l’eutanasia all’Asl e all’autorità giudiziaria, ottenendo in entrambi i casi esito negativo. Tuttavia, in seguito al ricorso effettuato, è stato stabilito che l’azienda sanitaria locale si occupi di verificare se sussistano gli estremi per praticare il suicidio assistito.

Continua a leggere

Ancona

Marche: Camerino in lutto per Giorgio Angelini

Pubblicato

il

CAMERINO(AN): Camerino piange la scomparsa di Giorgio Angelini 47enne, una figura importante per la città. è morto a causa di una brutta malattia. L’uomo originario di Roma ma residente da anni a Camerino,era conosciuto da tutti, soprannominato “Re Leone”, in passato gestiva un centro scommesse nella città ducale ed era stato uno studente di Giurisprudenza presso la locale facoltà Unicam. Giorgio,lascia un profondo vuoto all’interno della comunità, che attraverso i messaggi di cordoglio, si unisce al dolore della famiglia.

Continua a leggere

Ancona

Marche: arrestate due donne per spaccio

Pubblicato

il

ANCONA: E’ scattato l’arresto per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente per due donne anconetane,una 59enne e una 52enne. Già da tempo, erano seguite dagli agenti della sezione antidroga nei pressi delle proprie abitazioni, cosi’ alla vista degli agenti,una ha cercato di disfarsi della dose ingoiandola, mentre l’altra ha lanciato dalla finestra un involucro di cellophane, recuperato da una poliziotta appostata in strada. All’interno oltre mezzo etto di eroina. Le due cinquantenni sono state quindi tratte in arresto per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy