fbpx
Connect with us

Sport

Serie B: ecco il 29° turno

Ieri Spezia-Empoli 1-0. Programma e Curiosità statistiche.

Luigi Tommolini

Published

il

19 giugno 2020 Spezia Empoli 1-0

E’ tornata mercoledì scorso al “Del Duca” di Ascoli Piceno nel recupero Ascoli-Cremonese vinto dai lombardi 3-1; e ieri, venerdì 19 giugno, con la gara Spezia-Empoli 1-0 (27st Ragusa) è iniziata la 29a giornata: bentornata Serie BKT!!!

Alla partita di ieri al “Picco” di La Spezia faranno seguito sette gare oggi e due domani.

 29° TURNO: NUMERI E CURIOSITA’ STATISTICHE

Sabato 20 giugno ore 18

Cosenza-Virtus Entella

Primo confronto ufficiale tra le due squadre in Calabria.

Cosenza sempre sconfitto in casa nelle 4 gare fin qui disputate nel 2020: ultimi punti interni rossoblu il 26 dicembre scorso, successo per 1-0 sull’Empoli.

Quella calabrese è una delle due compagini cadette 2019/20 che perdono il maggior numero di punti nelle riprese rispetto ai risultati del 45’: -7, come il Pisa.

I rossoblu sono tra le 3 squadre che fanno più punti fuori casa che tra le mura amiche: nel caso dei calabresi 10 punti al San Vito-Marulla, 14 in trasferta.

Virtus Entella distratti nei primi 15’ di gioco: 9 le reti subite dai liguri dopo 28 giornate nella fase di gioco 1’ – 15’, a pari merito del Trapani.

La “zanzara” De Luca recordman stagionale di gol per i liguri (10, eguagliata la sua miglior stagione realizzativa, come al Varese 2011/12, in B) e giocatore più decisivo biancoceleste con 11 punti portati grazie ai suoi centri determinanti. Citazione per Fabrizio Poli, autore di 4 reti, mai così prolifico in una singola stagione della sua carriera.

Primo confronto tecnico ufficiale tra Roberto Occhiuzzi e Roberto Boscaglia.

Diffidati: Capela, Kanoute, Legittimo, Sciaudone (Cosenza); Chajia, De Luca G., Dezi, Pellizzer, Schenetti (Virtus Entella).

Squalificati:

Crotone-ChievoVerona

Allo “Scida” si contano 3 precedenti ufficiali tra le due formazioni: mai è uscito il pareggio, 2 i successi rossoblu (ultimo 1-0 nella serie A 2017/18) e 1 vittoria veronese (2-0 nella B 2000/01). Chievo senza gol a Crotone da 202’, ultima rete firmata Corini, su punizione, al 68’ nel match vinto 2-0 del 24 settembre 2000 in B; poi i 22’ residui di quella gara e le due intere, vinte dai calabresi 2-0  nella A 2016/17 e 1-0 nella A 2017/18.

Crotone in gol da 13 partite consecutive ufficiali assolute, per un totale di 25 marcature ed ultimo stop nello 0-1 a casa del Pordenone, l’8 dicembre scorso, in B. In casa rossoblu a segno da 12 partite di fila, con globale di 25 gol anche in questo caso: ultimo stop nello 0-0 contro l’Empoli, 8 settembre scorso, in B.

Due giocatori rossoblu già da record per numero di gol stagionali dopo 28 giornate: Crociata (5 reti) e Marrone (3 centri), ad un passo dal primato Golemic (ora a quota 3, deve raggiungere i 4 del 2015/16, di cui 3 con la maglia del Mladost Lucani e 1 al Chiasso), “vede” il primato anche Benali, arrivato a 7 e che ha 9 come massimo (Brescia 2014/15 in B).

In campo uno dei 5 giocatori che, dopo 28 giornate, sono rimasti sul terreno di gioco tutte le partite e tutti i 2520’ canonici: si tratta di Cordaz (Crotone), come Gori (Pisa), Micai (Salernitana), Vicario (Perugia) e Paleari (Cittadella). Peraltro il Crotone è l’unica formazione cadetta 2019/20 con due giocatori con 28 presenze, l’altro è Andrea Barberis, giocatore di movimento dell’attuale torneo cadetto con più minuti disputati, 2453’. In campo oggi, tra i 10 giocatori cadetti con 28 presenze su 28 anche Jacopo Segre (ChievoVerona).

ChievoVerona una delle due compagini cadette 2019/20 che hanno ottenuto il maggior numero di pareggi in 28 giornate, 11, come il Venezia.

ChievoVerona formazione regina della Serie BKT 2019/20 per numero di espulsioni a favore: ne ha ricevute 10 in 28 giornate.

Clivensi imbattuti fuori casa da 6 partite di fila, di cui 1 vinta e 5 pareggiate; ultimo k.o. veneto lo 0-1 di Trapani dell’1 dicembre scorso, in B.

Tra Giovanni Stroppa ed Alfredo Aglietti 2 confronti tecnici ufficiali, con coach rossoblu imbattuto: a suo favore 1 successo ed 1 pareggio.

Diffidati: Barberis, Benali, Mustacchio (Crotone); Frey, Segre (ChievoVerona).

Squalificati: Messias (Crotone).

Livorno-Cittadella

In Toscana si contano 9 confronti ufficiali fra le due squadre: 2 le vittorie amaranto (entrambe per 3-0, ultima nella B 2010/11), 5 i pareggi (ultimo 0-0 nella B 2018/19), 2 i successi veneti (ultimo 1-0 nella B 2014/15). Livorno senza gol da 217’: ultimo centro di Siligardi al 53’ nel 2-2 del 25 settembre 2012 in B, poi 1-0 veneto nel 2014/15 e 0-0 nel 2018/19.

Livorno senza successi da 17 giornate: 5 pareggi e 12 sconfitte il bilancio toscano, con ultimo sorriso datato 2 novembre scorso, 2-1 all’Ardenza sulla Juve Stabia.

100° gara con club italiani professionistici per Davide Diaw, che ha debuttato il 13 agosto 2016 in coppa Italia, ChievoVerona-Virtus Entella 3-0. Virtus Entella e Cittadella le maglie indossate, sommando finora 75 gettoni in serie B, 14 in Lega Pro, 5 in coppa Italia e 5 in altri tornei post-season.

Cittadella una delle 3 compagini che fanno più punti fuori casa che tra le mura amiche: nel caso dei granata veneti 19 punti al Tombolato, 24 in trasferta.

In campo uno dei 5 giocatori che, dopo 28 giornate, sono rimasti sul terreno di gioco tutte le partite e tutti i 2520’ canonici: si tratta di Paleari (Cittadella), come Gori (Pisa), Micai (Salernitana), Cordaz (Crotone) e Vicario (Perugia).

Cittadella reduce da 13 punti nelle ultime 5 trasferte; ultimo k.o. esterno veneto 0-1 ad Ascoli, 14 dicembre scorso.

Record assoluto di gol in singola stagione (3 finora) per il classe 1997 Christian D’Urso (Cittadella).

Primo confronto tecnico ufficiale tra Antonio Filippini e Roberto Venturato.

Diffidati: Iori, Pavan, Perticone (Cittadella).

Squalificati: Marras (Livorno); Branca (Cittadella).

Pescara-Juve Stabia

In Abruzzo i confronti ufficiali fra le due squadre sono 8: 7 le vittorie biancazzurre (ultima 3-0 nella  2013/14) e 1 pareggio (0-0 nella C-1 2007/08).

Pescara distratto in avvio di ripresa, con 9 reti subite dai biancazzurri tra 46’ e 60’ di gioco. Nessuno peggio in questa fase di gara, dopo 28 turni.

Di fronte all’Adriatico-Cornacchia due delle 4 squadre che, nelle prime 28 giornate, hanno sempre usufruito dei 3 cambi a partita: come abruzzesi e campani, Venezia e Pisa.

Fabio Caserta a quota 99 panchine in campionati professionistici, considerando la sola regular season, di cui 28 in B e 71 in Lega Pro, con bilancio di 45 vittorie, 31 pareggi e 23 sconfitte, con debutto assoluto datato 26 agosto 2017, Fidelis Andria-Juve Stabia 3-3.

Juve Stabia a porta aperta fuori casa da 11 match di fila, per un totale di 20 gol subiti; ultima porta inviolata nello 0-0 a Perugia del 14 settembre scorso, in B.

Tra Nicola Legrottaglie e Fabio Caserta confronto tecnico inedito.

Diffidati: Masciangelo, Scognamiglio (Pescara); Ricci G., Vitiello (Juve Stabia).

Squalificati: Fazio (Juve Stabia).

Salernitana-Pisa

A Salerno i confronti ufficiali fra le due squadre sono 12: 4 le vittorie granata (ultima 1-0 nella coppa Italia 2015/16), 6 i pareggi (ultimo 0-0 nella B 2016/17) e 2 successi toscani (entrambi per 2-1, ultimo nella C-1 1978/79).

Salernitana imbattuta in casa da 11 partite di fila, con 7 successi (6 nelle ultime 6 uscite all’Arechi) e 4 pareggi e ultimo k.o. col Benevento, 0-2 il 15 settembre scorso.

Granataa porta chiusa in casa da 346’, con ultima rete subita in Salernitana-Cosenza 2-1 del 25 gennaio, autore al 14’ Asencio; da allora si contano i 76’ residui di quella gara e le 3 intere, con doppio 1-0 su Trapani e Livorno e 2-0 sul Venezia.

Il bomber dei campani è Milan Djuric, 9 gol, mai così prolifico in una sua stagione professionistica, ma anche giocatore più decisivo dei granata con ben 16 punti portati grazie ai suoi gol determinanti. In evidenza anche Sofian Kiyine, finora 8 centri, anche lui mai così al top in stagione professionistica.

In campo due dei 5 giocatori che, dopo 28 giornate, sono rimasti in campo tutte le partite e tutti i 2520’ canonici: sono Micai (Salernitana) e Gori (Pisa), come Vicario (Perugia), Cordaz (Crotone) e Paleari (Cittadella).

Pisa una delle 4 formazioni cadette 2019/20 che  – prima della sosta forzosa – hanno effettuato sempre i 3 cambi a partita, 84 su 84 in 28 giornate, come Pescara, Venezia e Juve Stabia.

Pisa cooperativa del gol con 16 marcatori diversi con almeno una rete nelle prime 28 giornate del torneo.

I nerazzurri sono tra le 2 squadre cadette 2019/20 che perdono il maggior numero di punti nelle riprese rispetto ai risultati del 45’: -7, come il Cosenza.

Giampiero Ventura e Luca D’Angelo al secondo confronto tecnico ufficiale dopo la gara di andata vinta 2-1 dal coach nerazzurro all’Arena Garibaldi-Anconetani.

Ex di giornata Giampiero Ventura, coach dei nerazzurri dal luglio 2007 all’aprile 2009 in serie B, che nel match di andata era alla prima da ex contro i toscani, sebbene fossero trascorsi oltre 10 anni dal divorzio col sodalizio nerazzurro. Nel Pisa Ventura ha totalizzato 31 vittorie, 23 pareggi e 28 sconfitte in 82 panchine ufficiali.

Diffidati: Kiyine, Lombardi, Maistro (Salernitana); Caracciolo A., Lisi, Pinato, Soddimo (Pisa).

Squalificati: Gondo, Jallow (Salernitana); Marin (Pisa).

Trapani-Frosinone

In Sicilia i confronti ufficiali fra le due squadre sono 12: 6 i successi granata (ultimo 3-1 nella serie B 2014/15), 3 i pareggi (ultimo 2-2 nella I Divisione Lega Pro 2011/12), 3 le vittorie ciociare (ultima 4-1 nella serie B 2016/17).

Trapani difesa più perforata del torneo: 52 i gol subiti dai siciliani in 28 giornate.

Granata distratti nei primi 15’ di gioco: 9 le reti subite dai siciliani dopo 28 giornate nella fase di gioco 1’ – 15’, a pari merito con la Virtus Entella. I siciliani sono “svagati” anche nei 15’ finali di partita con ben 16 reti subite tra 76’ e 90’ inclusi recuperi.

Trapani a porta aperta da 14 partite di fila: 30 gol subiti, con ultima porta inviolata l’1 dicembre scorso, Trapani-ChievoVerona 1-0.

Stefano Pettinari è il bomber principe 2019/20 nel girone di ritorno: 7 le sue marcature.

Frosinone squadra record della B 2019/20 per punti conquistati nelle riprese, rispetto ai risultati al 45’: +14 il saldo attivo dei ciociari.

11 punti nelle ultime 5 trasferte per il Frosinone, di cui 3 vinte e 2 pareggiate; ultimo k.o. esterno ciociaro lo 0-1 a Benevento del 21 dicembre scorso.

Fabrizio Castori ed Alessandro Nesta contano una vittoria esterna per parte, sempre per 1-0, nei 2 precedenti tecnici ufficiali, riferiti alla B 2018/19, Carpi-Perugia.

Diffidati: Del Prete, Grillo, Pagliarulo, Pettinari, Scognamillo (Trapani); Beghetto, Capuano (Frosinone).

Squalificati: Dionisi (Frosinone).

Ore 20.30

Pordenone-Venezia

In Friuli i confronti ufficiali fra le due squadre sono 13: 4 le vittorie dei padroni di casa (ultima 1-0 nella serie C 2016/17), 5 i pareggi (ultimo 1-1 nella serie C 2014/15) e 5 successi lagunari (ultimo 5-2 nella coppa Italia serie C 1988/89).

100 in B, considerata la sola regular season, per Lucas Chiaretti (Pordenone) il cui esordio risale al 27 agosto 2016 in Bari-Cittadella 1-2. Cittadella, Foggia e Pordenone le maglie vestite tra i cadetti.

Luca Strizzolo, 8 gol segnati (-1 dalla sua stagione record con 9 centri, sempre al Pordenone, Lega Pro 2015/16) e 11 punti portati alla causa dei “ramarri” con i suoi gol decisivi, è sia il capocannoniere stagionale dei friulani, sia il calciatore più determinante. Menzione per Tommaso Pobega, classe 1999, 4 reti all’attivo dopo le 3 reti dell’anno scorso alla Ternana, Lega Pro,  in quella che era la sua prima stagione da professionista.

Pordenone scatenato prima della pausa: 11 le reti friulane in 28 turni della Lega B 2019/20 segnate tra 31’ e 45’ di gara, inclusi recuperi.

Mattia Aramu – 8 reti segnate nella Lega B 2019/20 dopo 28 turni – ha battuto il suo primato di marcature in singola stagione professionistica.

Venezia una delle 3 compagini che fanno più punti fuori casa che tra le mura amiche: nel caso degli arancioneroverdi 11 punti al Penzo, 21 in trasferta.

Attilio Tesser imbattuto nei 3 precedenti tecnici ufficiali contro Alessio Dionisi: per il coach friulano 2 successi e 1 pareggio, a proprio favore.

Lo stesso Tesser è anche ex di giornata: il coach dei “ramarri” ha allenato dal 1996/97 al 2000/01 nel settore giovanile arancioneroverde, mai la prima squadra.

Diffidati: Strizzolo (Pordenone); Aramu, Capello, Ceccaroni, Cremonesi, Lollo, Modolo, Montalto (Venezia).

Squalificati: Mazzocco (Pordenone).

Domenica 21 giugno ore 18

Cremonese-Benevento

I precedenti ufficiali tra le due squadre a Cremona sono 2, con doppio successo grigiorosso per 1-0, nella I Divisione Lega Pro 2009/10 e nella B 2018/19.

Benevento dominatore dopo 28 turni: i sanniti vantano il primato di partite vinte (21), minor numero di sconfitte (1), attacco-record (54 gol segnati) e difesa bunker (appena 15 reti subite).

Benevento-record per gol con panchinari nelle prime 28 giornate: 8 le reti giallorosse segnate con giocatori entrati in campo a partita avviata.

100 in B, considerando la sola regular season, per Lorenzo Montipò, che ha debuttato tra i cadetti il 18 maggio 2013, Novara-Virtus Lanciano 1-1, vestendo le maglie di Novara e Benevento.

Benevento scatenato in 2 precisi momenti di gara: 8 le reti sannite nei primi 15’ di gioco, ben 16 nei 15’ finali di partita, ossia dal 76’ al 90’ inclusi recuperi.

Campani in serie positiva da 19 giornate, di cui 16 le partite vinte (6 nelle ultime 6 disputate) e 3 pareggiate, con unico k.o. lo 0-4 a Pescara del 19 ottobre scorso.

Tra Pierpaolo Bisoli e Filippo Inzaghi 2 precedenti tecnici ufficiali con coach grigiorosso mai vittorioso: in bilancio 1 pareggio e 1 successo del mister giallorosso sannita.

Diffidati: Deli, Gustafson, Terranova (Cremonese); Caldirola, Coda, Kragl, Volta (Benevento).

Squalificati:

Ore 20.30

Ascoli-Perugia

Nelle Marche i precedenti ufficiali tra le due compagini sono 20: 8 i successi bianconeri (ultimo 1-0 nella B 2015/16), 6 i pareggi (ultimo 2-2 nella B 2017/18), 6 le affermazioni umbre (ultima 3-0 nella B 2018/19). Nella storia anche 4 precedenti in serie A, con 2 successi per parte tra il 1974/75 ed il 1980/81.

Ascoli senza successi da 6 turni: 2 pareggi e 4 sconfitte il bilancio marchigiano, con ultima vittoria il 3-0 di Livorno dell’1 febbraio scorso; in casa bianconeri senza successi dal 26 dicembre scorso, 1-0 sul Pisa, poi 2 pareggi ed altrettanti k.o.

In campo uno dei 5 giocatori che, dopo 28 giornate della Lega B 2019/20, sono scesi sul terreno di gioco tutte le partite e tutti i 2520’ canonici: si tratta di Vicario (Perugia), come Gori (Pisa), Micai (Salernitana), Cordaz (Crotone) e Paleari (Cittadella).

Primo confronto tecnico ufficiale tra Guillermo Abascal e Serse Cosmi.

Ritorno ad Ascoli, da ex, per Serse Cosmi, allenatore dei bianconeri marchigiani dal dicembre 2017 al giugno 2018 con 29 panchine ufficiali e un bilancio formato da 8 vittorie, 10 pareggi e 9 sconfitte con una “miracolosa” salvezza ai playout dopo un doppio 0-0 contro la Virtus Entella.

Diffidati: Cavion, Pucino (Ascoli); Carraro, Di Chiara, Sgarbi, Vicario (Perugia).

Squalificati: Padoin (Ascoli); Albertoni, Greco (Perugia).

Precedenti segnalati da Football Data.

Marche

Samb-Padova 0-1: negato un rigore ai rossoblu al 91°

Luigi Tommolini

Published

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO  – Una Samb dalle polveri bagnate per la terza volta in questa stagione fallisce il tris di vittorie. Era successo a Imola e in casa contro il Matelica.

Con Botta in panchina convocato ma non in perfette condizioni in mezzo al campo rossoblu non c’è luce.

La Samb di Zironelli non ha mai impensierito il portiere avversario e nel primo tempo subisce la rete dei veneti su un lungo cross di Ronaldo per Jelenic.

Nella ripresa i rossoblu spingono di più ma non riescono effettivamente mai a tirare in porta.

Al primo dei quattro minuti di recupero un vistoso fallo ai danni di Lescano non viene fischiato dallo scarso Natilla di Molfetta.

Ora la Samb dovrà giocare di nuovo al Riviera contro il Carpi domenica prossima 24 gennaio. 

CRONACA

Primo tempo

1 calcio d’inizio battuto dal Padova.

10 primo tiro in porta di Nocciolini dai venti metri centrali, lento e debole preda del portiere veneto

18 Padova in vantaggio: lancio di Ronaldo dalla metà campo patavina per Jelenic alla trequarti sul filo del fuorigioco. Controllo e girata a rete per il vantaggio degli ospiti. Samb 0 Padova 1.

34 ammonito Hraiech

37 cross Samb dal fondo sinistro nessuno interviene e la difesa avversaria libera

45 nessun minuto di recupero

Primo tempo “congelato”: quasi nulle le conclusioni con la rete del vantaggio di Jelenic su lancio lungo di Ronaldo.

Secondo tempo

Accese le luci artificiali

1 calcio d’inizio della Samb

1 nella Samb esce Rocchi per Maxi Lopez

4 ammonito Germano

7 incursione in area Samb di Paponi che dalla sinistra vede la respinta di piede in angolo di Nobile

11 esce Maxi Lopez, infortunatosi, per Chacon

12 Shaka Mawuli al tiro dai venticinque metri centrali, parata del portiere avversario

23 doppio cambio Padova: escono Paponi e Jelenic per Santini e Pelagatti

27 nella Samb esce Trillò per Liporace

29 nel Padova esce Bifulco per Nicastro

30 angolo di Chacon, Shaka Mawuli sul primo palo al centro dove d’un soffio Cristini manca il tap-in vincente

31 ancora Samb dalla sinistra il cross sul secondo palo per la testa di Nocciolini che non riesce a imprimere la giusta potenza alla sfera preda del portiere bianco scudato

45 quattro minuti di recupero

46 fallo in area di Rossettino su Lescano. Fabio Natilla non fischia.

47 esce Germano per Fazzi

 

IL TABELLINO

San Benedetto del Tronto – Stadio “Riviera delle Palme”

Domenica 17 gennaio 2021 – ore 15:00

19a giornata (ultima di Andata) – Serie C girone B

 

SAMB – PADOVA  0 – 1 (pt 0 – 1)

Reti: 18pt Jelenic.

SAMB (3-5-2) Nobile, Cristini, D’Ambrosio, Enrici; Masini, Shaka Mawuli, Angiulli, Rocchi (1st Maxi Lopez (11st Chacon)), Trillò (27st Liporace); Nocciolini, Lescano.

All.: Mauro Zironelli.

PADOVA (4-3-2-1) Vannucchi; Gasbarro, Rossettini, Germano (47st Fazzi), Curcio; Della Latta, Ronaldo, Hraiech; Jelenic (23st Pelagatti), Bifulco (29st Nicastro); Paponi (23st Santini).

All.: Andrea Mandorlini.

ARBITRO: Fabio NATILLA della sezione di MOLFETTA.

Assistenti: Alessandro MANINETTI della sezione di LOVERE (Ass. 1) e Luca FERABOLI della sezione di BRESCIA (Ass. 2).

Quarto ufficiale: Michele DI CAIRANO della sezione di ARIANO IRPINO.

Ammoniti:  34pt Hraiech (P); 4st Germano (P).

Espulsi:

Angoli: 3 – 7 (pt 2 – 3).

Recupero: 0pt, 4st.

NOTE: gara a “Porte Chiuse” causa CoViD19. Samb in maglia blu con inserto verticale centrale rosso, pantaloncini e calzettoni blu, portiere in Verde. Padova in completo bianco, portiere in Rosso vivo. Terna Arbitrale in divisa “Giallo fluo”. Calcio d’inizio Padova che attacca da destra a sinistra rispetto la nostra postazione in Tribuna Stampa. Cielo nuvoloso, giornata fredda, ventilazione scarsa. Temperatura circa 5°C. Terreno in buone condizioni.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Marche

Serie C gir.B: mezza giornata già giocata. Risultati, Classifica, programma

Luigi Tommolini

Published

il

Ultima giornata del girone di Andata nel girone B di serie C, anche se il Carpi deve ancora recuperare tre partite contro Feralpi, Matelica e Padova.

Metà giornata è stata giocata ieri, l’altra metà oggi.

Il match clou è senza dubbio quello del “Riviera delle Palme” dove in un clima glaciale si affrontano Samb e Padova.


CLASSIFICA AGGIORNATA


PROSSIMI IMPEGNI


ARTICOLI CORRELATI

Samb-Padova, diario di bordo: il cammino delle due squadre, curiosità


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Cronaca Sportiva

Nel derby col Gubbio un pareggio che sta stretto al Fano

Avatar

Published

il

(di Federico Principi)

Il girone d’andata 2020/21 di Fano e Gubbio si chiude con il derby atipico della Via Flaminia, tra due squadre che avevano entrambe aperto il 2021 con una vittoria ciascuna. Il pareggio per 1-1 che matura sta stretto a tutti: in parte al Gubbio che si fa rimontare pochi istanti dopo aver sbloccato la partita con Oukhadda; ma soprattutto al Fano che ha impegnato il portiere eugubino Cucchietti per almeno tre volte in maniera sostanziale nel corso del match.

Cucchietti tornava dopo una lunga assenza per l’infortunio alla mascella e non poteva firmare meglio di così il suo recupero. Di fronte a un Fano sempre più chiuso nella propria metà campo, ormai stabilmente con il 3-5-2, ma pericolosissimo in campo aperto in transizione, l’estremo difensore degli umbri è il vero migliore in campo di una partita dove il Gubbio non ha concesso il predominio territoriale ai granata, ma ha comunque concesso le occasioni più pericolose.

Il Fano è stato ulteriormente compattato dal nuovo leader, il 35enne Federico Gentile: arrivato in settimana, schierato come centrale dei 3 di difesa e subito in prima linea nelle indicazioni sulle tempistiche dei movimenti dei compagni. Il 3-5-2 funzionerà anche per riportare Cargnelutti al suo ruolo forse più naturale, ma servirà un esterno destro dal mercato per rinforzare un ruolo in cui comunque Paolini anche oggi ha offerto un’altra ottima prova a piede invertito.

Il Gubbio, che ha lasciato Gerardi in panchina per far spazio a Pellegrini, ha provato ad appoggiarsi come al solito al tandem supertalentuoso Pasquato-Juanito Gomez, ma è dal binario di destra che sono arrivati i maggiori pericoli per il Fano. Gli interscambi di posizione tra terzino e mezzala (Muñoz-Oukhadda) hanno spesso liberato il marocchino a dare ampiezza su quel lato e a creare problemi, fino al bellissimo gol con un piazzato chirurgico sul secondo palo.

Il Gubbio ha comunque subito gol per la settima partita consecutiva, con Barbuti che ha ripreso la responsabilità di calciare il rigore dopo averne falliti due consecutivamente. Un punto che serve soprattutto più al Fano per il morale che per gli eugubini, frenati nella corsa ai playoff ma che comunque compiono anch’essi un ulteriore passo verso la salvezza.

Federico Principi

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy