fbpx
Connect with us

Abruzzo

Teramo: rimodulata l’ex scuola

Lo comunica il Sindaco D’Alberto

Avatar

Published

il

Consegnato al Comune il progetto definitivo-esecutivo della ex Scuola Carlo Febbo. Lo comunica il Sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto sulla sua pagina facebook. Ecco il post.

Gli architetti Isabella Ciavarelli e Rino Orsatti hanno consegnato al Comune il progetto definitivo-esecutivo di riqualificazione della ex Scuola Carlo Febbo di San Nicolò e dell’area esterna ad essa prospiciente, rimodulato dopo il confronto con i cittadini e le associazioni e scelto dall’amministrazione proprio sulla base delle richieste rappresentate. Ora l’elaborato dovrà essere validato dalla Giunta, su indirizzo dell’Assessore Cavallari, prima di indire la gara per l’individuazione della ditta che svolgerà i lavori.
Viene così compiuto un nuovo passo, nel percorso di recupero della importante struttura che ha un particolare significato per la principale frazione cittadina, e si conferma quell’accelerazione che ha caratterizzato sin dall’inizio dell’amministrazione D’Alberto il recupero dell’ipotesi progettuale.
Un traguardo reso possibile innanzitutto dal recupero del finanziamento quasi perduto, per il quale l’amministrazione D’Alberto era impegnata sin dall’insediamento attraverso una intensa interlocuzione con la Regione Abruzzo, tesa a tornare nella disponibilità di 551.000 euro già assegnati ma sfumati a causa del mancato avvio dei lavori, che sarebbero dovuti partire nel 2013.
Ricordiamo che già nell’estate del 2018, la ex Carlo Febbo era già stata oggetto di un intervento di bonifica per rimuoverne lo stato di degrado sia esterno che interno. Ad essa, erano seguiti gli incontri con i residenti e le associazioni interessate, da cui si era sviluppato un percorso partecipativo per acquisire le segnalazioni da rappresentare ai progettisti.
E’ stato così redatta una proposta progettale che riqualifica l’esterno prevedendo in esso l’allargamento degli spazi, un’area verde intergrata con un teatrino, un’area giochi per bambini, una casetta scambialibro: tutti elementi che hanno l’obiettivo di fare del sito un centro di aggregazione per le famiglie, i bambini, le scuole, insomma: uno spazio di riferimento per la frazione.
Ora, si aprirà una seconda fase partecipativa, riguardante l’interno dell’edificio e volta a definirne la destinazione, sempre rimanendo nell’indirizzo di riservarlo a finalità pubbliche, per ospitare servizi comunali, un centro di aggregazione per giovani, una sala polivalente, una biblioteca e spazi per le associazioni.
Per il nuovo complesso è già stata individuata l’intitolazione; sin da quando sedeva sui banchi dell’opposizione, Gianguido D’Alberto aveva proposto, anche attraverso passaggi formali, di dedicarlo ad Ernino D’Agostino, rimpianto presidente della Provincia e figura di grande spessore umano e sociale, proposito ripreso recentemente dal consigliere Lanfranco Lancione, che è tornato a prospettarlo nel corso di un incontro con i residenti.
“Stiamo accelerando per realizzare un sogno che la frazione di San Nicolò nutre da anni. Abbiamo recuperato le risorse, dialogato con i cittadini, e indicato le linee operative ai progettisti. Insomma, siamo ad un passo dal riscatto di un’area fondamentale per la frazione di San Nicolò, che grazie ad essa può alimentare con nuova energia un significativo sentimento di appartenenza. Ringrazio tutti coloro che sono stati artefici di questo cammino: la Regione, con la quale abbiamo tessuto un’ottima interlocuzione per recuperare il finanziamento; i progettisti, che hanno colto appieno le nostre indicazioni; l’ing. Puritani dell’ufficio tecnico comunale; il Consigliere Lanfranco Lancione che ha fatto sua la causa della ex Carlo Febbo, impegnandosi con energia per raggiungere il risultato atteso”.

Abruzzo

CoViD: Abruzzo ancora in zona rossa. Marsilio propone anticipare l’uscita per l’8

Avatar

Published

il

Dopo le tre ordinanze del ministro Speranza, l’Abruzzo è l’unica regione ancora in zona rossa. Il passaggio formalizzerà quanto era chiaro da ieri.

Il presidente della Regione Marsilio da giorni ha avviato un’interlocuzione con il ministero per anticipare la fine della zona rossa visti gli ultimi dati.

L’Abruzzo è in zona rossa dal 18 novembre, con ordinanza regionale scaduta ieri.

La misura era stata confermata da Speranza con ordinanza in vigore dal 22 novembre.

Per il passaggio a una zona inferiore bisogna rispettare le tempistiche previste dalle regole delle fasce di rischio che suddividono le regioni per colori.

“Il ministro Speranza – dice Marsilio – mi ha comunicato la proroga di una settimana della zona rossa nella logica di completare i 14 giorni previsti dal Dpcm vigente.

Il ministro mi ha anticipato che nel Report della Cabina di Regia si dà atto positivamente del fatto che l’Abruzzo ha autonomamente anticipato l’adozione delle misure più restrittive che hanno portato l’indice Rt da 1.5 a 0.9”.

Marsilio proporrà quindi di “anticipare l’uscita dalla zona rossa per l’8 dicembre”. (ANSA).


Per info su Il Martinohttps://ilmartino.it/ e la pagina Facebook:  https://www.https://www.facebook.com/ilMartino.it/

Continua a leggere

Teramo

Giulianova: non si arresta il focolaio al Cristal, 36 positivi e 4 decessi in un giorno

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

GIULIANOVA – Non si arresta il focolaio esploso all’interno della casa di riposo “Cristal” di Giulianova. In un giorno il numero di positivi al Covid-19 sarebbe salito da 31 a 36, di cui 4 decessi. Il 70% del personale, inoltre, sarebbe risultato positivo. L’amministrazione comunale, guidata dal Sindaco Costantini, avrebbe chiesto alla Regione, aiuti e iniziative per far fronte al focolaio. Attualmente, il personale si trova in isolamento domiciliare ed è stato prontamente sostituito ma, data la situazione, si pensa ad un’evacuazione della struttura e ad un trasferimento dei contagiati in un Covid-Hotel.

Continua a leggere

Teramo

Teramo: ruba un cellulare e chiede sodi per restituirlo, arrestato

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

TERAMO – Aveva chiesto 100 euro al proprietario di un cellulare che aveva rubato e per questo, un giovane è stato arrestato dalla Polizia di Teramo. Il fatto è accaduto mentre, il proprietario del telefono passeggiava all’area verde di fronte il cinema Smeraldo. L’immediato intervento della Polizia di Stato ha permesso di identificare il giovane e di raggiungere la sua abitazione. E’ in questo frangente che il ladro avrebbe richiesto una cifra in denaro alla vittima, per avere indietro il suo cellulare. Alla richiesta la Polizia di Stato ha arrestato il ladro e la vittima ha riavuto il dietro l’oggetto sottratto. Per la giornata di oggi è atteso il processo per direttissima.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy