fbpx
Connect with us

Ascoli Calcio

Ascoli, Dionigi: “Sono soddisfatto, ma c’è ancora tanto da lavorare”.

Il trainer bianconero al termine della gara vinta a Cosenza.

Published

il

Davide Dionigi, allenatore dell'Ascoli Calcio.
Mister Dionigi commenta a caldo la sua prima vittoria con l’Ascoli nell’importantissimo scontro salvezza del San Vito-Marulla di Cosenza:

L’Ascoli torna alla vittoria dopo cinque mesi e lo fa nel momento cruciale della stagione, contro un avversario diretto per la lotta salvezza. Il passo in avanti che aveva chiesto alla squadra erano i tre punti?

“Oltre ai tre punti volevo passi in avanti sulla manovra; quando parlo di possesso palla non mi riferisco a quello sterile, fatto nella propria metà campo, ma esplicitamente alla manovra, che, soprattutto nel primo tempo, siamo riusciti a fare con questo posizionamento tattico. La squadra ha palleggiato, ha tenuto gioco, il passo in avanti c’è stato, è chiaro che i giorni di lavoro erano soltanto due, ma quel poco che abbiamo provato in allenamento i ragazzi lo hanno fatto bene”.

Bella l’azione che ha portato al gol di Scamacca su assist di Ninkovic. In generale il reparto avanzato si è trovato molto bene:

“Sì, davanti si sono mossi bene e si sono interscambiati: a volte era Ninkovic che veniva a giocare sotto, altre volte era Morosini. Tutto questo è frutto del nostro lavoro. Il gol di Scamacca è venuto fuori da una bellissima intuizione di Ninkovic e da un bel movimento del reparto avanzato”.

Dal suo arrivo la squadra è cresciuta anche caratterialmente.

“Sono soddisfatto, anche se sappiamo che c’è ancora tanto da lavorare. Sta venendo fuori un grande spirito di sacrificio, in ogni partita perdiamo dei pezzi, Brosco prima della partita col Crotone, Andreoni ieri, ma riusciamo a reagire caratterialmente, lottiamo e sudiamo perché abbiamo voglia di fare qualcosa di grande. Va dato merito ai ragazzi, mi stanno seguendo, nonostante la grande mole di lavoro che sto imponendo loro”.

Finalmente ci sarà una settimana per preparare il prossimo match con la Salernitana. E con questa vittoria il morale sarà ancora più alto:

“Abbiamo bisogno di recuperare le energie, questa era la terza partita in una settimana. Quella di stasera è una vittoria che ci voleva per tutta Ascoli, so che non abbiamo fatto ancora nulla, ma sarebbe bello poter condividere questi momenti con i nostri tifosi, che finora non ci hanno fatto mancare il loro sostegno. In questi dieci giorni credo che la squadra abbia dimostrato di tenere davvero alla causa”.

Ascoli Calcio

Ascoli, mercato: Sernicola pronto a restare

Il laterale difensivo è in prestito dal Sassuolo.

Published

il

Leonardo Sernicola, decisivo nella salvezza dell’Ascoli di mister Dionigi, potrebbe decidere di restare un’altra stagione nelle Marche.

Il diesse Bifulco ha parlato con il Sassuolo e manca solo il consenso di Roberto De Zerbi per il prolungamento del contratto.

Nato a Civita Castellana il 30 luglio 1997, il laterale difensivo è, infatti, in prestito dal Sassuolo dal 29 gennaio scorso, via Virtus Entella dove nella stagione 2019/20 ha giocato 5 partite.

Sernicola ha indossato la maglia dell’Ascoli quattordici volte con un assist per il pesante gol vittoria di Mirko Eramo al Del Duca contro l’Empoli (1-0) il 13 luglio scorso.

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Ascoli, Mercato: attacco da rifare

Anche Brosco e Cavion vogliono fare le valigie.

Published

il

ASCOLI PICENO – La miracolosa salvezza dell’Ascoli, grazie soprattutto alla cura Davide Dionigi, ha avvolto di felicità e gioia tutto l’ambiente della tifoseria bianconera e dato sfogo ai festeggiamenti per la mantenuta categoria.

Ora, a distanza di due settimane dal “miracolo” calcistico l’Ascoli Calcio 1898 conta i suoi pezzi alla vigilia del prossimo torneo di serie B.

L’avanguardia d’attacco dovrebbe rompere le righe e fare le valigie per altri lidi.

Non ci saranno più Nicola Ninkovic, la punta Gianluca Scamacca (ritorno dal prestito del Sassuolo), il trequartista Leonardo Morosini (prestito del Brescia) e molto probabilmente la punta Marcello Trotta (prestito del Frosinone). Quattro pedìne fondamentali, i migliori quattro bombers bianconeri che insieme hanno realizzato quest’anno 30 reti.

Un reparto tutto da ricostruire e con difesa e centrocampo che rischiano la medesima “migrazione”.

E’ dell’ultim’ora, tramite la voce del Direttore Sportivo Bifulco, l’intenzione di fare le valigie da parte di due pezzi pregiati e importanti nella struttura centrale della squadra.

Il centrale di difesa, Riccardo Brosco (29 presenze, un gol) e il centrocampista centrale Michele Cavion (34 gare, 2 reti) vogliono lasciare i bianconeri. I loro contratti scadono tra un anno.

Staremo a vedere.

Molto probabilmente si ripartirà con una squadra quasi smantellata ma con le riconferme del DS Bifulco e di mister Davide Dionigi.

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Ascoli, Dionigi: “la salvezza, una sorta di giustizia che viene dal lavoro”

Il mister bianconero al termine di Ascoli-Benevento.

Published

il

ASCOLI PICENO – Epilogo di festa quello dell’Ascoli di Davide Dionigi.

Nonostante la sconfitta in casa contro i “mostri” di Pippo Inzaghi (2-4), i bianconeri restano in serie B grazie alle sconfitte esterne di Perugia e Pescara condannate alla disputa degli spareggi PlayOut.

Dispiace al mister aver perso l’ultima di campionato ma l’aver raggiunto la permanenza in serie B “è una sorta di giustizia, alla quale io credo e che viene dal lavoro, dalla dedizione”.

Di seguito le parole di Davide Dionigi al termine di Ascoli-Benevento:

“Siamo stati tanto ingenui, tantissimo, ma stasera abbiamo avuto la fortuna di essere premiati, nonostante una prestazione che non ci appartiene; forse i ragazzi sono arrivati un po’ scarichi, hanno preso sotto gamba la partita,  ma abbiamo avuto la fortuna di avere, nella pochezza della prestazione, dignità, rispetto e, soprattutto, abbiamo raccolto i frutti dell’ultimo mese e mezzo.

E’ una sorta di giustizia, alla quale io credo e che viene dal lavoro, dalla dedizione.

Chi lavora, suda, butta sangue, come abbiamo fatto noi, viene premiato.

Sono orgoglioso di aver allenato questi ragazzi ed a loro va il merito di questa salvezza, mi hanno dato tanto, sono orgoglioso di aver conosciuto una proprietà seria, sono felice di aver conosciuto un DS che mi ha aiutato, con la sua esperienza e competenza, in una impresa come questa.

Sono contento per la gente di Ascoli, che ci è stata sempre vicino, avrei voluto chiudere diversamente, ma stasera ci sono tantissime attenuanti, anche se di solito non ne do.

Il futuro?

Io mi sono trovato bene, ho il rinnovo in caso di salvezza, ma col Direttore non abbiamo pensato a questo per non sprecare energie.

È normale che stare su questa panchina è un orgoglio ed io lo provo per esserci stato”.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone