fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

Comune e Scuola al lavoro per il nuovo anno da settembre

Al vaglio sedi didattiche alternative per garantire il distanziamento degli alunni a Grottammare

Published

il

Comune e Scuola a confronto alla ricerca di soluzioni per riportare gli alunni in classe. Dopo una serie di incontri, è stato istituito formalmente un tavolo tecnico per predisporre e coordinare tutti gli interventi necessari alla ripresa delle attività scolastiche 2020/2021, dall’allestimento e adeguamento degli spazi didattici, ai relativi servizi, come il trasporto e la refezione.

Il tavolo tecnico comunale, composto dal Segretario Generale e dai Responsabili di Struttura, è integrato dai vertici dell’Amministrazione comunale e scolastica e dal personale amministrativo e tecnico di riferimento.  Gli uffici comunali stimano un impegno economico di circa 120.000 € solo per l’adeguamento logistico volto a garantire il distanziamento fisico tra gli alunni.

 “Con la dirigente scolastica, prof.ssa Luigina Silvestri, i suoi collaboratori e i tecnici del Comune ci incontriamo già da qualche settimana e il lavoro svolto è già ad un ottimo punto – afferma il sindaco Enrico Piergallini -: abbiamo infatti reperito le risorse per allestire in sicurezza i locali necessari per lo svolgimento del prossimo anno scolastico. Oltre ai nostri plessi, infatti, metteremo in gioco altre strutture, nelle quali sono già avvenuti i sopralluoghi necessari per valutarne la compatibilità. Se tutto va bene, a giorni potremo approvare in giunta un atto deliberativo che darà gli indirizzi necessari per iniziare i lavori indispensabili per il riavvio dell’attività didattica”.

A copertura del fabbisogno finanziario, sul piatto delle risorse disponibili ci sono già 70.000 euro derivanti da fondi PON dell’Unione Europea, utilizzabili negli edifici compresi nel patrimonio scolastico, e altri 50.000 € circa da fondi dell’ente.

“Una cosa è certa – aggiunge il primo cittadino – tutte le risorse disponibili e tutte le strutture della città sono state messe a servizio di questa ripartenza. Per poter allestire nuove aule in altri spazi che non sono sedi scolastiche l’amministrazione ha dovuto reperire risorse interne che dovrebbero essere comprese tra 40 e 50 mila euro circa. Questo solo per quanto riguarda la disponibilità di locali. Restano, infatti, ancora alcuni aspetti complessi da definire: i due principali  sono la refezione e il trasporto scolastico. Dal Governo iniziano a filtrare alcune indiscrezioni sulla possibilità di un alleggerimento dei protocolli. Fino ad ora però non c’è una parola definitiva”.

“Far ripatire l’attività didattica è la sfida più grande che questa emergenza sanitaria ci impone di affrontare – chiude Piergallini -. Sino ad ora è stato complesso chiudere e riaprire i parchi, le aree e i teatri per gli eventi, i locali pubblici e quelli privati. Nulla però di paragonabile alla riapertura delle scuole, per complessità e per valore culturale dell’impresa.”.

La comunicazione tramite l’ufficio stampa della cittadina marchigiana.

Ancona

Marche: elezioni al tempo del Coronavirus e del web

Note sulla presenza della stampa e dei social media per le votazioni

Published

il

Sono state circa 1,2 milioni le pagine web visualizzate sulle elezioni regionali 2020 delle Marche da oltre 450 mila utenti, tra le giornate dal 20 al 22 settembre scorso. Sono i primi dati rilevati dal servizio Informatica della Regione. Collegamenti si sono registrati, oltre che dall’Italia, dagli Stati Uniti d’America, dal Regno Unito, Germania, Francia, Svizzera, Spagna, Belgio Norvegia, Olanda e Repubblica di San Marino. Quelle del 2020 sono risultare “elezioni social”, dove sono state utlizzate tutte le moderne tecnologie per la raccolta e la diffusione dei dati elettorali: sia quelli in entrata (dai Comuni alla Regione, Ufficio elettorale della consultazione), sia quelli in uscita per l’informazione ai cittadini. Circa il 65% del traffico è stato generato da dispositivi “mobile” (smartphone e tablet), il restante 35% da desktop PC o notebook. Tra le news più lette, sul sito e su telegram della Regione Marche, quelle tratte dai comunicati stampa (curati dall’Ufficio stampa regionale) relative alla ripartizione definitiva (anche se non ancora ufficializzata dalla Corte di Appello) dei seggi del Consiglio regionale per lista e circoscrizione. Sempre nel periodo di riferimento, tra il 20 e il 22 settembre, tra le pagine più visitate nel sito istituzionale troviamo quelle dedicate alle “speciale elezioni 2020” riferite ai manifesti delle liste e dei candidati, alle modalità di voto e ai certificati penali dei candidati (“Elezioni trasparenti”). I giornalisti accreditati presso la sala stampa allestita a Palazzo Leopardi sono stati 80 in presenza e 20 da remoto, tra testate nazionali, regionali e locali: 25 presenti e circa 20 da remoto. I candidati presidenti che hanno aderito all’invito della Regione hanno avuto la possibilità di tenere conferenza stampa in streaming con i giornalisti accreditati, nel rispetto delle norme anti Covid 19.

Continua a leggere

Ancona

Bollettino Coronavirus nelle Marche

Lo comunica il Gores

Published

il

Vincenzo Pomeo Bava esulta per la ricerca sul vaccino Coronavirus

Il Gores della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 1512 tamponi: 890 nel percorso nuove diagnosi e 622 nel percorso guariti. I positivi sono 17 nel percorso nuove diagnosi: 5 in provincia di Pesaro Urbino, 4 in provincia di Ascoli Piceno, 3 in provincia di Macerata, 3 in provincia di Ancona e 2 fuori regione. Questi casi comprendono 1 rientro dall’estero (Romania), 4 contatti in ambito domestico, 3 soggetti sintomatici, 4 contatti stretti di casi positivi, 2 casi riscontrati dallo screening realizzato nel percorso sanitario, 2 casi rilevati dallo screening effettuato in ambiente lavorativo e 1 caso in fase di verifica.

Continua a leggere

Ancona

Il Presidente Acquaroli scrive a Mattarella: ‘La ricostruzione post sisma è una priorità’

Carlo Di Natale

Published

il

ANCONA – ‘La ricostruzione post sisma è una priorità perché ci sono ancora troppe famiglie, troppi imprenditori che a distanza di quattro anni stanno soffrendo e la conseguenza è un continuo spopolamento di quelle terre e purtroppo anche l’aumento di suicidi’. Sono le parole del neo eletto presidente delle Marche, Francesco Acquaroli, nella sua prima conferenza stampa tenuta da Governatore ad Ancona.

‘Scriverò una lettera – esordisce – al presidente della Repubblica per chiedere la massima attenzione alla ricostruzione delle zone colpite dal terremoto.’

‘La lettera al Capo dello Stato sarà inviata – sottolinea Acquaroli – non appena ci saremo insediati in consiglio regionale. Ma credo che il tema della ricostruzione sia centrale nella nostra azione e vada posto una volta di più al presidente Mattarella’.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone