fbpx
Connect with us

Ascoli Calcio

Cosenza-Ascoli, Dionigi: “il gruppo ci crede”

Il mister bianconero sulla gara di domani in casa dei lupi.

Published

il

L'allenatore dell'Ascoli Davide Dionigi.

Mister Dionigi, in viaggio con la squadra in direzione Cosenza, ha parlato della partita di domani con i calabresi, uno scontro diretto fra due squadre staccate da soli due punti in classifica. Quella con i calabresi è già la terza sfida per il tecnico dell’Ascoli, arrivato solo otto giorni fa sulla panchina bianconera.

Domani sera saranno di fronte da una parte il Cosenza, in gran forma dopo il lockdown con 7 punti conquistati in 3 partite, dall’altra un Ascoli che con la ‘cura Dionigi’ sta riacquistando fiducia. Che partita si aspetta?

“Il Cosenza è reduce da ottime prestazioni, è una squadra che viaggia sulle ali dell’entusiasmo e che anche domani continuerà a fornire un calcio propositivo. Dall’altra parte c’è l’Ascoli, che dovrà fare un altro passo in avanti rispetto alle gare precedenti. Anche se con soli 7-8 allenamenti alle spalle, mi aspetto una crescita costante in ogni partita”.

Torniamo per un attimo a tre giorni fa: cosa le è piaciuto e cosa non le è piaciuto della prestazione contro il Crotone?

“Mi è piaciuta la gestione della partita, dico sempre che le gare durano 90’ e anche più, quindi è importante la gestione della gara, il capire e il saper leggere la partita. Dobbiamo migliorare un po’ in fase di possesso, aspetto che contro il Venezia era riuscito molto bene, ma che col Crotone si è visto un po’ meno”.

Che avversario è il Cosenza?

“Il Cosenza è una squadra con ottime individualità, ma a me interessa che l’Ascoli giochi come gruppo compatto; poi possiamo avere di fronte anche un avversario nettamente superiore come il Crotone, ma con la compattezza siamo riusciti a tenergli testa”.

La compattezza di gruppo è nell’immagine finale di Ascoli-Crotone, quando al triplice fischio vi siete stretti tutti a cerchio in un grande abbraccio.

“In quell’abbraccio ho visto la consapevolezza che il gruppo sarà unito fino alla fine. E questo era l’aspetto a cui tenevo maggiormente. La sensazione è che il gruppo ci crede. E’ chiaro che il risultato è legato agli episodi – vedi Venezia dove avremmo meritato di più – però ho chiesto che da qui alla fine ci sia questo spirito, poi tireremo le somme”.

Cosenza senza l’ex Kanoute, lei recupera Cavion, che ha scontato la squalifica, Brosco e Ninkovic. Perde Andreoni per una contusione all’occhio. Cambierà qualcosa a livello di sistema di gioco?

“In ogni pregara accade qualcosa, prima della partita col Crotone avevamo perso Brosco, stamattina è capitato con Andreoni. Non so se cambierò sistema di gioco, se optare per la linea a tre o a quattro, lo deciderò domattina nel corso dell’ultima rifinitura a Cosenza, qualcosa abbiamo provato anche oggi”.

Domani sarà la terza partita in una settimana, quindi poco tempo per prepararla. Ha chiesto qualcosa in particolare alla squadra?

“Chiedo tutti i giorni di avere la massima umiltà nel fare tutto quanto è nelle nostre possibilità. Tutto quello che facciamo negli allenamenti lo prepariamo in modo maniacale e mi aspetto il mille per mille da tutti nell’applicarlo in partita. Poi a fine campionato tireremo le somme di quanto saremo riusciti a fare”.


Fonte: Ascoli Calcio 1898

Ascoli Calcio

Ascoli, Dionigi: “la salvezza, una sorta di giustizia che viene dal lavoro”

Il mister bianconero al termine di Ascoli-Benevento.

Published

il

ASCOLI PICENO – Epilogo di festa quello dell’Ascoli di Davide Dionigi.

Nonostante la sconfitta in casa contro i “mostri” di Pippo Inzaghi (2-4), i bianconeri restano in serie B grazie alle sconfitte esterne di Perugia e Pescara condannate alla disputa degli spareggi PlayOut.

Dispiace al mister aver perso l’ultima di campionato ma l’aver raggiunto la permanenza in serie B “è una sorta di giustizia, alla quale io credo e che viene dal lavoro, dalla dedizione”.

Di seguito le parole di Davide Dionigi al termine di Ascoli-Benevento:

“Siamo stati tanto ingenui, tantissimo, ma stasera abbiamo avuto la fortuna di essere premiati, nonostante una prestazione che non ci appartiene; forse i ragazzi sono arrivati un po’ scarichi, hanno preso sotto gamba la partita,  ma abbiamo avuto la fortuna di avere, nella pochezza della prestazione, dignità, rispetto e, soprattutto, abbiamo raccolto i frutti dell’ultimo mese e mezzo.

E’ una sorta di giustizia, alla quale io credo e che viene dal lavoro, dalla dedizione.

Chi lavora, suda, butta sangue, come abbiamo fatto noi, viene premiato.

Sono orgoglioso di aver allenato questi ragazzi ed a loro va il merito di questa salvezza, mi hanno dato tanto, sono orgoglioso di aver conosciuto una proprietà seria, sono felice di aver conosciuto un DS che mi ha aiutato, con la sua esperienza e competenza, in una impresa come questa.

Sono contento per la gente di Ascoli, che ci è stata sempre vicino, avrei voluto chiudere diversamente, ma stasera ci sono tantissime attenuanti, anche se di solito non ne do.

Il futuro?

Io mi sono trovato bene, ho il rinnovo in caso di salvezza, ma col Direttore non abbiamo pensato a questo per non sprecare energie.

È normale che stare su questa panchina è un orgoglio ed io lo provo per esserci stato”.

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Ascoli: festosa sconfitta contro il Benevento

Bianconeri salvi nonostante il 4-2 dei sanniti. Tabellino

Published

il

ASCOLI PICENO – L’Ascoli esce sconfitto dal Del Duca ma festeggia la permanenza in serie B.

Contro i sanniti di mister Pippo Inzaghi che hanno fatto il proprio dovere, la formazione di Davide Dionigi soccombe già nel primo tempo e va sotto di tre reti.

Nella ripresa il gol di Morosini da’ speranza ad un recupero marchigiano ma non è così, i giallorossi campani realizzano anche il quarto gol prima del 2-4 dei locali.

A salvare i bianconeri dallo spareggio PlayOut ci pensano le sconfitte del Perugia in casa Venezia e del Pescara in casa ChievoVerona.

Per l’Ascoli un lieto fine dopo un post lockdown problematico fino all’arrivo di Davide Dionigi che, in pratica, ha contribuito in maniera decisiva alla salvezza dei marchigiani.

I bianconeri dai calzettoni rossi la prossima stagione disputeranno il 24° torneo di serie B.

Finale Ascoli-Benevento 2-4.

I migliori: Morosini (Ascoli) e Sau (Benevento).

IL TABELLINO

Ascoli-Benevento 2-4 (primo tempo 0-3)

Marcatori: 25′ Sau (B), 32′ Barba (B), 45′ Insigne (B), 49′ Morosini (A), 87′ Moncini (B), 92′ Trotta (A)

Ascoli (3-5-2): Leali; Ferigra, Brosco, Gravillon; Padoin (46′ Andreoni), Cavion (62′ Eramo), Petrucci (46′ Morosini), Brlek, Sernicola; Scamacca (46′ Trotta), Ninkovic. All. Dionigi.

Benevento (4-4-2): Gori; Maggio, Gyamfi, Barba, Rillo; Insigne (77′ Del Pinto), Hetemaj (84′ Sanogo), Schiattarella, Improta (65′ Tello); Di Serio (65′ Moncini), Sau (84′ Vokic). All. Inzaghi.

Arbitro: Pezzuto

Ammoniti: 69′ Schiattarella (B), 91′ Eramo (A)

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Ascoli-Benevento: le anticipazioni, i convocati

Mister Dionigi ne convoca 26

Published

il

ASCOLI PICENO – Alla vigilia della sfida con il Benevento, Mister Dionigi ha parlato in esclusiva per il sito web ufficiale del match con la capolista:

“Affrontiamo una squadra che ha dimostrato tutto l’anno di avere una chiara identità, sia nella fase di possesso che in quella di non possesso e questo l’ha portata, giustamente, a dominare il campionato di Serie B.

Questa partita per noi significa tanto, le motivazioni che dobbiamo avere devono essere importanti perché sappiamo quello che abbiamo costruito in poco tempo con tanto sacrificio e dedizione.

Siamo reduci da una partita, quella col Pisa, nella quale, a causa di un episodio, non abbiamo raccolto il punto che ci avrebbe permesso oggi di fare discorsi diversi e questo ha fatto crescere ancor più dentro di noi in questi giorni la rabbia per riprenderci quanto lasciato all’Arena.

Dobbiamo continuare ad essere noi stessi in entrambe le fasi di gioco perché è questo che fino ad oggi ci ha dato la possibilità di arrivare all’ultima giornata a giocarci la salvezza diretta”.


I CONVOCATI

PORTIERI: Leali, Marchegiani, Novi

DIFENSORI: Andreoni, Brosco, De Alcantara, Ferigra, Gravillon, Maurizii, Padoin, Pucino, Ranieri, Sernicola, Valentini

CENTROCAMPISTI: Brlek, Cavion, Costa Pinto, Eramo, Petrucci, Piccinocchi, Troiano

ATTACCANTI: Matos, Morosini, Ninkovic, Scamacca, Trotta

Diffidati: Petrucci, Pucino, Ranieri, Troiano, Valentini.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone