fbpx
Connect with us

Teramo

Le “finestre artistiche” dell’I.C. Corropoli-Colonnella-Controguerra, vicini anche se a distanza

Pubblicato

il

CORROPOLI – L’anno scolastico si è ormai concluso, portando con sé la maturazione di una nuova esperienza: la didattica a distanza. Tante sono state le iniziative messe in campo da docenti e allievi della scuola italiana per far fronte ad un’emergenza sociale oltre che sanitaria, come il laboratorio di arteterapia promosso dall’I.C. Corropoli-Colonnella-Controguerra diretto da Manuela Divisi. Durante il lungo periodo di lockdown dovuto al Covid-19, gli alunni delle classi prime della Scuola secondaria di I grado di Colonnella e di Controguerra hanno realizzato un interessante laboratorio artistico “a distanza” sotto la guida della docente Sara Staffilano. Il lavoro didattico, dal titolo “Finestre artistiche”, è nato in risposta alla condizione di isolamento che tutti abbiamo vissuto, in cui la quotidianità dei ragazzi si è come ‘cristallizzata’, allontanando gli studenti dalla scuola e dal mondo reale.

Il laboratorio prodotto ha preso spunto dall’opera di un artista spagnolo, Silvestre Santiago, conosciuto come Pejac, autore per lo più di murales e sperimentatore di varie tecniche artistiche, protagonista nei mesi scorsi di una divertente campagna che è diventata subito virale. Attraverso i suoi canali social, l’artista ha diffuso immagini di opere d’arte create sui vetri delle finestre della propria abitazione. Si tratta di ambientazioni surrealiste e visionarie, nelle quali personaggi stilizzati dipinti a pennarello nero interagiscono con lo sfondo esterno, rielaborando il paesaggio urbano circostante e dando così nuova vita allo skyline della città con la creazione di scenografie dinamiche e divertenti. Ecco allora una recinzione, un tetto o le nuvole del cielo trasformarsi nell’evocazione di un magico scenario all’interno del quale far convivere figure liriche e dal linguaggio minimalista, da fotografare e condividere poi sui social attraverso l’hashtag #stayarthomepejac.

“Questo laboratorio”, ha spiegato la prof. ssa Staffilano, “ha permesso ai ragazzi di pensare creativamente, dando loro la possibilità di gridare attraverso l’arte la speranza e la voglia di continuare a vivere e a sognare con la fantasia. Dalle finestre delle loro abitazioni gli alunni hanno reinventato lo spazio urbano e interagito con il paesaggio che vedevano all’esterno”. Invece di dipingere direttamente sulla finestra (come ha fatto Pejac nella sua opera), gli alunni hanno incollato alla finestra con del nastro adesivo parti di disegno del paesaggio che avevano davanti, frammenti di giornale, applicazione di silhouettes stampate e ritagliate oppure ideate e realizzate direttamente da loro. In questo modo gli studenti hanno consentito a compagni e docenti di entrare ‘in punta di piedi’ nelle loro case e di condividere attraverso il potere della fantasia il paesaggio circostante, a loro conosciuto e perciò rassicurante, in un momento di forte paura e difficoltà emotiva. “Anche se distanti fisicamente, abbiamo vissuto insieme un momento di creativa e surreale realtà”, ha concluso la docente: una testimonianza attiva di come l’arte possa far bene all’anima, generando nuovi mondi possibili di speranza e fiducia nel futuro. I lavori realizzati dai ragazzi sono stati raccolti in un video consultabile sul sito dell’Istituto.

Abruzzo

Martinsicuro, avviso per la realizzazione e la manutenzione di aree verdi in prossimità rotatorie lungo la SS16

Pubblicato

il

municipio martinsicuro

MARTINSICURO – Il Comune di Martinsicuro informa che è stato pubblicato sull’Albo Pretorio l’avviso di sponsorizzazione per la realizzazione, la valorizzazione e la manutenzione di aree verdi in prossimità di quattro rotatorie stradali lungo la SS16. Il contratto di sponsorizzazione prevede per il privato, in cambio suddette attività, la possibilità di utilizzarle per spazi pubblicitari.

Le quattro aree prescelte sono le seguenti: rotatoria ubicata sulla SS16, a sud di Martinsicuro, in prossimità della Sp259; rotatoria a nord di Martinsicuro, in prossimità dell’ingresso a via Roma; rotatoria in prossimità dell’innesto con la Sp02 di via Dei Colli con via C. Colombo; rotatoria in prossimità di via Dei Castani. Oltre alle spese di realizzazione, valorizzazione e manutenzione delle aree verdi dovranno essere sostenuti gli oneri della progettazione di massima e di previsione di un piano di manutenzione per la durata di 3 anni prorogabili per ulteriori 2 nel caso siano apportate delle migliorie alle rotatorie. 

Il posizionamento delle piante e dei manufatti di arredo dovrà essere conforme a quanto previsto dal codice della strada e i cartelli non potranno avere i colori che contraddistinguono i cartelli di pericolo del codice della strada. Maggiori informazioni possono essere reperite al seguente link (http://www.comune.martinsicuro.te.it/c067047/po/mostra_news.php?id=1390&area=H).

Grazie a questa operazione puntiamo a garantire la valorizzazione e la manutenzione di importanti spazi e aree verdi all’interno del nostro territorio – sottolineano il primo cittadino di Martinsicuro, Massimo Vagnoni, e l’Assessore ai Lavori Pubblici, Monica Persiani – al contempo siamo convinti che, grazie all’intervento dei privati, potremo ottenere un maggior decoro e una maggiore attenzione alle 4 rotonde che caratterizzano altrettanti accessi al nostro comune e rappresentano quindi importanti “biglietti da visita” per i turisti che giungono a Martinsicuro”. 

La presentazione delle domande scade lunedì 5 luglio alle ore 13:00.

Continua a leggere

Abruzzo

Francesco Galiffa a Torano Nuovo con “Eravamo contadine”

Pubblicato

il

TORANO NUOVO – Sabato 19 giugno alle ore 21 a Torano Nuovo (piazza Madonna delle Grazie) verrà presentato Eravamo contadine di Francesco Galiffa, edito per Arsenio Edizioni, un libro che omaggia la Val Vibrata nelle sue tradizioni culturali. Si tratta di un volume che raccoglie le testimonianze di 25 donne ultraottantenni, figlie di mezzadri o di piccoli proprietari, che sono rappresentative della vita nei campi nel primo Novecento in Val Vibrata. Così commenta Maria Rosaria la Morgianella sua prefazione: “È una vita in gran parte piena di fatiche e di sacrifici quella che emerge dalle testimonianze raccolte e riordinate in capitoli che seguono le stagioni della vita (infanzia, fidanzamento, matrimonio, maternità) e il lavoro, in campagna e in casa.” Matteo Di Natale, che ha curato la postfazione, sottolinea come Francesco Galiffa abbia “letteralmente setacciato gli aspetti più interessanti della cultura contadina: la vita rurale, gli antichi mestieri, gli usi, le tradizioni, i racconti popolari, la cucina tipica. Ogni sua opera è un tassello in più che va ad arricchire il mosaico delle storie comuni che legano questo piccolo fazzoletto di terra d’Abruzzo.”

All’incontro, organizzato dal Comune di Torano Nuovo e dall’Università Popolare e del tempo libero della Val Vibrata, interverranno il sindaco Anna Ciammariconi, la presidente dell’Università Popolare e del tempo libero della Val Vibrata Splendora Gloria Chiodi, l’editrice Valeria Di Felice, il giornalista Simone Gambacorta e l’autore Francesco Galiffa.

Continua a leggere

Abruzzo

Sant’Omero, inaugurazione di un’installazione artistica alla memoria di Ester Pasqualoni

Pubblicato

il

SANT’OMERO – Lunedì mattina alle 11, nell’area esterna all’ospedale di Sant’Omero, la Asl e il Lions club Val Vibrata inaugurano un’installazione artistica intitolata alla memoria di Ester Pasqualoni, l’oncologa uccisa nel 2017 proprio nel parcheggio del “Val Vibrata”. La cerimonia si tiene, non a caso, nel quarto anniversario dell’omicidio che tanto ha sconvolto tutta la comunità abruzzese, e non solo. L’opera d’arte, del maestro Francesco Perilli, è un dono del Lions club Val Vibrata. 

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy