fbpx
Connect with us

Ancona

La nuova Giunta Regionale marchigiana

Le deleghe agli Assessori

Pubblicato

il

“Una squadra competente, forte e autorevole con esperienza di pubblica amministrazione e istituzioni sia a livello di territorio che di governo e di cui vado orgoglioso. Voglio ringraziare i partiti della coalizione e i segretari regionali per l’impegno messo in campo in questi mesi”.

Con queste parole oggi pomeriggio a Palazzo Raffaello, il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli ha presentato, nel corso di una conferenza stampa, i sei assessori della giunta che lo accompagnerà nei cinque anni della prossima legislatura.

“In una fase così difficile – ha proseguito – abbiamo fatto una scelta tenendo conto prima di tutto delle competenze, a testimonianza di quanto crediamo nel dare una alternativa alla nostra regione. La giunta deve esprimere una visione complessiva, unitaria e sinergica. Questo è un nostro preciso impegno perché fino ad oggi la frammentazione è stata sempre una problematica che ha pesato sulla nostra regione”.

Tra le immediate priorità, un piano per la lotta e la prevenzione del Covid, le politiche comunitarie su cui stringe la scadenza della programmazione, la legge di bilancio che dovrà tenere conto delle conseguenze della pandemia, un nuovo approccio alla ricostruzione post-sisma.

In conclusione il presidente Acquaroli ha annunciato che, con una modifica dello Statuto, verrà istituita la figura del Sottosegretario alla Presidenza, già presente in molte altre Regioni. I suoi compiti saranno quelli di sostenere l’azione del presidente e della giunta vista la mole di deleghe e di problematiche che interessano le Marche e che restano in capo soltanto a pochi assessori.

Prima dell’inizio dell’incontro con i giornalisti, il presidente Acquaroli ha chiesto un minuto di silenzio in ricordo della presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, scomparsa improvvisamente questa mattina.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’esecutivo, il Presidente ha firmato il decreto con il quale vengono conferite le deleghe assessorili Il primo provvedimento del presidente della Regione, Francesco Acquaroli si è concretizzato oggi pomeriggio, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’esecutivo regionale, con la firma del decreto con il quale attribuisce le deleghe ai componenti della giunta regionale. Il presidente, Francesco Acquaroli si è riservato le seguenti deleghe: rapporti con le istituzioni internazionali, comunitarie, nazionali e locali, rapporti con il capoluogo regionale, programmazione, politiche comunitarie, turismo, porti aeroporti e interporto, affari generali, istituzionali e legali, sistema statistico, persone giuridiche private, ordinamento dell’informazione e della comunicazione, nomine. In particolare sul Turismo, Francesco Acquaroli ha sottolineato che “Dobbiamo rilanciare l’immagine della nostra regione: abbiamo eccellenze straordinarie ma siamo poco conosciuti sia in Italia che all’estero. Per questo motivo ho tenuto le delega per la presidenza: sarà una delega di sintesi di tutti gli assessorati perchè il turismo è trasversale e deve fare sinergia con tutti i settori: dalla cultura all’agricoltura, dall’artigianato alle infrastrutture, dall’ambiente alle aree interne”. Mirco Carloni, Vicepresidente Sviluppo economico, industria, artigianato, commercio, fiere e mercati, pesca marittima, tutela dei consumatori, internazionalizzazione, agricoltura, alimentazione, foreste, sviluppo rurale, agriturismo, zootecnia, industria agroalimentare, bonifica, produzione e distribuzione dell’energia, green economy, fonti rinnovabili, digitalizzazione, cooperazione internazionale allo sviluppo, Marchigiani nel mondo, caccia e pesca sportiva. “Nei prossimi cinque anni dobbiamo riuscire a ridare speranza, fiducia e forte identità al territorio, ce la metteremo tutta per dare il massimo con le nostre capacità e il nostro impegno. Tra le deleghe quella a cui tengo di più è lo Sviluppo economico, il vero target di questa amministrazione per essere in grado di guardare al futuro, creare un modello economico e riuscire a far ripartire la nostra economia che è stata colpita dalla crisi di Banca Marche, dal terremoto, dalla crisi finanziaria e dal Covid. È un territorio che ha sofferenze molto profonde, c’è un lavoro da fare molto importante. L’altra delega a cui tengo tantissimo è Marchigiani nel mondo, abbiamo milioni di persone in tutto il mondo che sono figli di seconda generazione e nipoti di marchigiani emigrati all’estero, la terra da cui provengono le Marche hanno bisogno del loro aiuto chiediamo di aiutarci e fare insieme progetti in sinergia. Stefano Aguzzi Lavoro, tutela e sicurezza del lavoro, professioni, previdenza complementare e integrativa, formazione professionale, urbanistica, valorizzazione dei beni ambientali, tutela del paesaggio, parchi e riserve naturali, cave, rifiuti, risorse idriche, difesa del suolo e della costa, edilizia pubblica, edilizia residenziale pubblica, protezione civile, acque minerali, termali e di sorgente. “Le deleghe che mi sono state attribuite mi stimolano molto a cercare di fare del mio meglio per rendere un servizio a tutta la comunità regionale. La soddisfazione per la nomina è indubbiamente grande e sono giustamente preoccupato del ruolo che dovrò svolgere, perché non sottovaluto mai gli impegni della vita quotidiana: specie quando, come in questo caso, sono impegni inediti e gravosi, perché una buona esperienza maturata nel territorio non vuol comunque dire sapere affrontare cose nuove come quelle di un governo regionale”. Francesco Baldelli Viabilità, infrastrutture, governo del territorio, lavori pubblici, politiche per la montagna e le aree interne. “Inizia il lavoro più importante, quello di portare al centro delle politiche regionali i diritti dei cittadini, quelli troppe volte calpestati. La delega che mi ha assegnato il presidente è particolarmente importante, deve rispondere ai ritardi infrastrutturali della regione, i dossier sono numerosi abbiamo tante priorità a cui dare risposta. Sulle aree interne, poi, occorre cambiare le politiche adottate fino ad oggi che hanno peggiorato la situazione delle nostre comunità che vivono nelle aree interne e nella montagna, non possiamo dire ai cittadini che abitano all’interno della regione che i loro servizi primari devono essere sostituiti da servizi secondari ma in maniera omogenea i servizi devono essere primari sia per gli abitanti della costa che dell’entroterra a partire dalla sanità, dalle infrastrutture, per garantire lo sviluppo economico anche di questa nostre zone del territorio per cittadini che per troppo tempo hanno sofferto di arretratezza dei territori che è stata arretratezza della politica che li rappresentava”. Guido Castelli Bilancio, finanze, demanio e valorizzazione del patrimonio, credito, provveditorato ed economato, rapporti con le agenzie, gli enti dipendenti e le società partecipate, ricostruzione, organizzazione e personale, trasporti, reti regionali di trasporto, enti locali e servizi pubblici locali, aree di crisi industriali. “Una grande responsabilità, la delega alla ricostruzione post sisma e un plus di sensibilità per chi in prima persona il 24 agosto 2016 stava valutando come affrontare quell’immane tragedia. Partendo da una debolezza che abbiamo scontato in questi anni: lo scarso coinvolgimento delle professioni. Mi sono reso conto da sindaco che i tecnici non sono stati tenuti nella dovuta considerazione. Anche il Commissario Legnini ha condiviso questa impostazione: riprofilare gli interventi con l’individuazione da parte dei professionisti delle aree di opacità delle procedure amministrative che finora non hanno consentito di arrivare ai risultati attesi. Metterò a disposizione di questa squadra le competenze, forte anche dell’esperienza di sindaco che mi consentirà una visuale di insieme soprattutto a vantaggio delle aree di crisi complessa che, come sindaco di Ascoli Piceno ho vissuto sul campo. Uno dei temi che maggiormente abbiamo pagato sono state le assegnazioni finanziarie, anche notevoli, che non sempre venivano accompagnate da un quadro amministrativo coerente con criteri non chiari su come poter spendere le risorse. Vorremmo invertire questa impostazione per ridare fiducia alle imprese e seguirne il rilancio” . Giorgia Latini Valorizzazione dei beni culturali, promozione e organizzazione delle attività culturali, musei, biblioteche, spettacoli ed eventi, istruzione, università e diritto allo studio, sport, promozione sportiva, piste ciclabili, politiche giovanili e volontariato, pari opportunità, partecipazione. “Sono a servizio del territorio, con tutta la mia esperienza maturata a livello locale e nazionale. Metterò a disposizione le competenze acquisite con l’attività amministrativa e parlamentare svolta che ha già consentito, quando eravamo al governo nazionale, di adottare provvedimenti a favore delle aree marchigiane in crisi complessa, facendo sinergia con le imprese, il territorio e il Ministero. La mia non è una scelta di convenienza personale, ma che guarda al bene della comunità regionale” Filippo Saltamartini Sanità, tutela della salute, servizi sociali, sostegno della famiglia, politiche dell’infanzia e degli anziani, veterinaria, immigrazione, polizia locale e politiche integrate per la sicurezza “Un assessorato molto importante, di peso e che comporta grandi responsabilità, soprattutto perché siamo in presenza di un aumento di contagi, per dare risposte sanitarie coerenti in una regione tra le più importanti a livello manifatturiero ma anche con figure intellettuali importanti che ci potranno consentire di diventare i “primi della classe” . Rivolgo soprattutto un appello ai cittadini perché adottino tutti gli atteggiamenti virtuosi e le cautele che ci permettano di sconfiggere questo male e riportare le Marche verso i traguardi che meritano. I tre miliardi ordinari destinati alla Sanità possono consentire di razionalizzare i servizi, il Welfare State si gioca principalmente sul servizio sanitario, che significa tutelare le fasce sociali più deboli, gli anziani in primis, per una sanità di qualità che è quella che questo governo regionale si prefigge”.

Ancona

Coldiretti Marche, carne di maiale sicura ma la peste suina penalizza il settore: “Interventi immediati”

Pubblicato

il

ANCONA – “La Peste suina africana può infettare gli animali ma non è trasmissibile agli essere umani senza contare che i controlli a cui sono sottoposti gli allevamenti sono ferrei in Italia a tutela della salute dei consumatori”. Così Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche, all’indomani del blocco dell’export della carne di maiale e derivati alle frontiere di Svizzera, Kuwait, Cina, Giappone e Taiwan come risposta ai casi di Psa sui cinghiali riscontrata in Piemonte e in Liguria. Un’ulteriore penalizzazione per il settore nelle Marche visto che parliamo di esportazioni di carne lavorata e conservata e prodotti a base di carne per un valore di circa 200 milioni di euro nel 2020. “Siamo costretti ad affrontare questa emergenza perché è mancata l’azione di prevenzione e contenimento come abbiamo ripetutamente denunciato in piazza e nelle sedi istituzionali di fronte alla moltiplicazione dei cinghiali che invadono città e campagne da nord a sud dell’Italia dove si contano ormai più di 2,3 milioni di esemplari” dicono da Coldiretti. “Bene ha fatto la Regione Marche, con l’assessore Carloni, ad attivare un tavolo per prevenire focolai anche qui nelle Marche dove finalmente si vede un cambio di passo nell’affrontare la questione della fauna selvatica, in sovrannumero e causa di danni ingenti all’agricoltura e pericolosa per l’incolumità pubblica” aggiungono gli agricoltori.

Continua a leggere

Ancona

Screening per studenti scuole superiori: 15 postazioni attive nel weekend nelle Marche

Pubblicato

il

ANCONA – Come annunciato, si svolgerà questo fine settimana, tra sabato 15 e domenica 16, lo screening gratuito volontario per gli studenti delle scuole superiori delle Marche. Saranno 15 le postazioni individuate nelle 5 Aree Vaste nelle quali si potrà avere accesso senza prenotazione. Un grande sforzo organizzativo di Regione e Asur, impegnate assiduamente con le altre aziende sanitarie a portare avanti la campagna vaccinale, per mettere in campo questa iniziativa volta ad offrire agli studenti uno strumento in più per poter frequentare la scuola in sicurezza. Una risposta molto incoraggiante quella della fascia 14 – 18 anni, che supera il 90% di somministrazione di prime dosi e oltre l’81% dei casi ha ricevuto anche la seconda dose: lo screening ha comunque l’obiettivo di proseguire l’anno scolastico appena ripartito in sicurezza. Dove possibile il punto screening sarà organizzato in modalità Drive Through.

Questo il programma:

–              Area Vasta 1

sabato 15         PESARO                 14.30 – 19.30    in via Lombardia,7

domenica 16     FANO                    8 – 13                ex CODMA Via Tommaso Campanella, 1

                            URBINO                8 – 13                                  a Medicina Legale e del Lavoro in via Sasso 70

–              Area Vasta 2

Domenica 16   ANCONA               8 -20                    Palarossini in via Cameranense

                           FABRIANO           9-14                     Protezione Civile di via Fornaci 108

                           FALCONARA        14-18                   Pinacoteca Francescana in Piazza S.Antonio

                           JESI                         8.30 – 16.30      Zona Zipa in via Dell’Industria

                          OSIMO                   9-15                     Pala Baldinelli in via Striscioni 82

                          SENIGALLIA          8-13                      Stadio Bianchelli in via Montenegro 21

–              Area Vasta 3

Sabato 15           MATELICA          10 – 12.30           Protezione Civile presso Località Cavalieri

Domenica 16    CIVITANOVA M.   8.30-12.30       Piazzale antistante Covid Hospital in via San Costantino

                            MACERATA – PIEDIRIPA   8-14     Via Teresa Noce 22              

–              Area Vasta 4     

Domenica 16     FERMO             8-14                        Fermo Forum in via Giovanni Agnelli

–              Area Vasta 5

Domenica 16    ASCOLI PICENO     8-14      Ospedale in via degli Iris

                          SAN BENEDETTO    8-14       vicino al Palazzetto in Viale dello Sport

Continua a leggere

Ancona

Record di vaccini nelle Marche: in un giorno somministrate più di 19 mila dosi

Pubblicato

il

ANCONA – “L’11 gennaio abbiamo somministrato 19.012 dosi di vaccino, un vero record per le Marche”. Ad annunciarlo è l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini che prosegue: “Questo è stato possibile grazie al grande impegno del personale sanitario sempre in prima linea nonostante siano passati due anni dall’inizio della pandemia”.
Delle oltre 19 mila dosi, 1716 sono state prime dosi: “Molti non si vaccinano per paura – spiega l’assessore – hanno solo quindi bisogno di spiegazioni e di essere rassicurati”.
Scendendo nei particolari, 6805 dosi sono state somministrate in provincia di Ancona, 3118 nell’ascolano, 2115 nel fermano, 3238 nel maceratese e 3735 in provincia di Pesaro-Urbino.
La fascia di età che ha ricevuto più prime dosi è stata quella 0-16, con 732 somministrazioni, seguita dalla fascia 50-59 con 251 (dall’8 gennaio e fino al 15 giugno 2022 è stabilito l’obbligo vaccinale per tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto i 50 anni di età, e dal 15 febbraio tutti i lavoratori over 50 del settore pubblico e privato per accedere al luogo di lavoro saranno tenuti ad esibire il super green pass). Le terze dosi sono state invece 15.419.
Intanto stamattina sono già partiti 2.300 sms a tutti quei soggetti col ciclo vaccinale in scadenza, 60 mila persone circa, che avevano una prenotazione assegnata per febbraio e marzo. Verranno ricontattati tutti al ritmo di circa 2 mila al giorno, per dare risposta a tutti i marchigiani in questa situazione.
Proseguono anche gli open day nei finesettimana di gennaio. “La strada da seguire è però quella della prenotazione – conclude Saltamartini – nel mese di gennaio ci siamo posti l’obiettivo di vaccinare 420 mila cittadini”.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via Metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.

Privacy Policy