fbpx
Connect with us

Abruzzo

CoViD Abruzzo, 20 novembre ore 18: la situazione

Luigi Tommolini

Published

il

A quasi tre giorni dall’entrata in vigore della zona rossa, sono 705 in Abruzzo i nuovi casi di coronavirus accertati nelle ultime ore. Sono emersi dall’analisi di 4648 tamponi: è risultato positivo il 15,17% dei campioni analizzati.

Si registrano 18 decessi recenti (otto sono avvenuti nei giorni scorsi, ma sono stati comunicati solo oggi dalle Asl): il bilancio delle vittime sale a 739. Gli attualmente positivi al virus sfondano quota 15mila, mentre aumentano i ricoveri. Preoccupa il dato sull’Rt: secondo l’ultimo monitoraggio dell’Iss, l’indice Abruzzese – 1,32 – è il secondo peggiore d’Italia.
I nuovi positivi hanno età compresa tra 5 mesi e 97 anni.
Quelli con età inferiore ai 19 anni sono 102. I decessi recenti riguardano persone di età compresa tra 63 e 95 anni: 5 in provincia dell’Aquila, 4 in provincia di Pescara, 5 in provincia di Chieti e 4 in provincia di Teramo.
Gli attualmente positivi al virus sono 516 in più e arrivano a quota 15.378: 661 pazienti (+3 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva e 75 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva. Il dato sulle rianimazioni si avvicina al record di 76 registrato il 3 aprile.
Al momento sui 151 posti di terapia intensiva disponibili – senza considerare i 29 presenti tra l’Ematologia di Pescara e le cliniche private convenzionate, pure a disposizione in caso di assoluta emergenza – ne sono occupati 75, ovvero il 49,7%, a fronte di una soglia di allarme pari al 30%. Gli altri 14.642 positivi (+512) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. I guariti sono 6.430 (+171).
Le località con più nuovi casi sono L’Aquila (56), dove il totale dall’inizio di novembre sale a 1.300, Avezzano (42, totale dal primo novembre 539), Teramo (34, 606), Pineto (30), Sulmona (27), Pescara (26, 541), Silvi (24) e Montesilvano (18, 348). A livello provinciale, del totale di 22.547 casi positivi in Abruzzo, 7.387 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+301 rispetto a ieri), 4.334 in provincia di Chieti (+86), 4.498 in provincia di Pescara (+102), 5.911 in provincia di Teramo (+209), 216 fuori regione (+1) e 201 (+6) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.
L’Abruzzo è la seconda regione d’Italia con Rt più alto: 1,32. E’ preceduta solo dalla Basilicata (1,46). E’ quanto emerge dall’ultimo monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità e del ministero della Salute. L’indice abruzzese, nel precedente monitoraggio, era pari a 1,34.


Per info su Il Martinohttps://ilmartino.it/ e la pagina Facebook:  https://www.https://www.facebook.com/ilMartino.it/

Abruzzo

Controguerra, il sindaco Franco Carletta positivo al Covid-19

Pio Di Leonardo

Published

il

CONTROGUERRA – “Cari concittadini, purtroppo questa sera sono a comunicarvi la mia positività al COVID-19, accertata tramite tampone privato”. Lo afferma in una nota il sindaco di Controguerra, Franco Carletta.

“Ho appena avvisato la Dott.ssa Marini, il mio medico, e da questa sera rimarrò in isolamento presso la mia abitazione. Sono sintomatico con lieve mal di gola e raffreddore, non ho mai pensato di essere immune dal Covid-19, e pertanto vi raccomando di rispettare tutte le regole di anticontagio e di assumere comportamenti di responsabilità e tanta saggezza e, soprattutto, non sottovalutiamo questo virus” continua il primo cittadino.

“Vi informerò del mio stato di guarigione e continuerò ad essere collegato con gli uffici del nostro Comune e con il gruppo di Protezione Civile. A presto” conclude Carletta.

Continua a leggere

Abruzzo

CoViD Marsilio: “Abruzzo per ora resta in zona rossa”

Avatar

Published

il

‘Prosegue interlocuzione, si attende monitoraggio settimanale’

“In attesa che la Cabina di Regia produca il report settimanale, previsto per venerdì, sulla base del quale il ministro Speranza adotterà le nuove ordinanze, tutte le Regioni restano fino a sabato nell’attuale fascia di rischio. Sulla situazione dell’Abruzzo continua l’interlocuzione istituzionale”.

Lo fa sapere lo staff di Marco Marsilio, presidente della Regione Abruzzo: qui era stata anticipata l’introduzione della zona rossa con ordinanza regionale che scade oggi.

Negli ultimi giorni Marsilio ha sollecitato Speranza affinché fosse anticipato il passaggio in fascia arancione. “Se da un lato il Ministero è tenuto ad applicare le procedure previste per tutti, dall’altro vi è piena disponibilità a valutare quanto fatto dalla Regione in autonomia.

Attenderemo il report settimanale – dice Marsilio – fiduciosi che registrerà un’ulteriore tendenza al miglioramento e valori compatibili con la zona arancione.

Se i dati daranno indicazioni confortanti, non dubito che anche l’Abruzzo entrerà in zona arancione nella prima parte della settimana”. “Se da un lato il Ministero è tenuto ad applicare all’Abruzzo le stesse procedure e tempistiche previste per tutti – si legge nella nota dello staff di Marsilio – dall’altro vi è piena disponibilità a valutare in tale contesto quanto fatto dalla Regione in autonomia, anticipando i tempi dei provvedimenti e le relative decorrenze”. “Attenderemo l’esito del report settimanale – dice Marsilio – fiduciosi che registrerà un’ulteriore tendenza al miglioramento e valori compatibili con la zona arancione, come già avviene da venerdì scorso, e continueremo a monitorare insieme al Ministero i dati nell’intero fine settimana.

Se i dati daranno indicazioni confortanti, non dubito che anche l’Abruzzo entrerà in zona arancione nella prima parte della settimana, in tempo per l’apertura del periodo natalizio, che parte con la festività dell’Immacolata”.


Per info su Il Martinohttps://ilmartino.it/ e la pagina Facebook:  https://www.https://www.facebook.com/ilMartino.it/


Continua a leggere

Abruzzo

Covid-19, a Controguerra chiusa la Scuola dell’Infanzia

Pio Di Leonardo

Published

il

CONTROGUERRA – A causa di un caso di positività al Covid-19, comunicato dalla Dirigente Scolastica, di un assistente scolastico in servizio presso la Scuola dell’Infanzia di via E. Fermi nel Comune di Controguerra, il sindaco Franco Carletta ha disposto, di concerto con la Dirigente, la sospensione, in via precauzionale, delle attività didattiche della Scuola dell’Infanzia.

La sospensione parte dalla data di pubblicazione dell’ordinanza comunale (03/12/2020) e fino a nuova ordinanza sindacale e/o ulteriori disposizioni della ASL. Il sindaco ha inoltre provveduto ad incaricare un’apposita ditta per effettuare la sanificazione dell’edificio scolastico con igienizzazione, secondo quanto previsto dai protocolli sanitari vigenti.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy