fbpx
Connect with us

Abruzzo

CoViD Abruzzo Zona Rossa: c’è la firma. Scuole aperte. Tutte le misure da adottare.

Luigi Tommolini

Published

il

È ufficiale: da mercoledì l’Abruzzo entra in zona rossa. Il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio ha firmato l’ordinanza n. 102 recante “Ulteriori misure urgenti per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19” e che porta l’Abruzzo in “zona rossa” fino al 3 dicembre, in concomitanza con la scadenza del Dpcm. Le misure da adottare saranno le stesse stabilite dal Governo con il Dpcm del 3 novembre riguardanti le zone rosse.

Una decisione presa – come si legge nell’ordinanza – “per limitare il diffondersi del contagio del virus al fine di garantire la piena operatività delle strutture sanitarie della Regione”.

Da mercoledì 18 novembre saranno dunque vietati gli spostamenti anche all’interno del proprio Comune, in qualsiasi orario, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute così come gli spostamenti da una Regione all’altra e da un Comune all’altro.

Bar e ristoranti resteranno chiusi 7 giorni su 7 mentre sarà consentito l’asporto fino alle ore 22 e per la consegna a domicilio non ci saranno restrizioni.

I negozi rimarranno chiusi fatta eccezione per supermercati, beni alimentari e di necessità.

Resteranno aperte edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri. Chiuderanno i centri estetici.

Saranno inoltre sospese tutte le competizioni sportive salvo quelle riconosciute di interesse nazionale dal CONI e CIP, così come saranno sospese le attività nei centri sportivi.

Si potrà svolgere attività motoria nei pressi della propria abitazione e attività sportiva solo all’aperto in forma individuale.

Chiusi musei e mostre, teatri, cinema, palestre, attività di sale giochi, sale scommesse, bingo (anche nei bar e nelle tabaccherie).

Per i mezzi di trasporto pubblico sarà consentito il riempimento solo fino al 50%, fatta eccezione per i mezzi di trasporto scolastico.


DISPACCIO ANSA

Abruzzo in ‘zona rossa’ da mercoledì 18 novembre, ma le scuole restano aperte. Lo ha anticipato il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio in visita all’ospedale ‘San Raffaele’ di Sulmona.

Il tema delle scuole aveva generato aspre polemiche nelle ultime ore. “Abbiamo assunto la decisione di firmare un’ordinanza che applica all’Abruzzo la disciplina contenuta nell’articolo 3 del Dpcm e cioè quella delle cosiddette zone rosse e non di più” ha detto Marsilio. “Sulla scuola c’è stata una discussione molto ampia, ma abbiamo ritenuto, e siamo tutti d’accordo in Giunta e nella maggioranza, di non poter accogliere, neanche volendo farlo, la richiesta del Gruppo Tecnico Scientifico di chiudere le scuole di ogni ordine e grado – ha detto Marsilio – L’attuale disciplina di legge non consentirebbe alle famiglie di affrontare questo problema. Tenendo aperte le attività economiche e non avendo congedi parentali o bonus baby sitter, il peso sulle famiglie sarebbe insostenibile. Perciò riteniamo sia sufficiente un atto di responsabilità, applicando il principio di precauzione, cioè dichiarare, dal 18, l’Abruzzo ‘Zona rossa’”. 


Per info su Il Martinohttps://ilmartino.it/ e la pagina Facebook:  https://www.https://www.facebook.com/ilMartino.it/

Pescara

Spoltore: tenta il suicidio dopo un litigio in famiglia, salvato dai carabinieri

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

carabinieri arresto tentato omicidio femminicidio arresti domiciliari

SPOLTORE – Tragedia evitata grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri, per un’ennesima lite in famiglia. Un uomo, dopo aver avuto un acceso diverbio con la moglie, avrebbe tentato il suicidio mettendosi un cavo elettrico intorno al collo legato, a sua volta, ad una culla della camera da letto nella quale si era chiuso. All’arrivo dei militari, l’uomo era privo di sensi e stava per morire di soffocamento e dopo aver sfondato la porta sono riusciti fortunatamente a farlo rinvenire. Sul posto anche i sanitari del 118 che hanno provveduto al trasferimento presso il nosocomio di Pescara, nel quale si trova attualmente ricoverato.

Continua a leggere

Teramo

Teramo: GdF sequestrano 1.267.000 mascherine chirurgiche, denunciati titolari di due aziende

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

TERAMO – A fronte di una serie di controlli effettuati dalla Guardia di Finanza di Roseto degli Abruzzi, per il contenimento del rischio epidemiologico, due aziende della provincia una con sede rispettivamente, a Sant’ Egidio della Vibrata e Civitella del Tronto, sono finite nei guai. I finanzieri avrebbero posto sotto sequestro 1.267.000 mascherine chirurgiche e 20 mila tute monouso di III categoria priva delle idonee certificazioni attestanti la sicurezza e affidabilità del prodotto e riportante anche il marchio Ce contraffatto. Il materiale risultava essere stato importato dalla Cina. I titolari delle aziende, a fronte della violazione dell’articolo 474 cp (Introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi) sono stati denunciati all’autorità giudiziaria locale.

Continua a leggere

Teramo

Teramo: focolaio Covid in Rsa abusiva, gli operatori figuravano come “braccianti agricoli”

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

TERAMO – Un focolaio Covid-19 è esploso, nelle scorse settimane, all’interno di una Rsa risultata totalmente abusiva. Una ventina di persone, tra ospiti e personale, sarebbero risultate positive al Coronavirus. I decessi totali sarebbero quattro, due donne e due uomini, avvenuti presso gli ospedali di Giulianova e Teramo. Gli operatori sanitari della struttura abusiva, erano privi di qualifica, tanto che venivano fatti risultare come “braccianti agricoli”. La struttura è stata posta sotto sequestro, così come i farmaci e la documentazione sanitaria. Gli ospiti, invece, trasferiti in strutture sanitarie idonee. 

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy