fbpx
Connect with us

Abruzzo

Morte Maradona: l’Abruzzo lo ricorda per matrimonio confetti Pelino. Riprese film sul campione un mese fa a Roccaraso

Avatar

Published

il

SULMONA – Anche gli abruzzesi ricordano con affetto Maradona che in varie occasioni aveva dimostrato la sua vicinanza all’Abruzzo ma soprattutto a Roccaraso e a Sulmona.
Per il suo matrimonio con Claudia Villafane nel novembre 1989 scelse i confetti Pelino.

A testimonianza di quell’evento c’è ancora una foto con dedica alla ditta che viene custodita nella bacheca della fabbrica di via Stazione Introdacqua dove sono immortalati tutti i vip che hanno acquistato i confetti di Sulmona. Oltre ai classici confetti alle mandorle, Maradona per il suo ricevimento matrimoniale fece confezionare anche tremila ‘fiori’ con i petali biancazzurri, colori del Napoli e dell’Argentina, utilizzati come segnaposto nel ricevimento nuziale.
Il Pibe de Oro ha avuto anche un legame con Roccaraso perché, quando giocava al Napoli, era solito recarsi a sciare all’Aremogna insieme ai compagni di squadra Alemao, Careca e Ferrara e al brasiliano del Pescara, Edmar.
Proprio nei giorni scorsi nel centro altosangrino si erano concluse le riprese di un film a lui dedicato, “La mano de Dios” – da non confondere con ‘Maradona, la mano de Dios’ di Marco Risi del 2007- pellicola prodotta da Lorenzo Mieli per The Apartment e dal regista, sceneggiatore e scrittore italiano Paolo Sorrentino che è stato proprio recentemente a Roccaraso dove ha incontrato il sindaco Francesco Di Donato.
Maradona ha incontrato divrese volte il Pescara allo stadio Adriatico e le varie sfide sono state ricche di aneddoti e curiosità. Nella gara di Coppa Italia del 2 settembre 1984, Maradona era alla sua quarta partita ufficiale in Italia e lasciò tutti a bocca aperta segnando su rovesciata da terra il gol del 3-0 lasciando esterrefatto il portiere del Pescara Gianluca Pacchiarotti e andando a festeggiare sotto il settore dei numerosi tifosi campani in vacanza in Abruzzo. Prima di quel match una coppia di sposi ne approfittò per farsi immortalare proprio accanto alla star argentina per poi partire in viaggio di nozze. Un’altra sfida tra pescaresi e partenopei venne accompagnata dalle polemiche quando Maradona fu colpito con un pugno da GianPiero Gasperini, attuale allenatore dell’Atalanta. (ANSA).


Teramo

Val Vibrata: finiscono in carcere due trafficanti di droga

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

carabinieri arresto tentato omicidio femminicidio arresti domiciliari

ALBA ADRIATICA – Il fatto risale a stato 2 gennaio. Due uomini di origine albanese, sono stati arrestati dalla Carabinieri con l’accusa di traffico di sostanze stupefacenti. Durante l’operazione sarebbe stato rinvenuto un borsone contenente oltre 26 kg di droga. Oggi, in data 27 gennaio, il Gip del Tribunale di Teramo ha firmato un’ordinanza di carcerazione per i due trafficanti, che precedentemente erano stati posti ai domiciliari e per loro, si apriranno le porte del carcere di Rieti.

Continua a leggere

Pescara

Spoltore: 65enne muore per un colpo accidentale durante una battuta di caccia

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

Elicottero del 118: eliambulanza (Il Martino - ilmartino.it -)

SPOLTORE – Tragedia questa mattina, mercoledì 27 gennaio, a Caprara (Spoltore) sulla strada provinciale 12. Un 65enne è deceduto durante una battuta di caccia con un amico. Da quanto appreso dalla ricostruzione, un colpo accidentale sarebbe partito dal fucile che aveva in spalla e questo gli avrebbe raggiunto il fianco destro. Immediatamente sul posto, assieme ai Carabinieri, il personale del 118 in elicottero e ambulanza ma purtroppo per l’uomo non c’è stato nulla da fare. I militari stanno procedendo alla ricostruzione di quanto accaduto.

Continua a leggere

Pescara

Pescara: false dichiarazioni al fisco, denunciate tre aziende nel commercio del tartufo

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

PESCARA – Dopo alcuni controlli fiscali effettuati dalla Guardia di Finanza, tre società che operavano nel commercio del tartufo (Nord e Centro Italia), sono finite nei guai. Da quanto si apprende pare che sarebbero emerse delle anomalie nelle dichiarazioni dei redditi presentate, tanto da risultare per alcune annualità, evasori totali. Per due delle Srl, la base imponibile netta non dichiarata ammonterebbe a circa 2milioni 800mila euro con un’Iva dovuta pari a circa 600mila euro. A fronte di quanto emerso, i titolari sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per infedele dichiarazione.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy