fbpx
Connect with us

L'Aquila

Abruzzo in zona arancione per 3 giorni: regole e divieti

Published

on

ABRUZZO – Da oggi e fino al 30 dicembre torna la zona arancione in Abruzzo e nel resto d’Italia. Di seguito le regole sugli spostamenti, commercio e altre misure restrittive.

Il coprifuoco resta in vigore anche in zona arancione dalle 22 alle 5 così come il divieto di assembramento e l’obbligo di mascherina al chiuso e all’aperto. Si potrà fare attività sportiva all’aperto. Per chi va all’estero, anche in questi giorni in arancione, c’è l’obbligo, al rientro in Italia, di rimanere in quarantena per 14 giorni.  

Nei giorni in arancione – 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio – si potrà circolare liberamente nel proprio Comune e i negozi saranno aperti. Per quanto riguarda la ristorazione resta consentita l’attività di asporto dalle 5 alle 22 e la consegna a domicilio.

L’autocertificazione dovrà essere compilata in caso di spostamenti al di fuori del proprio Comune o della propria regione per ragioni di necessità e urgenza, lavoro o salute. Dovrà essere compilata anche se ci si sta spostando all’interno del proprio Comune nelle ore del coprifuoco.

Inoltre, il rientro a casa, dopo essere andati a trovare amici o parenti, deve sempre avvenire tra le ore 5 e le 22 (il 1° gennaio 2021 tra le 7 e le 22), sia nei giorni rossi che in quelli arancioni.

Le faq del Governo chiariscono che nei giorni 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio, fra le 5 e le 22, sarà possibile andare a fare visita ad amici e parenti.


Negli stessi giorni, inoltre, sarà possibile anche una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, in un Comune diverso dal proprio, tra le 5 e le 22 e, in questo caso, nel limite massimo di due persone. La persona o le due persone che si sposteranno, potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono.

In questi giorni sarà possibile, per chi vive in una località fino a 5.000 abitanti, spostarsi liberamente, tra le 5 e le 22, entro 30 chilometri dal confine del proprio Comune.

Il mancato rispetto dei divieti introdotti comporta pesanti sanzioni, che vanno dai 400 ai mille euro. In caso di contestazione della multa, si può fare ricorso al prefetto.

Abruzzo

Covid-19, da domani in Abruzzo nuova organizzazione per l’assistenza domiciliare ai pazienti positivi

Published

on

L’AQUILA – Da domani, primo luglio, cambia il modello organizzativo dell’assistenza territoriale per i positivi al Covid. Lo comunica l’Assessorato regionale alla Salute della Regione Abruzzo.

Come previsto dalla legge di Bilancio dello Stato 2022, scade infatti la proroga concessa per le attività delle Usca, le unità istituite ad aprile 2020 per la presa in carico, l’assistenza e il monitoraggio dei pazienti positivi al virus che non necessitavano di ricovero ospedaliero.

Le attività finora svolte dalle Usca saranno gestite dalle 4 Ucat aziendali (le unità di coordinamento dell’assistenza territoriale), con ciascuna Asl che rimodulerà l’organizzazione e l’accesso ai servizi, riassorbendo anche parte del personale finora impiegato il cui incarico temporaneo scadeva oggi.  

La nuova organizzazione resterà attiva nelle more della prossima attivazione delle Uca (le unità di continuità assistenziale), anch’esse previste da un recente decreto ministeriale. 

Continue Reading

Abruzzo

Incontro a Bruxelles tra Marsilio e il Presidente del Parlamento Europeo Roberta Metsola

Marsilio è stato anche nominato Presidente del Gruppo ECR nel Comitato delle Regioni.

Published

on

il Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio a Bruxelles, incontro con la Presidente del Parlamento Europeo Roberto Metsola

BRUXELLES – «Ho avuto il piacere di un incontro a Bruxelles con la Presidente del Parlamento Europeo Roberta Metsola – afferma il presidente di Regione Abruzzo Marco Marsilio, che commenta – Persona preparata, giovane che sta dando grande dinamicità al Parlamento Europeo. La sua solidarietà attiva a favore dell’Ucraina e la voglia di posizionare la Ue come organismo più vicino ai cittadini e ai territori sta dando ragione sull’intesa raggiunta  sul suo nome anche dal Gruppo ECR». Lo ha dichiarato oggi a Bruxelles il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, prima dell’inizio dei lavori della sessione plenaria del Comitato delle Regioni.

Nel corso della sessione plenaria, Marsilio ha anche avuto ufficialmente l’investitura per il suo mandato di Presidente del Gruppo ECR nel Comitato delle Regioni. E’ la prima volta nella storia del Comitato che un Presidente della Regione Abruzzo viene nominato Presidente di un Gruppo politico. «Oggi è il primo giorno in cui assumo la carica di presidente del Gruppo dei Conservatori e Riformisti Europei nell’ambito del Comitato delle Regioni. È per me un privilegio e un onore poter guidare questo gruppo. Già a novembre, – ha anticipato Marsilio- ospiteremo all’Aquila le giornate di studio del gruppo ECR, portando delegati da tutta Europa per discutere di coesione, ricostruzione, politiche europee e soprattutto per discutere dei problemi dei cittadini».

«Un onore e un privilegio guidare il gruppo dei Conservatori e Riformisti Europei nel Comitato delle Regioni. Noi portiamo avanti il “realismo europeo”, smentendo le chiacchiere di chi dice che siamo anti europeisti, o che vogliamo distruggerla – ha affermato Marsilio – Noi siamo per un’Europa migliore e più vicina ai cittadini, che valorizzi le comunità locali. Non vogliamo una deriva autoritaria e una centralizzazione del potere tecnocratica».

Tra gli altri argomenti toccati da Marsilio a Bruxelles, dopo l’incontro con la Presidente Metsola, il lancio dell’alleanza per il settore automobilistico, “Automotive”, di cui fanno parte 22 regioni europee, tra cui Abruzzo, Lombardia, Piemonte e Veneto e le strategie europee per le auto elettriche: «abbiamo importanti fabbriche nella Val di Sangro e siamo preoccupati che questa corsa verso l’elettrico stia andando incontro a problematiche che non sono state debitamente valutate, come posti di lavoro e sostenibilità. Rischiamo di passare da una dipendenza energetica dalla Russia, a una dipendenza energetica e tecnologica alla Cina. Riflettiamo su come affrontare questa transizione, senza perdere migliaia di posti lavoro».

Infine una battuta sull’accoglienza dei profughi ucraini negli strutture abruzzesi: «abbiamo migliaia di persone alloggiate negli alberghi ed abbiamo anticipato noi come Regione i fondi necessari. Questo spiega ancora una volta il ruolo fondamentale delle regioni, che deve essere compreso, rispettato e valorizzato sia dai governi nazionali che nell’ambito del rapporto con l’Unione Europea»

Continue Reading

Abruzzo

Pacentro, ragazzo di 22 anni si perde da una casa famiglia: ritrovato

Published

on

PACENTRO – Sono durate molte ore le ricerche di un ragazzo di 22 anni, affetto da alcuni problemi, che vive in una casa famiglia di Pacentro (Aq). Non è la prima volta che il ragazzo usciva per fare una passeggiata, per poi perdere l’orientamento e non riuscire a ritrovare la strada per tornare alla casa famiglia. 

Quando gli educatori si sono accorti che il ragazzo non era rientrato hanno allertato i carabinieri, che hanno attivato il protocollo per le persone scomparse. Ieri sera è stato richiesto l’intervento del Soccorso Alpino e Speleologico d’Abruzzo, che ha impiegato per le ricerche anche le unità cinofile, un cane da superficie e uno molecolare per la ricerca delle persone scomparse.

Subito si sono attivare le squadre di terra del Soccorso Alpino della stazione di Sulmona-Alto Sangro, che hanno setacciato tutta l’area boschiva intorno a Pacentro, con l’ausilio anche delle unità cinofile dell’Associazione nazionale dei Carabinieri. Alle ricerche hanno lavorando le squadre di terra del Soccorso Alpino, con i cani da superficie e il cane molecolare, i Vigili del Fuoco e l’elicottero dei Vigili del Fuoco, le unità cinofile dell’Associazione nazionale dei Carabinieri.

Il ragazzo è stato poi ritrovato, fortunatamente, in buone condizioni.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.