fbpx
Connect with us

Cronaca

Anziana morta in casa: si procede per omicidio

Pubblicato

il

carabinieri arresto tentato omicidio femminicidio arresti domiciliari

Si indaga a tutto campo. I familiari sono stati sentiti in caserma

Una donna di 78 anni è stata trovata morta la notte scorsa, dopo una rapina in casa, secondo quanto riferito dai suoi familiari, il cui racconto è al vaglio dei carabinieri. Rosina Cassetti, questo il nome della vittima, è stata trovata ieri sera sul pavimento della cucina di un’abitazione in via Pertini a Montecassiano (Macerata), dove viveva con il marito, la figlia e un nipote.

Secondo il racconto dei familiari, un uomo si sarebbe introdotto in casa, avrebbe schiaffeggiato la figlia della vittima e chiuso il marito in bagno. A liberarli sarebbe stato il nipote al ritorno a casa. La Procura di Macerata procede per omicidio.

Anche se lo scenario è quello di una rapina finita male, i carabinieri, guidati dal comandante provinciale Nicola Candido, stanno indagando a tutto campo. Secondo gli investigatori, non si esclude nessuna ipotesi, tenendo conto che si tratta di una morte “non naturale”, dovuta probabilmente ad asfissia o soffocamento. Il medico legale Roberto Scendoni ha esaminato la salma e sono previsti ulteriori accertamenti, ma per fare chiarezza sulle cause del decesso bisognerà attendere l’autopsia.

I familiari sono stati sentiti la scorsa notte in caserma. “Stiamo verificando la versione dei familiari” ha detto il procuratore Giovanni Giorgio, che sta seguendo le indagini insieme al sostituto Vincenzo Carusi. Per tutta la notte il marito della vittima Enrico Orazi, titolare di un autoricambi a Macerata, la figlia e il nipote sono stati interrogati separatamente nella caserma dei carabinieri. Secondo loro un uomo vestito di nero si sarebbe entrato in casa (forse scavalcando la recinzione dato che il cancello non è stato forzato), avrebbe prima colpito la figlia e poi l’avrebbe immobilizzata, mettendole un calzino in bocca, poi avrebbe chiuso il padre nel bagno. I due sono stati liberati dal nipote della vittima, tornato a casa, e a quel punto hanno dato l’allarme. Sempre secondo i parenti, da casa manca circa un migliaio di euro in contanti. Nessuno dei vicini (l’abitazione fa parte di una serie di villette a schiera) si sarebbe accorto di nulla e i due grossi cani della famiglia non hanno abbaiato. I carabinieri stanno anche verificando la presenza di telecamere di sorveglianza nella zona. (ANSA)


Per info su Il Martinohttps://ilmartino.it/ e la pagina Facebook:  https://www.https://www.facebook.com/ilMartino.it/

Cronaca

Arrestato 53enne evaso dal carcere di Bologna 4 anni fa

Pubblicato

il

PINETO – Ieri, Venerdì 19 Novembre i carabinieri di Pineto hanno arrestato un 53enne evaso quattro anni fa dal carcere di Bologna.

Un uomo di 53 anni era stato sottoposto alla semilibertà con obbligo di rientro giornaliero, per la notte, nel carcere di Bologna. Ma nel 2017 al termine di un permesso, non era più rientrato e aveva fatto perdere le sue tracce.

Originario di Parma, il 53enne evaso, si era sistemato in un vecchio casolare di Pineto, con il suo cane pastore tedesco. Faceva il bracciante e sotto falso nome svolgeva piccoli lavori nella zona teramana.

L’uomo con il suo documento e una foto scolorita, per anni sotto falso nome è riuscito a beffare tutti.

I carabinieri, stavolta non si sono fatti abbindolare dal 53enne, e hanno scoperto il documento con la sua foto sotto falso nome. 

A quel punto l’uomo è stato accompagnato in caserma e grazie alle impronte digitali hanno ricostruito la sua provenienza.

Dagli spostamenti degli ultimi quattro anni, l’uomo, si è sempre presentato sotto falso nome.

Era giunto a Pineto da Altamura provincia di Bari ed era arrivato in Abruzzo svolgendo piccoli lavori mantenendosi nascosto in un casolare abbandonato.

Il 53enne evaso, è stato di nuovo arrestato, per terminare la pena residua e quella determinata dai reati di evasione e sostituzione di persona.

Il suo cane, il pastore tedesco, è stato poi adottato dalle forze dell’ordine in attesa di una sistemazione.

Continua a leggere

Cronaca

45enne arrestato: deteneva droga in una casa occupata abusivamente

Pubblicato

il

carabinieri arresto tentato omicidio femminicidio arresti domiciliari

PESCARA – La Polizia municipale, intervenuta per l’occupazione abusiva di un alloggio, hanno trovato droga, materiale rubato e due ordigni. E’ stato arrestato un uomo 45enne pugliese.

L’episodio, è accaduto ieri sera Venerdì 19 Novembre nel quartiere Rancitelli di Pescara.

Un 45enne di origini pugliese è stato arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio e detenzione armi.

Il Gruppo anti dregado GIONA, giunti nell’appartamento occupato abusivamente, hanno trovato droga in quantità, tra hascisc, marijuana, cocaina ed eroina.

L’uomo 45enne arrestato, oltre alla droga e sostanze stupefacenti, nella casa aveva anche materiale di vario genere, provento da reati, e due ordigni artigianali.

A quel punto è’ stato necessario l’intervento degli artificieri dei Carabinieri, che hanno messo in sicurezza i due ordigni.

Li hanno trasportati in spiaggia per farli brillare, il boato è stato udito fino a chilometri di distanza. Alle attività hanno partecipato anche i Vigili del Fuoco di Pescara.

Continua a leggere

Cronaca

Tentato furto all’App store di Via Cesare Battisti a Pescara

Pubblicato

il

PESCARA – E’ accaduto la notte scorsa, intorno le ore 02:40, dove un giovane ha tentato un furto cercando di sfondare la porta d’ingresso dell’ Apple store in via Cesare Battisti a Pescara.

Mentre il malvivente cercava di sfondare l’entrata dell’ Apple store è scattato l’allarme e sul posto è intervenuto un’addetto dell’istituto di vigilanza SicurItalia.

All’arrivo del vigilante, il ladro, si è dato alla fuga, ma l’addetto alla sicurezza lo ha seguito in auto.

Lungo le strade deserte il ladro si è dileguato e ha fatto perdere le sue tracce.

L’addetto della sicurezza ha allertato il 113 e sul posto è giunta la volante della Squadra Mobile e la polizia scentifica.

Nel corso delle indagini hanno visionando le immagini del sistema di video sorveglianza del negozio.La scientifica, nel frattempo ha effettuato i rilievi delle impronte lasciate su porta e vetrina.

Il vigilante ha fornito anche una descrizione del giovane ladro risultato soggetto ben noto alle forze dell’ordine.

Il giovane che ha tentato il furto, è stato rintracciato e messo in stato di fermo. 

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy