fbpx
Connect with us

Ascoli Calcio

L’Ascoli dopo due mesi torna a vincere. Doppietta di Sabiri. Battuta la SPAL 2-0

Avatar

Published

il

ASCOLI PICENO – L’Ascoli torna alla vittoria dopo due mesi (20 ottobre contro la Reggiana in casa) e dopo dieci turni (due pareggi e otto sconfitte).

La squadra di mister Andrea Sottil, al debutto sulla panchina marchigiana, gioca una gara attenta e precisa, non priva di mordente e determinazione, necessaria a battere la Spal di Pasquale Marino.

Gli estensi sono andati diverse volte vicino al pari, sull’1-0 e a ridurre le distanze sul 2-0 ma sono stati poco lucidi sotto porta e hanno trovato un Leali vera e propria saracinesca.

Sugli scudi Sabiri autore di una doppietta: pregevole il calcio di punizione che al 28° del primo tempo ha sbloccato il risultato.

La Spal cade di nuovo in trasferta dopo tre turni, sconfitta il 12 dicembre scorso con lo stesso risultato a Cittadella.

Mercoledì prossimo, 30 dicembre, Ascoli impegnato a Empoli e Spal in casa contro il Brescia.

CRONACA

Primo tempo

1 calcio d’inizio battuto dall’ Ascoli che attacca dalla sinistra alla destra rispetto alla nostra postazione in Tribuna Stampa.

12 Saric dalla distanza sopra la traversa.

13 Sala risponde per la Spal dai venti metri. Leali abbranca in presa il cuoio.

15 Esposito su punizione dalla trequarti sinistra impegna ancore il portiere bianconero che para

Squadre chiuse in un fazzoletto. Più decisa la Spal con l’Ascoli guardingo dietro ma non ci sono state chiare occasioni da rete

25 ammonito Valoti per intervento falloso su Chiricò

28 Ascoli in vantaggio grazie alla rete su punizione di Sabiri dalla trequarti sinistra d’attacco. Il suo tiro s’insacca nell’angolo più lontano. Quarto gol stagionale per il centrocampista bianconero

33 Ranieri in area a sinistra tira ravvicinato in porta. Leali devia in angolo coprendo il suo palo

40 azione di ripartenza dell’Ascoli con palla in area per Saric anticipato provvidenzialmente da un difensore estense

45 un minuto di recupero

46 squadre negli spogliatoi con l’Ascoli in vantaggio grazie alla magistrale punizione battuta da Sabiri al 28°. Spal che non riesce ad arrecare seri pericoli alla retroguardia marchigiana

Secondo tempo

1 calcio di ripresa Spal

3 Chiricò entra in area eda destra e con il sinistro mira l’angolo opposto. Si distende Thiam in angolo, primo dell’Ascoli

6 Di Francesco serve Ranieri in area, blocca Leali

10 Castro dai sette metri destra in area tira al volo di poco alto

12 Strefezza in area tira in porta rasoterra, para Leali

13 risponde subito l’Ascoli da sinistra in area Chiricò, para Thiam

Partita viva con capovolgimenti di fronte. Floccari detta le azioni degli estensi. Chiricò sovente sotto porta avversaria

18 ammonito Buchel

19 palla dalla destra sui piedi di Bajic che viene d’un soffio anticipato da Thiam

21 angolo dalla sinistra spallina con doppia deviazione in porta e doppio salvataggio di Leali e della difesa marchigiana

23 ammonito Esposito Salvatore

24 ancora Sabiri su punizione dalla trequarti sinistra con Thiam che devia affannosamente sul primo palo in angolo

29 ripartenza dell’Ascoli che perviene al raddoppio con Sabiri, alla doppietta di giornata. Quinto gol per il bianconero che raggiunge Bajic

34 Leali si supera da distanza ravvicinata su Castro

39 ammonito Pucino

42 ammonito Eramo

49 finisce qui al “Del Duca”, Ascoli batte Spal 2-0

IL TABELLINO

Ascoli Piceno – Stadio “Cino e Lillo Del Duca”

Domenica 27 dicembre 2020 – ore 15:00

15a giornata di Andata – Serie B 

ASCOLI – S.P.A.L.  2 – 0 (pt 1 – 0)

Reti: 28pt e 29st Sabiri

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Corbo, Brosco, Quaranta, Pucino; Cavion (71′ Gerbo), Buchel, Saric (85′ Eramo); Sabiri (85′ Cangiano); Chiricò (71′ Pierini), Bajic (91′ Vellios).

A disp. Sarr, Sarzi Puttini, Donis, Avlonitis, Tupta, Tofanari, Lico

Allenatore: Andrea Sottil.

SPAL (3-4-2-1): Thiam; Sernicola, Vicari, Ranieri; Strafezza (85′ Dickmann), Sa. Esposito (85′ Murgia), Missiroli (75′ Brignola), Sala; Valoti (46′ Castro), Di Francesco; Floccari (62′ Paloschi).

A disp. Minelli, Gomis, Salamon, Okoli, Esposito Se., Spaltro, Seck.

Allenatore: Pasquale Marino.

 

ARBITRO: Rosario ABISSO della sezione di PALERMO.

Assistenti: Tarcisio VILLA (Ass. 1) della sezione di RIMINI e Alessio BERTI (Ass. 2) della sezione di PRATO.

Quarto ufficiale: Luca MASSIMI della sezione di TERMOLI.

Ammoniti:  25pt Valoti (S): 18st Buchel (A), 23st Esposito Salvatore (S), 39st Pucino (A), 42st Eramo

Espulsi:

Angoli: 2 – 11 (pt 0-4).

Recupero: 1pt, 4st.

NOTE: gara a “Porte Chiuse” causa CoViD19. Ascoli in maglia a strisce verticali bianconere, calzoncini neri, calzettoni neri, portiere in Blu. SPAL in completo rosso, portiere in Giallo. Quaterna Arbitrale in divisa Gialla. Cielo nuvoloso, giornata fredda, ventilazione da NW. Temperatura circa 4°C. Terreno un allentato per la pioggia caduta fino a poche ore prima dall’inizio della gara.

Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Ascoli Calcio

Cittadella-Ascoli: le dichiarazioni dei protagonisti

Avatar

Published

il

Questo il commento di Mister Sottil a fine gara:

“C’è rabbia perché i ragazzi hanno giocato a viso aperto contro un Cittadella di grande qualità, ormai da anni. Ma devo prendere in modo lucido le cose positive e la prestazione c’è stata.

La squadra ha dato tutto, ha giocato anche con qualità, ha creato occasioni, abbiamo subìto qualche situazione, ma è normale, al Tombolato sono caduti anche squadroni. Dispiace aver perso per un calcio piazzato. Oggi ho voluto continuare il nostro progetto tecnico, con la nostra identità e la squadra ha risposto bene, è nelle corde dei ragazzi, questa squadra deve giocarsela a viso aperto. Eramo e Tupta? Eramo dopo un po’ è calato, me lo aspettavo, ha giocato più di un’ora a livelli importanti; lo stesso Tupta si è impegnato moltissimo, in qualche occasione poteva fare scelte diverse. In generale la squadra ha difeso bene, ha creato, ha sofferto quando c’era da soffrire, peccato davvero per un episodio che ci condanna.

L’Ascoli avrebbe meritato il pareggio perché in fin dei conti le occasioni le ha create: Bajic all’inizio, il tiro di Gerbo, nel secondo tempo ancora Bajic, Tupta, il tiro di Chiricò su punizione, occasione importante e ben calciata.

Oggi si potevano fare meglio le ultime scelte, si poteva essere più lucidi, sereni e precisi nel calciare a rete, le qualità davanti ci sono. La sostituzione di Bajic? L’ho visto poco lucido e più stanco di Tupta, volevo dare più vivacità davanti, continuare ad attaccare la profondità; è quello che volevo fare con Cangiano, chiaro che poi quando vai sotto…

Non posso rimproverare nulla, i ragazzi hanno spinto fino alla fine, lo spirito è questo, dobbiamo prepararci alla sfida col Chievo con questa mentalità, ma lo sappiamo e ci stiamo lavorando.

La sosta? Non deve essere un alibi, forse ha spezzato un po’ il ritmo, mentre il Cittadella ha giocato anche la settimana scorsa.

La strada è lunga, ci sono ancora tanti punti a disposizione, lo sapevamo che il percorso è duro e difficile, oggi è un gran bel segnale perché, ripeto, non meritavamo di uscire sconfitti”.


Eramo: “Non abbiamo demeritato, il pari risultato più giusto”.

“Siamo arrabbiati per il risultato, credo che avremmo meritato il pareggio, non basta fare belle prestazioni, servono punti. Abbiamo affrontato una squadra forte e di livello, ma non abbiamo demeritato, sono gli episodi a decidere queste partite, ma questa volta non hanno girato a nostro vantaggio”.

Il centrocampista bianconero ha parlato anche della sua posizione in campo, a supporto di Tupta e Bajic:

“Non è una posizione nuova per me, avevo ricoperto questo ruolo anche con Dionigi lo scorso anno, l’ho interpretata in base alle mie caratteristiche, mi sono trovato bene. Peccato per il risultato”.

Sull’occasione avuta con Bajic a inizio match:

“L’avevamo studiata in allenamento, il Mister aveva provato la situazione in cui la punta mi veniva incontro e io mi inserivo, peccato perché avremmo potuto sbloccare il risultato e magari sarebbe potuta finire diversamente”.


Buchel: “Avremmo meritato il pareggio, ora sotto con il Chievo”.

“C’è rabbia nello spogliatoio perché avremmo meritato il pareggio, che, fra l’altro, ci avrebbe consentito di allungare la striscia di risultati positivi. Sono stati più bravi gli avversari a sfruttare le occasioni. Abbiamo provato a creare gioco per tutto l’arco della gara, la fortuna non ci ha assistito, purtroppo è andata così, credo che le occasioni create da noi e da loro si equivalgano.

Bisogna lavorare, possiamo migliorare molti aspetti, lo sappiamo, dobbiamo lasciarci alle spalle questa partita e iniziare a preparare la prossima”.



Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Serie B: Cittadella-Ascoli 1-0

Luigi Tommolini

Published

il

CITTADELLA –  Prima sconfitta dell’Ascoli nella gestione tecnica di Andrea Sottil.

I bianconeri dopo due vittorie (in casa contro SPAL e Reggina) e un pareggio in trasferta ad Empoli sono costretti ad alzare bandiera bianca al “Tombolato” di Cittadella.

I veneti superano di misura l’Ascoli grazie alla rete di Tavernelli al 34′ della ripresa.

Subito due occasioni per gli ospiti nei primi tre minuti di gioco.

L’Ascoli è in buona forma e si presenta come avversario ostico.

Il Cittadella lo sa e reagisce subito colpendo un palo clamoroso su conclusione di Tsadjout.

Al quarto d’ora e’ Gargiulo ad impegnare Leali con una cannonata da fuori area.

Per tutto il primo tempo granata protesi in avanti con i marchigiani che agiscono di rimessa ma raramente arrivano ad impensierire Maniero.

Equilibrio in avvio di ripresa.

Le squadre si temono, ogni mossa puo’ essere decisiva.

Ci prova Bajic con tiro ravvicinato ma e’ bravo il portiere del Cittadella a mettere in angolo.

Replica di Perticone con botta da fuori, ma Leali non ha problemi.

Capolavoro dell’estremo bianconero che respinge il tiro a colpo sicuro di Vita.

Ma nulla puo’ sulla deviazione sotto porta del nuovo entrato Tavernelli che porta in vantaggio i padroni di casa.

Subito dopo Ogunseye potrebbe raddoppiare ma la sua testata finisce alta di poco.

Punizione pericolosa di Chirico’ che vede Maniero smanacciare.

Con questa vittoria il Cittadella si porta in seconda posizione mentre l’Ascoli resta fanalino di coda.

Per i bianconeri ora ci saranno due impegni in casa, contro in ChievoVerona sabato 23 gennaio ore 14:00 e contro il Brescia sabato 30 gennaio sempre alle ore 14:00 per la prima gara del girone di Ritorno


IL TABELLINO

CITTADELLA (4-3-1-2): Maniero; Ghiringhelli, Frare, Perticone, Donnarumma; Proia, Iori (88′ Pavan), Gargiulo (68′ Branca); Vita; Ogunseye, Tsadjout (68′ Tavernelli). A disp. Kastrati, Benedetti, Camigliano, Rosafio, D’Urso, Grillo, Cisse, Cassandro. All. Venturato.

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pucino (82′ Pinna), Brosco, Quaranta, Kragl; Gerbo (82′ Chiricò), Buchel, Saric; Eramo (69′ Lico); Tupta (82′ Pierini), Bajic (69′ Cangiano). A disp. Bolletta, Sarr, Corbo, Stoian, Avlonitis, Franzolini, Tofanari. All. Sottil

ARBITRO: Santoro di Messina

RETE: 79′ Tavernelli (C)

NOTE: ammoniti Tsadjout (C), Iori (C), Ghiringhelli (C). Rec. 1′ pt, 4′ st.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Serie B, Cittadella-Ascoli: numeri, curiosità, probabili formazioni

Avatar

Published

il

Sono 10 i confronti ufficiali fra le due squadre al Tombolato: 4 vittorie granata (ultima 3-2 nella serie B 2017/18), 2 pareggi (ultimo 2-2 nella serie B 2018/19) e 4 successi marchigiani (ultimo 2-1 nella serie  B 2019/20).

Cittadella con 2 record nella B 2020/21: cooperativa del gol con 14 marcatori diversi e squadra regina dei gol con subentranti (6).

Abdelhamid Sabiri è il giocatore della B 2020/21 che, in valore relativo, ha portato il maggior numero di punti rispetto al globale della squadra: 7 su 13 punti bianconeri sono stati “griffati” dai suoi gol determinanti, pari al 53,8% del dato complessivo.

Ascoli una delle due compagini cadette 2020/21 che, dopo 17 giornate, segnano con meno elementi, 6, come il Cosenza.

Ascoli reduce da 7 punti nelle 3 partite prima della sosta: 2 vittorie e 1 pareggio per i bianconeri, striscia positiva record nel torneo cadetto 2020/21.

Confronto tecnico inedito tra Roberto Venturato ed Andrea Sottil.

Diffidati: Perticone, Proia (Cittadella); Buchel, Chiricò (Ascoli).

Squalificati: Adorni (Cittadella).


PROBABILI FORMAZIONI

CITTADELLA (4-3-1-2): Kastrati; Ghiringhelli, Perticone, Camigliano, Benedetti; Proia, Iori, Branca; Vita; Ogunseye, Tsadjout.

A disposizione: Maniero, Frare, Donnarumma, Cassandro, Gargiulo, Pavan, D’Urso, Rosafio, Grillo, Cissè, Tavernelli.

Allenatore: Venturato

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pinna, Brosco, Quaranta, Kragl; Eramo, Buchel, Gerbo; Saric; Cangiano, Bajic.

A disposizione: Sarr, Bolletta, Tofanari, Pucino, Corbo, Avlonitis, Lico, Franzolini, Stoian, Chiricò, Pierini, Tupta.

Allenatore: Sottil

Fischio d’inizio del signor Alberto Santoro (Messina) ore 14:00 al “Tombolato” di Cittadella.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy