fbpx
Connect with us

Abruzzo

Martinsicuro: al “collega” de “IlMartino”, Gino Bucci, il premio ‘L’Abbruzzes sott’ la Madunina’ di Milano

Pubblicato

il

E’ l’ideatore de ‘L’abruzzese fuori sede’ su Facebook

Un’immensa gioia anche per tutti noi de “Il Martino” in cui il nostro concittadino ha scritto oltre cinquecento articoli in poco più di tre anni, tra il novembre 2015 e il febbraio 2019.

Il giovane Bucci, 28 anni, di Martinsicuro (Te), con origini “ci tiene a dirlo” – commenta Dell’Appennino – di Cappelle sul Tavo (Pe) e Ancarano (Te) è laureato in Lettere moderne (triennale) a Roma, laureando in “Italianistica” a Bologna. Zitto zitto, in silenzio, nel 2014 Bucci crea la pagina Facebook de “L’abruzzese fuori sede” dando successivamente vita anche ad un sito internet e una pagina Instagram.

Quella pagina è diventata un fenomeno: con uno stile “intoscibile” fra il serio e il faceto, lì sono nate centinaia di storie sull’Abruzzo e gli abruzzesi, in sede e fuori sede, creando una rete di nostalgica abruzzesità. Bucci è amante della scrittura, della lettura, del dialetto e del letto. Fra il serio e l’ironico così si dichiara nella sua pagina: “Mi hanno dato premi, riconoscimenti, gingerini e fru fru; ma la fatije angore ni li so’ viste”. La pagina “L’abruzzese fuori sede” ha da pochi giorni “festeggiato” 180 mila followers.

Il premio è stato istituito nel 2009 dall’associazione abruzzese e molisana “Mattioli” di Milano ed è rappresentato dal “guerriero di Capestrano”, la statuetta che riproduce uno dei simboli della regione.

Il premio ogni anno va ad omaggiare gli abruzzesi (o le persone legate all’Abruzzo) che vivono in Lombardia, onorando la propria terra di origine anche fuori dai confini regionali, distinguendosi in ambito nazionale e/o internazionale.

Negli anni scorsi premiati fra gli altri Franz Di Cioccio, Donato Renzetti, Luigi Savina, Paglione Alfredo, Tarantini Graziano e Gabriele Cirilli. L’associazione, che è un punto di raccordo per gli emigranti dell’Abruzzo e del Molise in terra lombarda, raccoglie oltre 200 iscritti. Fino a poco pirma dell’emergenza sanitaria del Covid-19 mensilmente gli iscritti si incontravano per celebrare feste, tradizioni e usi dell’Abruzzo: “contiamo presto di riprendere i nostri incontri dove non mancano mai i piatti tipici regionali cucinate dai nostri ‘abruzzesi’ di Milano e dintorni” così ancora il presidente dell’associazione.

Questa la motivazione ufficiale della “R. Mattioli”: “Durante questo anno molto duro e particolare col Covid-19, anno di sofferenza, lutti e rinascite, perché l’Italia rinascerà davvero come dopo la Seconda Guerra mondiale, Bucci con ‘L’abruzzese fuori sede’, ha accompagnato con le sue storie migliaia di abruzzesi in giro per l’Italia e non solo, dimostrando di avere una grande conoscenza non solo del tessuto sociale abruzzese ma anche dei suoi angoli e territori più remoti, contribuendo fattivamente alla diffusione dell’abruzzesità e quindi della tradizione anche fuori regione”.

L’appuntamento è fissato per il 13 dicembre e causa Covid niente premiazione al Teatro Nuovo come per gli anni scorsi: la premiazione sarà social, sulla pagina Facebook “Abruzzesi Mattioli Milano” alle ore 16. L’evento è patrocinato dal Consiglio regionale Abruzzesi nel Mondo (Cram).


Teramo

Donna morta in casa a Teramo da almeno 10 giorni: disposta l’autopsia

Pubblicato

il

L’ipotesi più accreditata rimane quella del malore. La figlia, che avrebbe provato a camuffare l’odore della morte con saponette e coperte, si trova ricoverata in psichiatria a Giulianova.

TERAMO – E’ stata disposta ieri, lunedì 23 luglio, l’autopsia sul corpo di Franca D’Agostino, la donna di 77 anni morta da almeno 10 giorni e vegliata dalla figlia nella sua casa. Entrambe in passato avrebbero sofferto di disagi di natura psichica, tali per cui si sarebbe reso necessario il ricovero in psichiatria. Attualmente la figlia della donna, Sara, 43 anni, si trova ricoverata in psichiatria a Giulianova.

La donna conferma la prima versione: stava vegliando l’anziana perché convinta che si sarebbe svegliata. Invece la donna trovata in avanzato stato di decomposizione a Teramo era morta da almeno 10 giorni. L’ipotesi del decesso più accreditata rimane quella del malore, ma sarà l’autopsia a chiarire ogni dubbio. Dall’ispezione cadaverica iniziale tuttavia, non sono emersi segni di violenza. La difesa, assunta dall’avvocato Daniele Contrisciani, ha deciso di non avvalersi di un consulente tecnico di parte.

A chiamare le forze dell’ordine, la scorsa domenica 21 luglio, sono stati i vicini, allarmati dall’odore nauseabondo proveniente dall’appartamento delle due. La figlia avrebbe provato a camuffare l’odore con coperte e saponette, ma senza successo. Una volta capito che avrebbe ricevuto visite, si sarebbe allontanata, prendendo un treno diretto a Giulianova. Qualche ora dopo però ha telefonato alle forze dell’ordine ed ha detto dove si trovava. Una volta recuperata è stata accompagnata in psichiatria.

L’indagine per appurare le causa della morte dell’anziana sono condotte dal Pubblico Ministero Greta Aloisi, che ha convalidato il sequestro dei dispositivi elettronici alla quarantatreenne. E’ possibile che la Procura possa conferire l’incarico per l’esame irripetibile sui dispositivi.

Continue Reading

Teramo

Calci e pugni alla compagna: arrestato un uomo a Nereto

Pubblicato

il

cc 112 carabinieri teramo arresto daspo tifoso scalmanato

Al culmine di un violento litigio, dopo averla minacciata di morte, ha aggredito la compagna, che ha chiamato i Carabinieri, a Nereto.

TERAMO – Una donna ha chiamato il numero unico per le emergenze 112, al culmine di un violento litigio con il compagno con il quale conviveva a Nereto, denunciando di aver subito maltrattamenti e lesioni.

I militari sono prontamente intervenuti presso l’abitazione dalla quale è partita la segnalazione, interrompendo l’aggressione. La donna, durante l’aggressione, era stata colpita con calci e pugni. I Carabinieri hanno perquisito l’uomo, trovandolo in possesso di un coltello a serramanico che è stato sequestrato.

La donna ha dovuto ricorrere alle cure dell’ospedale di Sant’Omero, dove il personale sanitario ha giudicato le sue lesioni guaribili in 20 giorni.

Il compagno della donna invece, ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni nei confronti della convivente, è stato arrestato e sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso l’abitazione di congiunti, a Nereto.

Continue Reading

Teramo

Aperto ufficialmente il XXI Palio del Barone di Tortoreto

Pubblicato

il

XXI palio del barone tortoreto 2024

TERAMO – Con la consegna del Drappo della vittoria, realizzato quest’anno dall’artista di San Benedetto del Tronto, Grazia Carminucci, si è aperta ufficialmente la XXI edizione del Palio del Barone di Tortoreto.

Solenne, come da tradizione, la benedizione impartita in rigorosa lingua latina da Padre Gregorio, con l’avallo del Notaio, impersonato quest’anno da Diego Muscella. Dal 2001, il grande evento del comune di Tortoreto, viene organizzato dall’Associazione Culturale “Due Torri”, presieduta da Ennio Guercioni. Durante l’evento è intervenuto l’assessore alla Cultura e Manifestazione, Giorgio Ripani: «Il nostro cartellone estivo cresce sempre di più – ha dichiarato Ripani – il Palio del Barone può essere considerato il nostro punto di forza, il valore aggiunto in cui l’intera amministrazione crede molto».

Tra un folto pubblico di grandi e piccini, con una rilevante presenza di turisti che ogni anno affollano la spiaggia di Tortoreto, il corteo storico medievale ha sfilato sul lungomare centrale con trampolieri, tamburini di Tortoreto e la magnificenza della nobiltà del tempo, poi il Barone e la Baronessa rappresentati per l’ultima volta da Berardo Ricchioni e Gabriella Pedicone; dalla Gran Dama – custode delle Chiavi della Città; insieme a tutta la corte, i cavalieri, le ancelle, uomini in arme, tamburi e sbandieratori.

La serata è stata allietata dalle evoluzioni degli sbandieratori della Città di Ascoli e dallo spettacolo della Compagnia Teatro del Ramino di Castignano. Nella sfida preliminare dei giochi tra i due rioni storici di Terravecchia e Terranova, simbolicamente rappresentati rispettivamente dalla tortora e dal corvo, hanno ottenuto un punto a testa. Non resta che aspettare l’assegnazione del XXI Drappo della vittoria venerdì, 16 agosto, nel cuore del centro storico che decreterà il vincitore della sfida tra le due contrade rivali: Terranova e Terravecchia, entrambe in parità con 10 titoli vinti. La serata è stata sarà condotta con grande abilità e maestria dal giornalista Paolo Sinibaldi

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.