fbpx
Connect with us

Marche

Samb, Nobile parla in vista del Matelica: “Sarà una gara speciale. Siamo pronti per salire in Serie B”

Pubblicato

il

In vista del match contro il Metelica, Tommaso Nobile ha parlato in conferenza stampa dato il suo ruolo da doppio ex della partita. Queste sono le parole del giocatore della Sambenedettese: “Sicuramente sarà una bella emozione giocare di nuovo contro il Matelica, sarà una motivazione per me per fare bene e sono contento per loro che sono riusciti a fare il salto di categoria. Il 4-1 contro la Samb? E’ un bel ricordo, lo stadio era pieno ed è stato molto bello. I rigori li tirerei volentieri, ma li lascio agli altri. A San Benedetto mi sono trovato subito bene, conosco la piazza e so il calore che danno i tifosi. Cerco di dare il meglio di me in ogni partita. Siamo una squadra nuova, abbiamo sempre provato a fare il nostro gioco. All’inizio abbiamo fatto fatica, ma ora stiamo facendo bene. La differenza con Montero? Non c’è tutta questa differenza, ci sono solamente metodi di lavoro diversi. Il salto in classifica è dato dalla classifica corta, in questo momento noi abbiamo vinto mentre le altre si sono fermate. Puntare al primo posto è l’obiettivo di tutti, faremo di tutto per riuscirci perchè abbiamo una squadra molto forte. Ogni partita per noi è una finale, ad inizio campionato in cui abbiamo faticato, ora che abbiamo ingranato sappiamo che dobbiamo affrontare ogni squadra come se fossero prime in classifica. Dobbiamo dare il massimo a prescindere dagli avversari. Ti senti pronto per la Serie B? Sono venuto qui per ambire a tornare nella categoria con questa squadra, mi sento pronto”.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Ancona

Covid-19, Regione Marche: in campo 84 medici per le cure domiciliari

Pubblicato

il

ANCONA – In campo 84 medici specialisti provenienti dalle aziende ospedaliere e aree vaste marchigiane per le cure domiciliari ai malati Covid in tutta la regione. Il provvedimento, uno dei primi del genere in Italia, è stato approvato oggi dalla giunta su proposta dell’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini che lo ha poi illustrato alla stampa insieme al presidente della Regione Francesco Acquaroli.

“Le cure domiciliari sono innanzitutto una richiesta che ci viene rivolta dal territorio e da tutti coloro che vivono con apprensione l’avvicinarsi dell’autunno e dell’inverno – ha detto Acquaroli -. In questo modo potremo evitare l’ospedalizzazione ed essere comunque vicini ai cittadini contagiati nelle loro case. Consolidare il legame di cura tra struttura sanitaria e territorio, finalizzato ad una gestione clinica a domicilio sempre più tempestiva, appropriata ed efficace dei pazienti COVID costituisce, inoltre, una strategia molto importante per far sì che i nostri ospedali possano tornare ad occuparsi di tutte le altre patologie”.

“Mettiamo a disposizione tutte le risorse a nostra disposizione per combattere questa pandemia – ha proseguito Saltamartini -. E’ possibile ridurre la pressione sulle strutture ospedaliere e residenziali territoriali gestendo efficacemente a casa i pazienti con forme di malattia da lievi a moderate . Si è imposta, pertanto, la necessità di elaborare, sulla base della letteratura scientifica e dell’esperienza clinica maturate nel corso dell’epidemia, le indicazioni operative più aggiornate sulla gestione del paziente a domicilio anche in termini di teleconsulto e telemedicina, ferma restando la centralità del medico di famiglia o pediatra di libera scelta che, conoscendo le patologie pregresse, i fattori di rischio e il contesto socioambientale del paziente, può intervenire prescrivendo i farmaci più appropriati con un timing corretto. La stretta collaborazione tra specialisti, medici delle cure primarie e il personale delle USCA (Unità speciali di continuità assistenziale) riveste importanza cruciale: il medico di medicina generale si occupa dell’anamnesi, l’Usca interviene a domicilio e, in base alle patologie, sintomi e fase della malattia, viene coinvolto uno specialista per la terapia da adottare”.

A questo scopo l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini, ha anche dato mandato agli enti del SSR di definire entro il 1° ottobre prossimo un protocollo di intesa per regolamentare le forme di collaborazione tra medici ospedalieri e medici delle cure primarie, come espressamente stabilito in sede di “ Cabina di Regia “ regionale per il contrasto all’emergenza COVID in data 6 settembre 2021.
Il protocollo definirà quindi le modalità e i criteri per fornire ai medici delle cure primarie che agiscono a domicilio dei pazienti Covid, il supporto dei medici specialisti di varie branche messi a disposizione dalle Aziende Sanitarie e/o Ospedaliere della Regione Marche. Le modalità organizzative per garantire questo supporto possono includere sia il teleconsulto anche in modalità di videoconsulenza sia, qualora ritenuto necessario, una consulenza.
Il teleconsulto è un’indicazione di diagnosi e/o di scelta di una terapia senza la presenza fisica del paziente. Si tratta di un’attività di consulenza a distanza fra medici che permette ad un medico di chiedere una “second opinion” ad uno o più medici specialisti, in ragione della loro specifica competenza, sulla base di informazioni mediche legate alla presa in carico del paziente. I soggetti abilitati ad attivare il teleconsulto e la visita di consulenza a domicilio sono i MMG, i PLS e i medici delle USCA.

Medici specialisti a disposizione 84 :
AOU Ancona: 4 infettivologi, 2 pneumologi, 2 internisti, 2 neurologi, 2 pediatri 
AO Marche Nord: 2 internisti; 1 pneumologo, 1 infettivologo
INRCA: 1 internista, 1 cardiologo, 1 pneumologo, 1 geriatra, 1 fisiatra, 1 nefrologo
ASUR:
AV1: 3 internisti, 2 cardiologi
AV2: 9 internisti, 5 cardiologi, 4 neurologi,
AV3: 3 pneumologi, 5 cardiologi, 4 neurologi, 3 infettivologi, 3 internisti
AV4: 3 internisti, 2 cardiologi, 2 neurologi
AV5: 3 pneumologi, 4 cardiologi, 4 neurologi, 3 internisti

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Alessandria-Ascoli 1-3: tris esterno dei marchigiani

Pubblicato

il

ALESSANDRIA – L’Ascoli cala il tris esterno al Moccagatta e riscatta la sconfitta di sabato scorso al Del Duca contro il Benevento.

Bianconeri (oggi in maglia azzurra) cinici nel primo tempo.

Dionisi dopo undici minuti sblocca la gara con il suo terzo sigillo stagionale, il primo su azione, approfittando dei clamorosi errori della difesa e del portiere Russo.

Al 38° i marchigiani raddoppiano con Botteghin al suo primo gol in maglia bianconera. Di nuovo complice l’estremo difensore dei Grigi, poi sostituito da mister Longo.

Al quarto d’ora della ripresa ecco il tris dell’Ascoli con Collocolo, anche lui alla prima “firma” di stagione.

I piemontesi sono tramortiti ma cercano almeno la rete che potrebbe riaprire la gara.

E’ il 23° e da azione di calcio d’angolo dalla sinistra Palombi appostato sul secondo palo trova il gol della speranza.

La contesa si accende: i due portieri salvano il risultato che non si schioda.

E’ 3-1 per l’Ascoli al terzo successo di fila su tre incontri lontani dal Del Duca.

I bianconeri riagguantano momentaneamente la vetta e superano il Brescia.

Le rondinelle scenderanno sabato prossimo al Del Duca in un match d’alta classifica.

Per i Grigi ancora nessun punto.


IL TABELLINO

ALESSANDRIA-ASCOLI 1-3 (0-2)

ALESSANDRIA (3-4-3): Russo (1’ st Pisseri); Prestia, Benedetti, Parodi; Mustacchio, Casarini, Ba,  Lunetta (28’ st Beghetto); Milanese (16’ st Palombi), Marconi (16’ st Corazza), Arrighini (16’ st Orlando). A disp. Crisanto, Chiarello, Speranza, Pierozzi, Palazzi, Kolaj, Celesia. All. Longo

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Baschirotto, Botteghin, Avlonitis, D’Orazio (32’ st Felicioli); Collocolo, Buchel, Caligara (8’ st Eramo); Maistro (23’ st Fabbrini); Dionisi (33’ st De Paoli), Iliev (8’ st Bidaoui). A disp.: Guarna, Tavcar, Petrelli, Castorani, Quaranta, Donis, Spendlhofer. All. Sottil

ARBITRO: Minelli di Varese

RETI: 10’ pt Dionisi (As), 37’ pt Botteghin (As), 13’ st Collocolo (As), 23’ st Palombi (Al)

NOTE: ammoniti Prestia (Al), Caligara (As). Spettatori paganti 912 (66 settore ospiti), abbonati 934. Rec. 2’ pt, 5’ st.




POST GARA AL MOCCAGATTA




Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Macerata

Macerata: Polizia del mare, Prefetto, Procuratore e sostituto Procuratore in navigazione con la GdF

Pubblicato

il

Guardia di Finanza (Il Martino - ilmartino.it -)

MACERATA – È partita dal porto di Civitanova Marche la navigazione operativa con a bordo il Prefetto di Macerata, Flavio Ferdani, il Procuratore della Repubblica della città, Claudio Rastrelli, e il Sostituto Procuratore, Enrico Riccioni, organizzata dal Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Ancona, in collaborazione con ilComando Provinciale.

Iniziativa che, in un’ottica di potenziali perfezionamenti in punto di indagini di polizia giudiziaria e di concorso all’ordine e alla sicurezza pubblica, ha avuto lo scopo di affrontare gli ambiti operativi in mare della componente aeronavale della Guardia di Finanza dorica, in ciò supportata dai Reparti territoriali di tutta la regione.

Le diversificate competenze in mare assolte dal Corpo sono state al centro della navigazione intrapresa a bordo del Guardacoste classe Corrubia “G.114 Puleo”, che ha visto imbarcati Prefetto e magistrati della Procura della Repubblica di Macerata, accompagnati a bordo dalComandante Provinciale, Col. t. SFP Ferdinando Falco, e accolti, con gli onori di rito “marinaresco”, dal Comandante del Reparto Operativo Aeronavale di Ancona, Ten. Col. Rocco Nicola Savino.

Una presenza, quella delle massime Autorità locali di Pubblica Sicurezza e Giudiziaria, che ha costituito l’occasione per approfondire la conoscenza, dal mare, di tutto il tratto costiero maceratese, dove, non di rado, si sono verificati episodi che hanno visto l’intervento delle Fiamme Gialle, coniugando i poteri di polizia economico-finanziaria con quelli della polizia giudiziaria.

È stato lo stesso Comandante del Reparto Operativo Aeronavale ad illustrare gli impegni quotidiani delle dipendenti Stazione Navale di Ancona e Sezione Operativa Navale di San Benedetto del Tronto, affrontando le principali tematiche del “controllo economico del territorio marittimo“, della polizia giudiziaria e dei nuovi compiti di pubblicasicurezza in mare, approfondendo con le due Autorità le metodologie d’indagine in materia di traffici illeciti disostanze stupefacenti, immigrazione clandestina, contrabbando di tabacchi lavorati esteri, traffico di armi e rifiuti tossici.

Un’attività in mare che si estende dalle acque territoriali sino all’area di mare internazionalmente definita come “zona contigua” (24 miglia dalla costa) e che vede sovente il Corpo impegnato anche nelle iniziative di cooperazione internazionale con gli organi collaterali esteri, in uno dei bacini maggiormente interessati dai traffici commerciali e, perciò, veicolo di smistamento di varie tipologie di prodotti ad opera delle organizzazioni criminali.

Un dispositivo che, per la difesa degli interessi economici del Paese, va ad integrarsi con quello per il controllo delle frontiere europee, collaborando in via permanente e sistematica con l'”European Border and Coast Guard Agency”, l’Agenzia Europea per la protezione delle frontiere esterne comunitarie, meglio nota con il nome di FRONTEX/E.B.C.G., attraverso le attività di esplorazione aeromarittima eseguite dai Reparti Operativi Aeronavali del Corpo che insistono sul territorio, potendosi così sviluppare una complessa ed organizzata attività sinergica per il contrasto dei traffici illeciti, espressi nelle loro varie forme.

Nel corso della navigazione operativa, le Autorità hanno avuto modo di assistere ad una esercitazione nella quale è stata simulata un’attività di intercettazione ed inseguimento di un potente gommone contrabbandiero, condotta con l’impiego di due vedette delle classi “velocissima” e “costiera” e con l’ausilio, dall’alto, di un elicottero della Sezione Aerea di Rimini: i finanzieri di mare, dopo numerose manovre ad alta velocità, sono riusciti a bloccare l’imbarcazione dei presunti trafficanti.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy