fbpx
Connect with us

Abruzzo

Abruzzo, Sanità, Verì: prosegue il potenziamento della rete Covid regionale. A Chieti inaugurati 11 posti letto di terapia intensiva

Pubblicato

il

Sono stati inaugurati, questo pomeriggio, a Cheti, nella palazzina M del presidio ospedaliero SS. Annunziata, 11 dei 18 posti letto di terapia intensiva previsti nell’ambito delle rete Covid regionale.

“Continua nella nostra regione la riorganizzazione dei posti letto di terapia intensiva per il Covid – ha spiegato l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì – che, nel presidio di Chieti, ha previsto un finanziamento di 3 milioni 180 mila euro per l’attivazione di 18 posti letto. A fine mese si completerà l’intervento con l’attivazione degli ulteriori 7 posti letto. Si tratta di una risposta importante – ha proseguito – in un momento in cui si registra un nuovo andamento crescente della curva pandemica con il conseguente aumento dei ricoveri. Per cui, – ha aggiunto l’assessore – quello che sembrava un investimento quasi inutile solo qualche mese fa, oggi si rivaluta alla luce della recrudescenza della pandemia. Ed è grazie all’impegno del presidente Marsilio e del direttore generale della Asl Schael se riusciamo in brevissimo tempo a completare delle opere importanti che resteranno al servizio della sanità abruzzese anche dopo la fine dell’emergenza”.

All’inaugurazione, svoltasi alla presenza del vescovo di Chieti, mons. Bruno Forte, del direttore generale, Thomas Schael, e del sindaco di Chieti, Diego Ferrara, hanno partecipato, tra gli altri, l’assessore regionale, Nicola Campitelli, ed il consigliere regionale, Mauro Febbo.  L’assessore Verì si è poi spostata ad Ortona nel cui presidio ospedaliero è stato inaugurato il nuovo pronto soccorso dedicato al Covid per un finanziamento di circa 200 mila euro.

Per la rete Covid, l’Abruzzo aveva a disposizione, complessivamente, circa 29 milioni di euro di fondi statali, che permetteranno di potenziare strutturalmente l’assistenza sanitaria proprio con l’obiettivo di fronteggiare la recrudescenza della pandemia.

Le somme sono state destinate sia alle terapie intensive (con la realizzazione di posti letto isolati e non isolati, dotati delle necessarie tecnologie), sia a quelle semi intensive (con la dotazione di caschi Pap, ventilatori invasivi e ventilatori a turbina semintensivi).


Per info su Il Martinohttps://ilmartino.it/ e la pagina Facebook:  https://www.https://www.facebook.com/ilMartino.it/

Abruzzo

Fondi per il settore della ristorazione, Pepe (Pd): “Giunta Regionale nella paralisi, perché ancora non vengono riprogrammate le risorse e quanto ancora bisognerà aspettare?”

Pubblicato

il

TERAMO – “Le misure a sostegno per il settore della ristorazione previste dalla legge regionale 9/2021 ancora oggi non vengono rese disponibili e la responsabilità è da attribuire all’immobilismo della Giunta Regionale che, da oltre un mese, non dà seguito a quanto stabilito nella norma approvata dal Consiglio Regionale”. E’ duro il commento del Consigliere e Vice Capogruppo Regionale del Pd, Dino Pepe, nei riguardi della Giunta Marsilio in merito ai ritardi accumulati nell’erogazione dei fondi a sostegno delle imprese del settore della ristorazione e turistico-alberghiero. 

Siamo alle solite – continua Pepe – sistematicamente vengono disattese le previsioni di leggi con buona pace degli operatori del settore che aspettano invano i ristori promessi. Dopo il disastro creato con le leggi cosiddette “cura Abruzzo” ora è la volta di un altro comparto, quello della ristorazione e della filiera ad essa correlata che, pur avendo subito forti limitazione con perdite ingenti a causa della pandemia, ancora non vede nessuna risposta da parte del governo regionale”.

Stiamo parlando di risorse per 10 milioni di euro che, per legge – sottolinea il Vice Capogruppo Regionale del Partito Democratico – dovevano essere messe a disposizione del settore, per il tramite della Fira, entro pochi giorni dall’approvazione dalla norma ed invece, ad oltre un mese, ancora nulla è stato fatto: nessuna traccia della riprogrammazione che deve avvenire con un atto di Giunta e niente ancora sulla definizione degli strumenti più efficaci da mettere in atto per dare risposte alle esigenze di liquidità degli operatori”. 

Questa fase di ripartenza, che coincide con la stagione estiva, è un periodo molto delicato per gli operatori turistici che necessitano maggiormente di liquidità e quindi dei ristori regionali utili a programmare gli investimenti. E’proprio in questa ottica che sono a chiedere, pubblicamente, le motivazioni dei ritardi nella riprogrammazione delle risorse e ad esortare la Giunta regionale a fare presto” conclude Dino Pepe.

Continua a leggere

Abruzzo

Coronavirus Abruzzo, dati aggiornati al 17 giugno: oggi 22 nuovi positivi e 78 guariti

Pubblicato

il

PESCARA – Sono complessivamente 74545 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza.

Rispetto a ieri si registrano 22 nuovi casi (di età compresa tra 3 e 55 anni).

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso e sale a 2507 (si tratta di una 79enne della provincia di Chieti).

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 70736 dimessi/guariti (+78 rispetto a ieri).  

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 1302 (-57 rispetto a ieri). 

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 1159687 tamponi molecolari (+2352 rispetto a ieri) e 483992 test antigenici (+1384 rispetto a ieri). 

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 0.6 per cento. 

56 pazienti (-5 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 1 (-2 rispetto a ieri con 0 nuovi ingressi) in terapia intensiva, mentre gli altri 1245 (-50 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. 

Del totale dei casi positivi, 18905 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+8 rispetto a ieri), 19391 in provincia di Chieti (+9), 18168 in provincia di Pescara (invariato), 17358 in provincia di Teramo (+6), 595 fuori regione (invariato) e 128 (-1) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. 

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità. 

Continua a leggere

Abruzzo

Per due giorni l’Abruzzo capitale del cicloturismo italiano

Pubblicato

il

PESCARA – Il mondo del cicloturismo italiano si ritrova in Abruzzo per una due giorni che di fatto apre la stagione estiva 2021. Domani e dopodomani sono previsti due eventi a Pescara organizzati dalla Regione Abruzzo, Legambiente e Isnart-Unioncamere: venerdì 18 giugno, all’Aurum, la giornata di studio e confronto sul turismo in bicicletta, nel corso della quale verranno presente le anticipazioni del Rapporto 2021 Isnart-Legambiente sul cicloturismo. La sera di sabato 19 giugno, invece, presso la Nave di Cascella a Pescara verrà consegnato l’Oscar del cicloturismo 2021, con il passaggio di consegne dall’Abruzzo, vincitore dell’edizione 2020, nelle mani del nuovo vincitore che verrà svelato solo sabato sera.

“E’ importante per il turismo regionale questa due giorni dedicata al cicloturismo – ha detto nel corso di una conferenza stampa l’assessore al Turismo, Daniele D’Amario – proprio perché la strategia di marketing turistico regionale si muove principalmente sull’asse del cicloturismo. L’apertura della stagione estiva del cicloturismo nazionale in Abruzzo conferma l’attenzione che questo mondo ora riserva alla nostra regione in tema di turismo sostenibile e turismo lento. Negli ultimi anni l’Abruzzo ha avuto la forza di riposizionarsi al centro del mercato turistico con una proposta nuova e originale”.

I numeri del movimento turistico collegato al cicloturismo sono sorprendenti sia in termini di presenze sia in termini di economia collaterale. Da anni il cicloturismo rappresenta un richiamo irresistibile per il mercato estero, capace di mobilitarsi per conoscere nuove piste, luoghi e paesi. In questo senso, l’offerta che può garantire l’Abruzzo è nel suo genere unica. “La Costa dei Trabocchi – ha aggiunto D’Amario – rappresenta per il turismo legato alla bicicletta un richiamo irresistibile, per questo dobbiamo creare in quell’area tutte le condizioni infrastrutturali in grado di far fronte ad una domanda in forte crescita”. Per quanto riguarda l’andamento della stagione estiva, l’assessore D’Amario ha parlato di “segnali nettamente positivi e di una tendenza al rialzo che porterebbe l’Abruzzo a registrare una buona performance di presenze turistiche”. 

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy