fbpx
Connect with us

CoViD19

CoViD Marche, Acquaroli: Rt 0,94, Ancona peggio di altre province

Pubblicato

il

Ipotesi zona arancione capoluogo? “Valutiamo trend,prima scelte”

Nelle Marche “Rt 0,94 (precedente 0,95) e indice dei ricoveri sia in terapia intensiva e nelle strutture ospedaliere quasi immutato rispetto alla settimana precedente”.

Lo ha riferito il presidente della Regione Francesco Acquaroli rispondendo ai giornalisti a margine dell’inaugurazione della sede territoriale di Cassa depositi e prestiti ad Ancona.

Negli ultimi giorni, ha detto ancora il presidente, la provincia di Ancona è andata “in controtendenza rispetto alle altre province dove invece c’è una tendenza alla stabilità o al miglioramento rispetto all’indice di contagiosità del virus”.

Tanto da far ipotizzare, dal prossimo lunedì, misure specifiche per una zona arancione per la provincia di Ancona a causa del peggioramento della situazione epidemiologica.

“Stiamo valutando, – ha risposto Acquaroli – lo facciamo ogni giorno per i dati della nostra regione.

Ancona è in controtendenza rispetto al resto delle Marche e per questo è attenzionata e monitorata in maniera particolare.

Si cerca di capire se si tratta di una fase che può capitare o di una recrudescenza forte del virus.

Eventuali iniziative dovranno essere prese a ragion veduta – ha precisato – non basta una tendenza di uno, due, tre giorni a determinare un’azione con ordinanza o restrizioni importanti”.

“Dovremo vedere l’evoluzione nei prossimi giorni, – ha aggiunto – confrontandoci anche magari con l’Istituto superiore di sanità e il ministero per fare eventualmente le scelte più opportune”.

“Nei giorni scorsi – ha esemplificato – c’è stato un Comune che aveva denotato una tendenza particolare, poi è svanita.

Con il tracciamento si è tornati alla normalità, vediamo come andranno le prossime ore”. (ANSA).


Per info su Il Martinohttps://ilmartino.it/ e la pagina Facebook:  https://www.https://www.facebook.com/ilMartino.it/

CoViD19

Vaccino Pfizer dai 2 agli 11 anni ecco quando potrebbe arrivare

Pubblicato

il

ROMA: A settembre la richiesta per il via libera vaccini Pfizer anche per chi ha meno di 12 anni, dopo il via libera alla fascia 12-15 anni, si accertano studi in corso sull’efficacia per le fasce 2-5 e 5-11 anni. Gli studi sono in corso e potrebbero arrivare a settembre sulle scrivanie di diversi enti regolatori le richieste di via libera per il vaccino anti Covid di Pfizer/BioNTech nelle fasce d’età 2-5 e 5-11 anni. Lo annunciano le due aziende commentando la prima autorizzazione ottenuta nell’Unione Europea per il loro prodotto scudo negli adolescenti. Lo studio pediatrico che sta valutando la sicurezza ed efficacia del vaccino Covid di Pfizer/BioNTech nei bambini tra 6 mesi e 11 anni è in corso, le aziende aspettano di presentare richiesta di autorizzazione all’uso di emergenza, per esempio negli Usa, o richiesta di una variazione all’autorizzazione condizionata al commercio, per esempio in Europa, per le due coorti 2-5 anni e 5-11 a settembre”. Mentre la lettura dei risultati e la presentazione di richiesta di via libera per la coorte dei più piccoli, tra 6 mesi e 2 anni, “è attesa nel quarto trimestre” dell’anno, quindi tra ottobre e dicembre.

Vaccino Pfizer 12-15 anni: lunedì riunione Aifa

Per i Vaccini Pfizer da somministrare alla fascia 12-15 anni si terrà all’inizio della prossima settimana la riunione dell’agenzia italiana del farmaco. Intanto, per quanto riguarda il via libera dell’Ema, le dosi saranno due, con seconda dose somministrata a distanza di 21 giorni dalla prima. La risposta del vaccino nei 12-15enni sarà come quella degli adulti. Si tratta del primo vaccino Covid approvato per bambini e ragazzi di questa fascia d’età nell’Ue. L’uso del vaccino Comirnaty nei bambini di età compresa tra 12 e 15 anni sarà lo stesso delle persone di età pari o superiore a 16 anni è già autorizzato. Viene somministrato in due dosi a distanza di tre settimane.

Continua a leggere

Abruzzo

Coronavirus: vaccinazione, da oggi attiva in Abruzzo la piattaforma per gli over 40

Pubblicato

il

PESCARA – Attiva da oggi alle ore 12 la piattaforma Poste per la prenotazione delle vaccinazioni anti Covid 19 per i nati fino al 1981.

Lo comunica l’Assessorato alla Sanità.

Per prenotarsi basterà collegarsi all’indirizzo https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/ inserendo il proprio codice fiscale e il numero di tessera sanitaria.

Sarà possibile procedere alla prenotazione anche contattando il numero verde 800.00.99.66 (attivo tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 20), oppure utilizzando uno dei 270 sportelli Postamat attivi sul territorio regionale (pur senza essere clienti Poste, ma accedendo con la tessera sanitaria). Anche i 630 portalettere in servizio in Abruzzo, attraverso i palmari a loro disposizione, potranno prenotare la vaccinazione.

E’ attivo, infine, anche il servizio di prenotazione via sms, inviando un messaggio contenente il codice fiscale al numero 339.9903947. Entro 48-72 il servizio clienti di Poste Italiane ricontatterà l’utente per procedere telefonicamente alla scelta di luogo e data dell’appuntamento.

Continua a leggere

Abruzzo

Ultim’ora, Martinsicuro, il sindaco: “il nostro Comune inserito in zona rossa”

Pubblicato

il

MARTINSICURO – Aggiornamenti Covid .

Ho appena ricevuto per le vie brevi comunicazione dell’inserimento del nostro Comune in zona rossa da Lunedì 26 Aprile a Domenica 2 Maggio .

Appena avrò il provvedimento ufficiale provvederò a pubblicarlo .

(profilo facebook Massimo Vagnoni Sindaco, ore 18:28)

Il Sindaco

Massimo Vagnoni


Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy