fbpx
Connect with us

Fermo

Fermana-Samb: i precedenti in casa canarina

Pubblicato

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sedici sono i precedenti in casa “canarina”, 15 in campionato e uno in Coppa Italia, sei vittorie della Samb, cinque pareggi e cinque vittorie della Fermana.

C’è da considerare che il primo incontro, nel 1931/32 in II divisione, non viene disputato per l’esclusione dal torneo dei fermani a causa d’inadempienze finanziarie.

L’8 aprile 1934, in serie C, la gara è vinta “a tavolino” dai gialloblu per rinuncia da parte della Samb.

Rossoblu corsari la prima volta il 13 aprile 2003 grazie alle reti di Napolioni (15pt) e di Franchi (48st) dopo il momentaneo pari di Mastronunzio al 22° della ripresa.

Il secondo successo arriva il 3 ottobre 2004 con un ricco 4-2.

La mitica Samb di Davide Ballardini sbanca il “Recchioni” grazie alla tripletta di Martini che sigla i primi due vantaggi rossoblù regolarmente pareggiati dai gialloblu Miglietta e Di Bari. Il 3-2 rossoblù al quarto d’ora del secondo tempo è segnato ancora da Martini dieci minuti prima che De Rosa fissasse il risultato sul 4-2.

La stagione seguente, 26 febbraio 2006, il 2-0 della Samb di Francesco Chimenti & Luigi Voltattorni viene firmato dalla doppietta di Berardi a segno nel primo quarto d’ora di gioco. Quel giorno sono 1500 i tifosi rossoblù presenti al “Recchioni”.

Memorabile la gara dell’8 aprile 2010 quando la Samb di Ottavio Palladini ottiene la promozione matematica in serie D con 4 turni d’anticipo grazie alla vittoria 2-0 in terra fermana con le reti di Cacciatore e Ogliari nella ripresa.

Il 22 marzo 2015 i rossoblu espugnano il “Recchioni” grazie alle reti del centrocampista Franco alla mezz’ora del primo tempo e di Tozzi Borsoi su calcio di rigore trasformato a due minuti dal termine; nel mezzo, il momentaneo pareggio canarino al 30° della ripresa con il Penalty di Cusaro.

Sei mesi dopo, il 6 settembre 2015, Fermana-Samb termina con un rocambolesco 3-3. E’ la prima gara in rossoblu di patron Franco Fedeli, in panchina c’è mister Loris Beoni. Locali in vantaggio con Degano. La Samb reagisce e negli ultimi venti minuti del primo tempo vanno a rete con Pezzotti, Sorrentino e Titone: 3-1. Nella ripresa il gol di Omiccioli al 10° e l’espulsione di Pezzotti quattro minuti dopo portano i gialloblu al pareggio di Cremona (fuorigioco?) a sei minuti dal 90°.

Nella stagione 2017/18 in serie C la gara viene giocata due volte.

Il 3 settembre 2017 in notturna, dopo 31 minuti di gioco, va in tilt la centralina dell’impianto d’illuminazione del “Recchioni” sull’1-0 della Fermana. Diciassette giorni dopo la gara riprende dal 32° del primo tempo sullo 0-1. I rossoblù di Ciccio Moriero subiscono il definitivo 0-2 al 91° minuto di gioco.

Sesta vittoria della Samb in terra canarina nell’ultima gara del torneo 2018/19.

E’ il 5 maggio 2019 e i rossoblu di Giuseppe Magi, solidi e quadrati, abbattono la Fermana di Flavio Destro e ottengono il secondo successo “corsaro” dopo quello di Verona contro la Virtus.

La Samb passa in vantaggio alla mezzora del primo tempo con Francesco Stanco al dodicesimo sigillo stagionale e senza tirare un rigore.

Il raddoppio è di Caccetta a dieci minuti dal 90°. Malcore al terzo di recupero accorcia per i canarini e, un minuto dopo, Cecchini fissa il risultato sul 3-1 sambenedettese: è festa davanti a oltre ottocento tifosi rossoblù.

Il 22 settembre dello stesso anno, nell’ultimo precedente a Fermo, la Samb di Paolo Montero pareggia 1-1 ma avrebbe meritato la vittoria.

In vantaggio dopo una decina di minuti con Cernigoi, la Samb spreca subito dopo con Frediani il facile colpo del ko.

I locali a metà primo tempo trovano la rete del pareggio con un’azione dalla sinistra: il tiro di Liguori viene deviato davanti alla porta da Carillo che “spiazza” il portiere rossoblù.

La Samb matura altre occasioni per portarsi di nuovo in vantaggio con Cernigoi e Di Massimo, autore di una buona prestazione, ma il risultato non si schioda dall’1-1.

Luigi Tommolini

TUTTI I PRECEDENTI IN GARE UFFICIALI IN CASA FERMANA


ARTICOLI CORRELATI

Zironelli: “La Fermana è molto affiatata. Ma anche il nostro gruppo è sempre più compatto.”


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Fermo

Fremo: tre auto senza copertura assicurativa, sequestrate

Pubblicato

il

FERMO – A fronte di alcuni controlli d aperte della Polizia Stradale, due vetture sono state trovate senza copertura assicurativa mentre erano parcheggiate sulla costa. Sul momento non è stato possibile rintracciare i proprietari ma ad essi verrà recapitato il verbale di sanzione, mentre i veicoli sono stati trasportati presso officine autorizzate dai carri attrezzi.

Continua a leggere

Fermo

Fermo: non vuole esibire i documenti al fermo della polizia, multato 50enne

Pubblicato

il

FERMO – A fronte dei controlli su strada e di riscontrate violazioni alle norme del codice della strada o di altri illeciti amministrativi, capita che i conducenti dei veicoli facciano rilevare agli operatori in servizio di ricoprire funzioni e cariche importanti per cercare di evitare le sanzioni previste. 

La frase, “Lei non sa chi sono io” alla quale segue spesso, da parte di alcuni soggetti “… le farò passare i guai” o dichiarazioni simili che sono pronunciate per tentare, inutilmente, di condizionare l’attività degli operatori di polizia, sono da tempo trattate dai Tribunali del territorio nazionale e come confermato anche recentemente dalla Corte di Cassazione rientrano nella fattispecie del reato di minaccia.

Nella forma sintetica il “Lei non sa chi sono io” o “Ma io sono…” senza ulteriori aggiunte sono considerati modi di dire al quale i poliziotti della Questura in servizio di controllo del territorio non fanno più caso, ma rientranti nella frasistica mutuata dalla tradizione della commedia italiana e portata in auge, la prima, da Totò o da una canzone di Nino Manfredi.

Ma poiché non si finisce mai di imparare, la dichiarazione di un quasi 50enne residente sul litorale fermano ha più che altro stupito gli operatori della Volante impegnati quotidianamente nelle attività di prevenzione dei reati e per la sicurezza della circolazione stradale.

Fermata una utilitaria in transito a Fermo per un accertamento di routine, alla legittima richiesta dei documenti obbligatori per la circolazione il soggetto ha mostrato insofferenza al controllo, esibendo a distanza i documenti richiesti senza consegnarli agli operatori, ostacolando ed intralciando la loro attività.

Infastidito per i pochi minuti necessari per lo svolgimento delle verifiche di competenza, dopo essere stato invitato a scendere dal veicolo per riuscire a leggere i dati della patente di guida che teneva gelosamente in mano, il soggetto ha continuato a sollecitare gli operatori comunicando loro di avere impellenti impegni personali fino a dichiarare che “Uno Stato pignorato non ha diritto di chiedere i documenti alle persone”.

I poliziotti hanno in pochi minuti terminato gli accertamenti dai quali è risultato che la autovettura era scoperta della prevista assicurazione obbligatoria.

Nei confronti dell’impaziente utente della strada è stata elevata la consistente sanzione amministrativa oltre al ritiro della carta di circolazione, questa volta consegnata dal conducente, ed insieme allo stesso gli operatori della Polizia di Stato hanno atteso l’arrivo del carro attrezzi che ha provveduto a trasportarla in un luogo idoneo.

Continua a leggere

Fermo

Fermo: in giro con un bastone e un coltello, denunciato un giovane

Pubblicato

il

FREMO – La segnalazione arrivata al 112 due giorni fa, indicava la presenza di un giovane in stato di forte alterazione che percorreva una via del centro di Porto Sant’Elpidio brandendo un piede di porco, pronunciando frasi senza senso ed agitando in aria l’oggetto, provocando l’allontanamento di persone e di famiglie che lo avevano visto.

La Volante della Questura, intervenuta in pochi minuti, in base alle dettagliate indicazioni fornite dal segnalante, ha individuato il soggetto, un ragazzo circa ventenne residente nel comune costiero, il quale, appena notata l’autovettura della Polizia di Stato ha cercato prima di eludere il controllo e poi di nascondere l’oggetto tra le inferriate della recinzione di un giardino.

Immediatamente bloccato, il segnalato piede di porco è risultato essere invece un bastone in legno, ricoperto da nastro isolante scuro e la successiva perquisizione personale ha consentito di ritrovare, nella tasca dei pantaloni, un coltello da cucina.

Il giovane, già conosciuto dalle Forze di polizia per numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e la persona, commessi anche con violenza e ancora sottoposto ad una misura cautelare, era in evidente stato di alterazione psicofisica probabilmente causata dall’assunzione di sostanze stupefacenti delle quali è notoriamente assuntore e non ha fornito alcuna spiegazione plausibile del suo comportamento segnalato al numero di emergenza.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy