fbpx
Connect with us

Ascoli Calcio

Lecce-Ascoli 1-2. Bianconeri corsari nel Salento dopo 32 anni

Avatar

Published

il

L’Ascoli espugna Lecce dopo oltre 32 anni, conquista la prima vittoria esterna della stagione e sale i gradini della graduatoria.

Vittoria in rimonta dei bianconeri di Andrea Sottil in una partita sempre viva e aperta a qualsiasi risultato fino all’ultimo secondo di gioco.

Partono bene i salentini di Corini andando in vantaggio a metà del primo tempo.

Subito dopo il giallorosso Coda ha l’occasione per raddoppiare ma il suo tiro è impreciso.

I marchigiani pareggiano poco prima della mezzora con il neo acquisto Federico Dionisi che all’inizio della ripresa raddoppia.

In vantaggio l’Ascoli va vicino diverse volte alla rete del 3-1 ma al 90° un fallo in area di Leali viene sanzionato da Marchetti di Ostia Lido con l’assegnazione del calcio dagli undici metri.

Sul dischetto si porta Marco Mancosu (sette reti di cui due su due su Penalty) ma il suo tiro si perde nel cielo salentino alla sinistra dell’estremo difensore bianconero.

E’ 2-1 per l’Ascoli che torna alla vittoria in trasferta dopo sette mesi (17 luglio scorso Cittadella-Ascoli 1-2).

Andrea Sottil in bianconero viaggia ad una media esatta di due punti a partita. In sette gare, infatti, ha collezionato 14 punti frutto di quattro vittorie, due pareggi e una sconfitta.

Martedì sera al “Del Duca” arrivano i ciociari gialloblu del Frosinone.

IL TABELLINO

LECCE – ASCOLI 1 – 2 (pt 1-1)

RETI: 23′ Stepinski (L), 28′ e 56′ Dionisi (A)

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Maggio, Pisacane (46′ Meccariello), Lucioni, Zuta (82′ Gallo); Henderson (65′ Majer), Tachtsidis (65′ Nikolov), Hjulmand; Mancosu; Coda, Stepinski (65′ Rodriguez).

A disp.: Bleve, Vigorito, Paganini, Yalcin, Monterisi, Pettimari, Bjorkengren.

All. Corini.

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pucino, Brosco, Quaranta, D’Orazio; Eramo (81′ Stoian), Danzi (67′ Caligara), Saric; Sabiri (74′ Mosti); Bidaoui (74′ Parigini), Dionisi (67′ Simeri).

A disp.: Bolletta, Sarr, Corbo, Pinna, Avlonitis, Kragl, Bajic.

All. Baroncelli

ARBITRO: Marchetti di Ostia Lido

NOTE: ammoniti Pisacane (L), Tachtsidis (L), Sabiri (A), Meccariello (L), Saric (A), Caligara (A), Leali (A), Rodriguez (L). Al 91′ Mancosu fallisce un calcio di rigore. Rec. 1′ pt, 5′ st.


SALA STAMPA 

Questo il commento di Mister Sottil, che questa sera ha assistito alla partita dagli spalti per via della squalifica:

“Viverla da fuori è stata veramente dura, mai più. Stasera abbiamo conquistato tre punti d’oro, una grandissima vittoria, voluta, strameritata, anche se all’ultimo abbiamo rischiato in occasione del rigore. Il pareggio sarebbe stato veramente stretto, anche perché abbiamo avuto l’occasione nitida per chiuderla con Sabiri e altre situazioni precedenti. I ragazzi sono stati encomiabili dal primo all’ultimo minuto. Non dimentichiamo che avevamo davanti una corazzata costruita per vincere direttamente il campionato. Il valore dell’avversario è venuto fuori, ma non ci siamo mai abbassati. Tutti hanno disputato un’ottima gara, Dionisi ha messo a segno una doppietta ed è stato sempre pericoloso, Bidaoui ha lavorato molto, ha sempre ricercato l’uno contro uno, è sempre stato pungente. Entrambi stanno prendendo la forma. D’Orazio ha giocato una buona gara, è partito in sordina, poi è cresciuto, deve ancora salire di intensità. Sono molto contento di chi è subentrato: Parigini e Caligara hanno portato qualità, bravi anche Mosti, Stoian e Simeri, con quest’ultimo che ha tenuto alta la squadra. Lo dico sempre ai ragazzi: non è importante quanti minuti si giocano, ma come si giocano. Questa squadra può crescere ancora, sono arrivati ottimi giocatori, bravissimi tutti, avanti così, intanto stasera ci godiamo questa bella vittoria”.


Al termine della gara il difensore bianconero Tommaso D’Orazio ha commentato così l’exploit esterno dell’Ascoli:

“Questa vittoria vale sei punti, ci abbiamo messo cuore, grinta, siamo molto contenti, è stata la vittoria di gruppo. Personalmente mi sto trovando molto bene, mi sono ambientato subito grazie ai compagni, che mi hanno fatto sentire fin dal primo giorno parte del gruppo. L’episodio del rigore avrebbe vanificato quanto creato, il calcio è fatto di episodi, a volta ti dà, altre volte ti toglie; penso che stasera siamo stati bravi a crearci le occasioni e a portare a casa il risultato, non ci siamo mai tirati indietro per tutta la gara. Non dimentichiamo che il Lecce ha altre ambizioni e velleità, ce la siamo giocata a viso aperto. Stasera si è visto un grande Ascoli. Questo successo ci dà molta carica e consapevolezza nei nostri mezzi. Vincere aiuta a prendere padronanza nei propri mezzi e sicurezza; stasera ci godiamo la vittoria, da domani testa al Frosinone”.


Federico Dionisi, a segno al via del Mare con la doppietta vincente,  ha commentato così la prestazione della squadra:

“Era importante dare continuità alla partita col Brescia, sappiamo che dobbiamo recuperare punti importanti, che passano anche attraverso le prestazioni su campi difficili come questo di Lecce. Un Lecce che ci dà la consapevolezza d’essere una buona squadra. Lotteremo fino alla fine perché è molto importante conquistare la salvezza. L’episodio con Maccariello? C’è stato uno scontro, non credo l’abbia fatto a posta, ma le sue scuse sono arrivate un po’ tardi e questo mi aveva fatto innervosire; col fischio finale finisce tutto, siamo uomini e fuori dal campo il rispetto c’è sempre.

Quella di stasera è stata una vittoria di squadra, siamo stati compatti e – da chi ha giocato dal primo minuto sino a chi è subentrato – tutti ci siamo aiutati e dati una mano; ho visto la voglia di combattere su ogni pallone, questo è l’Ascoli che vogliamo, siamo contenti. Quello di stasera era il gol n. 99 in B, spero di arrivare presto a 100. Ci godiamo la vittoria e da domani penseremo alla prossima sfida col Frosinone, una piazza che dopo sette anni non posso non ringraziare perché mi ha dato moltissimo; sarà una partita strana, da quando sono andato via penso a questa gara, sarà una sensazione strana, certamente emozionante”.


ARTICOLI CORRELATI

Lecce-Ascoli: probabili formazioni, numeri e curiosità. Il 21° turno in serie B


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Ascoli Calcio

Ascoli, lutto: è morta la mamma di Andrea Sottil

Avatar

Published

il

Gravissimo lutto per Mister Sottil: è morta oggi mamma Olga.

Un gravissimo lutto ha sconvolto la giornata odierna dell’Ascoli Calcio: è scomparsa a Torino, all’età di settant’anni, la mamma del tecnico dell’Ascoli Calcio Andrea Sottil, la Signora Olga, che da anni combatteva contro una malattia che non le ha lasciato scampo.

Il Patron Massimo Pulcinelli, il Presidente Neri, l’intero management societario, il CdA, i dipendenti e collaboratori del Club, i calciatori e tutto lo staff tecnico, medico e fisioterapico esprimono profondo cordoglio alla Famiglia Sottil e si stringono con un forte abbraccio al proprio allenatore in questo terribile momento.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Ascoli-Salernitana: voce ai protagonisti

Avatar

Published

il

ASCOLI PICENO – Voce ai protagonisti di Ascoli-Salernitana che ha visto la squadra campana battere all’inglese i marchigiani.

Due a zero per i granata di mister Castori con attimi di paura a quattro minuti dalla fine per il malore al giocatore polacco Patrick Dziczek, uscito in ambulanza dopo dieci minuti di soccorsi sull’erba del “Cino e Lillo Del Duca”.

Queste le dichiarazioni di Andrea Danzi a fine partita:

“Oggi ci siamo fatti sorprendere un po’ all’inizio, la Salernitana è una squadra forte e lo sapevamo, ma non siamo andati bene come al solito, poi ci siamo ripresi.

In vantaggio l’avversario si è chiuso un po’, gli spazi dietro ai centrocampisti riuscivamo a trovarli, ma forse potevamo aumentare il ritmo per provare a fare gol. Ora è importantissimo tornare a far punti e quella col Pordenone sarà una gara fondamentale come lo sono tutte”.


Vittorio Parigini ha commentato così la sconfitta subita con la Salernitana:

“E’ una sconfitta che pesa abbastanza perché in settimana ci eravamo preparati al meglio per vincerla, non è stata una delle nostre migliori partite, dispiace. La Salernitana è un’ottima squadra, si è chiusa molto bene dopo il vantaggio, abbiamo faticato a fare il nostro gioco.

L’episodio di Dziczek? Ero girato di schiena, avevo appena passato la palla a Cangiano, poi mi sono voltato, ho visto il ragazzo che si alzava e cadeva, Di Tacchio gridava e quindi mi sono precipitato subito a tenergli la lingua”.


ARTICOLI CORRELATI

Ascoli-Salernitana 0-2. Grave incidente a Dziczek, uscito in ambulanza


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Ascoli-Salernitana 0-2. Grave incidente a Dziczek, uscito in ambulanza

Avatar

Published

il

ASCOLI PICENO – Mancano quattro minuti al 90° quando il giocatore della Salernitana Patrick Dziczek cade a terra nel tentativo di inseguire un avversario.

Sembrano le immagini drammatiche già viste all’ “Adriatico-Cornacchia” di Pescara per la morte di Piermario Morosini il 14 aprile 2012 e al “Pian di Massiano” di Perugia per quella di Renato Curi il 30 ottobre 1977.

Arriva subito l’ambulanza (meno di 15 secondi) proprio nel settore Nord dello Stadio marchigiano, sulla fascia ovest tra l’area di rigore e la linea del fallo laterale.

Dieci minuti di silenzio poi le lacrime del giocatore che rinviene riprendendo conoscenza.

Dziczek, polacco classe 1998, non è la prima volta che perde conoscenza durante una partita, viene portato d’urgenza al nosocomio ascolano “Mazzoni”.

La gara termina con oltre nove minuti di recupero e passa in secondo piano.

Per la cronaca i campani dell’ex trainer bianconero Fabrizio Castori espugnano il “Del Duca” 2-0 grazie alla doppietta di Tutino nella prima metà del primo tempo, al secondo minuto e al 23°.

Prima sconfitta in casa per l’Ascoli (gestione Andrea Sottil) dopo cinque gare (15 dicembre 2020, Ascoli-Cosenza 0-3 poi tre vittorie e due pareggi) che fa il paio con quella dell’ultimo turno in casa della Reggiana.

La Salernitana porta a sei la sequenza di gare senza sconfitte e dopo quattro pareggi torna alla vittoria.

Sabato prossimo 27 febbraio l’Ascoli sarà impegnato a Pordenone mentre la Salernitana sarà nuovamente impegnata in trasferta a Reggio Emilia contro la Reggiana nell’anticipo di venerdì 26 febbraio.

IL TABELLINO

ASCOLI – SALERNITANA 0-2 (pt 0-2)

Reti: 2pt e 24pt Tutino.

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pucino, Quaranta, Brosco, D’Orazio (1′ st Mosti); Eramo (1′ st Pinna), Buchel (19′ st Danzi), Saric; Sabiri (1′ st Parigini); Dionisi, Bajic (19′ st Cangiano).

A disp. Venditti, Sarr, Corbo, Stoian, Avlonitis.

All. Sottil

SALERNITANA (3-5-2): Adamonis; Aya, Gyomber, Mantovani;  Jaroszynski (27′ st Veseli), Casasola, Coulibaly (24′ st Djuric), Di Tacchio, Capezzi (27′ st Dziczek); Tutino, Gondo (19′ st Kiyine).

A disp. Guerrieri, Sy, Schiavone, Cicerelli, Anderson, Kristoffersen, Barone, Antonucci.

All. Castori.

ARBITRO: Abbattista di Molfetta

NOTE: ammoniti Eramo (A), Coulibaly (S), Gyomber (S), Veseli (S). Al 42′ st Dziczek (S) perde i sensi ed esce dal campo in ambulanza. Rec. 2′ pt, 9′ st.


ARTICOLI CORRELATI

Ascoli-Salernitana: statistiche e curiosità


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy