fbpx
Connect with us

Marche

Samb-AJ Fano: tra i precedenti l’inaugurazione dello Stadio “F.lli Ballarin”

Pubblicato

il

Samb-Fano 3-2 del 21aprile 1940. Stadio Littorio (oggi "Fratelli Ballarin").

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono venti gli incontri ufficiali disputati in casa contro l’Alma Fanosedici in campionato e quattro in Coppa Italia, oltre ad uno spareggio per la promozione in Seconda Divisione disputato in campo neutro ad Ancona il 30 giugno 1929, vinto 2-0 dalla Samb (reti di “Osvaldino” Taffoni e Tommaso “Massì” Marchegiani) la quale, poi, rinuncia a salire di categoria.

Il primissimo incontro si disputa alla “Trappoletta” di Piazza San Giovanni Battista il 5 maggio 1929, ultima giornata del torneo di Terza Divisione: la Samb in vantaggio con Santini viene rimontata dal Fano, ma la rete rossoblù di Taffoni ad un quarto d’ora dal termine regala il prezioso 2-2 che vuol dire spareggio contro gli stessi fanesi, come detto vinto 2-0, ma con la Samb che rinuncia a salire.

Il 22 novembre 1931 (inaugurazione del nuovo Campo Sportivo “Littorio”, attuale “Fratelli Ballarin”) nella gara con più gol, c’è l’unica sconfitta in casa contro i granata, 2-4: per i rossoblù segnano Massetti e Sorge.

Il 13 novembre 1932 Samb e Alma pareggiano 1-1: i rossoblu, in vantaggio con Marchegiani poco dopo la mezz’ora del primo tempo, vengono raggiunti ad inizio ripresa grazie alla rete di Bedosti.

Poi la Samb vince per dieci volte di seguito gli scontri diretti casalinghi di campionato contro il Fano:

2-1 il 7 gennaio 1934, con le reti ancora di Marchegiani e Pierini e con quella della “bandiera” avversaria su calcio di rigore trasformato da De Filippis;

1-0 il 5 marzo 1939 grazie al gol di Pulcini a metà della ripresa;

3-2 nella combattuta sfida del 21 aprile 1940 con Palestini e “littorina” Lazzari (doppietta) marcatori per i rossoblù del Presidente Costantini Brancadoro e di Mister Antonio Moretti; 2-1 otto mesi più tardi, nell’ultima gara del 1940;

2-0 (è la vittoria fino ad oggi più larga) il 28 ottobre 1945 nella seconda giornata di campionato, nel primo scontro del dopo guerra e nell’ultimo (in campionato) giocato sul terreno dell’attuale “Fratelli Ballarin”, quel periodo (dal ’44 al maggio ’49) intitolato al sambenedettese “Massì Marchegiani”: le reti sono di “cuccì” Gigi Traini e Assenti.

Dopo quasi cinquant’anni eccoci al “Riviera delle Palme”, nuovo teatro della contesa, dove la Samb vincerà in campionato sempre di misura: il 2-1 del 12 aprile 1992, in serie C1 con Giorgio Rumignani in panchina e la rete della vittoria al 92’ grazie ad un perfetto calcio di punizione di Ottavio Palladini: la Samb va in vantaggio al 18st con Dario Di Giannatale che sei minuti dopo si fa parare un calcio di rigore e subisce il momentaneo pareggio di Zauli a sette minuti dal termine;

il 2-1 in rimonta, nel freddo e grigio pomeriggio del 5 dicembre 1999, in serie D, con Ruggero Cannito in panca e gara risolta di nuovo a ridosso del 90’ grazie alla doppietta di Malaccari al 38’ e al 48’ del secondo tempo dopo il vantaggio dei granata del futuro trainer rossoblù Mei, grazie alla rete di Zocchi alla fine del primo tempo.

Ancora in rimonta 2-1 il 28 settembre 2014 nella 4a giornata di serie D contro il Fano di mister Marco Alessandrini in vantaggio grazie ad un “missile” scagliato da fuori area dal “solito” Sivilla al terzo minuto del secondo tempo; dopo un palo dello stesso centravanti granata c’è la grande reazione dei rossoblù di Andrea Mosconi che prima (15st) pareggiano con Valim, lesto ad insaccare di testa un tiro rimbalzato sulla traversa e, dieci minuti più tardi, completano la rimonta con Francesco Di Paola che ribadisce in rete un angolo battuto dalla sinistra da Giordano Napolano.

L’1-0 nel giorno degli innamorati (14 febbraio) del 2016 nella 24a giornata di serie D quando la rete di Mario Titone al 2’ minuto decide le sorti della sfida contro la terza forza del campionato, distante 14 punti dalla capolista rossoblu.

Il sabato successivo, con la vittoria in casa del Matelica seconda in classifica, i rossoblù possono già iniziare a festeggiare il ritorno in Lega Pro a nove giornate dal termine.

L’1-0 del 17 settembre 2016: è la quinta giornata di campionato e la Samb di Ottavio Palladini ottiene la prima vittoria in casa grazie al gol di “Bomber” Leo Mancuso a sei minuti dal 90°. Ad oggi è questa l’ultima vittoria casalinga contro l’Alma Fano.

Il 29 ottobre 2017 l’Alma Fano torna a fare punti in casa Samb dopo 85 anni di sconfitte: sotto un cielo che, al tramonto, si dipinge di rosso e blu la Samb di Francesco Moriero è fermata sullo 0-0 dal Fano di Agatino Cuttone.

Identico il risultato nella fredda serata del 16 febbraio 2019 quando le due squadre decidono di non giocare e non tirano mai in porta: è 0-0.

Uno a uno il 22 gennaio dello scorso anno nel recupero della prima giornata di Ritorno. La Samb di Paolo Montero non va oltre il pari, agguantato a quattro minuti dal 90°. Tutto si decide nella ripresa: al 14° è Baldini a beffare dai venti metri l’estremo rossoblu che nulla può sul tiraccio, molto probabilmente deviato da un difensore rossoblu. Il pari è firmato da Volpicelli che ribadisce in rete un lancio dalla destra deviato di testa da Alessio Di Massimo.

Luigi Tommolini

TUTTI I PRECEDENTI IN CASA SAMB


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Macerata

Matelica, Micciola: “I play off sono sempre gare particolari, sognare non costa nulla”

Pubblicato

il

“Le gare dei playoff sono sempre particolari. Nel calcio può succedere di tutto – ha dichiarato il DS Francesco Micciola  – sognare non costa nulla e bisogna sempre crederci”.

“Domenica contro la Sambenedettese mi aspettavo il match difficile che poi è stato. Loro sono una squadra forte – ha proseguito il DS – costruita per stare in alto. Il gruppo, dopo il ritorno di mister Montero, si è unito ancora di più. Noi abbiamo interpretato benissimo la ripresa e con Calcagni siamo riusciti a sbloccarla. Questo ci ha dato una grande mano e poi è stato tutto più facile”.

I biancorossi ora dovranno attendere domenica per scoprire il proprio avversario.

“Per passare il turno – ha continuato Micciola – abbiamo un solo risultato, la vittoria. Di sicuro cercheremo di fare il meglio. Abbiamo dei ragazzi che vogliono ambire sempre a qualcosa di importante ed affrontano ogni partita in modo serio, cercando sempre di vincere, anche se è normale che non sempre ci si riesce”.

“FeralpiSalò o Cesena sono entrambe due squadre attrezzate con giocatori importanti. Per comodità – ha concluso il DS – preferirei affrontare il Cesena, più vicina logisticamente. Sarebbe bello tornare a giocare in uno stadio bellissimo come l’Orogel Stadium. In campo sicuramente assisteremo ad una partita affascinante”.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Serie B: tutte le reti dell’Ascoli 2020/21 (Video)

Pubblicato

il

In questo filmato di oltre sei minuti i trentasette gol realizzati dall’Ascoli nella stagione 2020/21


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Macerata

Ospedale di Camerino, Saltamartini: “Riaperto oggi il reparto di Medicina con 17 posti letto”

Pubblicato

il

CAMERINO – È stato riaperto oggi il reparto di Medicina dell’Ospedale di Camerino, con 17 posti letto: due in più rispetto alla chiusura del novembre scorso, avvenuta per ospitare i malati di pandemia. “La progressiva riduzione dei ricoveri Covid, a seguito del contenimento dei contagi e alla massiccia campagna di vaccinazione in corso – evidenzia l’assessore alla Salute Filippo Saltamartini – ci consente la riapertura del reparto di Medicina dell’Ospedale di Camerino. Questa riapertura permette di conseguire due grandi vantaggi: restituire la medicina al territorio e, soprattutto, riportare il Pronto soccorso alla sua normale attività. L’impegno di tutta la comunità locale e regionale, per contrastare la diffusione del virus, ci consente di raggiungere questo traguardo che sembra impossibile fino a poche settimane fa”. Ora i pazienti Covid, ricoverati all’Ospedale di Camerino, sono ospitati nei piani di Chirurgia e Ortopedia: a breve, assicura l’assessore, verranno riattivati per garantire piena funzionalità alla struttura ospedaliera.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy