fbpx
Connect with us

Marche

Samb-AJ Fano: tra i precedenti l’inaugurazione dello Stadio “F.lli Ballarin”

Pubblicato

il

Samb-Fano 3-2 del 21aprile 1940. Stadio Littorio (oggi "Fratelli Ballarin").

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono venti gli incontri ufficiali disputati in casa contro l’Alma Fanosedici in campionato e quattro in Coppa Italia, oltre ad uno spareggio per la promozione in Seconda Divisione disputato in campo neutro ad Ancona il 30 giugno 1929, vinto 2-0 dalla Samb (reti di “Osvaldino” Taffoni e Tommaso “Massì” Marchegiani) la quale, poi, rinuncia a salire di categoria.

Il primissimo incontro si disputa alla “Trappoletta” di Piazza San Giovanni Battista il 5 maggio 1929, ultima giornata del torneo di Terza Divisione: la Samb in vantaggio con Santini viene rimontata dal Fano, ma la rete rossoblù di Taffoni ad un quarto d’ora dal termine regala il prezioso 2-2 che vuol dire spareggio contro gli stessi fanesi, come detto vinto 2-0, ma con la Samb che rinuncia a salire.

Il 22 novembre 1931 (inaugurazione del nuovo Campo Sportivo “Littorio”, attuale “Fratelli Ballarin”) nella gara con più gol, c’è l’unica sconfitta in casa contro i granata, 2-4: per i rossoblù segnano Massetti e Sorge.

Il 13 novembre 1932 Samb e Alma pareggiano 1-1: i rossoblu, in vantaggio con Marchegiani poco dopo la mezz’ora del primo tempo, vengono raggiunti ad inizio ripresa grazie alla rete di Bedosti.

Poi la Samb vince per dieci volte di seguito gli scontri diretti casalinghi di campionato contro il Fano:

2-1 il 7 gennaio 1934, con le reti ancora di Marchegiani e Pierini e con quella della “bandiera” avversaria su calcio di rigore trasformato da De Filippis;

1-0 il 5 marzo 1939 grazie al gol di Pulcini a metà della ripresa;

3-2 nella combattuta sfida del 21 aprile 1940 con Palestini e “littorina” Lazzari (doppietta) marcatori per i rossoblù del Presidente Costantini Brancadoro e di Mister Antonio Moretti; 2-1 otto mesi più tardi, nell’ultima gara del 1940;

2-0 (è la vittoria fino ad oggi più larga) il 28 ottobre 1945 nella seconda giornata di campionato, nel primo scontro del dopo guerra e nell’ultimo (in campionato) giocato sul terreno dell’attuale “Fratelli Ballarin”, quel periodo (dal ’44 al maggio ’49) intitolato al sambenedettese “Massì Marchegiani”: le reti sono di “cuccì” Gigi Traini e Assenti.

Dopo quasi cinquant’anni eccoci al “Riviera delle Palme”, nuovo teatro della contesa, dove la Samb vincerà in campionato sempre di misura: il 2-1 del 12 aprile 1992, in serie C1 con Giorgio Rumignani in panchina e la rete della vittoria al 92’ grazie ad un perfetto calcio di punizione di Ottavio Palladini: la Samb va in vantaggio al 18st con Dario Di Giannatale che sei minuti dopo si fa parare un calcio di rigore e subisce il momentaneo pareggio di Zauli a sette minuti dal termine;

il 2-1 in rimonta, nel freddo e grigio pomeriggio del 5 dicembre 1999, in serie D, con Ruggero Cannito in panca e gara risolta di nuovo a ridosso del 90’ grazie alla doppietta di Malaccari al 38’ e al 48’ del secondo tempo dopo il vantaggio dei granata del futuro trainer rossoblù Mei, grazie alla rete di Zocchi alla fine del primo tempo.

Ancora in rimonta 2-1 il 28 settembre 2014 nella 4a giornata di serie D contro il Fano di mister Marco Alessandrini in vantaggio grazie ad un “missile” scagliato da fuori area dal “solito” Sivilla al terzo minuto del secondo tempo; dopo un palo dello stesso centravanti granata c’è la grande reazione dei rossoblù di Andrea Mosconi che prima (15st) pareggiano con Valim, lesto ad insaccare di testa un tiro rimbalzato sulla traversa e, dieci minuti più tardi, completano la rimonta con Francesco Di Paola che ribadisce in rete un angolo battuto dalla sinistra da Giordano Napolano.

L’1-0 nel giorno degli innamorati (14 febbraio) del 2016 nella 24a giornata di serie D quando la rete di Mario Titone al 2’ minuto decide le sorti della sfida contro la terza forza del campionato, distante 14 punti dalla capolista rossoblu.

Il sabato successivo, con la vittoria in casa del Matelica seconda in classifica, i rossoblù possono già iniziare a festeggiare il ritorno in Lega Pro a nove giornate dal termine.

L’1-0 del 17 settembre 2016: è la quinta giornata di campionato e la Samb di Ottavio Palladini ottiene la prima vittoria in casa grazie al gol di “Bomber” Leo Mancuso a sei minuti dal 90°. Ad oggi è questa l’ultima vittoria casalinga contro l’Alma Fano.

Il 29 ottobre 2017 l’Alma Fano torna a fare punti in casa Samb dopo 85 anni di sconfitte: sotto un cielo che, al tramonto, si dipinge di rosso e blu la Samb di Francesco Moriero è fermata sullo 0-0 dal Fano di Agatino Cuttone.

Identico il risultato nella fredda serata del 16 febbraio 2019 quando le due squadre decidono di non giocare e non tirano mai in porta: è 0-0.

Uno a uno il 22 gennaio dello scorso anno nel recupero della prima giornata di Ritorno. La Samb di Paolo Montero non va oltre il pari, agguantato a quattro minuti dal 90°. Tutto si decide nella ripresa: al 14° è Baldini a beffare dai venti metri l’estremo rossoblu che nulla può sul tiraccio, molto probabilmente deviato da un difensore rossoblu. Il pari è firmato da Volpicelli che ribadisce in rete un lancio dalla destra deviato di testa da Alessio Di Massimo.

Luigi Tommolini

TUTTI I PRECEDENTI IN CASA SAMB


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Ascoli Calcio

Ascoli-Viterbese 2-0. Sottil: “Siamo sulla strada giusta” (video)

Pubblicato

il

CASCIA – Al termine del match amichevole, disputato questo pomeriggio dall’Ascoli al “Magrelli Active” di Cascia con la Viterbese, Mister Sottil si è detto soddisfatto della prima uscita dei bianconeri:

“E’ la prima gara vera che facciamo, abbiamo avuto delle complicanze per il Covid e abbiamo dovuto annullare delle partite, sappiamo che a livello di minutaggio siamo un po’ indietro, mi interessava vedere ordine tattico e la collettività nelle due fasi, pur consapevole che siamo molto carichi di lavoro; abbiamo fatto 15 giorni molto intensi, sicuramente siamo ancora incompleti, abbiamo mostrato una discreta tenuta sui 70’-80’. Quella di oggi è comunque una partita vinta, anche se è un’amichevole. Questa è la nostra identità: giocare sempre e solo per vincere. Ho visto una buona forma da parte di Baschirotto, ha fornito una spinta costante, bene Collocolo e Castorani, così come Fabbrini, che, quando è entrato, ha dato molta velocità alla manovra, sono contento perché tutti si sono subito inseriti nei nostri meccanismi, questa è una buona cosa, siamo agli inizi, c’è tanto ancora da migliorare, lo so, ma siamo sulla strada giusta. Ora ci fermiamo tre giorni, abbiamo bisogno di scaricare mentalmente e fisicamente il carico di lavoro fatto”.

IL TABELLINO

ASCOLI (4-3-1-2): Leali (70′ Guarna); Baschirotto, Avlonitis (76′ Tavcar), Quaranta, D’Orazio (70′ Ricciardi); Buchel (46′ Castorani), Eramo (76′ Olivieri), Collocolo (76′ Franzolini); Sabiri (46′ Fabbrini); Bidaoui (86′ Intinacelli), Dionisi (70′ Ventola). A disp.: Bolletta, Sarzi Puttini, Lico, D’Agostino. All. Sottil.

VITERBESE (4-3-3): Bisogno, Fracassini, Mbendè (33′ Marenco), Van Der Velden (56′ Camilleri) Ricchi (76′ Ricci); Calcagni, Salandria, Megelaitis (56′ Zanon); Errico (56′ Simonelli), Capanni Dias (56′ Murilo), Volpicelli (56′ Tassi). A disp.: Borsellini, D’Uffizi, Natale, Simonelli, Fedel, Mendes, Aromatario. All.: Dal Canto.

ARBITRO: Sig. Marchetti di Ostia Lido

RETI: 15′ Eramo, 54′ rig. Dionisi


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Ascoli Piceno

Stadio, San Benedetto del Tronto: Curreri si accascia durante il concerto. Ricoverato in Terapia Intensiva

Pubblicato

il

30 luglio 2021 San Benedetto del Tronto - Paese Alto - Gaetano Curreri e gli Stadio in concerto

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Gaetano Curreri, vocalist degli Stadio, 69 anni si è accasciato durante il concerto che stava tenendo con il suo gruppo in Piazza Bice Piacentini nel Paese Alto di San Benedetto del Tronto.

Erano passate di poco le 23 quando il palco e la piazza si sono ammutolite e dopo i primi soccorsi sul posto è intervenuta l’Ambulanza che ha trasportato l’artista all’Ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno.

Il leader degli Stadio ora è in Terapia Intensiva cardiologica, in Prognosi Riservata e l’Anamnesi medica non rassicura le sue condizioni di salute.

In passato ha avuto un ictus nel 2003 e diverse cadute sul palco, soprattutto quelle del 2015 durante i concerti di Castelraimondo (nei pressi di Camerino in provincia di Macerata) e di Pescara. Il pesante Caldo e l’Afa di San Benedetto hanno contribuito negativamente alla situazione di salute già precaria del cantante bolognese.

Ufficialmente, a dare notizia del malore, i compagni di band, il chitarrista Andrea Fornili e il bassista Roberto Drovandi, dal profilo Facebook ufficiale degli Stadio: “Ciao a tutti, come sapete – si legge sulla pagina – Gaetano ha avuto un malore, in questo momento è in terapia intensiva ed è stabile. Domani appena avremo notizie più precise vi terremo informati su questa pagina. Grazie a tutti per l’ affetto. Buonanotte”


30 luglio 2021 San Benedetto del Tronto – Paese Alto – Gaetano Curreri e gli Stadio


30 luglio 2021 San Benedetto del Tronto – Paese Alto – Gaetano Curreri e gli Stadio


Continua a leggere

Ascoli Piceno

Violano le leggi che tutelano i giovani pesci, sanzionati pescherecci di San Benedetto del Tronto

Pubblicato

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono stati sorpresi a sbarcare pesci di dimensioni inferiori alla taglia minima necessaria alla fisiologica riproduzione.

E’ quanto hanno rilevato la scorsa notte gli ispettori della Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto nell’ambito di mirati controlli finalizzati alla tutela delle specie marine tanto richieste dalle tavole dei turisti nel periodo estivo. 

Durante le operazioni di sbarco del pescato da parte delle unità adibite alla pesca a strascico, il personale militare dipendente ha individuato e posto sotto sequestro circa 30 kg. di merluzzo sottomisura in quando di lunghezza nettamente inferiore ai 20 cm prescritti. 

Due gli imprenditori ittici colti in flagranza, ai quali sono state contestate sanzioni amministrative per 500 Euro. Trattandosi di infrazioni gravi in materia di pesca, alle unità ed ai loro Comandanti sono stati assegnati punti di penalità che, in caso di ripetizione delle infrazioni, potrebbero condurre finanche al ritiro della licenza di pesca.

Il fenomeno della pesca illegale di prodotto ittico giovanile, oltre che costituire una grave violazione delle normative nazionali e comunitarie, determina un generale impoverimento della risorsa ittica.

I controlli della Guardia Costiera proseguiranno, focalizzando l’attenzione anche sulla regolarità degli attrezzi utilizzati per la pesca e sull’utilizzo del prodotto illegale da parte dei ristoranti

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy