fbpx
Connect with us

Abruzzo

Ex Veco: Quaresimale, coinvolgere Mise e ministero Lavoro

Luigi Tommolini

Pubblicato

il

Nella riconversione della ex Veco verranno coinvolti i ministeri del Lavoro e dello Sviluppo economico. È quanto deciso oggi dal tavolo istituzionale promosso dall’assessore alle Politiche del Lavoro, Pietro Quaresimale, al quale hanno preso parte i rappresentanti dei lavoratori (Rsu e segreterie provinciali), il sindaco di Martinsicuro, Massimo Vagnoni, e il curatore fallimentare Massimo Mancinelli.

“Il nodo principale da sciogliere – ha commentato l’assessore Quaresimale al termine dell’incontro – riguarda proprio la riconversione del sito produttivo che potrebbe appesantire economicamente i costi di entrata di un nuovo acquirente, tenendo conto che obiettivo principale è mantenere gli attuali livelli occupazionali. Il sito, come ha detto il curatore fallimentare, è stato messo in sicurezza e questo è un punto di vantaggio, ma è anche vero che i campi di indagine nel settore del metalmeccanico di aziende disposte ad investire non sono molti ampi. Per questo – ha aggiunto l’assessore in accordo con i sindacati – il coinvolgimento del ministero dello Sviluppo economico potrebbe essere importante per sondare il terreno su Assofond (Associazione italiana fonderia) per la ricerca di interlocutori del settore di portata nazionale e europea”.

Il tavolo istituzionale promosso dall’assessore regionale ha comunque fatto il punto della situazione. L’ex Veco è in procedura di fallimento da poco più di un anno, il curatore fallimentare ha annunciato di aver presento il Piano di liquidazione e che il sito verrà messo ufficialmente in vendita al prezzo di partenza di 6,9 milioni di euro. Sul fronte degli ammortizzatori sociali, la curatela fallimentare ha fatto sapere che grazie alla Cassa per Covid i 53 lavoratori rimasti avranno l’ombrello di tutela salariale fino ad aprile con possibilità di ulteriore allungamento a fine giugno. C’è bisogno poi di un’interlocuzione con il ministero del Lavoro per capire l’interpretazione della norma in merito a cessazioni di attività aziendali. Sempre sul fronte della riconversione, il sindaco di Martinsicuro, Massimo Vagnoni, ha confermato la disponibilità del Comune a qualsiasi operazione di riconversione; mentre i sindacati hanno ribadito la necessità di una cessione che rimanga nel campo del metalmeccanico leggero anche per non perdere il patrimonio di professionalità accumulato in tutti questi anni dai lavoratori.


Per info su Il Martinohttps://ilmartino.it/ e la pagina Facebook:  https://www.https://www.facebook.com/ilMartino.it/

Abruzzo

Giulianova, da domani riapre l’ufficio postale di via Gramsi anche di pomeriggio

Pio Di Leonardo

Pubblicato

il

replica di poste italiane

GIULIANOVA – Poste Italiane comunica che a partire da domani, lunedì 12 aprile, l’ufficio postale di Giulianova (via Antonio Gramsci), nell’ultima settimana temporaneamente disponibile al pubblico in orario antimeridiano, ripristinerà la consueta operatività con orario continuato fino alle 19.05 dal lunedì al venerdì. 

Sempre da domani, inoltre, tutte le sale dedicate alla consulenza finanziaria sui prodotti di investimento e finanziamento dell’ufficio postale torneranno disponibili secondo i consueti orari, anche nel turno pomeridiano.

In questa particolare fase di emergenza Poste Italiane coglie l’occasione per rinnovare l’invito ai cittadini di rivolgersi agli uffici postali esclusivamente per operazioni essenziali e indifferibili e a utilizzare, quando possibile, gli ATM Postamat e i canali di accesso da remoto ai servizi come le app “Ufficio Postale”, “BancoPosta”, “Postepay” e il sito www.poste.it.

Continua a leggere

Abruzzo

Abruzzo: Lutto per Antonio Cremonese presidente degli ambulanti Cisal

Avatar

Pubblicato

il

PESCARA: Si era ammalato di Covid, Antonio Cremonese aveva 70 anni, ed era il presidente regionale degli ambulanti Cisal. Era molto apprezzato e stimato, dotato di grande umanità e semplicità, disponibile, generose e attento alle persone. Tanti i messaggi di cordoglio arrivati in queste ore. Rosario Dalli Cardillo, coordinatore regionale della Cisal Abruzzo dice: “Questo maledetto virus si è portato via un altro amico. Lo ricordo come una persona di una generosità incredibile, un esempio di dedizione al proprio lavoro, ha dedicato tutta la sua passione alla Cisal, fino all’ultimo giorno, e all’improvviso il Covid l’ha portato via. Ai familiari di Antonio giungano le nostre condoglianze ed il caloroso abbraccio di tutti i componenti della Cisal Abruzzo”.

Il sindaco di Pescara, Carlo Masci, lo ricorda come “un commerciante storico della nostra città, sempre con il sorriso sulle labbra, sempre pronto a risolvere qualsiasi problema, sempre disponibile per trovare soluzioni, sempre in prima linea per rappresentare nel migliore dei modi la sua categoria. Continuo a perdere amici, con lui mi consultai quando l’8 marzo dell’anno scorso, a causa del covid, dovetti d’urgenza decidere di chiudere il Mercato del Lunedì, mi disse ‘fai quello che è giusto per il bene di tutti, io convincerò gli altri’. Così era Antonio, una persona leale”.

“Purtroppo oggi Pescara perde una gran brava persona – scrive l’assessore al Commercio del Comune di Pescara, Alfredo Cremonese – Un amico di tutti, un punto di riferimento per gli ambulanti di Pescara, un uomo leale, sempre pronto a battersi per i diritti della categoria. Caro Antonio voglio ringraziarti di per la tua vicinanza, per i tuoi preziosi consigli, per il tuo sguardo dolce e rassicurante anche nei momenti di difficoltà e per il grande amore che avevi per il tuo lavoro. Mi dispiace tantissimo e non posso non pensare a tuoi occhi buoni, dolci, leali e per lo spirito costruttivo che ti guidava nell’affrontare qualsiasi questione. Antonio riposa in pace che la terra ti sia lieve cercherò di fare tesoro dei tuoi consigli. Un abbraccio a tutta la famiglia ed agli amici di Antonio”.

Continua a leggere

Abruzzo

Abruzzo: Multate 10 persone per un pranzo all’aperto

Avatar

Pubblicato

il

POLLUTRI: A Pollutri sono state multate per la sanzione di 400 euro 10 persone per un pranzo all’aperto in un giardino privato senza aver rispettato le norme anti covid. Nel corso di una perlustrazione a Pollutri i carabinieri di Casalbordino, hanno trovato nel giardino di un’abitazione privata, senza la mascherina ed assembrati consumando il pranzo con musica. Alla vista dei militari, uno dei presenti ha provato anche a nascondersi, ma sono stati tutti sanzionati con una multa di 400 euro per l’inottemperanza del divieto di spostamento tra comuni diversi, e per mancanza delle regole anti covid.
I carabinieri inoltre, hanno sanzionato un pregiudicato residente a Trani che fermato a tarda notte ad un posto di controllo lungo la statale Adriatica, non ha dato valide motivazioni della trasferta fuori regione.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy