fbpx
Connect with us

Ancona

La Commissione attività produttive delle Regioni incontra il ministro Giorgetti. Carloni (Marche): “La ripresa post pandemica parte dai territori”

Pubblicato

il

ANCONA – “Dal ministro è stata manifestata una disponibilità non comune a lavorare insieme e ad ascoltare il territorio. C’è bisogno di questa collaborazione istituzionale, perché senza il recepimento delle istanze locali, non può esserci una vera ripresa post pandemica dell’intero Paese”. È quanto ha affermato il vicepresidente Mirco Carloni, a conclusione dei lavori, in modalità video, della Commissione attività produttive della Conferenza delle Regioni, coordinata dalle Marche, che ha registrato la partecipazione del ministro Giancarlo Giorgetti. “Ringraziamo il ministro che ha accolto il nostro invito, dando vita a un confronto concreto sulle principali emergenza poste dalla pandemia”. Le Regioni avevano preparato un documento di sintesi sulle principali questioni da affrontare insieme al Governo. “L’emergenza Covid-19 ha avuto effetti devastanti anche sull’economia, con gravissime ripercussioni sul sistema produttivo – ha ricordato Carloni – Gli effetti della pandemia e del lockdown, nel 2020, sono stati dirompenti, con un calo del Pil del 8,9% e con un 2021 che non sarà in grado di recuperare il terreno perduto”. Il ministro dello Sviluppo economico ha focalizzato il suo intervento sulla “assoluta necessità di una collaborazione istituzionale e pragmatica con i territori. Sommersi dall’emergenza e dall’urgenza di fare presto, è mancata l’interlocuzione nell’originaria predisposizione del Piano nazionale di ripresa e Resilienza Next Generation Italia che va colmata”. Giorgetti ha affrontato poi i temi dei ristori e dei sostegni: “Anche qui s’è privilegiata l’immediatezza delle erogazioni, ma il criterio del fatturato non intercetta quelle attività che non hanno fatturato, proprio perché non hanno lavorato. È necessario individuare criteri più inclusivi che meglio fotografano la situazione reale”. Riprendendo le sollecitazioni venute dal dibattito, il ministro ha rimarcato “la necessaria collaborazione con le Regioni nella gestione dei tavoli di crisi aziendali: gli ammortizzatori sono misure straordinarie e tampone. Occorre fare squadra per ricercare forma innovative capaci di innescare cambiamenti produttivi radicali su cui scommettere”. Le Regioni hanno ricordato al ministro le azioni intraprese per affrontare l’emergenza e integrare le misure di sostegno nazionali, impegnando complessivamente oltre 2,5 miliardi di euro. “Ora siamo nel pieno della terza ondata della pandemia – sottolinea il vicepresidente Carloni – È pertanto fondamentale mettere in campo misure straordinarie a livello nazionale per rilanciare il nostro sistema produttivo. Ad avviso delle Regioni è necessario un cambio di passo, insediando un Tavolo politico permanete per favorire la concertazione e la definizione delle strategie nazionali, a partire da quelle di politica industriale”. Tra i temi trattati con il ministro Giorgetti, gli interventi per la liquidità, con indennizzi che coprano non solo il mancato fatturato, ma anche i costi fissi. Uniformità per le restrizioni da Covid. La crescita dimensionale delle imprese e l’attrazione degli investimenti. L’innovazione tecnologica e politiche per l’occupazione. Gli investimenti per la banda ultra larga. La produzione nazionale dei vaccini. “Senza il protagonismo dei territori – è stato ribadito – non può esserci un federalismo compiuto”.

Ancona

Green Pass obbligatorio, boom di prenotazioni al vaccino nelle Marche

Pubblicato

il

ANCONA – Nell’arco delle ultime settimane si è registrato progressivamente un aumento delle prenotazioni per aderire alla campagna vaccinale nelle Marche, dove si ricorda hanno già aderito quasi 1 milione di cittadini su un totale della popolazione vaccinabile di circa 1,35 milioni. Guardando l’andamento progressivo, si rileva che negli ultimi giorni, dal 19 luglio, si sono registrate 13.232 persone, in media 2.646 al giorno e il trend in aumento sembra essere confermato anche dalle ultime rilevazioni.

Continua a leggere

Ancona

Ancona: in auto con 17 kili di cocaina arrestata una coppia

Pubblicato

il

SENIGALLIA(AN): Il cane Klaus della Guardia di Finanza di Ancona,ha fiutato17 chili di cocaina purissima nell’auto di una coppia che sfrecciava a tutta velocità con una targa tedesca al casello di Senigallia.L’auto guidata da un 44enne con una donna 34enne.Sono stati fermati dalla Guardia di Finanza, la coppia è apparsa nervos, le fiamme gialle hanno approfondito il controllo anche con l’aiuo di Klaus che ha trovato subito lo stupefacente. I finanzieri hanno scoperto nell’auto un sistema di doppio fondo nella parte posteriore dove c’erano stipati quindici confezioni di droga, per un peso complessivo di oltre 17 chili.  I successivi accertamenti speditivi posti in essere con il narco-test hanno confermato che la sostanza individuata era cocaina di ottima qualità che sul mercato avrebbe fruttato agli spacciatori 2 milioni di euro. I due responsabili sono stati portati nel carcere di Montacuto e in quello di Pesaro e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria del capoluogo.

Continua a leggere

Ancona

Marche: sequestrati beni di 260 mila euro condannata 34enne

Pubblicato

il

FALCONARA(AN): E’ stata condannata una 34enne rom bosniaca residente a Falconara,per 15 anni e 8 mesi di reclusione,nonchè pericolosa per numerosi reati contro il patrimonio.Beni per 260mila euro sono stati confiscati dalla guardia finanza di Ancona,un appartamento di pregio a Falconara Marittima, due terreni a Falconara e Civitanova, un camper, una Porsche Panamera e somme di denaro presenti su diversi conti correnti e depositi. È il patrimonio della 34enne, sottoposto a sequestro che passa allo Stato dopo il provvedimento di confisca emesso dal tribunale di Ancona. La donna aveva un tenore di vita incompatibile con gli esigui redditi dichiarati. I beni sequestrati fanno parte di attività illecite dalla 34enne nell’arco di venti anni. Durante le varie indagini la donna,aveva fornito alle forze dell’ordine ben 67 differenti “alias” per rendere più difficile la propria identificazione.Al momento la 34enne ha una pena per una condanna complessiva di 15 anni ed 8 mesi di reclusione, mai eseguita a causa del suo ripetuto stato di maternità.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy