fbpx
Connect with us

Cronaca

Samb, Serafino: comunicato stampa

Pubblicato

il

“In qualità di Presidente della “SS Sambenedettese srl” sento la necessità di rappresentare con chiarezza il reale susseguirsi degli eventi che hanno determinato l’attuale situazione di difficoltà della società, definendo i ruoli dei protagonisti di questa spiacevole vicenda e – quel che più conta – prospettando le possibili soluzioni.

Da alcune settimane sono sorte delle divergenze con il socio di minoranza della Sudaires Srl che detiene il 100% delle quote della “SS Sambenedettese Srl”, il sig. Kim Dae Jung e ho ritenuto di assecondare le richieste che Questi mi ha fatto.

I miei legali hanno, quindi, ricevuto mandato di dichiarare la mia disponibilità a qualsiasi confronto e chiarimento.

Mi sono detto anche disposto a cedere le mie quote di controllo, pur di individuare una soluzione che potesse giovare alla società “SS Sambenedettese srl” sotto il profilo economico, patrimoniale e sportivo.

Il 20 marzo 2021 (sabato) i legali si sono incontrati e parevano aver definito un percorso condiviso per l’eventuale cessione al socio Kim Dae Jung dell’intera quota di controllo della “SS Sambenedettese srl”.

Purtroppo, oggi ogni possibile trattativa si è interrotta bruscamente in quanto il socio di minoranza della Sudaires Srl, sig. Kim Dae Jung, si è detto non più interessato ad alcun accordo a tutela della società sportiva.

Non nascondo la sorpresa e l’amarezza per questo incomprensibile epilogo, che segue settimane di pressione mediatica e personale.

Colgo, al contempo, l’effetto positivo di questo fatto: da oggi, infatti, potrò dedicarmi direttamente ed esclusivamente alla soddisfazione delle esigenze e degli impegni economici e sportivi della “SS Sambenedettese srl”.

Provvederò, quindi, a far confluire in favore del Club le risorse necessarie al pagamento degli impegni con i calciatori, dipendenti e con i fornitori entro il termine più breve possibile e – comunque – entro quelli di legge, per scongiurare effetti dannosi e negativi.

Darò evidenza di tutto quanto farò nell’esclusivo interesse sportivo ed economico della “SS Sambenedettese”.

Con immutata passione.”

Domenico Serafino


ARTICOLI CORRELATI

Samb: la voce della “Curva Nord Massimo Cioffi”


Samb: i calciatori mettono in mora il Club. Il documento


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Abruzzo

L’Aquila: furti in appartamenti

Pubblicato

il

L’AQUILA: Cresce il fenomeno dei furti in appartamenti,i controlli dei Carabinieri si svolgono di continuo in tutto il territorio in provincia dell’Aquila. Si stanno verificando una riattualizzazione dei fenomeni criminali e per far fronte a questa nuova recrudescenza in atto, il Comando Provinciale di L’Aquila ha disposto una serie di indagini, finalizzati al monitoraggio e al controllo sia di soggetti locali, già noti per la particolare inclinazione a commettere lo specifico reato, sia di eventuali soggetti estranei alla provincia aquilana con precedenti. Ieri sera,in operazione 34 Carabinieri sulla città di L’Aquila e sui comuni di Barisciano, Poggio Picenze, San Pio delle Camere, San Demetrio Ne’ Vestini, Fossa, Sant’Eusanio Forconese, Prata d’Ansidonia e Villa Sant’Angelo effettuando controlli e verifiche dei soggetti sopra indicati monitorando i luoghi da loro frequentati. In questo contesto, i carabinieri,hanno controllato H. A. M.,20enne, ristretto agli arresti domiciliari dal 20 maggio 2021, in quanto autore di un furto in abitazione di un orologio dal valore di € 3.500,00. Non trovandolo nel proprio domicilio, hanno atteso il suo ritorno per arrestarlo di nuovo per reato di evasione. Nelle medesime circostanze,gli inquirenti, al controllo in un noto bar,hanno denunciato in stato di libertà M.R.,48enne, il quale in evidente stato di alterazione psicofisica, dovuta all’assunzione di sostanze alcoliche, ha minacciato e oltraggiato i militari operanti.

Continua a leggere

Ancona

Ancona: cade dalla barca e perde molto sangue

Pubblicato

il

ANCONA: Lungo la spiagga del Passetto, sotto la piscina comunale,un 79enne del posto,mentre risaliva a bordo della sua barca, è scivolato e si è provocato una profonda ferita, iniziando a perdere molto sangue. Sul posto i soccorsi della Croce Gialla di Ancona che, con l’aiuto del gommone dei vigili del fuoco, lo hanno trasportato con un codice giallo avanzato all’ospedale regionale di Torrette. Durante il tragitto l’emorragia è stat bloccata per fortuna l’uomo non è in pericolo di vita. 

Continua a leggere

Abruzzo

Abruzzo: 5 arresti 20 denunce e 70 truffati

Pubblicato

il

carabinieri arresto tentato omicidio femminicidio arresti domiciliari

PESCARA: E’ scattato l’arresto di 5 persone, la denuncia in stato di libertà di altre 20 ed il sequestro di beni per un valore di diverse centinaia di migliaia di euro provento di illecita attività. Gli indagati sono ritenuti responsabili di reati di associazione per delinquere, estorsione, intestazione fittizia di beni, riciclaggio, truffa, appropriazione indebita, ricettazione, danneggiamento e porto e detenzione abusiva di armi. L’indagine diretta dalla Procura della Repubblica di Pescara, ha permesso l’arresto per i mandanti e gli esecutori materiali degli attentati dinamitardi avvenuti a Città Sant’Angelo tra il 2018 ed il 2020 che trae origine sui danni di un imprenditore che, a partire dall’agosto 2018, ha subito una serie di gravi minacce seguite dall’incendio di un autocarro, l’esplosione di colpi d’arma da fuoco contro la propria autovettura nonché l’esplosione di un ordigno rudimentale sotto l’abitazione gravemente danneggiata. I Carabinieri hanno acquisito le immagini grazie sistema di videosorveglianza accertando che un uomo, dopo aver parcheggiato la propria auto nei pressi dell’abitazione della vittima, collocava l’ordigno e si dava alla fuga. Identificato l’uomo,un pregiudicato di origine pugliese e l’altro albanese,il quale,attraverso attività commerciali con le quali “riciclare” gli illeciti proventi delle attività delittuose i due gestivano gli affari sporchi. Una volta acquisite, le attività commerciali venivano date in gestione a prestanome, grazie ai quali l’organizzazione ha portato a compimento 70 truffe  a carico di imprenditori del pescarese, del teramano, delle Marche, dell’Umbria, dell’Emilia Romagna e della Lombardia, per un giro di affari di circa un milione di euro. Gran parte della merce provento dell’illecita attività, consistente in beni commerciali, autovetture di grossa cilindrata e merci di vario genere, in un capannone in provincia di Teramo per la successiva redistribuzione e commercializzazione in esercizi commerciali pescaresi, molti dei quali gestiti da associati, o all’estero ed in particolare in Albania (come nel caso delle autovetture). Le indagini,in più,, hanno permesso di identificare tutti i componenti del sodalizio che in alcuni casi avevano messo organizzato anche altri giri di “affari”.
Gli elementi indiziari gravi e numerosi, raccolti nel corso delle complesse indagini effettuate, hanno inoltre accertato la disponibilità del gruppo di armi e munizioni, sequestrate dai Carabinieri nel dicembre 2018 a Cerignola.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy