fbpx
Connect with us

Fermo

Serie C: Fermana-Modena 1-0

Luigi Tommolini

Pubblicato

il

FERMO – Al secondo minuto di recupero, quando la gara è ormai incanalata sullo 0-0 iniziale, Neglia viene servito sulla destra e batte l’estremo difensore emiliano sul secondo palo: 1-0 Fermana.

E’ l’epilogo dello scontro tra “canarini”, emiliani e marchigiani.

Come la scorsa settimana nei minuti di recupero il Modena aveva beffato il Cesena ora subisce la beffa da parte dei fermani.

Quarto stop consecutivo in trasferta degli ospiti, la Fermana di Cornacchini torna alla vittoria dopo quattro turni (due pareggi e due sconfitte).

Martedì prossimo 30 marzo c’è il recupero Fermana-Perugia mentre sabato 3 aprile il Modena riceve l’Arezzo al “Braglia”.

IL TABELLINO

FERMANA (4-4-2): Ginestra; Rossoni, Bonetto, Scrosta, Mordini (57′ Sperotto); Iotti, Urbinati, Graziano, Neglia; Cais (79′ Fabris), D’Anna (57′ Boateng). A disp.: Massolo, Manzi, Manetta, Kasa, Cremona, Grossi, Palmieri, Mosti, Grbac. All.: Cornacchini

MODENA (4-3-3): Gagno 6; Mattioli 5.5 (73′ Bearzotti s.v.), Zaro 6.5, Pergreffi 5.5, Mignanelli 6; Castiglia 5.5, Gerli 6, Corradi 6.5 (65′ Prezioso s.v.); Pierini 5 (90’ Monachello s.v.), Scappini 5.5 (65′ Sodinha 6.5), Luppi 5. A disp.: Narciso, Chiossi, De Santis, Ingegneri, Varutti, Davì, Rabiu, Spagnoli. All.: Mignani

ARBITRO: sig.ra Marotta di Sapri

RETI: 92’ Neglia

NOTE: ammoniti Pergreffi, Ginestra


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Ascoli Piceno

Coldiretti Ascoli Fermo, Valdaso alba ghiacciata: frutteti a rischio

Pio Di Leonardo

Pubblicato

il

ASCOLI PICENO – I primi caldi di primavera e poi la colonnina di mercurio che scende fino anche a -4°. A rischio i raccolti dei frutteti della Valdaso, a cavallo tra le province di Fermo e di Ascoli dove gli uffici di zona di Coldiretti stanno conducendo una ricognizione per verificare eventuali danni. Prematura ogni stima ma la preoccupazione è soprattutto per le varietà precoci. Le segnalazioni riguardano soprattutto le coltivazioni di albicocche, susine e pesche nei comuni di Petritoli, Carassai, Montefiore all’Aso, Montalto delle Marche, Ortezzano, Montelparo, Montedinove, Monte Rinaldo, Monte Vidon Combatte, Monterubbiano e Campofilone. Le temperature alte delle scorse settimane avevano contribuito a un risveglio vegetativo in tutta la valle. “Il cambio repentino delle temperature – spiega il direttore di Coldiretti Ascoli Fermo, Milena Sanna – porterà probabilmente a riduzione della produzione soprattutto varietà precoci ma un dato oggettivo sarà possibile valutarlo solo nelle prossime settimane”. Gli uffici di zona di Coldiretti Ascoli Fermo stanno monitorando il territorio per avere contezza della situazione.

Continua a leggere

Fermo

Fermo: 11 multe elevate a Pasquetta, coprifuoco violato e spostamenti non consentiti

Maria Giulia Mecozzi

Pubblicato

il

FERMO – I Carabinieri del Comando Provinciale di Fermo, impegnati in questi giorni di festività in una serie di controlli per il rispetto delle normative anti-Covid, hanno elevato 11 multe. Le motivazioni sono: mancato utilizzo dei dispositivi di protezione, coprifuoco violato e spostamenti non consentiti.

Continua a leggere

Fermo

Ponte sul Chienti, lungo 175 metri, 3 campate in acciaio, collegherà Civitanova a Porto sant’Elpidio

Pio Di Leonardo

Pubblicato

il

CIVITANOVA MARCHE – Stato dei lavori del ponte ciclopedonale sul fiume Chienti, la Regione Marche ha convocato martedì 30 marzo, un’apposita conferenza dei servizi, che si è svolta in modalità telematica, per fare il punto della situazione e pianificare le prossime mosse che ciascun ente coinvolto dovrà sviluppare entro fine anno. Nell’incontro, erano collegati i referenti di Palazzo Raffaello, alcuni amministratori e tecnici dei comuni di Civitanova Marche e Porto sant’Elpidio e i responsabili di settore per la provincia di Macerata e dell’Ufficio Urbanistica della provincia di Fermo. 

A rappresentare Civitanova, era presente l’assessore ai Lavori Pubblici Ermanno Carassai, che riferisce i punti salienti del tavolo. 

“La riunione di martedì – spiega Carassai – è stata utile a determinare le tappe amministrative da seguire per la realizzazione del ponte, progettato all’interno della ciclovia Adriatica. Nel mese di agosto, la Regione attende il progetto definitivo in modo da procedere subito alla gara di appalto dell’opera, il cui valore supera i 2 milioni di euro”.

L’iter che porterà alla luce l’infrastruttura in acciaio, poggia sull’accordo di programma che dovrà essere sigltato tra le province di Fermo e Macerata, dopo che gli enti avranno acquisito le relazioni ambientali e gli elaborati delle varianti urbanistiche. Occorre dunque il rispetto dei passaggi e della tempistica delle rispettive competenze tra Giunta, Consiglio comunale, Provincia e Regione. Anche il monitoraggio ambientale è fondamentale, poiché l’area interessata dai lavori di installazione del pilone del ponte a Civitanova ricade nel bacino del Chienti, per cui viene richiesta la caratterizzazione ambientale.

“Da questo punto di vista – sottolinea Carassai – la nostra Amministrazione ha precorso i tempi perché abbiamo già incontrato in un tavolo tecnico l’Arpam, l’Asur, insieme a Provincia e Regione. Inoltre è pronta la variante urbanistica elaborata dagli uffici comunali ed ora ci sono stati indicati ulteriori documenti da presentare per avere il nulla osta. Nel prossimo incontro fissato al 14 aprile, andremo a verificare gli elaborati che il comune ha preparato e le altre competenze a carico del comune, tra cui gli espropri delle aree private.

Una volta definito l’accordo di programma, le due province lo approveranno con due decreti, poi entro 30 giorni si porterà a ratifica del Consiglio comunale. Poi, se negli uffici provinciali tutto procederà come da calendario, entro agosto si avrà il progetto esecutivo.

Il ponte sul Chienti è un’opera importantissima per le due realtà costiere e lo si attende da anni – conclude Carassai. – Un collegamento strategico da cui potranno trarre vantaggio entrambi i comuni, ottenendo un sicuro beneficio sia sul fronte turistico e che ambientale, ma che gioverà anche al miglioramento della qualità della vita dei cittadini grazie all’interscambio in modalità sostenibile sulle due ruote e pedonale, che va ad aggiungersi al trasporto tradizionale, ferroviario e  su gomma esistenti”.

La Regione si occuperà della richiesta del parere delle Ferrovie per la distanza della nuova struttura dai binari della rete ferroviaria.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy