fbpx
Connect with us

Ascoli Calcio

Ascoli: storico successo a Ferrara. Contro la SPAL c’è la terza vittoria consecutiva

Pubblicato

il

L’Ascoli infila la terza vittoria consecutiva e, a quattro giornate dal termine, comincia a vedere più nitida anche la possibilità di salvarsi evitando la lotteria degli spareggi PlayOut.

Successo storico (il primo in casa estense) e in rimonta, molto simile a quello altrettanto prestigioso contro il Lecce, avversario di alta classifica.

In svantaggio poco prima della mezzora con una rete di Valoti, i bianconeri di mister Sottil hanno pareggiato tre minuti prima del riposo con Sabiri.

La rete del sorpasso e del successo è arrivata al settimo minuto della ripresa con Bajic.

Ora l’Ascoli martedì prossimo riceverà al “Del Duca” la capolista Empoli per poi far visita alla Reggina prima di affrontare il Cittadella in casa e chiudere la “regular season” al “Bentegodi ospite del ChievoVerona.

IL TABELLINO

SPAL-ASCOLI 1-2 (1-1)

RETI: 26′ Valoti (S), 42′ Sabiri (A), 52′ Bajic (A)

SPAL (4-3-1-2): Berisha; Dickmann (83′ Asencio), Okoli, Tomovic, Ranieri; Segre (70′ Sala), Viviani, Missiroli; Valoti; Floccari, Di Francesco (70′ Moro). A disp.: Galeotti, Thiam, Esposito, Murgia, Spaltro, Strefezza, Peda, Seck. All. Rastelli

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pucino, Brosco, Avlonitis (61′ Quaranta), D’Orazio; Saric (79′ Eramo), Buchel (70′ Danzi), Caligara; Sabiri; Dionisi, Bajic (70′ Bidaoui). A disp. Sarr, Camgiano, Parigini, Mosti, Pinna, Cacciatore, Simeri, Charpentier. All. Sottil.

ARBITRO: Giacomelli di Trieste

NOTE: ammoniti Tomovic (S), Buchel (A), Quaranta (A), Dionisi (A). Rec. 2′ pt, 5′ st.


LA PAROLA AI PROTAGONISTI

Queste le dichiarazioni a caldo di Federico Dionisi dallo stadio Mazza di Ferrara:

“Era una partita importantissima per noi, alla fine c’è stato un po’ di nervosismo, è normale quando c’è la voglia di raggiungere il risultato. Siamo contenti, stasera abbiamo fatto quello che c’era da fare, siamo stati concreti, compatti, sapendo che avremmo potuto soffrire e trovare difficoltà, soprattutto nel palleggio. C’è stata grande reazione da parte nostra, abbiamo trovato il vantaggio, gestito molto bene la gara, rischiando poco, forse potevamo colpire meglio in contropiede e sfruttare qualche ripartenza in più per non arrivare con la sofferenza fino alla fine, ma quest’anno la sofferenza ce la dobbiamo portare dietro, fa parte di noi e siamo contenti di questo.

Stasera abbiamo ottenuto tre punti, ma ora si guarda oltre, questa partita è già finita, pensiamo all’Empoli, abbiamo una salvezza da conquistare, se siamo questi penso che ce la possiamo fare, dobbiamo mantenere questa mentalità, questa voglia di combattere e voler vincere anche contro squadre difficili da affrontare e su campi così.

Ci aiutiamo tutti, Sabiri ha grande qualità, lo stesso Bajic, Bidaoui e chi è fuori, stiamo dimostrando tutti di essere squadra, così possiamo raggiungere grandi risultati.

Rispetto al girone di andata sono cambiate tante cose, i primi sei mesi c’è stata una gestione diversa. Se il merito di questi risultati è mio e del Mister? Credo che sia dei ragazzi che sono qui dall’inizio, Brosco, Pucino, Eramo, che era fuori rosa, Leali, Avlonitis, gente che ha subito tante critiche nei primi sei mesi. Questo nuovo Ascoli  è partito da loro. che hanno saputo reagire. Il merito va condiviso”.


Queste le dichiarazioni a fine gara di Mister Sottil:

“Ero convinto che i ragazzi avrebbero fatto una grande prestazione, sapevamo di trovare difficoltà nell’affrontare un avversario forte, di grande qualità e spessore, con giocatori che hanno fatto la Serie A. In questi giorni ho visto i ragazzi crescere, ho visto una compattezza di gruppo straordinaria e stasera hanno giocato un grande calcio, con lucidità, ordine, qualità, meritando di portare a casa la vittoria. Questi ragazzi stanno facendo qualcosa di importante. Ci godiamo questi tre punti, ma siamo consapevoli che i successi sono sempre frutto di una grande capacità di restare umili, tutti quanti compatti, uniti, questa squadra ha dimostrato per l’ennesima volta di avere grandi qualità”.

I bianconeri hanno subito la rete avversaria dopo le due occasioni capitate sui piedi di Bajic e Sabiri. Ma il tecnico bianconero era certo della reazione dei suoi:

“Sono rimasto sereno, dovevamo essere avanti almeno di un gol, ma ci siamo trovati sotto su un nostro disimpegno sbagliato. Avevo visto che i ragazzi erano in grande serata, abbiamo ottenuto il pari, siamo stati sempre pericolosi, nel secondo tempo abbiamo segnato il gol vittoria e avremmo anche potuto chiudere la gara. Nell’arrembaggio finale della Spal ci siamo difesi con ordine. Faccio i complimenti ai ragazzi, sono stati tutti bravi, dal portiere ai difensori, dai centrocampisti agli attaccanti, questa è la squadra che volevo vedere, una squadra con grande personalità e lucidità, capace di giocare la palla”.

Sugli infortuni di Saric e Avlonitis:

“Per Saric una contusione, per Avlonitis non sembra niente di serio, ma domani farà gli accertamenti”.


Il capitano Riccardo Brosco ha commentato la terza vittoria consecutiva dei bianconeri al Paolo Mazza di Ferrara:

“Ho visto la squadra partire bene, ci siamo resi pericolosi in due occasioni da gol capitate a Bajic prima e Sabiri poi. Invece siamo andati sotto di un gol per un ‘infortunio’ che può succedere a tutti. Non ci siamo arresi, avevo visto la squadra sul pezzo, abbiamo continuato a fornire una prestazione come quella resa nelle ultime partite. Era importante dare continuità ai risultati, questa vittoria è meritata, tutta la squadra l’ha voluta fortemente e l’abbiamo conquistata con le unghie e con i denti, abbiamo ringhiato su tutti i palloni. Ora dobbiamo restare umili e affrontare la prossima partita con l’Empoli con la stessa mentalità delle ultime uscite perché la nostra è una squadra che, appena abbassa l’intensità, diventa una squadra normale.

Ringrazio Dionisi per le sue parole, noi più vecchi abbiamo cercato in tutti i modi di far integrare i ragazzi arrivati a gennaio, ma, ancor prima, quando è arrivato Mister Sottil, abbiamo cercato di compattarci, avendo toccato il fondo. Con Sottil in panchina abbiamo ottenuto 31 punti nell’arco di in un girone più una partita. E’ un peccato che la scossa non ci sia stata dall’inizio.

Stasera festeggeremo in pullman questa vittoria, ma da domattina testa all’Empoli, sarà una partita difficilissima, i toscani verranno ad Ascoli per cercare punti per vincere il campionato, ma dalla nostra abbiamo la fame di una squadra che vuole salvarsi a tutti i costi. Mi dispiace per Avlonitis, spero recuperi in fretta perché sta facendo bene, così come Quaranta quando è stato chiamato in causa”.


ARTICOLI CORRELATI

SPAL-Ascoli: numeri, curiosità, probabili schieramenti


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Ascoli Calcio

Serie B: tutte le reti dell’Ascoli 2020/21 (Video)

Pubblicato

il

In questo filmato di oltre sei minuti i trentasette gol realizzati dall’Ascoli nella stagione 2020/21


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Ascoli: il comunicato di Patron Pulcinelli

Pubblicato

il

Il Patron dell’Ascoli Calcio Massimo Pulcinelli smentisce categoricamente le illazioni diffuse in data 11 maggio 2021 dalla testata campana calcioinpillole.com attraverso l’articolo a firma Raffaello Lapadula, che riporta un possibile scambio di proprietà dei club dell’Ascoli e della Salernitana. La falsa notizia è stata richiamata dalla testata monza-news.it, che insinua velatamente irregolarità circa le partite disputate fra Ascoli e Salernitana nel corso della stagione appena conclusa.

Il Patron bianconero tutelerà l’onorabilità e il buon nome suoi e di una società ultracentenaria in tutte le sedi legali.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Serie B: Chievo-Ascoli 3-0. Da stasera bianconeri liberi

Pubblicato

il

VERONA – Ultima gara stagionale per i bianconeri dopo la salvezza raggiunta venerdì scorso al termine di una grandiosa rimonta.

I bianconeri di Andrea Sottil escono sconfitti dal “Bentegodi” di Verona contro il Chievo dell’ex Aglietti.

L’Ascoli scende in campo con mezza squadra titolare. Il mister dà spazio ai giocatori con meno minutaggio.

Gli scaligeri sbloccano il risultato a metà primo tempo con Luigi Canotto che si ripete al quarto d’ora della ripresa. La terza rete clivense è firmata da Garritano a dieci minuti dalla fine.

I GialloBlu si piazzano all’ottavo posto e nel primo turno dei PlaYoff affronteranno il Venezia.

Per l’Ascoli, che non perdeva da sei gare (venerdì di Pasqua contro il Cosenza, poi cinque vittorie e un pareggio), c’è il “rompete le righe”: da stasera non ci saranno più allenamenti, la squadra è libera.

IL TABELLINO

CHIEVOVERONA – ASCOLI  3 – 0  (1 – 0)

RETI: 19′ e 57′ Canotto (C), 79′ Garritano (C).

CHIEVOVERONA (4-4-2): Semper; Bertagnoli, Vaisanen, Rigione, Renzetti (8′ Cotali); Garritano, Viviani (68′ Palmiero), Obi (84′ Zuelli), Di Gaudio (68′ Mogos); Fabbro, Canotto (84′ Margiotta).

A disp.: Seculin, Leverbe, Giaccherini, Pavlev, Djordjevic, Vignato, Gigliotti.

All.: Aglietti

ASCOLI (4-3-1-2): Sarr; Corbo, Brosco (59′ Pucino), Quaranta, D’Orazio; Eramo, Danzi, Caligara (59′ Bidaoui); Mosti (70′ Kragl); Simeri (59′ Dionisi), Bajic (70′ Charpentier).

A disp.: Leali, Venditti, Cangiano, Parigini, Sabiri, Cacciatore, Buchel.

All. Sottil

ARBITRO: Di Martino di Teramo

NOTE: ammoniti Danzi (A), Eramo (A), Viviani (C), Cotali (C).

Rec. 2′ pt, 3′ st.


VOCE AI PROTAGONISTI

Al termine della partita col Chievo, Mister Sottil ha commentato così la prestazione della squadra bianconera:

“Avevo chiesto ai ragazzi di finire la stagione cercando di vincere la partita, pur sapendo che inconsciamente le motivazioni non potevano essere uguali al Chievo, questo è umano. Come avevo detto, ho dato spazio a chi era stato impiegato meno nel corso del campionato, lasciando a riposo qualche infortunato come Saric, Buchel, Avlonitis e lo stesso Pucino. Gol a parte, nel primo tempo non abbiamo fatto male, ma nella ripresa mi aspettavo qualcosa in più da parte dei ragazzi. Aver chiuso con un passivo di 3-0 è stato un peccato per quello che abbiamo fatto in questa stagione. Questa gara non deve cancellare quello che di grandioso è stato fatto. Adesso andiamo tutti in vacanza, ce lo meritiamo, come ho già detto mi piacerebbe molto continuare questo progetto perché ho le idee molto chiare, ci confronteremo col Patron anche per capire le sue idee”.


Questo il commento di Gabriele Corbo al termine del match del Bentegodi:

“Peccato perché avremmo voluto dedicare una vittoria al tifoso Domenico “Iena”, scomparso questa mattina. Quanto alla gara, credo che abbiamo disputato un buon primo tempo, abbiamo subìto un gol sciocco, che potevamo evitare, abbiamo reagito, nel secondo tempo siamo rientrati in campo con l’intenzione di riprendere la gara, ma il raddoppio del Chievo ha chiuso un po’ il match. Eravamo venuti a Verona con l’intento di terminare in bellezza un campionato straordinario da parte di tutti, ma non è andata così. Abbiamo incassato due gol a causa di tante palle perse, che avremmo potuto gestire meglio. Oggi sono stato impiegato dall’inizio, ho cercato di fare il mio, ma, quando subisci tre gol, è chiaro che qualcosa dietro non è andato. A livello personale questa stagione è stata di alti e bassi; i primi mesi ho avuto più minutaggio rispetto alla seconda parte di stagione, ma ho dato sempre il massimo negli allenamenti e in campo. Quest’anno credo di essere cresciuto molto mentalmente, sono riuscito a gestire i momenti in cui non giocavo. Ho trovato gruppo eccezionale, Dionisi è il mio secondo papà, così come Brosco, Kragl, Eramo e Pucino. La salvezza è stato un risultato straordinario, tante volte mi ha chiamato Orsolini per dirmi “Mi raccomando, salvate il mio Ascoli!”.


Mirko Eramo al termine della partita ha dichiarato:

“La gara l’abbiamo giocata fin da subito a viso aperto, il primo gol del Chievo ci ha tagliato un po’ le gambe, abbiamo cercato di recuperare, poi il raddoppio ha chiuso la partita. Probabilmente ha influito il fatto che l’avversario avesse qualche motivazione in più”.

Il centrocampista fa un bilancio della sua stagione in bianconero:

“Lasciamo stare i primi sei mesi perché ero ai margini, il mio campionato è iniziato con Mister Sottil e col DS Polito che mi hanno dato l’opportunità di dare una mano sia in capo che fuori. Credo di essere riuscito a dare mio contributo insieme ad altri, siamo riusciti a creare un gruppo straordinario. Mi è dispiaciuto tanto per i miei primi sei mesi, non mi davo una spiegazione, ma, come ho detto, ho lasciato da parte quel periodo e ho messo tutto me stesso in campo quando sono stato chiamato in causa. Voglio ringraziare pubblicamente Mister e DS perché non era facile rimettere in gruppo un giocatore che con due allenatori era stato fuori. Adesso mi godo un po’ la famiglia, mia moglie Daniela è in attesa del terzo bimbo, facciamo un po’ di mare, stacchiamo la spina perché sono stati mesi duri mentalmente e mi ricarico per il prossimo campionato in bianconero”.


ARTICOLI CORRELATI

L’Ascoli resta in B: voce ai protagonisti. Festa a fine gara


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy