fbpx
Connect with us

Abruzzo

Ferrovia Roma -Pe; Marsilio: fatti passi in avanti mai visti, ora “presidiare” in Parlamento

Pubblicato

il

L’AQUILA – “Il dibattito che si sta sviluppando sulla ferrovia Roma-Pescara (e in generale sui collegamenti infrastrutturali della nostra Regione) non può che farmi piacere”, dichiara il presidente Marco Marsilio. “Era un preciso obiettivo del mio mandato di governo quello di riportare al centro della discussione tale argomento, che purtroppo da decenni era stato colpevolmente marginalizzato, con le conseguenze che conosciamo. Quando ho assunto la carica di presidente, ho trovato i porti letteralmente insabbiati (da quello di Pescara non uscivano nemmeno i pescherecci, il cartello ‘Spalato’ sull’asse attrezzato a indicare l’imbarco del traghetto sembra una beffa a ricordo di tempi migliori…), l’autostrada dei Parchi a rischio chiusura e moltiplicazione dei pedaggi a causa di un Pef mai approvato, la A14 con i viadotti sequestrati dalla Procura, le ferrovie un sogno ormai abbandonato, la regione tagliata fuori da tutti i corridoi europei (la cosiddetta rete Ten-t, che letteralmente gira intorno all’Abruzzo evitando scientificamente di passarvi sopra). E potrei continuare…

Ho posto a tutti gli interlocutori, quelli istituzionali e quelli sociali, questo tema, trovando anche risposte importanti e significative, che stanno producendo effetti importanti. Ora è decisivo continuare a fare squadra e non mollare la presa, proprio perché siamo alla vigilia di decisioni importanti sui fondi e sui progetti da finanziare prioritariamente.

In particolare sulla ferrovia Roma-Pescara, ho chiesto e ottenuto da Mit (oggi Mims), RFI e Regione Lazio l’apertura di un Tavolo per condividere il progetto di velocizzazione. Tavolo che si è riunito a marzo 2020 concludendo i lavori (caso più unico che raro) nei tempi stabiliti, con un progetto presentato a settembre scorso al Ministero. Progetto che il premier Conte ha inserito tra le priorità del PNRR e il parlamento tra le opere degne della nomina di un Commissario che ne garantisca la rapida esecuzione.

Ora si tratta di vedere se alle premesse positive seguiranno i fatti. E i fatti, ad oggi, dicono che nel PNRR entrerà la parte del progetto per il quale lo Stato può garantire il completamento e la spendita dei fondi entro il 2026. Sono alcuni lotti, disseminati in varie parti del tracciato, che ‘cubano’ 620 milioni. Come è noto, l’opera complessiva è stimata in oltre 6 miliardi e mezzo. Il Recovery, quindi copre circa il 10% dell’intervento. Il resto deve essere stanziato con altri fondi, a cominciare da quelli ordinari del Bilancio dello Stato, per finanziare il Contratto di Programma con RFI. Il Ministro Giovannini, che ho sentito pochi giorni fa, mi ha già assicurato il suo impegno perché ciò avvenga con la necessaria evidenza – aggiungo io – perché non vi siano dubbi o brutte sorprese lungo questo cammino. Non ho motivo di ritenere che il Ministro non mantenga l’impegno, già così solennemente assunto in più occasioni dal precedente Governo e finora mai smentito. E’ naturale che su questo impegno la vigilanza e l’impegno di tutte le Istituzioni interessate sarà utile per portare a casa un obiettivo che solo pochi anni fa sembrava una serena utopia. 

Nel frattempo, sarebbe utile che la procedura per la nomina del Commissario (indicato in Vincenzo Macello) venga completata senza più alcun indugio: si tratta di uno degli oltre 50 Commissari previsti in un decreto-legge di ormai circa 10 mesi fa. Lo schema di DPCM è stato trasmesso al Parlamento a fine gennaio e mi risulta che da poche settimane le Commissioni abbiano espresso il parere favorevole di competenza. Ora resta solo il Decreto di nomina. Lo attendiamo con ansia per partire immediatamente, completare le progettazioni e aprire i cantieri. 

Sono certo che tutti i parlamentari abruzzesi daranno il loro contributo per assicurare, nel Governo e in Parlamento, che questa opera fondamentale per gli interessi del territorio venga debitamente ‘presidiata’, allocando le risorse necessarie a programmare la realizzazione dell’intero intervento. Solo dimostrando il reale e fattivo interesse del Governo nazionale a sostenere questa opera, peraltro, si potrà rafforzare e rendere credibile nell’Unione Europea la richiesta dell’Abruzzo (che il Governo ha recepito e fatta propria) di inserimento del Corridoio mediterraneo tirrenico-adriatico nella Rete Ten-t, che è attualmente in corso di revisione”.

Abruzzo

Corropoli: Comune finanziato per 700000 euro per progetti sportivi

Pubblicato

il

È stata pubblicata qualche giorno fa la graduatoria del bando Sport e Periferie 2020 del dipartimento dello Sport del Consiglio dei Ministri. 

Il comune di Corropoli è stato finanziato per un importo pari a €700.000,00 per la ristrutturazione ed il completamento della palestra presso il parco della Badia e per il rifacimento ed ammodernamento del campo di calciotto adiacente.

“Grande soddisfazione – dichiara il Sindaco Dantino Vallese – si conferma l’impegno portato avanti dalla nostra Amministrazione nei confronti di questo importante tessuto sociale cittadino che riteniamo un patrimonio prezioso da salvaguardare . Il Comune di Corropoli riconosce lo sport come servizio sociale e intende promuovere e sostenere ogni iniziativa atta a rendere più accessibile a tutti i cittadini la pratica delle attività motorie e sportive quale mezzo di educazione e formazione personale e sociale di tutela e miglioramento della salute, di sano impiego del tempo libero. Sicuramente il nostro impegno non finisce qui – conclude il Sindaco – continueremo a portare avanti progetti per migliorare l’impiantistica sportiva che è di grande importanza per il nostro territorio.”

“Grazie all’attenzione amministrativa, come in passato si sono reperiti, sempre attraverso il bando “Sport e Periferie”, i fondi necessari alla realizzazione della copertura della tribuna del campo sportivo e al rifacimento del centro polivalente limitrofo al plesso scolastico, ora sono molto soddisfatto e orgoglioso – dichiara il consigliere delegato allo Sport Andrea Ferrante – per l’ottenimento di questo ennesimo importante finanziamento, per un importo di €700.000,00 con il quale verrà completata la palestra e ammodernato il campo da calciotto nel magnifico complesso dell’Abbazia di Mejulano. Checché se ne dica e benché qualcuno voglia mettere in cattiva luce l’operato di questa amministrazione, ritengo si stia lavorando in maniera eccellente per il bene della cittadinanza e questi sono solo alcuni degli esempi.

Continuiamo a partecipare ad ogni bando disponibile e ad intercettare il maggior numero possibile di finanziamenti al fine di rendere sempre più bella, fruibile ed al passo con i tempi la nostra Corropoli.”

Continua a leggere

Abruzzo

Controguerra sbarca sulla Rai: domani in onda il documentario “Di là dal fiume e tra gli alberi”

Pubblicato

il

CONTROGUERRA – Domenica 26 settembre 2021, alle ore 22:15, andrà in onda su RAI 5 (canale 23 del digitale terrestre) una puntata del programma documentaristico “Di là dal fiume e tra gli alberi” che farà tappa a Controguerra.

Il tema della puntata è “Il vecchio confine” e Controguerra per secoli è stata un avamposto di frontiera del Regno di Napoli (poi Due Sicilie), il cui confine col limitrofo Stato Pontificio era tracciato da un elemento naturale ben noto già a Dante e ad Ariosto: il fiume Tronto.

Il documentario è diretto dall’esperto documentarista Luigi Maria Perotti e il viaggio che ci propone muove da Civitella del Tronto per giungere alla Sentina, passando per Ascoli, Offida, Ancarano, Spinetoli, Controguerra, Centobuchi, Monteprandone e Martinsicuro.

I paesi, oggi ubicati in Regioni diverse, centocinquanta anni fa appartenevano a due Stati differenti, con una propria cultura e specifiche identità che avevano punti di contatto ma anche di divergenza. Percorrendo questo suggestivo itinerario Luigi Maria Perotti cercherà di raccontare cosa lascia un confine, un secolo e mezzo dopo esser scomparso.

A tal fine, oltre a disvelare il volto più suggestivo dei borghi visitati e le meraviglie naturali del territorio, l’Autore del documentario ha raccolto voci, aneddoti e testimonianze. Nella sua tappa a Controguerra ha incontrato lo storico locale Matteo Di Natale, che lo ha accompagnato alla scoperta dell’antico centro vibratiano.

La        puntata         verrà  replicata       su        RAI     3          in        data   che     sarà    comunicata successivamente.

Continua a leggere

Abruzzo

Sant’Egidio, lunedì riapre la Piscina comunale

Pubblicato

il

SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – “Parliamo della Piscina comunale inserita nel Polo Sportivo in Via Gabriele D’Annunzio. All’inaugurazione della riapertura, che si svolgerà il 27 settembre, alle ore 17.30, per festeggiare la felice conclusione dei lavori di manutenzione straordinaria, prenderanno parte il Sindaco Elicio Romandini e il Consigliere con Delega allo Sport Giovanni Anastasi, che portano a casa la riapertura dell’Impianto dopo anche tutte le limitazioni e le difficoltà legate al Covid-19, un risultato straordinario, afferma il Sindaco, restituendo al Paese una struttura completamente rinnovata e competitiva, dove potranno essere praticate discipline natatorie di grande rilievo, al passo con i tempi ed adeguata al quadro normativo recente ed alle disposizioni attualmente vigenti.

È stato il punto di approdo di un iter complesso, iniziato il 14 maggio 2020, che ha permesso al gestore della Piscina in tempo per l’inizio della stagione come negli anni precedenti, nonostante le limitazioni del Covid-19, il costo complessivo dell’intervento, è stato di circa 220.000 Euro, di cui 120.000 Euro con fondo propri e per la parte restante con finanziamento del Ministero dello Sviluppo Economico.

In concomitanza con i lavori di riqualificazione dell’impianto Piscina Comunale, sono stati realizzati lavori di urbanizzazione dell’intera area circostante tutti gli impianti sportivi (Piscina – Campo in erba sintetica, Campo principale in erba naturale, Circolo Tennis – Bocciofila, ecc. ecc.), opere da anni promesse ma mai realizzate.

Questo eccellente risultato, continua il Sindaco di Sant’Egidio alla Vibrata, è stato conseguito grazie all’impegno dell’attuale Amministrazione comunale e soprattutto grazie all’impegno dell’intero Ufficio Tecnico, in condizioni precarie, per i lavori svolti durante il lungo periodo di Pandemia che inevitabilmente ha impedito di procedere anche più velocemente.

Per ultimo voglio ringraziare l’Impresa appaltatrice dei lavori di riqualificazione dell’Impianto Piscina e le due imprese appaltatrici delle opere di urbanizzazione dell’intera zona, senza tralasciare infine l’Azienda che gestisce tecnicamente l’impianto “La Pinguino Nuoto” di Avezzano e le società di nuoto di Sant’Egidio alla Vibrata”.

Il Sindaco di Sant’Egidio alla Vibrata, Elicio Romandini.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy