fbpx
Connect with us

Macerata

Matelica-Samb: 19 rossoblù convocati. Colavitto ne chiama 23

Published

on

Samb regolarmente in campo alle 12:30 di oggi contro il Matelica all’Helvia Recina di Macerata.

I giocatori rossoblù hanno deciso di giocare nonostante le promesse non mantenute di Serafino, scomparso letteralmente dalla circolazione dopo aver portato la squadra e la società tutta alla totale deriva.

Mister Paolo Montero ne ha chiamati 19 che dovranno fronteggiare il Matelica in grandissima forma che, prima della sconfitta nell’ultimo turno a Gubbio, 0-3, aveva collezionato sedici punti su diciotto in sei gare (soltanto due punti persi nella gara del Manuzzi, 2-2, il 17 marzo).

La Samb sul campo non perde da cinque partite (due vittorie e tre pareggi) ed è attesa, dopo Macerata, a due incontri casalinghi contro Triestina (mercoledì 7) e Cesena (domenica 11).



QUI MATELICA

Per la 34esima giornata del girone B della Serie C, il Matelica domani alle ore 12:30 riceverà all’Helvia Recina la visita della Sambenedettese di mister Montero.

Al Riviera delle Palme lo scorso dicembre erano stati i biancorossi ad imporsi in rimonta: al gol iniziale di Angiulli avevano risposto Balestero, Pizzutelli e Moretti. Nel finale Maxi Lopez aveva accorciato le distanze.

Quarantasette i punti in classifica accumulati fino ad ora dai rossoblù, frutto di dodici vittorie, undici pareggi e nove battute d’arresto. Nobile e compagni devono ancora recuperare la gara con la Triestina rinviata la settimana scorsa a causa di un focolaio Covid in casa alabardata.

Negli ultimi due turni giocati la Samb ha raccolto due pareggi: fuori casa con il Legnago (in rete Botta su rigore), a porte inviolate al Riviera il 24 Marzo con il Ravenna.

“La Sambenedettese – ha dichiarato mister Colavitto al termine della rifinitura- è una squadra di enorme qualità tecnica. Sta attraversando un periodo non semplice per le note vicende societarie, che però non stanno avendo ripercussione dal punto di vista del fattore campo. Da quello che possiamo osservare la squadra in campo sta lottando e si sta comportando sempre in maniera molto professionale. D’altronde, la storia del calcio ci insegna che, con vicende simili, alcune squadre hanno vinto campionati ed alcuni allenatori hanno corroborato le loro carriere lavorando su fattori motivazionali”.

“È normale – che ha concluso il tecnico campano – tutti noi, addetti ai lavori e non, ci auguriamo che la situazione si risolva presto nel migliore dei modi per il bene di tutto il sistema e del mondo sambenedettese, piazza importantissima. Per i motivi esposti, ci aspetta come al solito una partita molto ostica. D’altra parte, se in condizioni normali non possiamo sottovalutare nessuna squadra, figuriamoci la Sambenedettese di adesso. Noi veniamo da una partita persa a Gubbio ed approcciata molto bene che, fino al gol subito, avevamo creato i presupposti per vincere. Non ci siamo riusciti. Poi, come spesso accade, alla minima disattenzione siamo stati puniti e non sempre si ha la forza di agguantare e a volte ribaltare il risultato, come abbiamo fatto spesso quest’anno. Ho chiesto ai ragazzi di continuare ad avere un atteggiamento propositivo e sereno in campo, di rimanere umili e concentrati fino a quando l’arbitro fischierà la fine”.

Di seguito l’elenco dei giocatori convocati. Prima stagionale per Seminara.

PORTIERI: Cardinali, Martorel, Vitali.

DIFENSORI: De Santis, Di Renzo, Fracassini, Magri, Maurizii, Seminara, Tofanari, Zigrossi.

CENTROCAMPISTI: Balestrero, Barbarossa, Bordo, Calcagni, Mbaye, Pizzutelli, Santamarianova.

ATTACCANTI: Franchi, Leonetti, Moretti, Peroni, Volpicelli.


ARTICOLI CORRELATI

Samb: “… nonostante ciò abbiamo deciso tutti insieme di scendere in campo sabato prossimo…”


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Ancona

Ancona, sgominata banda dello spaccio: riforniva tutta la costa marchigiana

Published

on

sgominata banda dello spaccio attiva sulla costa delle Marche

ANCONA – In seguito ad una lunga e dettagliata attività di indagine che ha permesso di identificarne i componenti e ricostruirne i movimenti, è stata sgominata una banda che si occupava dello spaccio sulla costa marchigiana, da Pesaro a San Benedetto del Tronto. Nove le persone che facevano parte del sodalizio criminale, cinque albanesi e quattro italiani, residenti tra Ancona, Pesaro, Urbino, Firenze e Pescara. La centrale nevralgica dell’intera operazione una serra di marijuana che è stata smantellata, ma la banda trattava anche cocaina.

Diverse le cessioni ingenti di stupefacente documentate dai carabinieri, avvenute in tutto il territorio marchigiano ma non solo: San Benedetto, Pesaro, Ancona, Senigallia, ma anche Pescara e Torino. Spaccio di etti o chilogrammi, sempre ascrivibili agli stessi membri della banda che si occupava di rifornire il mercato della costa marchigiana, ma non soltanto. L’attività doveva essere fiorente a giudicare dai sequestri: conti correnti, scooter, un furgone, ma anche 5 appartamenti, 4 rolex e 124 mila euro in contanti.

Tra i sequestri di stupefacenti ed altro materiale probatori invece, 1255 piante, più di 50 chili di marijuana, 3 di cocaina, 3,5 di hashish, ma anche una pistola clandestina e i proiettili.

Continue Reading

Macerata

Fiastra, scompare durante un giro in bici sui Sibillini: trovato morto

Published

on

FIASTRA – E’ stato trovato morto in serata in fondo ad un canalone a San Lorenzo al lago, nel territorio di Fiastra (Macerata) Michele Sensini, 47 anni, guida escursionistica, di cui si erano perse le tracce da oltre 24 ore. Il 47enne era andato a fare un giro in bici ieri pomeriggio intorno alle 16:30.

Come riporta l’Ansa, mon vedendolo rientrare e non riuscendo a mettersi in contatto con lui, la sua compagna ha lanciato l’allarme: le ricerche erano cominciate nel pomeriggio di oggi, condotte da vigili del fuoco, Soccorso alpino e carabinieri. La zona era stata sorvolata anche da un elicottero dell’Aeronautica militare. Le ricerche si erano concentrate in particolare nella zona di Fiastra, dove era stato visto l’ultima volta.

Sensini, in passato addetto stampa del Parco dei Monti Sibillini e attualmente del Comune di Fiastra, era una guida esperta e aveva organizzato varie escursioni nella zona, che conosceva perfettamente. L’uscita in bici era stata fatta per un sopralluogo in vista di un’altra escursione che stava preparando. Come riporta l’Ansa, sul posto per partecipare alle ricerche anche il fratello Mario, capo ufficio stampa del commissario alla ricostruzione post sisma Giovanni Legnini.

Continue Reading

Macerata

Condannato per spaccio, si consegna dopo tre mesi di latitanza

Published

on

MACERATA – In seguito ad un controllo eseguito durante un pattugliamento dai finanzieri della Tenenza di Porto Recanati, nel giugno del 2020 un soggetto già noto alle forze dell’ordine, è stato trovato in possesso di cocaina. Successivamente condannato per spaccio, da marzo era destinatario di un’ordine di carcerazione, ma si è consegnato solo nei giorni scorsi. Dopo tre mesi di latitanza infatti, si è presentato spontaneamente presso gli uffici della Squadra Mobile della Questura di Fermo, dove è stato tratto in arresto e condotto alla casa di reclusione.

Venne fermato mentre si trovava alla guida della sua auto e nel corso del controllo, spuntarono fuori 6 dosi di cocaina e qualche centinaio di euro in contanti. Questo ha portato le fiamme gialle ad approfondire i controlli e così, dopo aver ritrovato altro stupefacente nella sua abitazione, grazie al fiuto del cane antidroga Edir hanno scoperto cento grammi di cocaina purissima e quasi due mila euro in contanti celati in un nascondiglio, ricavato dietro il cruscotto.

Il Tribunale di Macerata ha emesso due sentenze. La prima nel dicembre del 2020, con una condanna a 3 anni di reclusione e al pagamento di una multa da 14 mila euro. La seconda, nell’ottobre del 2021, ha ridotto la pena a 11 mesi di reclusione e una multa da 3.500 euro. Lo scorso marzo, l’ordine di carcerazione, dopo che le sentenze sono divenute irrevocabili. Nei giorni scorsi infine, dopo tre mesi di latitanza, l’uomo condannato per spaccio si è consegnato spontaneamente per l’espiazione della pena.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.