fbpx
Connect with us

Abruzzo

”Pandemonium”, a Castelli la mostra dell’artista Beatrice Celli

Pubblicato

il

Una nostra conoscenza torna ad illuminare di simboli e significati uno tra gli scenari più suggestivi dell’intero Abruzzo, Castelli, borgo inimitabile e culla senza tempo della ceramica. Di Beatrice Celli avevamo parlato qualche anno fa nel contesto di ”Finestre magiche”, un progetto di recupero urbano finanziato dal Comune di Castelli. Ora più che mai, con il mondo della cultura nel totale sbando collettivo e il bisogno sempre più insistente di tornare a guardare finalmente al di là delle nostre convinzioni, ”Pandemonium” arriva nell’anno della pandemia globale come un segno di speranza: provare a reagire alla situazione attuale organizzando una mostra nelle vetrine pubbliche, nel pieno rispetto delle regole sanitarie, è un atto di grazia e coraggio.

‘Calato nel contesto storico in cui l’autrice realizza l’installazione, tuttavia, il termine Pandaemonium crea un sottile gioco di assonanza con un vocabolo di spiccata attualità: la parola Pandemia che nulla condivide con Pandaemonium etimologicamente ma che tanto gli somiglia nel suono. Il legame tra Pandaemonium e pandemia è voluto e ricercato e amplia il significato stesso della mostra aprendola a contenuti ulteriori e suscitando sentimenti uguali e contrari: la pandemia come il pandemonio crea scompiglio, genera paure, sovverte l’ordine delle cose, disorienta e sconvolge; allo stesso tempo, tuttavia, la pandemia ostacola quella umana confusione e a chi l’abbia vissuta evoca più immagini di solitudine e città deserte che il caos della capitale infernale. Nell’istallazione, il Pandaemonium prende vita mediante l’accostamento di oggetti ed immagini profondamente eterogenei che trovano il loro unico legame nell’essere rappresentativi di superstizioni, inquietudini e paure, che diventano il racconto di una cultura popolare con una precisa collocazione nel tempo e nello spazio ma che assurgono a concretizzazioni di quelli che sono i timori dell’uomo di ogni epoca ed ogni cultura.” Le parole di Alessia Di Stefano ci catapultano nell’atmosfera mentale della mostra con precisione e puntualità.

Beatrice Celli si ispira alla cultura popolare e mistica della sua regione, l’Abruzzo nel Sud Italia. Nelle sue sculture e oggetti riscrive elementi della cultura vernacolare e popolare ignorati dalla cultura e dal linguaggio dominante. Nella sua arte pratica un sincretismo che le permette di articolare elementi rituali, folklore, tecniche tradizionali, oggetti votivi e simbolici, dispositivi contemporanei, finzione e allegoria. Una poetica in cui l’antropologia e la cultura vengono sollecitate al servizio di una cosmogonia personale. Ciò le consente di attivare una dinamica nella quale riattiva una storia sia individuale che collettiva, con la sua violenza e la sua forza simbolica. Possibile consultare il suo sito per approfondire la sua persona e poetica.

Abruzzo

Coronavirus Abruzzo, dati aggiornati al 26 ottobre: oggi 70 nuovi positivi e 59 guariti

Pubblicato

il

PESCARA – Sono 70 (di età compresa tra 1 e 97 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza a 82442.

Il bilancio dei pazienti deceduti non registra nuovi casi e resta fermo a 2559.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 78355 dimessi/guariti (+59 rispetto a ieri).  

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 1528* (+11 rispetto a ieri). 

*(nel totale sono ricompresi anche 494 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall’inizio dell’emergenza, sui quali sono in corso verifiche)

53 pazienti (-6 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 9 (+2 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 1466 (+15 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. 

Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 3618 tamponi molecolari (1473252 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 13074 test antigenici (1004681). 

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 0.41 per cento. 

Del totale dei casi positivi, 21122 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+20 rispetto a ieri), 20989 in provincia di Chieti (+7), 19762 in provincia di Pescara (+7), 19770 in provincia di Teramo (+32), 679 fuori regione (+2) e 120 (+2) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. 

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità. 

Continua a leggere

Abruzzo

Coronavirus: terza dose vaccinazione, da domani attiva in Abruzzo la piattaforma per gli over 60

Pubblicato

il

PESCARA – Sarà attiva da domani alle ore 12 la piattaforma Poste per la prenotazione della terza dose della vaccinazione anti Covid 19 per i nati fino al 1961.

Lo comunica l’Assessorato alla Sanità.

Per prenotarsi basterà collegarsi all’indirizzo https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/ inserendo il proprio codice fiscale e il numero di tessera sanitaria.

Possono prenotare la somministrazione solo ed esclusivamente coloro che hanno ricevuto la seconda dose da almeno 6 mesi (o l’unica somministrazione del vaccino monodose). Il sistema telematico esclude automaticamente le richieste che non rispettano questo termine temporale. Le stesse, in ogni caso, potranno essere ripresentate alla effettiva scadenza dei 6 mesi.   

Sarà possibile procedere alla prenotazione anche contattando il numero verde 800.00.99.66 (attivo tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 20), oppure utilizzando uno dei 270 sportelli Postamat attivi sul territorio regionale (pur senza essere clienti Poste, ma accedendo con la tessera sanitaria). Anche i 630 portalettere in servizio in Abruzzo, attraverso i palmari a loro disposizione, potranno prenotare la vaccinazione.

Per la somministrazione della terza dose verranno utilizzati vaccini a Rna messaggero.

Continua a leggere

Abruzzo

Giulianova, al via la terza dose di vaccino per i cittadini con più di ottant’anni

Pubblicato

il

GIULIANOVA – Anche a Giulianova, i residenti ultraottantenni potranno ricevere, a partire da domani, la terza dose del vaccino anti Covid 19. Già da ieri gli uffici comunali, insieme a Protezione civile e Croce Rossa, stanno contattando le persone che, per età e perché già vaccinate, sono automaticamente coinvolte nella campagna. Occorre dunque attendere la chiamata per poi recarsi, nel giorno e nell’orario stabiliti, all’Ospedale “Maria SS. dello Splendore”. Come avevano anticipato i vertici della Asl di Teramo, nel padiglione est è stato riservato uno spazio proprio per le vaccinazioni anti Covid 19.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy