fbpx
Connect with us

Ancona

“Marche: dalla vigna alla tavola”, bando della Regione per promuovere il vino di qualità e la ristorazione post Covid

Pubblicato

il

Bicchiere di Vino Rosso (Il Martino - ilmartino.it -) M'Art - Arte e Cultura -

ANCONA – Un sostegno ai produttori di vini di qualità e al settore della ristorazione in vista delle riaperture post Covid. Sono le finalità del bando regionale “Marche: dalla vigna alla tavola” che destina 600 mila euro per progetti promozionali e di degustazione dei prodotti alimentari di qualità, a partire dai vini a denominazione certificata (Docg, Doc, Igt). “L’idea è quella di investire sul binomio turismo e convivialità che contraddistingue i servizi di ospitalità dei nostri operatori – evidenzia il vice presidente Mirco Carloni, assessore all’Agricoltura – Vogliamo dare risposte urgenti alle attività ristorative e ai produttori enologici, fortemente colpiti dalle ripetute restrizioni imposte dalla pandemia. Tutto ciò nell’auspicio che, a breve, con l’approssimarsi dell’estate e anche a seguito del progresso della campagna vaccinale, si avrà, come da tutti auspicato, un graduale allentamento dei divieti, con la ripresa delle attività ristorative e connesse al turismo. Le Marche vogliono farsi trovare pronte a questo appuntamento, con iniziative adeguate a una immediata ripartenza”. Il bando scadrà il 30 maggio. Finanzierà progetti che aggregano operatori turistici, albergatori e produttori. Le imprese dovranno sottoscrivere un Accodo di partenariato, con un soggetto capofila e la partecipazione di almeno dieci operatori Ho.Re.Ca. (hotel con ristorante, ristoranti, pizzerie, pub, mense/catering, aperitiverie). I progetti per i quali si richiede il contributo regionale dovranno prevedere la realizzazione di eventi per la promozione dei prodotti alimentari di qualità, un piano di comunicazione, l’attuazione di almeno un evento per ogni operatore partecipante. A ogni evento dovranno partecipare almeno venti ospiti (alcuni provenire da fuori regione), coinvolgere almeno tre cantine, garantire la presenza di un sommelier e di tour operator per assicurare l’accoglienza. Le iniziative andranno veicolate sui mass media, digital media e social network.

Ancona

Coronavirus Marche, gli ultimi aggiornamenti sui contagi

Pubblicato

il

ANCONA – Nelle ultime 24 ore sono stati testati 2427 tamponi: 1110 nel percorso nuove diagnosi (di cui 355 screening con percorso Antigenico) e 1317 nel percorso guariti (un rapporto positivi testati del 2,5%). I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 28 (9 nella provincia di Macerata, 9 nella provincia di Ancona, 4 nella provincia di Pesaro-Urbino, 0 nella provincia di Fermo, 3 nella provincia di Ascoli Piceno e 3 fuori regione). Questi casi comprendono soggetti sintomatici (8 casi rilevati), contatti in setting domestico (11 casi rilevati),  contatti stretti di casi positivi (3 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (2 casi rilevati), contatti in ambiente di vita/socialità (0 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (0 casi rilevati), Contatti con coinvolgimento studenti di ogni grado di formazione (0 casi rilevati), screening percorso sanitario (0 casi rilevati), contatti con provenienza extra-regione (1 casi rilevato) e di 3 casi sono in fase di approfondimento epidemiologico. Nel percorso Screening un totale di n.355 test antigenici effettuati e n.6 soggetti rilevati positivi (da sottoporre al tampone molecolare) un rapporto positivi/testati 2%.

Continua a leggere

Ancona

Marche: finisce fuori strada con l’auto e viene soccorso con l’eliambulanza

Pubblicato

il

SANTA MARIA NUOVA(AN):Ieri,intorno le 20:00, un’ uomo, con una Fiat Punto, è finito fuori strada nella zona di Pradellona, a Santa Maria Nuova. Il conducente ha perso il controllo della sua vettura finendo in un fosso e restando incastrato nell’auto. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno aiutato l’uomo ad uscire dall’auto e il personale del 118 con il soccorso dell’elimabulanza per trasportare l’uomo rimasto ferito all’ospedale Torrette di Ancona.

Continua a leggere

Ancona

Il Tribunale di Ancona accoglie la richiesta di un paziente che chiede suicidio assistito: “Asl valuti se ci sono condizioni”

Pubblicato

il

ANCONA – Le condizioni cliniche di un paziente potrebbero essere idonee per accedere al suicidio assistito, previa valutazione da parte dell’Asl competente. È quanto recentemente stabilito dal Tribunale Civile di Ancona. Procedendo dunque all’attuazione della sentenza Cappato della Corte Costituzionale, il Tribunale Civile di Ancona ha consentito, per la prima volta in Italia, che le condizioni di un soggetto malato possano essere esaminate dall’Asl al fine di valutare l’eventuale possibilità di ricorrere al suicidio assistito.

L’iniziativa, che potrebbe rappresentare il primo passo verso una svolta radicale su tali tematiche, è stata approvata in relazione al caso di un uomo di 43 anni, residente nelle Marche. L’uomo è affetto da tetraplegia e vive totalmente immobilizzato da circa dieci anni: le sue condizioni, scaturite in seguito a un incidente stradale, sono irreversibili e sono anche state aggravate da ulteriori patologie che si sono manifestate nel corso dell’ultimo decennio.

In passato, il 43enne aveva già fatto richiesta per l’eutanasia all’Asl e all’autorità giudiziaria, ottenendo in entrambi i casi esito negativo. Tuttavia, in seguito al ricorso effettuato, è stato stabilito che l’azienda sanitaria locale si occupi di verificare se sussistano gli estremi per praticare il suicidio assistito.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy