fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

Grottammare, restaurata la statua di Sisto V nel centro storico

Published

on

Grottammare, Piazza Peretti (Il Martino - ilmartino.it -)

GROTTAMMARE – Si è concluso l’intervento di restauro conservativo della statua di papa Sisto V, alloggiata nella nicchia del Teatro dell’Arancio nel vecchio incasato. L’operazione rientra tra le attività promosse in occasione del V centenario della nascita del pontefice (Grottammare 1521 – Roma 1590) ed è stata condotta sotto la sorveglianza della Soprintendenza ai beni archeologici, artistici e del paesaggio delle Marche. Per sua natura, infatti, la statua rappresenta, sia dal punto di vista storico che artistico, un bene tutelato ai sensi del vigente Codice dei beni culturali. 

“Il restauro  della statua di papa Sisto V in piazza Peretti è un’attività che fa parte delle celebrazioni sistine – conferma il sindaco Enrico Piergallini – L’intervento è stato eseguito sotto il costante monitoraggio della Soprintendenza, che ne ha seguito tutte le fasi. Oltre ai lavori di tipo conservativo, inoltre, era necessario proteggerla per il futuro e trovare la modalità meno impattante dal punto di vista estetico per dissuadere i volatili”.

Il manufatto è opera dell’artista Stefano Interlenghi da Montottone che la realizzò nel 1794. Modellata in stucco, rappresenta il papa benedicente appoggiato su basamento con stemma centrale. La statua, esposta agli agenti atmosferici e ai depositi di guano in quanto meta di volatili, versava in pessimo stato di conservazione, con evidenti abrasioni e distacchi della pittura superficiale – di colore grigio che rimanda all’imitazione del metallo – che avevano generato fenomeni di disgregazione e solfatazione. 

L’intervento è stato eseguito dall’Impresa Costruzione Fratelli Rinaldi s.r.l., la quale si è avvalsa delle competenze della restauratrice Silvia Balena. Ai lavori di restauro  è seguito l’allestimento di una protezione che tenendo lontani i volatili assicurerà una miglior conservazione della statua nel tempo. 

Il costo complessivo dell’operazione – € 4.851 – è stato alleggerito per circa un terzo del valore dal contributo economico di un privato, come ricorda l’assessore al Turismo e Attività produttive, Lorenzo Rossi, che ha seguito tutte le fasi del restauro: “Un  lavoro importante  – commenta l’amministratore – Più che un valore celebrativo del personaggio, di cui ricorre quest’anno  il quinto centenario della nascita, la statua fa parte della nostra identità collettiva. Non a caso, era un intervento  molto richiesto dalla comunità locale e sollecitato anche dai tanti turisti che amano Grottammare. A tal proposito, colgo l’occasione per ringraziare l’Osteria dell’Arancio della famiglia Pistolesi per il contributo economico offerto per la sua realizzazione”.

Ascoli Piceno

San Benedetto, folta e commossa folla ai funerali di Bernardino Bollettini

Published

on

funerali di Bernardino Bollettini
I funerali di Bernardino Bolletini (Foto di Gianpaolo Bruni)

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Cattedrale di Santa Maria della Marina stracolma per i funerali di Bernardino Bollettini, il ragazzo scomparso a soli 39 anni in seguito ad un terribile incidente stradale. In tanti hanno voluto portare il loro saluto ad un ragazzo molto conosciuto e molto amato.

“Bolla”, originario di San Benedetto del Tronto, si era trasferito da qualche tempo a Grottammare, ma era molto conosciuto in tutta la riviera, anche grazie ai suoi trascorsi sportivi.

Chiesa gremita, panche tutte occupate e una folta folla a riempire il piazzale all’esterno della Chiesa ai funerali di Bernardino Bollettini. All’uscita del feretro, è partito un lungo e commosso applauso, mentre riecheggiavano le note di Total Eclipse of the Heart di Bonnie Tyler e Liberi Liberi di Vasco Rossi.

Continue Reading

Abruzzo

Incidente con mezzo pesante tra S. Benedetto e Val Vibrata: A14 chiusa e riaperta dopo ore

Published

on

ASCOLI PICENO – Poco dopo le 16.30 di ieri, sulla A14 Bologna-Taranto è stato temporaneamente chiuso il tratto compreso tra Val Vibrata (Teramo) e San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), in direzione Bologna, a causa di un incidente fra un mezzo pesante e due autovetture, avvenuto all’altezza del km 315. Lo riferisce la società Autostrade.

Come riporta l’Ansa, non risultano persone ferite gravemente nell’incidente. Sul luogo dell’evento, erano tempestivamente intervenuti i soccorsi sanitari e meccanici, le pattuglie della Polizia Stradale e il personale della Direzione 7/o Tronco di Pescara di Autostrade per l’Italia, e il traffico è rmasto bloccato con la formazione di circa 4 km di coda in direzione Bologna e uscita obblitatorio Val Vibrata, da sud.

Il tratto A14 in questione, Val Vibrata-San Benedetto del Tronto è stato poi riaperto in serata. Sul luogo dell’evento, il traffico circola su una corsia in scambio di carreggiata e si registrano, in diminuzione, 4 km di coda in direzione Bologna e 1 km in direzione di Pescara.

Continue Reading

Ascoli Piceno

Vongole senza certificato: Finanza ne sequestra 350 chili tra S. Benedetto e P. S. Giorgio

Published

on

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Vongole vendute senza etichettatura e tracciabilità. La Guardia di Finanza di San Benedetto del Tronto, con la sezione operativa navale di Ancona, ha sequestrato 350 chilogrammi di prodotto ittico pronto per finire sulle tavole dei cittadini in maniera illegale.

Cinque gli interventi eseguiti nei giorni scorsi nelle aree portuali di San Benedetto del Tronto e di Porto San Giorgio. L’operazione rientra fra i servizi delle Fiamme Gialle in qualità di polizia del mare e si è concentrata sul controllo capillare delle varie attività collegate allo sbarco e alla commercializzazione delle vongole. Durante l’attività i finanzieri hanno rinvenuto 105 chili di vongole nel porto di San Benedetto, occultate in un borsone e all’interno di alcuni secchi, privi di etichettatura o documentazione sanitaria necessaria per la tracciabilità.

Successivamente i finanzieri di mare hanno operato nell’area del sedime portuale di Porto San Giorgio, individuando due soggetti del settore della pesca, intenti ad occultare, all’interno delle proprie autovetture, rispettivamente 45 e 50 chilogrammi di vongole irregolarmente detenute. In questo caso il pescato, privo della prevista documentazione igienico-sanitaria e sottoposto a sequestro, era già stato confezionato in 6 distinte reti di plastica. Poco dopo, nella stessa zona portuale, sono stati rinvenuti ulteriori 150 chilogrammi di vongole, incustodite ed occultate all’interno di sacchetti e di alcuni secchi.

Come riporta l’Ansa, le vongole erano della tipologia chamelea gallina, pronte per essere vendute e verosimilmente destinate alla vendita al di fuori del circuito ufficiale del mercato ittico nazionale. I due responsabili identificati dai finanzieri sono stati sanzionati con multe che vanno da mille a 6mila euro. Il prodotto ittico è stato successivamente reimmesso in mare, previa certificazione da parte dell’autorità sanitaria veterinaria marchigiana, che ne ha constatato la inidoneità al consumo, facendo salvo il ripopolamento marino.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.