fbpx
Connect with us

Marche

Samb-Cesena, diario di bordo: convocati, precedenti, quaterna arbitrale

Pubblicato

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quart’ultimo impegno stagionale per la Samb, oggi ore 15:00 al “Riviera delle Palme” contro il Cesena di William Viali.

La Samb è reduce dall’importante vittoria di mercoledì scorso contro la Triestina e, nel giorno della scadenza della “messa in mora” nei riguardi della società, i giocatori si sono impegnati di portare a termine il campionato.

Mister Paolo Montero ne ha convocati 22


QUI CESENA



PRECEDENTI E DESIGNAZIONE ARBITRALE

Verso Samb-Cesena, i precedenti in casa rossoblù


Verso Samb-Cesena, la quaterna arbitrale e tutte le altre designazioni


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Marche

Serie C, Andata PlayOut: si gioca oggi. Il Covid blocca Fano-Imolese

Pubblicato

il

Iniziano oggi pomeriggio i PlayOut di serie C.

Dopo le retrocessioni dirette di Pistoiese, Lucchese e Livorno nel girone A, dell’Arezzo nel girone B e di Trapani (escluso dal campionato) e Cavese nel girone C, i PlayOut dovranno stabilire le altre tre squadre (due nel girone B e una nel girone C) che scenderanno nel torneo di serie D.

Le partite di oggi sabato 15 maggio, ore 17:30

ANDATA

GIRONE B

  • Ravenna (19) – Legnago (16)  
  • Fano (18) – Imolese (17) – (rinviata a data da destinarsi)

GIRONE C

  • Bisceglie (18) – Paganese (17) 

IL REGOLAMENTO DEI PLAYOUT DI SERIE C

Ai playout vanno penultima, terzultima, quartultima e quintultima di ogni girone (penultima contro quintultima e terzultima contro quartultima). Nel girone C (che ha una squadra in meno) si sfidano solo penultima contro terzultima. Si gioca su andata e ritorno, col ritorno in casa della miglior classificata. Si salva chi ha fatto più punti nella doppia sfida, in caso di parità conta la differenza reti della doppia partita. In caso di ulteriore parità si salva la miglior classificata in campionato. Ritorno in calendario sabato 22 maggio.



AJ Fano-Imolese rinviata

IL COMUNICATO UFFICIALE

La Lega Italiana Calcio Professionistico, preso atto – della comunicazione del Dipartimento di Prevenzione – U.O.C. Igiene e Sanità Pubblica Prevenzione Malattie Infettive – ASUR Marche Area Vasta n. 1 Prot. n. 41882 pervenuta in data 13.05.2021;

– della successiva comunicazione del Dipartimento di Prevenzione – U.O.C. Igiene e Sanità Pubblica Prevenzione Malattie Infettive – ASUR Marche Area Vasta n. 1 Prot. n. 42151 pervenuta in data 14.05.2021, con oggetto “Cluster di Infezione da Sars-Cov-2 nel gruppo squadra della Società ALMA JUVENTUS 1906 Fano”, nella quale “al fine di arginare il rischio di diffusione del contagio, si esprime parere igienico-sanitario contrario alla disputa della partita tra l’Alma Juventus Fano 1906 e l’Imolese prevista nella giornata di domani sabato 15 maggio 2021”;

in dipendenza di quanto sopra dispone che la gara A.J. Fano–Imolese, in programma sabato 15 maggio 2021, Stadio “Raffaele Mancini”, Fano, venga rinviata a data da destinarsi.



ARTICOLI CORRELATI

Fano-Imolese, Tacchinardi: “Non si può giocare una gara che mette a rischio la salute”


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Marche

Fano-Imolese, Tacchinardi: “Non si può giocare una gara che mette a rischio la salute”

Pubblicato

il

FANO – Molto probabilmente quest’oggi sabato 15 maggio alle ore 17:30, Stadio Mancini di Fano, Alma e Imolese non scenderanno in campo per la gara di andata dei PlayOut di serie C.

Ieri sera l’Asur ha dato parere negativo sullo svolgimento dell’ incontro dopo lo scoppio di un focolaio in casa granata.

A tal proposito ecco l’esternazione del mister dei marchigiani Alessio Tacchinardi ieri sera che ci tiene a parlare in questo momento delicato, con tre positività nel gruppo squadra, altri tre negativi ma con sintomi collegabili al Covid, e tre inconclusivi.

La Lega Pro non ha ancora emanato nessun comunicato che ufficializzi il rinvio, e la squadra sta vivendo nel limbo, in attesa della decisione della Lega Pro.

“Io penso che giocare una partita come quella di domani (oggi, ndr) sia irriguardoso nei confronti dei tanti morti che il nostro paese conta e continuerà a contare, in questo momento il discorso sportivo viene in secondo piano, quello che voglio rimarcare, è un problema di salute generale da parte di tutti, sia da parte della mia squadra, con chiara preoccupazione anche per l’avversario.

L’Imolese è una squadra di cui ho grande stima e simpatia, conosco il presidente con cui sono molto amico, e proprio per la tutela della salute anche loro mi sento di fare presente la situazione attuale.

Ho dovuto preparare una partita con tre giocatori positivi scaglionati: prima è risultato positivo un giocatore, due giorni dopo altri due, di cui uno con una carica virale altissima e sintomi importanti emersi due giorni dopo essersi positivizzato, a cui si sommano tre tamponi eseguiti stamattina inconclusivi, quindi tre potenziali positivi ed altri tre tra cui il sottoscritto che risultano negativi, ma con dei sintomi similari ai nostri compagni di squadra.

Con questi tre giocatori ci siamo confrontati tutti i giorni fino alla scoperta del tampone positivo, abbiamo visto tutti insieme dei video in una stanza chiusa con il rischio focolaio. Ci sono altri giocatori in squadra che non si sono allenati, perché seppur attualmente negativi hanno una sintomatologia e potrebbero divenire positivi in qualsiasi momento, io stesso ho disertato degli allenamenti a causa di un forte mal di testa, debolezza e mancanza di lucidità.

Fortunatamente sono ancora negativo, ma l’allenamento è l’ultima cosa che mi passa per la testa. La squadra ha effettuato allenamento distanziato quasi tutta la settimana, e  mi sembra che così non sia corretto affrontare una partita ancor più se così delicata, e non è concepibile che la Lega non possa reinviare una partita del genere dopo che ha reinviato un play-off con una marea di squadre già tutte organizzate per giocare, con la serie C ferma dieci giorni per una sola gara play-off che comporta ribaltamento di preparazione e tutto il resto per tutte le compagini che disputano i play-off.

Noi abbiamo un parere Asur per non giocare domani (oggi, ndr) la partita, ad ora la Lega non si è ancora espressa, anzi addirittura ci fanno fare un tampone cinque ore prima della partita. Non siamo la Juve o il Real Madrid, ma siamo una società rispettabilissima che ha sempre onorato tutti gli impegni, non c’è un bonus come in campionato, e dovremmo giocare una partita con il rischio di trasmettere il virus anche alla squadra avversaria. A me sembra di aver visto Napoli-Juventus bloccata per tre positivi al Napoli, la gara era stata data persa e poi invece rigiocata, e anche l’Inter fu rinviata con tre positività in poche ore, quattro totali. È inconcepibile che questa partita venga giocata dopo una settimana in cui si parla solo di positivi o negativi, allenamento distanziato, docce fatte a casa, è una situazione surreale.

Per questo confido nel buon senso del Presidente Ghirelli che stimo ed apprezzo per ciò che ha fatto per i presidenti delle società di serie C, a tratti è stato eroico per la terza serie nazionale.

Concludo dicendo che visto che la nostra gara non ne condiziona delle altre, fare un rinvio per una quarantena ad una squadra che in questo momento è dilaniata dal covid e da tutte le ansie e paure che genera, sia semplicemente una cosa buona e giusta e corretta anche dal punto di vista sanitario”.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Macerata

Matelica, Micciola: “I play off sono sempre gare particolari, sognare non costa nulla”

Pubblicato

il

“Le gare dei playoff sono sempre particolari. Nel calcio può succedere di tutto – ha dichiarato il DS Francesco Micciola  – sognare non costa nulla e bisogna sempre crederci”.

“Domenica contro la Sambenedettese mi aspettavo il match difficile che poi è stato. Loro sono una squadra forte – ha proseguito il DS – costruita per stare in alto. Il gruppo, dopo il ritorno di mister Montero, si è unito ancora di più. Noi abbiamo interpretato benissimo la ripresa e con Calcagni siamo riusciti a sbloccarla. Questo ci ha dato una grande mano e poi è stato tutto più facile”.

I biancorossi ora dovranno attendere domenica per scoprire il proprio avversario.

“Per passare il turno – ha continuato Micciola – abbiamo un solo risultato, la vittoria. Di sicuro cercheremo di fare il meglio. Abbiamo dei ragazzi che vogliono ambire sempre a qualcosa di importante ed affrontano ogni partita in modo serio, cercando sempre di vincere, anche se è normale che non sempre ci si riesce”.

“FeralpiSalò o Cesena sono entrambe due squadre attrezzate con giocatori importanti. Per comodità – ha concluso il DS – preferirei affrontare il Cesena, più vicina logisticamente. Sarebbe bello tornare a giocare in uno stadio bellissimo come l’Orogel Stadium. In campo sicuramente assisteremo ad una partita affascinante”.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy