fbpx
Connect with us

Marche

Samb: “… nonostante ciò abbiamo deciso tutti insieme di scendere in campo sabato prossimo…”

Published

on

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ la voce di Maxi Lopez ad annunciare il comunicato di tutti i calciatori rossoblù.

Sabato 3 aprile alle ore 12:30 la Samb scenderà in campo contro il Matelica all'”Helvia Recina” di Macerata.

Domenico Serafino non ha ancora sborsato un Euro ma l’impegno della squadra è assicurato.

IL DOCUMENTO INTEGRALE LETTO DA MAXI LOPEZ

Vi ringraziamo per la vostra presenza.

Siamo qui per ribadire nuovamente la nostra situazione, che la città e le istituzioni conoscono da solo un mese.

Purtroppo, noi viviamo di promesse non mantenute dallo scorso ottobre e da poco se ne sono accorte la cittadinanza e le istituzioni tutte.

Siamo, dunque, arrivati al 1° aprile senza aver ricevuto gli ultimi 5 stipendi.

Nonostante le promesse solenni che ci sono state fatte dal presidente, nessuno di noi si è visto accreditare anche un solo stipendio in questi giorni.

La situazione, dunque, non è cambiata in nulla; anzi ha rischiato di aggravarsi per alcuni di noi che sono stati improvvisamente sfrattati dal residence che li ospitava per il mancato pagamento da parte della Società.

Solo il buon cuore delle persone di San Benedetto, che hanno aiutato i nostri compagni a trovare una sistemazione gratuita, ha consentito ai ragazzi coinvolti di rimanere a San Benedetto.

Insieme a loro dobbiamo ringraziare soprattutto tutte le persone che ogni giorno lavorano dietro le quinte per la Sambenedettese, che non hanno mai fatto mancare la loro professionalità e il lodo entusiasmo, pur condividendo con noi le stesse difficoltà.

È solo grazie alla nostra e alla loro professionalità che la Sambenedettese è ancora in corsa per la qualificazione per i play-off.

Una volta compreso che niente sarebbe cambiato, abbiamo deciso di aprire lo stato di agitazione sindacale, che tutt’ora resta aperto, riservandoci la proclamazione dello sciopero. 

Si è trattato di un atto necessario a nostra tutela e anche per far comprendere a tutti la gravità della situazione e nella speranza che ciò potesse sbloccare la situazione del club.

Per questo abbiamo chiesto alle istituzioni di San Benedetto di partecipare oggi con noi: ci dispiace per la loro assenza.

A ognuno di noi, a questo punto, è chiaro, visto che le retribuzioni arretrate continuano ad accumularsi, che la fideiussione prestata all’iscrizione al campionato non sarà sufficiente a garantire il pagamento di tutti gli stipendi.

Nonostante ciò abbiamo deciso tutti insieme di scendere in campo sabato prossimo, rimandando ogni decisione in ordine   alla proclamazione dello sciopero nelle prossime giornate di campionato.

Si tratta di una scelta decisa esclusivamente da tutti noi calciatori insieme allo staff tecnico, senza alcun condizionamento esterno. 

Abbiamo deciso, pur con tutti i nostri difetti, di metterci la faccia per l’ennesima volta.

I calciatori della Sambenedettese, 

grazie”.



Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Ancona

Senigallia, bevande alcoliche a minori: stop di 20 giorni a un locale

Published

on

SENIGALLIA – Alcuni bevevano prosecco, altri sorseggiavano altri drink, peccato che ai tavolini di un locale sul lungomare vi fossero tanti minorenni, tra cui anche un 15enne. Per questo motivo, come riporta l’Ansa, il locale è stato chiuso per 20 giorni dal Questore di Ancona. Contestualmente è stato denunciato un 23enne, preposto al locale, per la somministrazione di alcolici ai minori.

Non è la prima volta che in quel tratto di litorale senigalliese si registrano problemi legati all’alcol: già nel maggio 2021 lo stesso locale era stato oggetto di un analogo provvedimento di chiusura per 15 giorni per aver somministrato alcolici a due ragazze 16enni. Un mese prima, un gruppetto di giovanissimi, sotto i fumi dell’alcol, dopo aver acquistato bevande alcoliche nel locale, si era intrattenuto a deridere e insultare un’altra esercente della zona. I ragazzi, poi, erano soliti assumere comportamenti incuranti del decoro pubblico e delle persone a passeggio, e a provocare liti e risse.

Come scrive l’Ansa, una situazione di degrado e continuo allarme sociale monitorata nel tempo dalla Polizia e dalle altre forze dell’ordine fino all’ultimo fine settimana quando, all’ennesimo controllo degli agenti sono state riscontrate nuove violazioni. Da qui la decisione della Questura dorica, con decreto ex art. 100 testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, di chiudere il bar per venti giorni e la denuncia del 23enne che era nel locale al posto della titolare.

Continue Reading

Ascoli Piceno

San Benedetto del Tronto, anziana uccisa in casa: figlia in stato di fermo

Published

on

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una donna di 80 anni è stata uccisa oggi nella sua abitazione a San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno).

Come riporta l’Ansa, a dare l’allarme è stata la figlia in stato di shock e probabile responsabile dell’omicidio: l’anziana sarebbe stata colpita con un oggetto contundente per motivi ancora da chiarire.

La figlia, in stato confusionale, è stata trasportata in ospedale. E’ in stato di fermo. Sul posto, in via della Pace, sono intervenuti agenti del commissariato di Polizia di San Benedetto. In arrivo il procuratore capo di Ascoli Piceno Umberto Monti e il medico legale.

Continue Reading

Abruzzo

Lavoro, stanziati altri 3,4 mln euro per area crisi Val Vibrata-Val Tronto

Published

on

L’AQUILA – L’assessore al Lavoro della Regione Abruzzo, Pietro Quaresimale, ha convocato per martedì 12 luglio, dalle ore 15, a Pescara, nella sede del Consiglio regionale di piazza Unione (sala sala Corradino D’Ascanio) il Comitato di intervento per le crisi aziendali e di settore (C.I.C.A.S).

Oggetto della riunione, in relazione all’Area di crisi industriale complessa Val Vibrata-Valle del Tronto Piceno e all’annualità 2022, le questioni concernenti il trattamento di integrazione salariale e il trattamento di mobilità in deroga per i lavoratori delle imprese interessate.

“Si tratta un appuntamento estremamente importante – ha dichiarato Quaresimale – soprattutto alla luce delle ulteriori risorse finanziarie destinate alla mobilità in deroga dei lavoratori di aziende dell’area di crisi complessa Val Vibrata-Val Tronto. In particolare sono stati stanziati circa 3 milioni 400mila euro proprio con lo scopo di finanziare la mobilità in deroga per l’annualità 2022. Sarà un’autentica boccata d’ossigeno per tante famiglie della Val Vibrata visto che i potenziali beneficiari delle risorse stanziate in favore dell’Abruzzo – ha concluso – sono i lavoratori licenziati alla data del 1° gennaio 2017 da aziende inserite nell’area di crisi complessa Val Vibrata-Val Tronto”.

Come riporta l’Ansa, lo stesso Quaresimale ha convocato, in modalità videoconferenza, per giovedì 14 luglio, alle ore 12:00, la commissione regionale delle politiche del lavoro (CRPL). Al centro della riunione la condivisione dell’avviso relativo al catalogo dei soggetti realizzatori del programma Gol, il programma nazionale per la garanzia e l’occupabilità dei lavoratori.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.