fbpx
Connect with us

Sport Focus

Serie C girone B, penultima giornata: il Perugia a tre punti dal trionfo

Pubblicato

il

A novanta minuti dal termine, nel girone B di serie C ci sono due squadre appaiate sul gradino più alto della graduatoria.

Perugia e Padova si contendono il posto diretto per salire in cadetteria negli ultimi 90 minuti di campionato. Finissero pari salirebbero gli umbri favoriti dagli scontri diretti contro i veneti.

Importante il successo (quarto consecutivo) dei Grifoni al “Renato Curi” contro il Matelica, nono e sicuro di disputare i PlayOff. Il Padova risponde espugnando di misura il campo del Carpi ormai salvo.

Terzo in classifica e fuori dalla promozione diretta il SudTirol che non va oltre l’1-1 casalingo contro il Cesena, settimo insieme alla Samb. I marchigiani, 1-1 in casa contro la FeralpiSalò al 5° posto, mercoledì 28 attendono di sapere i punti di penalizzazione da scontare per le inadempienze finanziare di Domenico Serafino.

Il Modena, 3-0 sul Legnago destinato ai PlayOut,  si attesta saldamente al quarto posto. Gli emiliani, migliori in quella posizione di tutti e tre i gironi, permettono all’undicesima squadra classificata di entrare nella griglia PlayOff.

In sesta posizione c’è la Triestina, 1-1 in casa dell’Alma Fano destinata ai PlayOut.

Il Mantova perde a domicilio contro la Vis Pesaro, salva aritmeticamente mentre la Virtus Verona ottiene punti pesanti in ottica PlayOff espugnando il Recchioni di Fermo contro i marchigiani ormai salvi.

L’Imolese batte di misura il Gubbio mentre nello scontro tra le ultime delle graduatoria, Arezzo e Ravenna esce fuori un pari che rimanda a domenica prossima il verdetto della retrocessione diretta in serie D.

RISULTATI DELLA PENULTIMA GIORNATA

CLASSIFICA A 90 MINUTI DAL TERMINE

PROSSIMO TURNO, ULTIMA GIORNATA


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Macerata

Matelica-Samb: i precedenti in casa biancorossa

Pubblicato

il

Sono tre i precedenti in casa biancorossa, i primi due giocati in serie D allo Stadio Comunale – Centro Sportivo Giovanni Paolo II di Matelica, l’ultimo in serie C sul terreno dell’ “Helvia Recina” di Macerata.

Il bilancio è in perfetto equilibrio: una vittoria rossoblù, un pareggio e una vittoria biancorossa.

Il primo precedente è datato 19 aprile 2015, al termine dell’ultima stagione Moneti-Bucci. In panchina siede Silvio Paolucci. La gara è a due facce. Il primo tempo è tutto a favore dei locali che vanno al riposo in doppio vantaggio, 2-0. Apre le marcature a metà tempo Alex Ambrosini, raddoppia Stefano Mandorino al 43° minuto. Ripresa tutta rossoblù che in centoventi secondi riescono a riequilibrare l’incontro. Al 27° Davide Carteri su assist di Massimo D’Angelo accorcia le distanze. Due minuti dopo Ettore Padovani s’invola sulla sinistra, entra in area e batte Filippo Spitoni sul secondo palo: 2-2.

La stagione seguente, sabato 20 febbraio 2016, la Samb di patron Fedeli e mister Ottavio Palladini vince 3-1 davanti a oltre ottocento tifosi rossoblù. Il primo tempo termina a reti bianche ma la Samb al quarto d’ora sfiora il gol con Lorenzo Sorrentino che di testa manda la sfera a colpire la traversa. Cinque minuti dopo lo stesso attaccante rossoblù è fermato dalla parata di Tommaso Nobile, ora in forza alla Samb. Il secondo tempo si apre con il vantaggio di Mario Titone al secondo minuto di gioco. Al decimo, dopo un’altra occasione sciupata dalla Samb, il Matelica perviene al pareggio con Denis Pesaresi che trasforma un calcio di rigore. E’ quasi la mezzora quando da un contropiede Mario Titone “pesca” sul filo del fuorigioco Lorenzo Sorrentino che sigla il nuovo vantaggio. Al secondo minuto di recupero un rinvio errato di Tommaso Nobile è intercettato da Kevin Candellori che a porta vuota fissa il risultato sul 3-1 per la gioia dei tifosi rossoblù. Cinquanta giorni dopo la Samb festeggerà il ritorno matematico in serie C sette anni dopo i maledetti PlayOut persi contro il Lecco e due fallimenti societari.

Un mese fa, sabato di Pasqua 3 aprile, all’ “Helvia Recina” di Macerata la Samb, imbattuta da cinque partite, viene sconfitta di “rigore”. Al quarto d’ora della ripresa il fallo in area di Goicoechea su Tofanari determina l’assegnazione del Penalty trasformato dal capitano biancorosso De Santis. La Samb potrebbe riequilibrare l’incontro alla mezzora con Maxi Lopez che si guadagna un calcio di rigore. Il tiro debole dell’argentino è facilmente parato da Cardinali.

Luigi Tommolini

 

I PRECEDENTI IN CASA MATELICA


ARTICOLI CORRELATI

PlayOff, Matelica-Samb: data e orario. Il programma completo


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Ascoli, B & B: Buchel & Bajic abbattono il Cittadella. Bianconeri in B

La festa a fine gara

Pubblicato

il

La festa a fine gara

ASCOLI PICENO – Due reti negli ultimi minuti della prima frazione di gioco bastano per abbattere il Cittadella e consegnare un altro miracolo calcistico alla società bianconera.

Buchel al 39° e Bajic al 49° del primo tempo firmano il successo dell’Ascoli al “Del Duca” e, a una giornata dalla fine della “Regular Season” nel torneo di serie B, i bianconeri conseguono il diritto matematico di disputare anche la stagione prossima il campionato cadetto.

Un’impresa firmata in primis dal mister Andrea Sottil.

Il tecnico piemontese era subentrato a Delio Rossi a fine dicembre facendo il suo esordio quattro giorni prima di Capodanno con la vittoria 2-0 sulla più quotata SPAL. Il buongiorno si vede dal mattino ma nessun tifoso bianconero, anche il più ottimista, si sarebbe aspettato un epilogo così esaltante e vincente.

L’Ascoli, all’arrivo di Sottil, navigava al penultimo posto, 6 punti in 14 partite, un punto sopra la Virtus Entella e aveva ben sei punti di ritardo dai PlayOut e nove dalla salvezza diretta…

Ecco Andrea Sottil e la rimonta che ha dell’incredibile: 38 punti in 23 incontri (10 vittorie, 8 pareggi, 5 sconfitte), quinta posizione parziale alla pari con la Salernitana (che lunedì prossimo salirà direttamente in serie A) dietro a Empoli 43, Lecce 41, Monza 41, Reggina 39.

La sconfitta di Cosenza il 2 aprile scorso avrebbe potuto bloccare psicologicamente la compagine picena che, invece, si è rialzata vincendo cinque (Vicenza, Monza, SPAL, Empoli e Cittadella) delle successive sei partite.

Altro miracolo calcistico dopo quello dello scorso anno e il diritto di partecipare nella prossima stagione al 25° campionato di serie B.

IL TABELLINO

ASCOLI – CITTADELLA 2 – 0 (2 – 0)

RETI: 39pt Buchel, 49pt Bajic.

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pucino, Brosco, Avlonitis, Kragl; Saric (33st Eramo), Buchel (44st Mosti), Caligara; Sabiri; Dionisi, Bajic (27st Bidaoui).

A disp.: Sarr, D’Orazio, Corbo, Cangiano, Parigini, Quaranta, Cacciatore, Danzi, Simeri.

All. Sottil, squalificato (in panchina Baroncelli)

CITTADELLA (4-3-1-2): Maniero; Vita, Perticone (17st Donnarumma), Frare, Camigliano; Proia, Iori (41pt Pavan), Branca; Rosafio (28st Mastrantonio); Tsadjout (28st Ogunseye), Beretta (17st Baldini).

A disp.: Kastrati, Adorni, D’Urso, Donnarumma, Ghiringhelli, Cassandre.

All. Venturato

ARBITRO: Rapuano della sezione di Rimini

NOTE:

Ammoniti Frare (C), Perticone (C), Rosafio (C), Buchel (A), Dionisi (A), Camigliano (C).

Recupero: 4′ pt, 3′ st.


LA FESTA A FINE GARA


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Macerata

Perugia-Matelica: il commento della DG Roberta Nocelli

Pubblicato

il

MATELICA – “Mentre gli altri per mettersi seduti sulle panchine negli stadi importanti si organizzano con gli amici e entrano con le visite guidate. Io no, sono fortunata!” ha commentato la DG Nocelli attraverso un post sui suoi social a corredo di una foto che la ritraeva sulla panchina del Renato Curi, da dove ieri sera per la prima volta ha seguito i biancorossi.

“Morale – ha proseguito la DG – squadra tosta il Perugia, hanno giocato per novanta minuti come un tamburo battente. Dura stare dietro a gente che non ti lascia mai un secondo. Il risultato che ci portiamo a casa ci fa riflettere sui sacrifici che si fanno durante gli allenamenti e sul fatto che non si deve dare mai nulla per scontato. C’è un tempo per sentirsi campioni o eroi, ma soprattutto ogni maledetta domenica tutto va dimostrato. Un paio o più occasioni per accorciare le abbiamo avute, ma purtroppo non siamo stati lucidi. Questo non significa che segnare l’1-1 o il 2-1 ci avrebbe portato ad un pareggio definitivo o ad un ribaltamento, ma si sa, nel calcio tutto può succedere, bisogna spaccarsi il cuore. Ognuno di noi ha i propri sogni, i propri obiettivi ed anche la giusta dose di ambizione. Come dice il saggio ‘Dietro ogni risultato impossibile c’è un sogno che è stato ritenuto possibile”.

“Inizia l’ultima settimana – ha concluso la DG –  di questa regular season del Campionato di Lega Pro. Trentotto partite ci sono sembrate poche e allora cercheremo di conquistarci la migliore posizione in griglia per i playoff.  I cavalli migliori si vedono all’arrivo, non bisogna avere solo le famose qualità del singolo giocatore, per essere riconosciuti come società vincenti, sono necessari tantissimi altri fattori. Diffido sempre dei venditori di fumo,  che sanno fare tutto bene in tutte le cose e che non sbagliano mai. UMILTÀ deve essere la parola d’ordine insieme al rispetto verso tutti gli avversari. Poi il calcio è bello per questo, perché è fatto di persone con pregi e difetti, non è una macchina perfetta, dove mantenere certi equilibri significa avere una linea di pensiero condivisa che poi diventa forza. Prima di dire che siamo diventati qualcuno o qualcosa, lasciamo agli altri la capacità di lettura della nostra valenza. Anche voi sapete fare tutto, siete sempre i migliori, non sbagliate mai e se cadete è sempre colpa di qualcun altro? Io ho sbagliato tantissimo in vita mia, ma non ho mai mollato”.

Roberta Nocelli

DG Matelica Calcio


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy