fbpx
Connect with us

Ascoli Calcio

L’Ascoli visita Scuola e Municipio di Arquata del Tronto

Pubblicato

il

Questa mattina l’Ascoli Calcio ha fatto visita ad Arquata del Tronto per condividere la gioia della salvezza con un territorio messo a dura prova dal sisma del 2016. Un territorio da sempre vicino ai colori bianconeri, oggi rappresentati da una ricca delegazione, composta dal Direttore Generale Piero Ducci, dal Responsabile Marketing Domenico Verdone, dalla Responsabile Comunicazione Valeria Lolli, dal Team Manager Mirko Evangelista e dall’attaccante Federico Dionisi, doppiamente vicino al territorio arquatano per via delle sue origini reatine.

La delegazione dell’Ascoli Calcio ha fatto visita agli uffici del Comune con Federico Dionisi che si è intrattenuto con i dipendenti del municipio, tifosi del Picchio. Il DG Ducci e il calciatore hanno consegnato al Sindaco facente funzioni Michele Franchi la maglietta n. 9 autografata, il gagliardetto dell’Ascoli e il libro sulla storia bianconera.

Michele Franchi ha parlato di quanto sia importante non spegnere i riflettori su Arquata in una settimana in cui il territorio arquatano ha registrato il transito del Giro d’Italia e la visita del Club marchigiano:

“È importantissimo tenere accesi i riflettori, sia che si parli di ciclismo che di calcio; l’Ascoli è stata vicino fin dal primo momento ad Arquata e a tutto il cratere sismico, qui abbiamo moltissimi tifosi e lo Sport è veicolo di valori fondamentali. L’impresa salvezza dell’Ascoli dà lo spunto a noi politici per compiere un’impresa in tema di ricostruzione”.

Il Vice Sindaco facente funzioni ha fatto anche il punto della situazione sulla ricostruzione post sisma:

“Siamo ancora in fase iniziale, alcune zone finalmente hanno visto tante gru, ora partiranno i piani di recupero per le frazioni più colpite, Arquata capoluogo e Pescara del Tronto. Stiamo pianificando il futuro accelerando i tempi, non bisogna fermarsi. Sono felice di ricevere la visita dell’Ascoli Calcio perché anche il nostro vecchio Sindaco Aleandro Petrucci, a cui va il nostro pensiero, teneva tanto ai colori bianconeri; Aleandro è la nostra guida ed è sempre nei nostri cuori, lo ricordo tutti i giorni perché la sua forza ci dà lo spunto per andare avanti, abbiamo combattuto insieme, fianco al fianco nel post terremoto. Sarebbe stato molto contento oggi, la visita dell’Ascoli è un segno di speranza per gli arquatani, oggi è una giornata di festa per una popolazione che ha sofferto tanto, la salvezza è stata un’impresa che ha donato un po’ di gioia a chi ha sofferto. Forza Picchio!”

Dopo la visita al Comune di Arquata, la delegazione bianconera si è recata al vicino plesso scolastico “Specchio dei tempi” per l’incontro col Dirigente Sergio Spurio e una cinquantina di alunni. Il DG Ducci e Dionisi hanno consegnato la maglia bianconera n. 9 e il gagliardetto per la scuola, oltre alle mascherine dell’Ascoli Calcio e alle foto celebrative della salvezza con l’hashtag #ASCOLIFORARQUATA opportunamente autografate dall’attaccante reatino.

Tante le domande rivolte dagli alunni a Dionisi: “Da piccolo i miei idoli erano Del Piero e Baggio e ho avuto la fortuna di giocare contro avversari di grande prestigio, Ronaldinho, Ronaldo, Pogba” – ha risposto a chi chiedeva quale fosse l’avversario più forte affrontato in carriera – “Devo dire che Pogba mi ha stupito per la facilità di gioco, in campo usa la palla come se stesse giocando contro un bambino”.

Il n. 9 bianconero è rientrato appositamente dalle vacanze per non mancare all’appuntamento:

“Credo sia giusto presenziare ad un evento così importante” – ha esordito Dionisi – Questi bambini hanno vissuto il sisma in modo significativo, io sono di Rieti e quindi conosco bene questa realtà, vediamo se in futuro riusciamo ad organizzarci per fare qualcosa di continuativo con questo territorio. Quella di oggi è stata una bellissima esperienza, c’è molto da fare e credo sia giusto essere vicini e sostenere queste zone. Vedere dei bambini che fanno il tifo per la squadra per cui giochi è motivo di grande soddisfazione e orgoglio. Siamo noi calciatori che prendiamo ad esempio questi bambini e non viceversa perché sono loro che ci trasmettono la voglia di raggiungere gli obiettivi che per queste zone significano ‘ricostruzione’.

L’attaccante ha parlato anche della sua esperienza in bianconero:

Quando ho firmato c’erano tutti i presupposti per centrare l’obiettivo, poi le difficoltà durante una stagione si incontrano sempre, ma siamo strati bravi ad affrontarle senza paura, siamo riusciti a superarle e ad ottenere la salvezza, siamo orgogliosi di quanto abbiamo fatto. Ora sto facendo dei giorni di riposo, ma c’è già la voglia di ricominciare, di guardare al prossimo anno con una ambizione importante, ricarichiamo le pile per farci trovare pronti sin dall’inizio”.

Questo il messaggio che il DG Piero Ducci ha rivolto agli alunni:

“Nessuno può impedire al sole di risorgere, qui abbiamo visto i segni di cicatrici indelebili, ma voi oggi siete la testimonianza che qualcosa cresce e va avanti. Affrontare la vita è come affrontare un campionato, ci sono mille difficoltà da superare con tenacia e decisione, la nostra presenza oggi vuole essere attiva e propositiva, le persone che sono rimaste a vivere in un territorio che ha visto distruzione, macerie e morte hanno tutta la mia stima. Oggi per l’Ascoli è una giornata bellissima perché abbiamo visto la vostra felicità, siete voi oggi i protagonisti perché rappresentate il futuro e la storia”.

Il Responsabile Marketing e Commerciale Domenico Verdone ha parlato di quanto importante sia la vicinanza del Club ai territori limitrofi:

“Ringraziamo la città di Arquata e il Sindaco che ci hanno fatto vivere una bellissima mattinata, per noi è importantissimo essere vicini ai paesi del territorio per portare gioia e un sorriso a popolazioni che hanno sofferto molto”.

Verdone ha parlato anche del possibile ritorno del pubblico negli stadi, l’occasione per un invito a tutti i bambini del territorio:

“E’ un impegno che prendiamo come Ascoli Calcio e anche a nome della proprietà: nel momento in cui ci sarà la riapertura degli stadi in tutta sicurezza inviteremo i bambini di Arquata e delle zone limitrofe al Del Duca per farli avvicinare allo sport e soprattutto all’Ascoli Calcio”.

Presente anche il Team Manager Mirko Evangelista, che ha ripercorso le difficoltà della stagione appena conclusa e culminata con la salvezza:

E’ stata un’annata particolarmente difficile sotto tanti punti di vista, l’emergenza legata al Covid ha determinato molte restrizioni, fra cui l’allontanamento dei tifosi dagli stadi, ma, nonostante questo, abbiamo raggiunto la salvezza, seppur alla fine. E’ stata una gioia incredibile, un risultato ottenuto grazie all’unione di tutta la squadra, gli eroi della città. Siamo contentissimi di poter dare oggi la nostra vicinanza a questi bambini e a tutto il popolo di Arquata che ha sofferto e sta reagendo con coraggio”.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Ascoli Calcio

Ascoli-Brescia: la parola a Sottil, Felicioli e De Paoli

Pubblicato

il

Foto Ascoli Calcio 1898

ASCOLI PICENO – Mister Sottil al termine della partita ha analizzato la sconfitta dei bianconeri nel corso della conferenza stampa post gara:

“Siamo stati puniti dalle disattenzioni sul primo e secondo gol, non dovevamo commettere quegli errori, poi è stato concesso un rigore molto generoso con Moreo già in volo e Buchel che non lo tocca neanche, forse lo sfiora; poi un episodio molto dubbio in mezzo all’area con De Paoli. C’è molta rabbia perché l’Ascoli ha disputato un’ottima gara, a viso aperto contro una squadra forte e non meritavamo di perdere. Ai ragazzi faccio i complimenti, hanno dato tutto, hanno spinto fino all’ultimo secondo, sicuramente dobbiamo crescere perché il primo gol non lo dobbiamo prendere al 44’ del primo tempo, la palla deve volare fuori dallo stadio, invece di regalare un calcio d’angolo e poi dei rimpalli poco cattivi; purtroppo la valutazione del secondo gol è stata una disattenzione generale”.


Gianfilippo Felicioli è ancora emozionato a fine gara nel raccontare il gol e l’esultanza sotto al settore occupato dai tifosi bianconeri:

“E’ stata una delle emozioni più grandi della mia vita, segnare in questo stadio… sono molto emozionato, sarei stato molto più felice se il gol fosse coinciso con la vittoria. Abbiamo giocato un primo tempo straordinario, ad alta intensità, con ottima qualità, purtroppo nella ripresa siamo un po’ calati e il Brescia è venuto fuori con le grandi individualità che ha. Dobbiamo migliorare alcuni aspetti e lo faremo col lavoro quotidiano”.


Andrea De Paoli, al suo ingresso in campo al posto di Buchel, ha avuto l’occasione che poteva determinare il 3-3 fra Ascoli e Brescia: l’attaccante racconta l’azione viziata da un intervento di mano:

“Ero appena entrato, c’è stato il cross di D’Orazio, mi sono trovato in terzo tempo a saltare, ho cercato di impattarla meglio che potevo, secondo me c’è oggettivamente un tocco di mano di Mangraviti, non so perché non sia stato verificato o assegnato il rigore, c’è rammarico perché quell’episodio poteva sicuramente cambiare la gara in meglio. Il Mister mi aveva chiesto di stare largo, di dare un po’ di ampiezza e sfruttare le mie caratteristiche offensive”.


E’ fissata per lunedì alle ore 15:00 la ripresa della preparazione al Picchio Village. Il prossimo impegno di Campionato è in programma sabato prossimo alle ore 14:00 all’Ezio Scida col Crotone.



ARTICOLO CORRELATO

Ascoli-Brescia 2-3: le Rondinelle in rimonta superano il Picchio


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Ascoli-Brescia 2-3: le Rondinelle in rimonta superano il Picchio

Pubblicato

il

ASCOLI PICENO – Sesta giornata di andata nel torneo di serie B.

L’ Ascoli è secondo in classifica con dodici punti frutto di quattro vittorie e una sconfitta, in casa contro il Benevento.

Il Brescia di Pippo Inzaghi è terzo in graduatoria, un punto in meno dei bianconeri di Sottil. Le rondinelle, insieme a Pisa, Frosinone e Reggina non hanno mai perso e sono reduci da due pareggi, entrambi 2-2 allo “Stirpe” di Frosinone e in casa contro il Crotone, dopo aver collezionato nelle prime tre giornate altrettante vittorie, al “Liberati” di Terni, in casa contro il Cosenza e al “Moccagatta” di Alessandria.

I ragazzi di Inzagni vantano l’attacco più forte del torneo con 14 reti realizzate da 8 giocatori diversi: Moreo 3 reti, Jagiello, l’ex Ascoli BajicVan De Looi e Leris 2, Bertagnoli, Palacio e Tramoni 1.

INDISPONIBILI ASCOLI: Avlonitis, Sabiri e Saric.

INDISPONIBILI BRESCIA: Capoferri, Ndoj e Spalek.



IL TABELLINO

Ascoli Piceno – Stadio “Cino e Lillo Del Duca”

sabato 25 settembre 2021 – ore 14:00

6a giornata – Serie B

ASCOLI – BRESCIA  2 – 3 (2 – 1)

Reti: 17pt Dionisi, 23pt Felicioli, 43pt Cistana (B), 16st Chancellor (B), 28st rigore Pajac

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Baschirotto, Botteghin, Quaranta, Felicioli (20’ st D’Orazio); Collocolo (20’ st Eramo), Buchel (38’ st De Paoli), Caligara (30’ st Iliev); Fabbrini (20’ st Maistro); Dionisi, Bidaoui. A disp.: Guarna, Salvi, Tavcar, Petrelli, Castorani, Donis, Spendlhofer. All. Sottil.

BRESCIA (4-3-3): Joronen; Mateju (1’ st Palacio), Cistana, Chancellor, Pajac; Jagiello (12’ st Bisoli), Van De Looi, Bertagnoli; Léris (23’ st Cavion), Bajic (12’ st Moreo), Tramoni (35’ st Mangraviti). A disp.: Perilli, Linner, Karacic, Huard, Aye, Labojko, Papetti. All. Inzaghi.

ARBITRO: Luca MASSIMI della sezione di TERMOLI.

Assistenti: Andrea ZINGARELLI della sezione di SIENA (Ass. 1) e

Domenico ROCCA della sezione di CATANZARO (Ass. 2).

Quarto ufficiale: Mario CASCONE della sezione di NOCERA INFERIORE.

Var: Ivano Pezzuto di Lecce.

AVar: Filippo Valeriani di Ravenna.

Espulsi: Buchel (A) nella mischia in campo a partita conclusa.

Ammoniti: 28pt Mateju (B), 31pt Botteghin (A), 40st De Paoli (A)

Angoli: 5 – 9 ( 3 – 6 )

Recupero: 2pt, 5st.

NOTE: Spettatori paganti 3901 di cui 61 tifosi del Brescia per un incasso lordo di 49484,00.

Ascoli in maglia nera con inserti aurei, pantaloncini neri, calzettoni rossi, portiere in Celeste con maniche gialle. Brescia in maglia bianca con “V” blu sul petto, pantaloncini e calzettoni bianchi, portiere in Giallo. Terna Arbitrale in divisa “Giallo fluo”. Calcio d’inizio Brescia che attacca da sinistra a destra rispetto alla nostra postazione in Tribuna Stampa. Vento a tratti spocchioso dai quadranti Sud-Orientali. Cielo limpido. Giornata gradevole. Temperatura circa 26°C. Terreno in buone condizioni. 

CRONACA DELLA GARA 

PRIMO TEMPO

Ore 14:02 Calcio d’inizio Brescia che attacca da sinistra a destra rispetto la nostra postazione in Tribuna Stampa

1 Brescia subito in avanti. Ha già collezionato due calci d’angolo

3 Ascoli vicino alla rete del vantaggio: prima Dionisi dalla destra con l’intervento del portiere avversario che devia sui piedi di Bidaoui bloccato da un difensore, poi ancora la testa di Quaranta di poco fuori

5 gara che è iniziata in maniera frizzante dall’una e dall’altra parte. Agonismo a mille. Sugli spalti fa molto caldo, in tutti i sensi

10 Le rondinelle provano a sfondare dalla destra, i bianconeri sono attenti in difesa

11 parata a terra di Leali che innesca la ripartenza dei marchigiani, vana per l’intervento della retroguardia lombarda

16 da un angolo dalla sinistra Botteghin in area salta di testa. Fuori di poco

17 Ascoli in vantaggio. Disimpegno errato di Cistana che si fa rubare la sfera da Dionisi che dalla sinistra in area con un tiro a giro batte l’estremo difensore ospite. 4° centro stagionale per Federico Dionisi

23 RADDOPPIO ASCOLI. Bidaoui lotta in area sulla sinistra con un avversario, smista la sfera più a destra per Felicioli che supera Joronen. Due a zero per i bianconeri. Primo centro stagionale per Gianfilippo Felicioli, classe 1997

26 Cooling Break. Dovuto, per il caldo e per l’intensa mole di gioco e ritmi alti sciorinati fino a questo momento

28 prima ammonizione del match comminata nei confronti del bresciano Mateju

31 prima ammonizione anche nella squadra bianconera con Botteghin

32 rondinelle vicino alla rete in seguito ad un angolo dalla sinistra con ribattuta verso la porta di Leali. Di poco a lato

34 ripartenza Ascoli con Dionisi sulla sinistra che fa proseguire Bidaoui in area. Passaggio al centro troppo forte per Fabbrini che manda la palla sul fondo

37 Caligara dalla distanza settore destro sferra il tiro: fuori di un niente

39 la gara continua a vivere momenti di alto agonismo e intensità di gioco.

40 Ci prova Van De Looi dalla destra. Leali abbranca la sfera

42 Bertagnoli per il Brescia tira in porta, deviazione in angolo.

43 BRESCIA IN GOL dall’angolo prende la sfera Cistana che di destro dal limite lascia partire un tiro che batte sul palo alla sinistra di Leali e s’insacca in rete 

45 due minuti di recupero

47 fine primo tempo. Davvero intensa e bellissima la gara qui al Del Duca di Ascoli. Ritmi alti e due squadre veramente a mille giri. I locali sono andati in doppio vantaggio con Dionisi e Felicioli dopo metà del primo tempo, poi Cistana a due minuti dal 45° ha riaperto il match, ancora tutto da giocare

SECONDO TEMPO

Ore 15:05 Inizia la ripresa. Palla all’Ascoli

2 Brescia alla ricerca disperata del gol del pareggio, Leali impegnato salva la porta bianconera

16 pareggio delle rondinelle dopo un batti e ribatti in area bianconera con traversa colpita dai lombardi. Chancellor firma il 2-2

24 gara che ora si incattivisce mentre il cielo si vela di sottili nuvole

26 atterrato in area bianconera Moreo, è calcio di rigore per il Brescia

28 BRESCIA IN VANTAGGIO con Pajac che realizza dagli undici metri nonostante il leggero tocco di pugno di Leali

32 ribaltata la situazione di risultato, l’Ascoli ora a testa bassa cerca di riagguantare il pareggio

40 ammonito De Paoli dell’Ascoli

42 bianconeri protesi in avanti. Iliev per Eramo che di testa manca di poco il bersaglio

45 cinque minuti di recupero

47 è addirittura Palacio di testa a sventare in piena area un cross velenoso dei marchigiani

50 triplice fischio dell’arbitro. Il Brescia in rimonta batte l’Ascoli e lo supera in classifica. Gara molto combattuta agonisticamente e fisicamente. I bianconeri dopo metà del primo tempo erano in doppio vantaggio poi la rete al 43° di Cistana riapriva la contesa. Nella ripresa le rondinelle compivano il sorpasso e si assicuravano i tre punti in palio. Per l’Ascoli è la seconda sconfitta consecutiva in casa. Il Brescia di Pippo Inzaghi conferma la sua attitudine al gol (è l’attacco più forte del torneo con 17 reti) e rimane imbattuta. (Espulso Buchel dopo la mischia a fine gara)



ARTICOLO CORRELATO

Ascoli-Brescia: i probabili schieramenti. 61 tifosi ospiti


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Ascoli-Brescia: i probabili schieramenti. 61 tifosi ospiti

Pubblicato

il

ASCOLI PICENO – Sesto turno di andata nel torneo di serie B.

Ascoli e Brescia si sfideranno oggi sabato 25 settembre al Del Duca con fischio d’inizio alle ore 14:00.

Ascoli secondo in classifica con dodici punti frutto di quattro vittorie e una sconfitta, in casa contro il Benevento.

Il Brescia di Pippo Inzaghi è terzo in graduatoria, un punto in meno dei bianconeri di Sottil. Le rondinelle, insieme a Pisa, Frosinone e Reggina non hanno mai perso e sono reduci da due pareggi, entrambi 2-2 allo “Stirpe” di Frosinone e in casa contro il Crotone, dopo aver collezionato nelle prime tre giornate altrettante vittorie, al “Liberati” di Terni, in casa contro il Cosenza e al “Moccagatta” di Alessandria.

I ragazzi di Inzagni vantano l’attacco più forte del torneo con 14 reti realizzate da 8 giocatori diversi: Moreo 3 reti, Jagiello, l’ex Ascoli Bajic, Van De Looi e Leris 2, Bertagnoli, Palacio e Tramoni 1.

INDISPONIBILI ASCOLI: Avlonitis, Sabiri e Saric.

INDISPONIBILI BRESCIA: Capoferri, Ndoj e Spalek.

DATO DEFINITIVO TAGLIANDI VENDUTI SETTORE OSPITI:  61.

PROBABILI SCHIERAMENTI

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Baschirotto, Botteghin, Quaranta, Felicioli; Collocolo, Buchel, Caligara; Maistro; Iliev, Dionisi. A disposizione: Guarna, Salvi, D’Orazio, Spendlhofer, Tavcar, Castorani, Donis, Eramo, Fabbrini, De Paoli, Petrelli, Bidaoui. Allenatore: Sottil

BRESCIA (4-3-3): Joronen; Mateju, Cistana, Chancellor, Pajac; Jagiello, Van de Looi, Bertagnoli; Leris, Bajic, Tramoni. A disposizione: Perilli, Linner, Karacic, Mangraviti, Huard, Papetti, Labojko, Cavion, Bisoli, Moreo, Palacio, Ayè. Allenatore: Inzaghi

ARBITRO: Luca MASSIMI della sezione di TERMOLI.

Assistenti: Andrea ZINGARELLI della sezione di SIENA (Ass. 1) e

Domenico ROCCA della sezione di CATANZARO (Ass. 2).

Quarto ufficiale: Mario CASCONE della sezione di NOCERA INFERIORE.

Var: Ivano Pezzuto di Lecce.

AVar: Filippo Valeriani di Ravenna.


COSI’ LA SCORSA STAGIONE

Ascoli-Brescia 2-1. Vittoria in rimonta al 93° dei bianconeri


ARTICOLO CORRELATO

Ascoli-Brescia, vigilia: le parole dei due Mister. I convocati. Biglietti venduti

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy