fbpx
Connect with us

Macerata

Matelica-Samb: i precedenti in casa biancorossa

Published

on

Sono tre i precedenti in casa biancorossa, i primi due giocati in serie D allo Stadio Comunale – Centro Sportivo Giovanni Paolo II di Matelica, l’ultimo in serie C sul terreno dell’ “Helvia Recina” di Macerata.

Il bilancio è in perfetto equilibrio: una vittoria rossoblù, un pareggio e una vittoria biancorossa.

Il primo precedente è datato 19 aprile 2015, al termine dell’ultima stagione Moneti-Bucci. In panchina siede Silvio Paolucci. La gara è a due facce. Il primo tempo è tutto a favore dei locali che vanno al riposo in doppio vantaggio, 2-0. Apre le marcature a metà tempo Alex Ambrosini, raddoppia Stefano Mandorino al 43° minuto. Ripresa tutta rossoblù che in centoventi secondi riescono a riequilibrare l’incontro. Al 27° Davide Carteri su assist di Massimo D’Angelo accorcia le distanze. Due minuti dopo Ettore Padovani s’invola sulla sinistra, entra in area e batte Filippo Spitoni sul secondo palo: 2-2.

La stagione seguente, sabato 20 febbraio 2016, la Samb di patron Fedeli e mister Ottavio Palladini vince 3-1 davanti a oltre ottocento tifosi rossoblù. Il primo tempo termina a reti bianche ma la Samb al quarto d’ora sfiora il gol con Lorenzo Sorrentino che di testa manda la sfera a colpire la traversa. Cinque minuti dopo lo stesso attaccante rossoblù è fermato dalla parata di Tommaso Nobile, ora in forza alla Samb. Il secondo tempo si apre con il vantaggio di Mario Titone al secondo minuto di gioco. Al decimo, dopo un’altra occasione sciupata dalla Samb, il Matelica perviene al pareggio con Denis Pesaresi che trasforma un calcio di rigore. E’ quasi la mezzora quando da un contropiede Mario Titone “pesca” sul filo del fuorigioco Lorenzo Sorrentino che sigla il nuovo vantaggio. Al secondo minuto di recupero un rinvio errato di Tommaso Nobile è intercettato da Kevin Candellori che a porta vuota fissa il risultato sul 3-1 per la gioia dei tifosi rossoblù. Cinquanta giorni dopo la Samb festeggerà il ritorno matematico in serie C sette anni dopo i maledetti PlayOut persi contro il Lecco e due fallimenti societari.

Un mese fa, sabato di Pasqua 3 aprile, all’ “Helvia Recina” di Macerata la Samb, imbattuta da cinque partite, viene sconfitta di “rigore”. Al quarto d’ora della ripresa il fallo in area di Goicoechea su Tofanari determina l’assegnazione del Penalty trasformato dal capitano biancorosso De Santis. La Samb potrebbe riequilibrare l’incontro alla mezzora con Maxi Lopez che si guadagna un calcio di rigore. Il tiro debole dell’argentino è facilmente parato da Cardinali.

Luigi Tommolini

 

I PRECEDENTI IN CASA MATELICA


ARTICOLI CORRELATI

PlayOff, Matelica-Samb: data e orario. Il programma completo


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Ancona

Ancona, sgominata banda dello spaccio: riforniva tutta la costa marchigiana

Published

on

sgominata banda dello spaccio attiva sulla costa delle Marche

ANCONA – In seguito ad una lunga e dettagliata attività di indagine che ha permesso di identificarne i componenti e ricostruirne i movimenti, è stata sgominata una banda che si occupava dello spaccio sulla costa marchigiana, da Pesaro a San Benedetto del Tronto. Nove le persone che facevano parte del sodalizio criminale, cinque albanesi e quattro italiani, residenti tra Ancona, Pesaro, Urbino, Firenze e Pescara. La centrale nevralgica dell’intera operazione una serra di marijuana che è stata smantellata, ma la banda trattava anche cocaina.

Diverse le cessioni ingenti di stupefacente documentate dai carabinieri, avvenute in tutto il territorio marchigiano ma non solo: San Benedetto, Pesaro, Ancona, Senigallia, ma anche Pescara e Torino. Spaccio di etti o chilogrammi, sempre ascrivibili agli stessi membri della banda che si occupava di rifornire il mercato della costa marchigiana, ma non soltanto. L’attività doveva essere fiorente a giudicare dai sequestri: conti correnti, scooter, un furgone, ma anche 5 appartamenti, 4 rolex e 124 mila euro in contanti.

Tra i sequestri di stupefacenti ed altro materiale probatori invece, 1255 piante, più di 50 chili di marijuana, 3 di cocaina, 3,5 di hashish, ma anche una pistola clandestina e i proiettili.

Continue Reading

Macerata

Fiastra, scompare durante un giro in bici sui Sibillini: trovato morto

Published

on

FIASTRA – E’ stato trovato morto in serata in fondo ad un canalone a San Lorenzo al lago, nel territorio di Fiastra (Macerata) Michele Sensini, 47 anni, guida escursionistica, di cui si erano perse le tracce da oltre 24 ore. Il 47enne era andato a fare un giro in bici ieri pomeriggio intorno alle 16:30.

Come riporta l’Ansa, mon vedendolo rientrare e non riuscendo a mettersi in contatto con lui, la sua compagna ha lanciato l’allarme: le ricerche erano cominciate nel pomeriggio di oggi, condotte da vigili del fuoco, Soccorso alpino e carabinieri. La zona era stata sorvolata anche da un elicottero dell’Aeronautica militare. Le ricerche si erano concentrate in particolare nella zona di Fiastra, dove era stato visto l’ultima volta.

Sensini, in passato addetto stampa del Parco dei Monti Sibillini e attualmente del Comune di Fiastra, era una guida esperta e aveva organizzato varie escursioni nella zona, che conosceva perfettamente. L’uscita in bici era stata fatta per un sopralluogo in vista di un’altra escursione che stava preparando. Come riporta l’Ansa, sul posto per partecipare alle ricerche anche il fratello Mario, capo ufficio stampa del commissario alla ricostruzione post sisma Giovanni Legnini.

Continue Reading

Macerata

Condannato per spaccio, si consegna dopo tre mesi di latitanza

Published

on

MACERATA – In seguito ad un controllo eseguito durante un pattugliamento dai finanzieri della Tenenza di Porto Recanati, nel giugno del 2020 un soggetto già noto alle forze dell’ordine, è stato trovato in possesso di cocaina. Successivamente condannato per spaccio, da marzo era destinatario di un’ordine di carcerazione, ma si è consegnato solo nei giorni scorsi. Dopo tre mesi di latitanza infatti, si è presentato spontaneamente presso gli uffici della Squadra Mobile della Questura di Fermo, dove è stato tratto in arresto e condotto alla casa di reclusione.

Venne fermato mentre si trovava alla guida della sua auto e nel corso del controllo, spuntarono fuori 6 dosi di cocaina e qualche centinaio di euro in contanti. Questo ha portato le fiamme gialle ad approfondire i controlli e così, dopo aver ritrovato altro stupefacente nella sua abitazione, grazie al fiuto del cane antidroga Edir hanno scoperto cento grammi di cocaina purissima e quasi due mila euro in contanti celati in un nascondiglio, ricavato dietro il cruscotto.

Il Tribunale di Macerata ha emesso due sentenze. La prima nel dicembre del 2020, con una condanna a 3 anni di reclusione e al pagamento di una multa da 14 mila euro. La seconda, nell’ottobre del 2021, ha ridotto la pena a 11 mesi di reclusione e una multa da 3.500 euro. Lo scorso marzo, l’ordine di carcerazione, dopo che le sentenze sono divenute irrevocabili. Nei giorni scorsi infine, dopo tre mesi di latitanza, l’uomo condannato per spaccio si è consegnato spontaneamente per l’espiazione della pena.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.