fbpx
Connect with us

Macerata

Presentazione video promozionale stagione estiva 2021 di Civitanova Marche con Vittorio Brumotti

Pubblicato

il

CIVITANOVA MARCHE – C’è tutto nella misteriosa “Vitamina Mare”, nascosta nella stiva di un vecchio galeone. Non c’è solo il volto di Vittorio Brumotti, che in sella alla sua bici sfreccia a tutta velocità e sorride mostrando evoluzioni inimitabili, dai vicoli di Civitanova Alta agli scogli del porto. Nella bottiglia azzurra in mano ad un vecchio pescatore ci sono le emozioni di chi è nato in questa città, ma soprattutto di chi questa città l’ha scoperta e se ne è perdutamente innamorato e l’ha voluta raccontare. La risposta alle curiosità che in questi mesi hanno fatto da sottofondo ai sei teaser di Daniele “Cuk” Graziani, autore del filmato promozionale fatto realizzare dall’Amministrazione comunale in collaborazione con Abat e operatori del turismo e del commercio, è molto semplice: è l’invito a vivere le stesse emozioni che Civitanova trasmette ogni giorno a chi ci abita o ci arriva. In altre parole, come ripetuto dai protagonisti nel mini clip del backstage, realizzato da Andrea Soricetti, riprendendo una frase in dialetto civitanovese: “O fra, che te sa li Milanesi” e per saperlo bisogna venire a vedere. 

La serata si è aperta con l’accoglienza di Maurilio Cordone, che ha lasciato poi la parola al sindaco Fabrizio Ciarapica. 

“Siamo qui per questo primo lancio del video – ha detto Ciarapica – che gira da stasera sui social e che sarà riproposto presto alla città in tante altre occasioni. Appena concluso il montaggio, siamo partiti subito con la promozione per non perdere tempo. Abbiamo alle spalle mesi davvero duri, pieni di sofferenza, ma ora, grazie alle vaccinazioni in corso, non viviamo più nell’incertezza e possiamo guardare al futuro con ottimismo. Ed è questa voglia di ripartire che abbiamo voluto trasmettere alle persone con questo video dalla nostra città di Civitanova piena di colori. Allo slogan geniale “Vitamina Mare”, il bravissimo Daniele “Cuk” Graziani ha abbinato immagini di una Civitanova energica e pronta ad accogliere gente in sicurezza, con il volto di Vittorio Brumotti, testimonial di vitalità, ma anche di rispetto della disabilità, lotta al degrado e alla droga. Penso sia un bellissimo lavoro, a tutta la squadra è piaciuto, è stata anche per me un’esperienza straordinaria condividere idee con questo team di professionisti, così pieni di entusiasmo. Li voglio ringraziare tutti, ad uno ad uno, i ragazzi dello skate, del kite, Vesprini, Juantorena, i fratelli Amorso, le associazioni di categoria e tutti gli altri, ma soprattutto Aldo Ascani, Peppe Calza, Gianni Lorenzetti, Marco Scarpetta e Mara Petrelli dell’Abat”. 

Lo stesso filmaker Graziani si è così espresso: “Sono davvero molto felice di avere avuto la possibilità di raccontare quella che ormai da diversi anni sento essere la mia città. Scelsi di trasferirmi qui in un periodo un po’ grigio della mia vitaꓹ dopo averla conosciuta da batterista con i miei amici Mauro Rosati e Serena Abrami. Successivamenteꓹ questa città mi ha accompagnato durante la mia crescita artistica nel campo del filmaking. Quando è stato offerto a me ed al mio studio di raccontare in un video Civitanova Marcheꓹ sono stato molto tempo a chiedermi in che modo avrei potuto dare un’ immagine fedele della cittàꓹ nelle sue molteplici e bellissime sfumature. Dopo aver ascoltato il progetto del sindaco e dei balneariꓹ mi sono sentito di sposarlo a pieno. Quella della “Vitamina Mare” è stata obiettivamente un’idea geniale. E da lìꓹ abbiamo iniziato a pensare a come raccontarlaꓽ i teaser sono stati una soluzione vincenteꓹ contenuti “leggeri” diffusi dai social che fossero alla portata di tutte le persone per incuriosireꓹ senza stancareꓹ per raccontare anche attraverso sorrisi strappati alle persone che in questo momentoꓹ in misura maggiore o minoreꓹ hanno bisogno di leggerezza”. Guardando il video finaleꓹ ho visto accadere qualcosa di inaspettatoꓹ ma in fondo neanche troppoꓽ ho visto raccontata la mia storiaꓽ i motivi che mi hanno portato a scegliere Civitanova Marche tra tanti comuni della costaꓹ l’energia che mi ha trasmesso e che continua a trasmettermi vivendola e vivendociꓽ la possibilità di praticare qualsiasi tipo di sportꓹ il bene che fa vivere il mare a qualsiasi ora del giorno e della notteꓹ lo spirito che trasmette anche solo il parlare con i pescatori mentre tirano su le nasseꓹ andare con lo skate al porto o sulle ciclabili. Ho sempre sentito di avere un’ anima un po’ californiana e posso dire che qui ho trovato una piccola città dall’umore californiano e che finalmente mi sento a casa”.

In sala anche Giulio Vesprini: “Vitamina Mare rappresenta in pieno Civitanova Marche, nei suoi scorci più belli, nei luoghi simbolo di una realtà in forte crescita, pronta a ripartire con grande energia. Un video che diventa un vero progetto per la città, autentico e luminoso, strizza l’occhio alla storia attraverso la contemporaneità delle immagini; un sguardo fresco su Civitanova che si fa fucina creativa a 360°dando voce alle nuove espressioni culturali”.

Ha preso la parola Mauro Fumagalli, Marche BIKE life: “Innanzitutto ringrazio Civitanova Marche per avermi accolto come cittadino. Io…Milanese di nascita e dal 2001 Civitanovese d’adozione…a Civitanova ho trovato l’Amore, una stupenda Famiglia e un lavoro sudato di cui ne vado super fiero. Sono il fondatore di MarcheBikeLife un’azienda che si occupa di Cicloturismo e di promuovere attraverso l’uso della bicicletta il territorio e le sue bellezze. Ecco perché ho accettato l’invito per questa magnifica esperienza…un’esperienza che si impegna a promuovere questa grande bellezza a cielo aperto che è Civitanova con un testimonial d’eccezione come Vittorio Brumotti, perché la nostra città è una destinazione che fa emozionare chiunque ha modo di visitarla. Parola di un Milanese! “A Fra’ che te sa’ li Milanesi”.

E’ intervenuto anche Danilo Zampaloni, produzione ZTL Events: “Dopo anni in giro per il mondo finalmente ho la possibilità di portare tutto il mio know-how, motoristico nella mia terra. Essere la produzione di un video che racconta il mio territorio, la mia gente, mi rende fiero. La consolidata partership del mio staff con lo staff del CUK Studio è ormai un’unica sinergia… arte più l’energia dello sport, il connubio perfetto”.

Luigi Ciucci, il pescatore protagonista di uno dei teaser più belli: “Grazie” è una parola piccola e semplice che però esprime in sintesi tanto, quando come nel mio caso, sgorga spontanea dal cuore. Un grazie a Daniele Cuk Graziani che quando mi ha parlato del progetto e del personaggio che avrei dovuto interpretare negli spot pubblicitari dedicati a Civitanova Marche, lo ha fatto con tale entusiasmo, che mi ha convinto a partecipare. Le persone capitano per caso nella nostra vita, ma non a caso. Ho avuto la fortuna, interpretando il ruolo del pescatore, di incontrare oltre al regista, molte persone preparate professionalmente e che mi hanno dato molto anche umanamente. Per me è stata un’occasione per ringraziare la città di Civitanova Marche, che mi ha accolto e supportato sempre nelle mie iniziative artistiche; quale occasione migliore di uno spot dove potevo mettere il sorriso, l’ironia e l’amore per abbracciare tutti! Grazie”.

Aldo Ascani ha sottolineato il lavoro di squadra per il secondo anno consecutivo: “Dopo il video Risvegli di Paolo Doppieri nel 2020, abbiamo ideato questo lavoro nel corso di una riunione nella stanza del sindaco, da un’idea di Lorenzetti. Vitamina Mare, e tanta ce n’è da prendere a Civitanova”. “Un risultato eccezionale”, ha detto Lorenzetti della Bussola, in una città che cresce, cresce anche la promozione e questo video è già 2.0”.

Macerata

Macerata, la GdF scopre irregolarità legate alla ricostruzione post-sisma

Pubblicato

il

guardia di finanza volante gdf

MACERATA – Nell’ambito delle attività volte al monitoraggio della regolarità degli appalti pubblici nel più ampio contesto della ricostruzione post-sisma, le Fiamme Gialle camertihanno condotto una capillare attività di polizia giudiziaria, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Macerata.

Le indagini, scaturite da un esposto del primo cittadino di un Comune del maceratese e condotte attraverso la valorizzazione delle molteplici banche dati in uso allaGuardia di Finanza e acquisizioni documentali presso detto Ente, hanno messo in luce l’operato “opaco” di due dei suoi dipendenti. 

Il modus operandi consisteva nell’emettere determinazioni “in bianco”, con oggetto generico, inesistente ovvero difforme dal contenuto della determinazione, procedendo alla materiale scrittura delle stesse in epoca successivarispetto alla formale presa in carico e protocollazione, aggirando in tal modo i normali controlli preventivi demandati all’organo politico. 

Tali disallineamenti temporali, tra l’emissione e la compilazione dei predetti atti amministrativi, non possonoessere considerati mere sviste, poiché dagli accertamenti eseguiti, anche mediante l’analisi dei registri informaticidel Comune, è stato constatato che la predisposizione di tali atti pubblici “in bianco” non era diretta all’immediata adozione di provvedimenti, bensì a realizzare preventivamente dei presupposti documentali idonei adessere posti alla base delle successive procedure d’appalto, cosicché molti lavori venivano assegnati ai soliti soggetti economici senza il rispetto della normativa di settore. Inoltre, in alcuni casi è stato rilevato che l’importo delle varianti in corso d’opera, avallate sempre attraverso il sistema sinora descritto, coincideva con il ribasso praticato dalla ditta aggiudicataria.

Tali condotte hanno violato le norme sull’impegno di spesa – ex art. 183 del Testo Unico sugli Enti Locali – disattendendo con sistematicità i principi fondamentali a cui deve attenersi la pubblica amministrazione, ovveroquelli di economicitàimparzialitàpubblicità e trasparenza. I funzionari, oltre a evitare i controlli che prendono le mosse dalla redazione dell’impegno di spesa, hanno “ostacolato” la funzione propria demandata all’organo elettivo del Comune, gestendo, attraverso le proprie condotte, le risorse pubbliche a propria totale discrezione (da qui il nome dell’operazione HYBRIS). Infatti, venivano generati e imputati costi “fuori bilancio” derivanti da oneri documentati con pregressi fittizi impegni di spesa, nei confronti dei quali l’organo politico era costretto a modificare il proprio indirizzo economico finanziario e a reperire i fondi necessari attingendo da altri capitoli di spesa. 

Le predette attività investigative permettevano di acclarare irregolarità nell’assegnazione di 58 appalti, per un ammontare complessivo di oltre € 2.000.000,00. Tra questi, una ventina, per un valore complessivo di circa € 650.000, riguardano opere legate al post-sisma, quali puntellamenti, demolizioni, ripristini e delocalizzazioni di attività produttive.

Nel corso delle indagini delegate sono emerse, altresì,condotte di peculato, poiché alcune somme destinate in favore di privati a seguito del sisma del 1997, pari ad oltre € 6.000,00, sono state utilizzate intenzionalmente per scopi diversi, nonché condotte corruttive che hanno coinvolto uno dei citati dipendenti pubblici, il quale ha ricevuto la somma di € 5.000,00 al fine di favorire una ditta, rivelatasi poi aggiudicataria, in una procedura di gara.

Al termine delle indagini, il Giudice per l’Udienza Preliminare ha disposto, su richiesta della Procura di Macerata, il rinvio a giudizio dei due indagati, i quali dovranno rispondere anche del danno erariale di oltre 300.000,00, cagionato in conseguenza degli illeciti commessi, per il quale sono stati segnalati alla Procura Regionale della Corte dei Conti di Ancona.

L’inquinamento del settore degli appalti emargina le imprese oneste dalle procedure a evidenza pubblica. Altresì, il corretto impiego dei fondi pubblici aiuta la crescita produttiva e occupazionale e contribuisce, soprattutto nell’attuale congiuntura, ad arginare l’impatto negativo della crisi economica e sociale conseguente all’emergenza pandemica e sostenere il rilancio del Paese, tanto più per un’area geografica già notevolmente martoriata dagli eventi sismici del 2016.

Continua a leggere

Macerata

Macerata, ubriaco causa un tamponamento e insulta la Polizia locale: denunciato

Pubblicato

il

MACERATA – Gli agenti della Polizia locale di Macerata hanno denunciato un giovane di Corridonia, con precedenti specifici, classe 1996, a seguito di un incidente stradale.

Sabato 24 luglio gli agenti erano impegnati nei servizi relativi alla sicurezza presso lo Sferisterio – dove si stavano svolgendo le serate del Macerata Opera Festival – quando intorno alle 19:30 hanno ricevuto la segnalazione di un tamponamento avvenuto in via Gigli.

La Polizia locale, non appena ha raggiunto il luogo dell’incidente e coordinata dall’ispettore Walter Vallesi, ha notato che il giovane, in evidente stato di alterazione, non voleva compilare il modulo di constatazione amichevole. Il ragazzo ha inoltre iniziato a inveire contro gli agenti della Polizia locale insultandoli e ha preso a calci e pugni un’insegna pubblicitaria.

Gli agenti hanno subito richiesto l’ausilio di una pattuglia della Polizia di Stato e della Polizia Stradale; quest’ultima ha sottoposto il giovane all’etilometro e il tasso alcolemico del 25enne era di 1.08 grammi per litro, oltre il doppio rispetto al limite consentito.

Gli agenti della Polizia locale hanno quindi provveduto a denunciare il ragazzo per guida in stato di ebbrezza, con l’aggravante di aver causato un sinistro stradale, e per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Continua a leggere

Macerata

Coldiretti Marche, il picnic sul Colle dell’Infinito narra la poesia del gusto a km zero

Pubblicato

il

RECANATI – È il luogo della poesia per eccellenza, quello dei “sovrumani silenzi” e della “profondissima quiete”. Domani, in uno dei luoghi più suggestivi delle Marche si potrà respirare poesia. Immergersi nella ricchezza letteraria per appagare l’anima senza però tralasciare di fare altrettanto con il gusto. Le Marche sono anche ricchezza agroalimentare e per questo il tramonto che si scorge dall’Orto sul Colle dell’Infinito, verso le dolci colline marchigiane, sarà accompagnato da un picnic sull’erba in compagnia del cibo genuino delle nostre aziende agricole. È l’iniziativa del Fai in collaborazione con Coldiretti Marche che si terrà domani, giovedì 29 luglio, dalle 19 alle 22. Tra salumi, formaggi, un’insalata di farro e un calice di vino, ecco una sosta del gusto a km zero grazie alle aziende agricole della rete di Campagna Amica. Un modo insolito per concludere in bellezza la giornata ma anche l’occasione per raccontare e promuovere i luoghi di Leopardi anche attraverso il patrimonio agroalimentare, espressione di identità e di cultura di un territorio. Un appuntamento che sarà replicato il 6 e il 14 agosto. Per prenotare occorre scrivere a faiortoinfinito@fondoambiente.it oppure contattare 071 460 4521. La formula picnic è stata riscoperta dagli italiani proprio grazie alla pandemia. Già gettonatissima in primavera quando 1 italiano su quattro la sceglie per gli appuntamenti della tradizione come 25 Aprile e 1 Maggio, l’emergenza sanitaria e la voglia di stare all’aperto in sicurezza ha orientato molti agriturismi che si sono attrezzati mettendo a disposizione dei turisti spazi adatti dove poter mantenere il distanziamento e, magari, prepararsi anche da mangiare in piena autonomia ricorrendo eventualmente solo all’acquisto dei prodotti aziendali di Campagna Amica.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy