fbpx
Connect with us

Teramo

Martinsicuro: muore bimbo di un anno e mezzo, si indaga

Published

on

MARTINSICURO – La tragedia si è consumata questa notte in via Marco Polo, intorno alle 22.00. Un bambino di un anno e mezzo è morto. La dinamica dei fatti rimane ancora tutta da ricostruire. Tuttavia, pare che a dare l’allarme al 118 sia stata la madre del piccolo, dicendo che era caduto da un balcone situato al terzo piano di una palazzina. Sul posto i Carabinieri e due ambulanze del 118 ma per il bimbo non c’era già più nulla da fare. Successivamente, sarebbe arrivato sul posto anche il padre con altre persone e ne sarebbe nata una discussione. I Carabinieri avrebbero anche portato alcune persone in caserma. Da quanto si apprende, pare che il piccolo non abbia riportato evidenti traumi da caduta.

Teramo

“Linguaggi della creatività”, gli studenti incontrano i detenuti di Castrogno

Published

on

studenti-incontrano-detenuti-carcere-prigione

Gli studenti delle classi quinte dell’IIS “Alessandrini-Marino” di Teramo lo scorso venerdì 23 settembre hanno partecipato alla premiazione del concorso letterario dedicato all’ “Incontro con l’altro”, presso la sala teatro della Casa Circondariale di Castrogno, dove hanno dialogato con i detenuti.

TERAMO – Venerdì 23 settembre 2022, presso la sala teatro della Casa Circondariale di Castrogno, si è svolta la premiazione della Seconda Edizione del Concorso letterario “Linguaggi della creatività” dal titolo “Incontro con l’altro” riservato ai detenuti ristretti presso la struttura, che hanno dialogato con gli studenti.

Sono stati presenti alla cerimonia, oltre alla Direzione del carcere, l’Assessore comunale Antonio Filipponi (in rappresentanza del Comune di Teramo), Gino Mecca (per la Fondazione Tercas), Teresa Mazzarulli (in rappresentanza del Garante dei detenuti d’Abruzzo Gianmarco Cifaldi), Mustapha Batzami (in rappresentanza della Comunità islamica) e la Commissione esaminatrice degli elaborati.

All’evento hanno partecipato anche circa trenta studenti delle Scuole superiori, di cui quindici delle classi 5B e 5C – Indirizzo Informatica dell’I.I.S. “Alessandrini-Marino” di Teramo, accompagnati dal Prof. Settimio Acciaio

La premiazione, dai risvolti semplici ma intensi, ha visto inizialmente la consegna dei premi alle sezioni maschili con la lettura/illustrazione degli elaborati (prosa, poesia arti figurative) e della relativa valutazione.

Molto forte e coinvolgente è stata l’attenzione degli studenti che hanno poi posto domande ai detenuti, creando così le condizioni di una commossa e reciproca condivisione.

Successivamente la Commissione ed alcuni allievi si sono recati presso la Sezione femminile che è staccata rispetto alla struttura principale.  

L’esperienza è stata molto forte per tutti i partecipanti, in modo particolare per gli studenti, che hanno avuto la possibilità di entrare a contatto con una realtà spesso ignorata dalla Società.

Il Garante dei detenuti d’Abruzzo Gianmarco Cifaldi, che ha seguito tutte le varie fasi organizzative dell’iniziativa, ha espresso grande apprezzamento sia per la partecipazione degli studenti, come momento di Educazione alla legalità, sia per i detenuti come apertura al mondo esterno per un attivo reinserimento sociale.

Continue Reading

Teramo

Dai domiciliari al carcere: sorpresa con la cocaina in casa durante un servizio antidroga

Published

on

cc-112-carabinieri-alba-adriatica-posto-di-blocco

La donna, già ai domiciliari per reati collegati allo spaccio, aveva in casa circa 30 grammi di cocaina. Oltre a questo arresto, diverse operazioni dei carabinieri durante i controlli straordinari effettuati ad Alba Adriatica, Martinsicuro e Tortoreto.

ALBA ADRIATICA – Operazione finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti attuata dai militi della compagnia dei Carabinieri di Alba Adriatica. Ai controlli rafforzati e focalizzati contro il traffico di droga, hanno preso parte i militi di diverse stazioni della compagnia, anche in borghese, oltre al Nucleo Radiomobile. Le verifiche si sono concentrate sulla costa, in particolare ad Alba Adriatica, Martinsicuro e Tortoreto. Diversi i provvedimenti scaturiti, tra i quali spicca l’arresto di una donna, già ai domiciliari, che è stata sorpresa con la cocaina in casa.

I carabinieri, oltre a pattugliare le principali arterie di comunicazione, hanno condotto ispezioni nei locali e controllato che i soggetti sottoposti a misure cautelari, stessero rispettando i termini previsti.

Durante questo servizio, su mandato dell’Autorità Giudiziaria, hanno arrestato una donna già agli arresti domiciliari, perché sorpresa in possesso di circa 30 grammi di cocaina. Pertanto, la misura cautelare è stata revocata e per lei si sono aperte le porte del carcere.

Un uomo invece, è stato denunciato dopo essere stato trovato in possesso di un ingente quantitativo di cocaina, ad un controllo stradale. A tradirlo, il suo atteggiamento sospetto e il nervosismo che lasciava trapelare. I carabinieri hanno deciso di approfondire i controlli ed hanno trovato nel suo veicolo, 11 dosi di cocaina, per un peso complessivo di 7 grammi. Altre tre persone sono state segnalate in qualità di assuntori ed in totale sono stati più di 50 i grammi di droga sequestrati dai carabinieri.

Continue Reading

Teramo

Commemorato il 79° anniversario dell’eccidio di “Sella Ciarelli” a Valle Castellana e Rocca Santa Maria

Published

on

eccidio-sella-ciarelli

Nel 1943 tre carabinieri ed un alpino vennero fucilati per rappresaglia dai nazisti. A loro intitolata la piazza dove sorgeva la caserma. Lo scorso 2 ottobre la cerimonia per il 79° anniversario dell’eccidio di “Sella Ciarelli”.

TERAMO – Il 2 ottobre 2022 in Valle Castellana e Rocca Santa Maria (TE) è stato ricordato il 79° anniversario dell’eccidio di “Sella Ciarelli”, nel quale quattro militari italiani ed un soldato neozelandese furono fucilati per rappresaglia dai soldati tedeschi, il 26 settembre del 1943. Si tratta del Sergente Maggiore degli Alpini Donato Renzi (classe 1913) del posto, e di tre Carabinieri in servizio alla Stazione di Pascellata di Valle Castellana: il Comandante, Brigadiere Leonida Barducci (classe 1910), originario di Ancona, e i Carabinieri Settimio Annecchini (classe 1902) e Angelo Cianciosi (classe 1901), rispettivamente di Fossacesia (CH) e di Furci (CH).

La cerimonia è stata organizzata dalla Sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Teramo, intitolata proprio ai “Martiri di Sella Ciarelli” e dalla Associazione Nazionale Alpini di Rocca Santa Maria ed ha visto la partecipazione della Medaglia D’Oro al Valor Militare Rosario Aiosa, Generale di Corpo D’Armata dell’Arma Dei Carabinieri in congedo, del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Teramo, Colonnello Pasquale Saccone, dei Sindaci di Valle Castellana e Furci e dei delegati dei sindaci di Fossacesia e Rocca Santa Maria , di un rappresentate dell’Amministrazione Provinciale di Chieti, di Associazioni Combattentistiche e d’Arma e di tanti comuni cittadini.

Particolarmente toccante durante la cerimonia il contributo offerto dal dott. Mario Cianciosi, figlio di uno dei carabinieri uccisi e rimasto orfano ad appena 3 anni. Era presente anche un nipote dello stesso militare, Claudio Cianciosi , ed è intervenuto anche il dott. Alessandro Barducci, nipote del Brigadiere Comandante di Stazione, che pur non essendo ancora nato all’epoca dei fatti ha avuto tramandato dai genitori il ricordo dello zio tragicamente perito. Era inoltre presente la nipote dell’Alpino trucidato, Signora Antonella Natali.

L’eccidio sarebbe stato dimenticato se il senso civico di alcune persone straordinarie riunite nel “Comitato per i trucidati di Sella Ciarelli” non ne avesse nobilitato il ricordo, consegnandolo nel 2001 e per sempre allo storia del nostro Paese. Il 24 giugno di quell’anno fu infatti inaugurato nel luogo dell’evento un monumento in ricordo delle vittime, realizzato dallo scultore Ireneo Janni e presso il quale si svolge ogni anno, da allora, la commemorazione. Quest’anno la cerimonia si è svolta in due tempi. In un primo momento è stata deposta una corona nel luogo dell’eccidio “Serra Ciarelli” ricadente nel Comune di Rocca Santa Maria, successivamente in Valle Castellana Frazione Pascellata è stata intitolata la Piazza ove aveva sede la Stazione dei Carabinieri ai quattro Martiri di Serra Ciarelli.

«Voglio con forza sottolineare quanto le virtù militari e civili dimostrate da questi eroici uomini rappresentino l’esempio a cui ispirarsi quotidianamente nello spirito di appartenenza alla nostra Istituzione e nel tenere fede ai valori fondanti della nostra Costituzione» ha sottolineato nel suo intervento il Colonello Pasquale Saccone, Comandante provinciale dei carabinieri di Teramo.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.