fbpx
Connect with us

Abruzzo

Presentati i nuovi servizi e reparti dell’ospedale di Giulianova

Pubblicato

il

GIULIANOVA – Questa mattina, nella sala consiliare del Comune di Giulianova, si è tenuta una conferenza stampa per illustrare le novità che riguarderanno la riqualificazione dell’ospedale “Maria SS dello Splendore”.

Hanno preso parte all’incontro con i giornalisti l’onorevole Luigi D’Eramo Segretario regionale della Lega, il parlamentare Antonio Zennaro, il direttore generale della Asl di Teramo Maurizio Di Giosia, il dottor Paolo Calafiore, il consigliere regionale Simona Cardinali, il sindaco Jwan Costantini, il presidente del Consiglio Paolo Vasanella e l’assessore comunale Paolo Giorgini. 

Per l’ospedale di Giulianova l’azienda sanitaria locale propone un’organizzazione che consentirà, da un lato, la gestione ottimale dell’Emergenza-Urgenza con stabilizzazione e trattamento del paziente clinico e dall’altra la governante di tutti i bisogni sanitari della popolazione afferente. 

“L’organizzazione prevede tre steps con la riqualificazione della rete ospedaliera – dichiara il direttore Di Giosia – la riqualificazione dell’attività territoriale con incremento di servizi per la riduzione delle liste d’attesa e della mobilità passiva e l’elaborazione di un piano integrato di intervento sull’area “parco Cico Mendez” ed ex Ospizio Marino, da sottoporre al Comune di Giulianova per la valorizzazione dell’intera area, da poter investire sul presidio. L’ospedale giuliese serve un bacino d’utenza di circa 80.000 abitanti e per le sue peculiarità e la sua posizione riveste una notevole importanza nel riordino della rete ospedaliera della Asl di Teramo. Tutte le attività ospedaliere verranno concentrate sul lato est del presidio dove il Pronto soccorso, recentemente ampliato, ospiterà 5 posti letto di osservazione breve dedicati ai codici rossi, con possibilità di isolamento di pazienti affetti da patologie infettive. Inoltre il personale del ps di Giulianova sarà formato per acquisire specifiche competenze nell’ambito delle emergenze-urgenze pediatriche, grazi anche all’attivazione di un servizio di consulenza il telemedicina con il reparto di Pediatria di Teramo. Il reparto di Chirurgia diventa UOC (Unità Operativa Complessa) con un’Unità Semplice Dipartimentale di Day Surgery Aziendale. Ed ancora una UOS di Ortopedia e Traumatologia Articolare con una Unità Operativa Semplice di Ortogeriatria, in cui convivranno medici, ortopedici e geriatrici, integrata con il reparto Hub di Teramo. Avremo anche un’Unità Semplice di Anestesia e Rianimazione, un laboratorio analisi con relativo adeguamento dei locali UOS, Radiodiagnostica con relativo potenziamento ed implementazione di nuove strumentazioni, realizzazione del nuovo reparto di Medicina (UOC), mentre si sta verificando anche la possibilità di inserire nel presidio ospedaliero giuliese sedute di Oculistica con il dottor Paone, responsabile dellOculistica dell’ospedale di Atri”.

Il manager della Asl teramana Di Giosia ha anche evidenziato che la riorganizzazione della rete ospedaliera è stata strutturata in modo da essere attrattiva per le nuove generazioni professionali, consentendo di utilizzare gli operatori sanitari nei vari presidi ospedalieri, in base alle necessità e alle peculiarità professionali. Il direttore generale ha poi insistito sulla necessità di un ospedale di secondo livello nella città di Teramo. 

“Ringrazio l’assessore Nicoletta Verì e il direttore dell’azienda sanitaria regionale Pierluigi Cosenza per l’impegno che stanno portando avanti in merito all’organizzazione della nostra rete ospedaliera – dichiara l’onorevole D’Eramo – stiamo assistendo ad un notevole cambio di marcia rispetto al passato, dove la vecchia politica sanitaria ha letteralmente smantellato la sanità teramana. Un ringraziamento al direttore Di Giosia per l’impegno profuso in quest’opera di ristrutturazione ed il sindaco Costantini, primo cittadino appassionato ed attento alla difesa delle esigenze della propria comunità. La politica che oggi proponiamo è fatta di concretezza, ascolto e confronto con i cittadini. Ricordiamo la funzione strategica dell’ospedale giuliese soprattutto in estate, quando la città arriva a toccare punte di 600 mila presenze. Invitiamo anche gli avversari politici all’unità e alla collaborazione u tematiche vitali come la sanità e non ad attacchi, che seppur facenti parte del gioco politico, qualora si dimostrino strumentali risultano essere solo nocivi e a tratti isterici”. 

“La sanità non è un tema da colore politico, né può essere oggetto di superficiale propaganda – dichiara il parlamentare Zennaro – ma è necessario entrare nel dettaglio ed ascoltare le esigenze dei cittadini. Negli anni abbiamo assistito allo smantellamento della struttura sanitaria giuliese, che, un po’ alla volta è stata smembrata. Oggi, invece, ci troviamo a parlare di investimenti e riqualificazione dell’ospedale, come perfettamente illustrato dal direttore Di Giosia, che voglio ringraziare, unitamente al sindaco Costantini, per l’incessante impegno”. 

“La nostra azienda sanitaria vuole investire sulla dinamicità dell’ospedale di Giulianova – dichiara il dottor Calafiore – che vada a eliminare le liste d’attesa e la mobilità passiva, con l’intento di restituire ai cittadini una struttura sanitaria che sia pratica, veloce e sicura”.

“Siamo orgogliosi che la riqualificazione della rete ospedaliera regionale parta oggi da Giulianova – dichiara il sindaco Costantini – ascoltare il direttore Di Giosia illustrare tutte le novità previste per il nostro ospedale, una serie di reparti e servizi mai visti prima, è proprio il segnale di svolta e di rilancio del nostro nosocomio, che interagirà anche con l’università. E’ finita la politica dei tagli, con un cambio di rotta che ci presenta un’offerta sanitaria in evidente crescita”. 

Abruzzo

Incidente in montagna a Fara San Martino: soccorsa 50enne nonostante il forte vento

Pubblicato

il

FARA SAN MARTINO – Era con alcuni amici per un’escursione nel bosco di Fara San Martino, quando ad un tratto oggi pomeriggio una donna di 50 anni è scivolata ed è rimasta ferita. 

Subito i suoi amici hanno allertato il 118, che ha attivato il protocollo per il soccorso in montagna, coinvolgendo il Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese. 

I soccorritori sono intervenuti per prestare aiuto e recuperare la donna ferita. Tuttavia l’elicottero del 118 non è riuscito ad intervenire, a causa delle forti raffiche di vento, così sono intervenute le squadre di terra del Soccorso Alpino e Speleologico, che hanno recuperato la donna poi trasportata con l’ambulanza in ospedale. La donna non verte in gravi condizioni.

Continua a leggere

Abruzzo

Giulianova, numeri incoraggianti per la tre giorni del camper vaccinale della Asl: somministrate 698 dosi

Pubblicato

il

Vaccino anti-covid

GIULIANOVA – Bilancio più che positivo per il servizio di vaccinazione “itinerante” organizzato dalla Asl di Teramo. Il camper vaccinale messo a disposizione dei comuni costieri, ha sostato a Giulianova da venerdì a domenica, sotto la pineta di via Quarnaro, dando la possibilità a giuliesi e turisti di accedere alle somministrazioni. « In tre giorni – rende noto il vicesindaco e assessore alle Politiche Sociali Lidia Albani – sono state vaccinate 698 persone ed effettuati 107 tamponi. Si tratta di numeri confortanti, che danno il giusto merito all’iniziativa della Asl ed incoraggiano la comunità, specie in un periodo estremamente critico come quello attuale. Dinanzi alla prospettiva di un balzo in avanti dei contagi, le vaccinazioni, insieme alle ordinarie misure preventive, restano l’unica arma per un contenimento efficace della pandemia. Il nostro ringraziamento va all’ Azienda sanitaria e, ancora una volta, ai volontari di Protezione Civile e Croce Rossa che, in maniera inappuntabile, hanno allestito l’area medica e assistito l’utenza ».

Continua a leggere

Abruzzo

Pescara, la Guardia Costiera soccorre unità da diporto in avaria

Pubblicato

il

PESCARA – Una delicata operazione di soccorso è stata condotta dagli uomini della Guardia Costiera di Pescara nella mattinata di ieri 25 luglio lungo il litorale nord. Alle ore 11.15 la sala operativa della Capitaneria di Porto veniva allertata tramite il numero 1530 da parte di una persona presente a bordo di un natante in difficoltà che imbarcava acqua con 4 persone a bordo con motore in avaria in quanto l’elica risultava bloccata ad un segnale da pesca.

I militari della Guardia Costiera, a bordo della Motovedetta CP 828 specializzata negli interventi SAR (search and rescue), giunti sul posto, hanno subito intercettato l’unità in difficoltà ed hanno provveduto ad imbarcare i malcapitati, assicurandosi che il natante non costituisse eventuale pericolo per la navigazione di altre unità. L’equipaggio della motovedetta, accertato che uno degli occupanti presentava un possibile shock emotivo, dirigeva verso il porto turistico dove affidava il malcapitato alle cure del personale del 118 inviato, intanto, sul posto dalla sala operativa della Capitaneria di Porto di Pescara.

“E’ utile ribadire come in caso di necessità di assistenza o soccorso in mare è sempre attivo il numero dedicato 1530. Gli uomini della Guardia Costiera sono pronti ed addestrati per intervenire 24 ore al giorno tutti i giorni dell’anno” ribadisce il Direttore Marittimo di Pescara – Salvatore MINERVINO.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy