fbpx
Connect with us

Abruzzo

Sulmona: l’aggressione di un detenuto camorrista procura tre feriti

Pubblicato

il

SULMONA(AQ): Terrore ieri al Carcere di Sulmona. In preda dell’alcol,un detenuto camorrista ha aggredito con inaudita violenza tre poliziotti penitenziari finiti in prognosi di 30 giorni. Mauro Nardella, segretario generale della Uil Pa Polizia Penitenziaria spiega:”Le motivazioni sono al vaglio degli inquirenti, possiamo tranquillamente affermare che alla base della gravità dell’esito dell’aggressione abbia fortemente concorso la gravissima carenza di personale che sta mettendo in ginocchio un carcere che per la peculiarità che ha di essere uno dei più importanti penitenziari d’Italia tutto dovrebbe avere fuorché poco personale a disposizione.Quella di ieri sera è una barbarie che da tempo non ne vedevamo il verificarsi nel penitenziario peligno. Un’aggressione del genere è dai tempi degli internati che mancava nel novero degli eventi critici che accadono in un istituto come quello di Sulmona. L’aggressione di ieri sera fa il paio con un’altra aggressione operata a danno di altri due operatori di polizia penitenziaria avvenuta nei giorni scorsi e che ha portato chi l’ha subita ad una diagnosi lunghissima per sopraggiunti stati d’ansia. Resta ovvio il fatto che i tre colleghi aggrediti ieri, al netto della prognosi già avuta prescritta, faranno seguire inevitabilmente e comprensibilmente certificazione psichiatrica appropriata. Ciò produrrà ulteriori disastri poiché vedremo tolti dal novero del personale da impiegare in questo inferno ulteriori 5 persone che si andranno ad aggiungere a molti altri colleghi assenti per patologie che richiedono un lungo periodo di convalescenza. La situazione in un istituto dove vi sono reclusi 400 mafiosi è quindi cataclismatica. Se tutto questo al Dap sta bene che si prendessero le proprie responsabilità. Mi auguro che facciano presto a predisporre soluzioni perché se così non sarà quello che potrebbe succedere solo Dio lo sa. Non ci sono particolari accorgimenti in grado di poter prevedere e quindi prevenirli queste tipologie di eventi critici per cui avere forze prontamente disponibili ad intervenire è l’unica arma a disposizione che si potrebbe avere. Certo è che la gravissima carenza di organico che va a riguardare l’istituto ovidiano non solo non consente un’adeguata protezione così come si converrebbe per un istituto di pena come quello di Sulmona ma non permette, come di fatto è accaduto, un sufficiente impiego di forze proprio nei casi di eventi violenti come quello accaduto ieri eventi che saranno anche più radi con una tipologia di detenuti come quelli presenti attualmente a Sulmona ma che, come si è visto, non mancano e quando accadono raccontano di fatti estremamente gravi.Prima che raggiungano canoni di ancor più elevata criticità e gravità, innanzitutto il rinforzo degli organici, l’immediato trasferimento del detenuto aggressore e, qualora dovesse essere confermata l’ipotesi dell’ubriachezza del detenuto, ovviamente anche un intervento sull’utilizzo di alcol in carcere. Esprimo la mia vicinanza ai colleghi feriti ai quali auguro una prontissima guarigione”.

L'Aquila

Omicidio Aliona Oleinic: ergastolo per il muratore che la uccise

Pubblicato

il

Confermata la condanna all’ergastolo per Roland Bushi. Il muratore 30enne che sferrò 11 coltellate ad Aliona Oleinic.

FRANCAVLLA AL MARE – Per l’omicidio di Aliona Oleinic, 33enne moldava, è finalmente giunta giustizia. La Corte d’Assise d’appello dell’Aquila ha condannato Roland Bushi, il 30enne albanese all’ergastolo.

Il difensore dell’imputato, l’avvocato Antonello D’Alosio, ha chiesto la concessione delle attenuati generiche per far meno aggravante i futili motivi. Roland Bushi, il 3 Settembre del 2019, sferrò undici coltellate alla donna per un rifiuto e dopo aver perso la testa la uccise.

L’uomo, accusato dell‘omicidio di Aliona Oleinic ha ribadito il suo pentimento e di non aver agito con l’intenzione di ucciderla. Il difensore valuterà se presentare ricorso in Cassazione. Il deposito delle motivazioni è atteso per il 15 aprile 2022.

Continua a leggere

Abruzzo

Martinsicuro: avviso chiusura al pubblico Polizia Locale

Comunicazione dal sito del Comune vibratiano

Pubblicato

il

Foto IL MARTINO

Il sito del Comune di Martinsicuro avvisa della chiusura del Comando della Polizia Locale. Ecco il testo.

Si informa la cittadinanza che la sede del Comando di Polizia Locale del Comune di Martinsicuro sita in Via Tordino rimarrà chiusa al pubblico dal 21 gennaio al 25 gennaio 2022.

Contatti:
Centralino Polizia Locale 0861 / 79551
Fax 0861 / 795529
e-mail poliziamunicipale@comune.martinsicuro.te.it
Posta elettronica certificata poliziamunicipale@pec.comune.martinsicuro.te.it

Continua a leggere

Abruzzo

Alba Adriatica: morto l’imprenditore Moscardelli

Candidato Sindaco a Martinsicuro nel 2007

Pubblicato

il

Qualche giorno fa si è spento l’imprenditore vibratiano Angelo Moscardelli.

A 79 anni lascia la moglie e quattro figli.

Nel 2007 è stato candidato alla carica di sindaco a Martinsicuro. Elezioni vinte dal centro-destra di Abramo Di Salvatore, davanti a Città Attiva di Paolo Camaioni e alle due liste di Centro-Sinistra capeggiate rispettivamente da Mauro Paci ed Ignazio Caputi.

Moscardelli prese 160 voti.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via Metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.

Privacy Policy