fbpx
Connect with us

Marche

Marche: sfruttamento negli autolavaggi 4 arresti

Pubblicato

il

carabinieri arresto tentato omicidio femminicidio arresti domiciliari

FANO(PU): Nella mattinata di ieri,Martedì 14 Luglio, i Carabinieri di Venezia, con l’aiuto dei colleghi di Pesaro e Urbino, Latina e Ravenna, hanno dato esecuzione a quattro arresti,di cui uno in carcere e tre domiciliari .Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pesaro, hanno consentito ai militari di individuare una impresa operante nel settore del lavaggio di autoveicoli, con sede legale a Fano, soggetti egiziani, per lavorare presso diversi impianti del settore, in regime di sfruttamento. Gli accertamenti condotti dai Carabinieri di Pesaro e Urbino attraverso complessi servizi di osservazione controllo e pedinamento, attività tecnica di videoriprese che hanno permesso di arrivare ai quattro indagati. Il titolare, dell’autolavaggio,si serviva degli altri tre indagati per reclutare, trasportare e impiegare, in nero. Gli operai,lavoravano per una retribuzione di 3,00 euro all’ora di lavoro, a fronte dei 6,51 euro contrattualmente previsti, omettendo il pagamento di ogni emolumento accessorio ed obbligatorio previsto dal contratto collettivo nazionale applicato,inoltre,si approfittava dello stato di bisogno dei lavoratori che si trovavano in condizioni di vulnerabilità e bisogno dettate dalla loro necessità di rinnovare il permesso di soggiorno e dello stato di indigenza in cui versavano, impiegandoli per 12 ore giornaliere, senza consentire la fruizione del riposo settimanale e imponendo loro il pagamento di 150,00 euro per un posto letto all’interno di dimore in pessimo stato, prive di riscaldamento, con infissi danneggiati e con servizi igienici del tutto inadeguati.Ai lavoratori,non veniva assicurata la formazione sul proprio impiego così come non veniva distribuito alcun tipo di dispositivo di protezione dai rischi specifici derivanti dal tipo di mansione svolta,nè alcuna forma di prevenzione alla diffusione della pandemia da covid-19. Il risparmio sui costi della sicurezza, ma anche le mancate corresponsioni contributive previdenziali in favore dei lavoratori impiegati, consentivano agli indagati di proporre il servizio di lavaggio auto ad un prezzo di mercato particolarmente vantaggioso e quindi di aumentare i loro ricavi grazie, quindi, allo sfruttamento della manodopera impiegata. L’attività investigativa svolta dai Carabinieri di Pesaro, ha consentito di accertare un’inadempienza contributiva da parte del titolare dell’autolavaggio per oltre 150.000 euro, nonché l’impiego in nero di 18 lavoratori, due dei quali sprovvisti di permesso di soggiorno.

Ancona

Ancona, Operazione “Pescato Sicuro”: GdF, Capitaneria e Asur uniti per la tutela dei consumatori. Controlli al porto

Pubblicato

il

ANCONA – Gli uomini della Stazione Navale della Guardia di Finanza, unitamente al personale della Guardia Costiera e con il supporto del Servizio Veterinario dell’ASUR – Area Vasta 2 hanno effettuato mirati controlli volti a reprimere il fenomeno della vendita abusiva di prodotto ittico nella zona del Molo Mandracchio nel porto di Ancona.
All’esito delle ispezioni, diversi venditori sono risultati privi di autorizzazione alla vendita ambulante, nonché sprovvisti della documentazione attestante la provenienza del prodotto ittico. Le condizioni igieniche del pescato, esposto agli agenti atmosferici, conservato in cassette di polistirolo e privo del ghiaccio necessario a garantire la corretta conservazione, sono apparse da subito precarie e potenzialmente pericolose per gli inconsapevoli acquirenti.
Il pescato veniva posizionato per la vendita su bancali di legno a ridosso della strada, o adagiato direttamente sul manto stradale, con diretta esposizione all’inquinamento del traffico veicolare del porto.
Grazie all’attività congiunta, svolta per la salvaguardia della salute del consumatore finale, sono stati sequestrati complessivamente kg. 215,00 di pesce e molluschi per un valore commerciale pari a €2.200,00, contestate violazioni amministrative per un ammontare complessivo a €. 5.164,00. Contestualmente, il personale medico sanitario dell’Ufficio Veterinario ASUR Marche ha rilevato diverse irregolarità sui mezzi impiegati per l’attività commerciale e nella tenuta e conservazione dei prodotti della pesca esposti per la vendita.
Il prodotto ittico rinvenuto, privo delle obbligatorie indicazioni relative alla etichettatura, tracciabilità e rintracciabilità, nonché delle informazioni previste dalla normativa vigente in materia di tutela del consumatore a garanzia della salute umana e della sicurezza alimentare è stato interamente posto in sequestro certificandone la non commestibilità per il consumo umano. Lo stesso sarà destinato allo smaltimento attraverso ditta specializzata ed autorizzata. Il personale ASUR – Area Vasta 2 di Ancona ha da ultimo effettuato controlli direttamente a bordo dei pescherecci ormeggiati in banchina, intenti nella vendita del prodotto ittico fresco, per verificare la sussistenza dei requisiti igienico-sanitari e la loro commestibilità, eseguendo un’ispezione visiva ed organolettica del prodotto, impartendo specifiche prescrizioni di adeguamento.
Lo sforzo sinergico ed operativo tra i vari attori protagonisti appartenenti alla Guardia di Finanza, Guardia Costiera ed all’Ufficio Veterinario dell’Area Vasta 2 dell’ASUR Marche sono stati indirizzati alla tutela della salute pubblica ed hanno permesso di esaltare le attività di rispettiva competenza in un perfetto meccanismo di coordinamento a beneficio della collettività marchigiana.

Continua a leggere

Ancona

Regione Marche, al via la somministrazione della terza dose di vaccino ai pazienti più fragili

Pubblicato

il

ANCONA – Da oggi lunedì 20 settembre si somministra la dose addizionale della vaccinazione anti Covid-19 ad alcune categorie prioritarie di popolazione: soggetti sottoposti a trapianto di organo solido o con marcata compromissione della risposta immunitaria per cause legate alla patologia di base o a trattamenti farmacologici. Il richiamo può essere effettuato dopo almeno 28 giorni dall’ultima dose.
Le persone che soffrono di queste patologie, specificate nella Circolare del Ministero delle Sanità del 14 settembre scorso, e che sono seguite dagli specialisti nelle strutture ospedaliere regionali, verranno direttamente chiamate da parte degli ospedali per effettuare la somministrazione. Per questa categoria di persone quindi non è necessario prenotare.
Come per le precedenti somministrazioni, se la persona è in difficoltà a raggiungere le sedi ospedaliere può contattare il proprio Medico di Medicina Generale che potrà programmare la vaccinazione a domicilio.
Da domani 21 settembre, per i pazienti delle stesse categorie che non sono seguiti dagli Specialisti presso le strutture ospedaliere sarà possibile iscriversi, secondo le modalità già in atto, nel portale di Poste Italia. Le categorie specifiche per le quali è prevista la somministrazione e tutte le indicazioni per la prenotazione sono visibili nel sito della Regione Marche 
La dose aggiuntiva di vaccino a completamento del ciclo vaccinale primario viene somministrata al fine di raggiungere un adeguato livello di risposta immunitaria. Al riguardo, le attuali evidenze sui vaccini anti Covid-19 in soggetti sottoposti a trapianto di organo solido o con marcata compromissione della risposta immunitaria e che abbiano già completato il ciclo vaccinale primario, mostrano un significativo beneficio, in termini di risposta immunitaria, a seguito della somministrazione di una dose aggiuntiva di vaccino.

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Ascoli-Brescia: biglietti in vendita da domani. Novità: la tariffa Under 18

Pubblicato

il

L’Ascoli Calcio informa che dalle ore 16:00 di martedì 21 settembre saranno in vendita i biglietti per assistere alla partita ASCOLI-BRESCIA, 6^ giornata del Campionato di Serie BKT 2021/22, in programma sabato 25 settembre, alle ore 14, al Del Duca di Ascoli.

I BIGLIETTI SONO IN VENDITA SOLO ONLINE per tutti i tifosi, ad eccezione degli Over 65 (si veda paragrafo sottostante). Importante novità: oltre alla tariffa Junior (prezzo del biglietto 3,00 €), è stata inserita anche la tariffa Under 18 (14,00 € in Tribuna Mazzone, 10,00 € in Curva Nord).

OVER 65 (nati entro il 31/12/1956): in alternativa alla procedura online, a scopo semplificativo, l’Ascoli Calcio dà agli Over 65 la possibilità di acquistare il tagliando anche presso i punti vendita TicketOne abilitati ad Ascoli Piceno:

– Store Ascoli Calcio – Via Cairoli, 32
– Biglietteria Oasi – Via del Commercio, 52
– Biglietteria IDF3 – Via Narciso Galiè, 25
– Bar Borgo Chiaro – Via Delle Zeppelle, 5

ABBONATI s.s. 2019/20 in possesso di voucher: il voucher è spendibile, anche parzialmente, per acquistare il biglietto.

NON DEAMBULANTI (invalidità permanente 100%): nel rispetto delle misure anti-Covid, avrà accesso al settore riservato un numero limitato di persone (con accompagnatore). La richiesta di accesso (modulo da scaricare nell’area “Biglietteria-accrediti” del sito www.ascolicalcio1898.it) va inviata entro le ore 13:00 del giovedì antecedente alla gara.

TESSERE CONI/FIGC/AIA: a causa della riduzione dei posti prevista dalla normativa vigente, non saranno rilasciati accrediti.

ACCESSO ALLO STADIO: è consentito solo ai possessori di Green Pass (QR code ottenuto con vaccinazione, guarigione o tampone negativo – valido per 48 ore). A chi è sprovvisto di Green Pass o test non sarà rimborsato il biglietto eventualmente acquistato. Tale disposizione non si applica agli Under 12.

All’ingresso sarà rilevata la temperatura corporea. Il tifoso, che dovrà avere con sé una mascherina FFP2 o chirurgica, dovrà esibire: documento di riconoscimento, biglietto, Green Pass (per over 12).

PREZZI:

TRIBUNA MAZZONE Intero 25,00 € – Under 18 14,00 € – Junior 3,00 €

CURVA NORD Intero 14,00 € – Under 18 10,00 € – Junior 3,00 €

SETTORE OSPITI Intero 14,00 – *Junior 10,00

TARIFFA UNDER 18 valida per i nati dal 1/1/2003; TARIFFA JUNIOR valida per i nati dal 1/1/2014

PER L’ACCESSO ALLO STADIO, SI INVITANO TUTTI I TIFOSI A RISPETTARE LO SLOT DI 45 MINUTI, SE INDICATO SUL BIGLIETTO.

Non è consentito il cambio utilizzatore.

Dettagli all’interno della sezione del sito “Biglietteria-Prezzi”.

L’Ascoli Calcio ricorda ai propri sostenitori che in tutto il periodo di permanenza all’interno dell’impianto sportivo è obbligatorio attenersi alle principali misure anti contagio, come la frequente igienizzazione delle mani, indossare la mascherina e mantenere il distanziamento sociale di almeno un metro dalle altre persone. Gli spettatori sono obbligati ad occupare il posto indicato sul biglietto e devono restare seduti, come previsto dalla normativa vigente.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy