fbpx
Connect with us

Abruzzo

Cinque anni fa il terribile sisma di Amatrice che sconvolse il centro Italia

Pubblicato

il

AMATRICE – Alle 3:36 del 24 agosto 2016 una scossa di terremoto di magnitudo 6.0 devasta i Comuni di Amatrice, Accumoli (Rieti) e Arquata del Tronto (Ascoli Piceno). E’ l’inizio di quella che l’Ingv definirà la sequenza sismica Amatrice-Norcia-Visso. L’epicentro è tra Accumoli e Arquata del Tronto, due Comuni distanti pochi km tra Lazio e Marche. Viene praticamente rasa al suolo Pescara del Tronto, frazione di Arquata. Sotto le macerie restano 299 vittime: 237 ad Amatrice, 51 ad Arquata (quasi tutte nella frazione di Pescara) e 11 a Accumoli.

Non finisce qui: ad ottobre due scosse con epicentro tra i Comuni di Visso, Ussita e Castelsantangelo sul Nera (Macerata), devastano l’area dell’Appennino umbro-marchigiano: la prima alle 19:11 con magnitudo 5.4 e la seconda alle 21:18 con magnitudo 5.9. Ci sono danni e crolli anche nelle località circostanti. A Camerino un campanile si abbatte su una casa: al momento del crollo non c’è nessuno, gli occupanti erano usciti dopo la prima scossa. Alle 7:40 di domenica 30 ottobre, una scossa di magnitudo 6.5, la più forte registrata in Italia dopo il terremoto in Irpinia, con epicentro tra Norcia, Preci (Perugia) e Castelsantangelo sul Nera (Macerata), fa crollare la basilica di San Benedetto a Norcia, distrugge la frazione di Castelluccio di Norcia e fa peggiorare i danni segnalati in tutta l’area sino ad Arquata del Tronto e Amatrice

Quattro scosse, a gennaio 2017, fanno tremare la terra in Abruzzo, in provincia dell’Aquila: la prima alle 10:25 di magnitudo 5.1 con epicentro a Montereale; la seconda di magnitudo 5.5 alle 11:14 con epicentro a Capitignano; la terza alle 11:25 di 5.4 con epicentro a Pizzoli; la quarta di magnitudo 5.0 alle 14:33 con epicentro a Cagnano Amiterno. Ci sono altri danni e crolli, compreso quello del campanile della chiesa di Sant’Agostino a Amatrice: ci sono state abbondanti nevicate e una persona muore nel crollo di una stalla. Alle 17:40 una valanga si abbatte sull’Hotel Rigopiano a Farindola (Pescara), dove restano intrappolate 40 persone: 11 i sopravvissuti, 29 le vittime.

Questi gli eventi che 5 anni fa hanno sconvolto il cuore d’Italia, che ancora oggi fatica a tornare a battere.

Oggi, al suono della tromba suonata da un carabiniere che ha intonato il Silenzio, il premier Mario Draghi ha deposto una corona d’alloro al monumento delle vittime del terremoto di Amatrice, nel parco don Minozzi della cittadina laziale. 

“Se oggi sono qui è perché lo Stato vi è vicino. In passato è stato lento ma adesso la situazione è diversa: i lavori di ricostruzione stanno procedendo più velocemente. Sono oggi qui a portarvi fiducia e l’impegno del Governo”. L’ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi incontrando una delegazione di familiari delle vittime del terremoto di Amatrice, nel quinto anniversario. Come riporta l’Ansa, lo riferisce una nota di Palazzo Chigi, aggiungendo che il premier ha ascoltato con grande attenzione e partecipazione le parole dei familiari delle vittime. 

A seguire la cerimonia anche rappresentanti delle istituzioni tra cui il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio. Sono cominciate così le cerimonie per il quinto anniversario del sisma che ha travolto anche i paesini di Accumuli, in provincia di Rieti come Amatrice, e di Arquata sul Tronto (Ascoli Piceno).Il premier, insieme alle altre autorità, ha partecipato alla messa celebrata dal vescovo di Rieti, monsignor Domenico Pompili, nel campo sportivo vicino. 

Abruzzo

La storia dell’ebreo internato a Civitella e della moglie morta a Giulianova sul libro della scrittrice Teresa Cremisi “Chroniques du désordre”

Pubblicato

il

GIULIANOVA – La vicenda della coppia tedesca, Ignaz Hain (ebreo, morto nel campo di concentramento di Mauthausen nel marzo 1945) e Margarete Wagner (cattolica, morta nell’ospedale di Giulianova nel gennaio 1945), vissuta durante la Seconda Guerra Mondiale a Civitella del Tronto, è stata pubblicata sul libro “Chroniques du désordre” per la collana Folio della casa editrice francese Gallimard. Dopo l’articolo uscito sul Corriere della Sera del 6 novembre 2020, a firma del giornalista Nicola Catenaro, sul principale settimanale francese “Le Journal du dimanche” del 22 novembre veniva commentato nella rubrica “actualité Sociétè” con il titolo “La valise oubliée” a firma di Teresa Cremisi. Recentemente, tutti questi articoli usciti dal 2018, sono stati raccolti nel libro edito in Francia. Teresa Cremisi è nata ad Alessandria d’Egitto ed è stata redattrice in Italia e Francia; autrice di un romanzo dal titolo “La Triomphante”. Grazie alle ricerche storiche portate avanti da Walter De Berardinis, ricercatore giuliese, hanno permesso di far conoscere al grande pubblico la vicenda di una coppia perseguitata prima dal nazismo in Germania e poi dal fascismo in Italia. Il lavoro certosino di ricostruzione dell’intera vicenda è stato reso possibile grazie alla consultazione dei documenti conservati nel Museo Nina di Civitella del Tronto diretto da Guido Scesi e dalla collaborazione di Giuseppe Graziani sulla storia del campo d’internamento di Civitella.

Continua a leggere

Abruzzo

Giulianova, acqua, luce, gas, affitti: arrivano le agevolazioni per i pagamenti

Pubblicato

il

GIULIANOVA – Gli uffici comunali rendono noto che a partire da domani, 19 Ottobre, e fino alle 14 di lunedì 8 Novembre, i cittadini residenti a Giulianova, in possesso dei requisiti richiesti, possono presentare domanda per accedere alle agevolazioni per il pagamento delle bollette di luce, acqua o gas,  oppure, a loro scelta, del canone di affitto dell’immobile in cui risiedono. I fondi a disposizione sono destinati a sostenere i nuclei familiari in difficoltà economica per gli effetti derivanti dall’emergenza Covid 19. Le risorse impiegate provengono dal fondo per la solidarietà alimentare disposto dal Governo. La domanda deve essere presentata dall’intestatario dell’utenza o del contratto di locazione scegliendo una delle due linee di intervento, quella relativa alle utenze o quella inerente gli affitti. Potrà essere presentata una sola domanda per nucleo familiare. Per accedere ai contributi, i cittadini interessati dovranno farne richiesta tramite l’apposito modulo, dichiarando di essere in possesso dei requisiti necessari. Tra questi, quello di essere residente nel Comune di Giulianova e di disporre di un’attestazione Isee del valore non superiore a 12.000 euro. Hanno diritto alle agevolazioni le famiglie che si trovino in difficoltà per motivi derivanti dalla pandemia da Covid 19. L’Ufficio Servizi Sociali e Politiche di Genere procederà alla istruttoria delle istanze pervenute stilando una graduatoria unica per entrambe le linee di intervento. Le domande devono essere consegnate a mano, nei termini previsti,
all’Ufficio protocollo dell’Ente o inviate tramite PEC all’indirizzo protocollogenerale@comunedigiulianova.it “ Riceviamo spesso persone – commenta il Vicesindaco e assessore alle Politiche Sociali Lidia Albani- che necessitano di un sostegno economico e che non riescono a fronteggiare le necessità del quotidiano. Le agevolazioni da domani a disposizione, che arrivano ad alleggerire situazioni a volte complesse, costituiscono un sostegno utile, in vista di un miglioramento stabile delle condizioni socio-economiche territoriali”.

Continua a leggere

Abruzzo

Scuola: Marsilio in visita all’Istituto Agrario di Alanno

Pubblicato

il

PESCARA – Il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, questa mattina, ha visitato, ad Alanno, in provincia di Pescara, i locali dell’Istituto tecnico Agrario “Pietro Cuppari”.

Per l’adeguamento ed il miglioramento sismico dell’edificio, recentemente, sono stati stanziati 2 milioni 688mila euro mentre ulteriori 817mila 237 euro serviranno per l’adeguamento simico della palestra.

Si tratta di risorse, fuori dal cratere sismico, che la Struttura commissariale ha indirizzato al polo didattico di Alanno e che si aggiungono ai fondi stanziati dalla Giunta regionale, con una delibera dello scorso mese di aprile, per complessivi 850mila euro, in attuazione di un accordo tra la Regione ed il ministero per il Sud e la Coesione territoriale del luglio 2020, teso a favorire il superamento degli effetti negativi connessi all’emergenza sanitaria da Covid-19. Nello specifico, si tratta di interventi infrastrutturali in ambito scolastico rivolti al completamento della messa in sicurezza del Convitto annesso all’Istituto Cuppari.

Ad accogliere il presidente Marsilio, sono stati il sindaco di Alanno, Oscar Pezzi, e la dirigente scolastica, Maria Teresa Marsili, alla presenza del presidente della Provincia, Antonio Zaffiri, e del consigliere regionale, Guerino Testa.

“Si tratta di un intervento a valere sui fondi derivanti dal sisma del 2016 – ha spiegato Marsilio –. Complessivamente sono stati stanziati dalla Giunta regionale quasi 200 milioni di euro che, a breve, attendiamo di poter deliberare con la Cabina di regia della ricostruzione. In sostanza, questo significa che tutte le scuole, sia dentro che fuori dal cratere sismico del 2016, verranno ricostruite o ristrutturate e saranno, comunque, messe in sicurezza. Stiamo parlando di un intervento tombale, globale, molto importante, di cui questa scuola è uno dei simboli. Abbiamo visto poi anche il resto del complesso a partire dalla parte storica di questo edificio che, invece, è ancora in attesa dei fondi del sisma 2009. A tal proposito, – ha proseguito – abbiamo stanziato dei fondi regionali per poter riaprire almeno una parte del convitto. Per la parte restante, invece, attendiamo notizie dal governo centrale che ha la competenza sulle risorse relative al sisma 2009. Del resto, – ha sottolineato- è un edificio troppo prezioso per essere lasciato in queste condizioni e dobbiamo assolutamente recuperarlo”.

Sulla tempistica per l’inizio dei lavori, il presidente Marsilio si è detto fiducioso sul completamento della progettazione, in tempi rapidi, da parte della Provincia di Pescara. “Da qui a pochi mesi – ha concluso il Presidente – vedremo anche l’apertura dei cantieri”. 

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy