fbpx
Connect with us

Teramo

Giulianova: violenza sessuale su una minorenne, arrestato 71enne

Pubblicato

il

Abruzzo

Gal Terreverdi Teramane: “Azioni mirate per sviluppo e innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali”

Pubblicato

il

TERAMO – L’emergenza COVID 19 non ha impedito le iniziative né frenato l’attività del Gal Terreverdi Teramane che proprio oggi pubblica un importante avviso destinato agli operatori del territorio e che consente di presentare manifestazioni di interesse per sostenere una concreta cultura della cooperazione e del fare sistema guardando ai migliori esempi di distretti rurali e agroalimentari di qualità.

Nell’ambito del progetto “INCUBATORE DIFFUSO PER FAVORIRE LO SVILUPPO DELLE FILIERE CORTE E DEI DISTRETTI RURALI DI QUALITÀ” il Gal Terreverdi Teramane intende sostenere la cooperazione di filiera come leva per lo sviluppo e la competitività del sistema agroalimentare del territorio. L’obiettivo dell’Avviso è promuovere la sottoscrizione di almeno otto Accordi di filiera, sia orizzontale che verticale, per incentivare la massima integrazione delle fasi di produzione, trasformazione e commercializzazione, elementi essenziali che rappresentano la migliore sintesi strategica per la valorizzazione e la promozione delle produzioni agricole del territorio del Gal Terreverdi Teramane.

I principali obiettivi perseguiti sono la creazione e lo sviluppo di filiere corte e mercati locali ed il sostegno ad attività promozionali a raggio locale connesse allo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali, anche considerando l’eventuale integrazione con le finalità di rafforzamento delle capacità di attrazione del territorio in ambito turistico. 

Attraverso l’Avviso saranno identificate e selezionate le proposte di Accordi di filiera e successivamente si passerà alla implementazione dei progetti prevista per la primavera 2022. 

Gli interessati potranno inviare le proposte entro il 18/03/2022 con le modalità stabilite nell’Avviso consultabile al seguente link https://www.galterreverditeramane.it/articoli/articoliS.aspx?a=122

Il Gal Terreverdi Teramane annuncia a breve un’iniziativa pubblica di presentazione nell’ambito della quale saranno illustrati i dettagli operativi.

Continua a leggere

Abruzzo

Giornata della Memoria, a Martinsicuro locandina interattiva che permette accesso a interessanti contenuti multimediali

Pubblicato

il

MARTINSICURO – L’Amministrazione comunale di Martinsicuro, in occasione della Giornata Internazionale della Memoria 2022dedicata alla Shoah del prossimo 27 gennaio, ha voluto proporre una locandina commemorativa e delle cartoline commemorative da distribuire nelle scuole che non si fermano alla mera citazione dell’evento, ma che contiene in sé la possibilità di approfondire il tema attraverso due contenuti interattivi accessibili mediante QR code da inquadrare con il proprio cellulare. 

L’Amministrazione ha quindi scelto di estendere la propria capacità di comunicazione attraverso il codice QR in quanto metodo ormai noto alla comunità e quindi intuitivo e di facile accesso. “Abbiamo selezionato, fra gli approfondimenti di respiro nazionale, appositamente strutturati per ripercorrere il tema del “delirio razziale” nazista, quello da noi ritenuto più curato, diretto e alla portata di tutti: un documentario promosso da Rai Cultura, strutturato in micro approfondimenti audiovisivi, che raggiunge anche tematiche meno batture come la strage degli zingari” sottolineano il Sindaco di Martinsicuro Massimo Vagnoni e il Vice-Sindaco con delega alla Cultura Pinuccia Camaioni.

I materiali, organizzati in sette sezioni tematiche, provengono dall’archivio storico della Rai e dagli approfondimenti più recenti prodotti da Rai Cultura. Accanto alle immagini che documentano quanto avvenuto si possono ascoltare le testimonianze dei sopravvissuti e i commenti degli storici ci sono infografiche, fotogallery, bibliografia e una filmografia essenziale sono a disposizione di tutti coloro volessero approfondire ulteriormente la conoscenza della Shoah” proseguono di amministratori martinsicuresi. “Tali contenuti di carattere formativo ci riportano a come il delirio di pochi, in assenza del filtro di una sensibilità e coscienza comune, possa virare in alienazione collettiva, e ci ricordano come sia necessario riflettere e prendere coscienza di fronte alle discriminazioni, tutt’oggi presenti in diverse forme”.

Altro contenuto al quale accedere attraverso uno dei codici QR riportato in locandina è l’introduzione ad un’opera d’arte “site specific” di ampia diffusione in Europa, promossa dall’artista tedesco Gunter Demnig, il quale ha portato avanti nell’arco degli ultimi trent’anni un progetto di grande umanità che consiste nel restaurare, idealmente, la rete di vite umane “tirate in barca” dalla follia nazista attraverso targhe commemorative in situ” spiegano Vagnoni e Camaioni. “I nomi e cognomi degli uomini, donne e bambini, che splendono in placche d’ottone, ritornano chi a casa, chi nel luogo di lavoro, chi nel primo centro di prigionia. Abbiamo colto l’occasione per guardare all’Abruzzo e ad alcuni dei nostri corregionali vittime di quel tragico disegno, che troppo spesso sembra lontano nello spazio e nel tempo, ed impossibile da ripetersi”.

Nella pagina al quale rimanda il QR code sono riportate le posizioni geolocalizzate, le immagini ed il testo delle placche, nonché brevi cenni su ciascun uomo o donna esistito dietro quella semplice, ma potente “pietra d’inciampo” per la mente. “La memoria va alimentata poiché, come cita Elie Wiesel, giornalista e scrittore, premio Nobel per la Pace e sopravvissuto all’Olocausto, non si può annullare il tormento vissuto ma si può impedire, con la conoscenza, che l’odio indiscriminato prevalga sulla conoscenza e il rispetto dell’altro” termina la nota. “Questo messaggio sarà portato anche ai più piccoli, delle scuole primarie e secondarie di primo grado, mediante la distribuzione di mille cartoline che, come ci auspichiamo, forniscano uno spunto di riflessione per un ragionamento guidato in classe e una condivisione tematica domestica con i propri genitori. Le cartoline potranno restare, come segnalibro nei testi dei ragazzi, oltre il giorno della memoria”.

Ecco i link dei filmati:

La pagina di Rai Cultura dedicata alla giornata della memoria: https://www.raicultura.it/…/shoah-il…/index.html

Contenuto sulle “pietre d’inciampo”: https://www.comune.martinsicuro.te.it/…/PIETRE_INCIAMPO

Continua a leggere

Teramo

Consiglia cure a base di funghi contro il Covid e il paziente muore, arrestato a Teramo medico no vax

Pubblicato

il

Cure alternative a base di funghi per combattere il Covid,  ad un paziente affetto da diverse patologie, poi deceduto. È stato arrestato per omicidio colposo il medico no vax di Teramo che ha consigliato questa “terapia” ad un uomo residente in Campania, seguito soltanto al telefono. La polizia  lo ha atteso all’hub vaccinale dove aveva in programma di contestare la somministrazione del vaccino a cui doveva sottoporsi.

TERAMO – Ha sconsigliato il ricovero in ospedale e le terapie tradizionali ad un paziente positivo al Covid residente in Campania e sentito soltanto telefonicamente. All’uomo, affetto da diverse patologie ha raccomandato soltanto una cura a base di funghi. Il paziente è deceduto, mentre Roberto Petrella, medico no vax di Teramo di 75 anni, è stato arrestato per omicidio colposo e posto agli arresti domiciliari.

La polizia di Catanzaro ha eseguito l’ordinanza disposta dal Gip, che ha disposto questa misura per la «non occasionalità» del fatto. Petrella infatti non soltanto avrebbe dato ampio seguito, condividendo sui propri canali social ed ottenendo una buona cassa di risonanza, teorie alternative e prive di fondamento scientifico, ma avrebbe mantenuto la stessa condotta anche nei confronti di un’altra paziente positiva al Covid. Il medico no vax arrestato oltretutto, è stato già raggiunto da un provvedimento di radiazione non definitivo dall’Ordine dei Medici di Teramo.

L’uomo deceduto risiedeva in Campania ed era affetto da numerose e gravi patologie quali cardiopatia con acuzie di infarto nel 2007, ipertensione, ipercolerestolemia, diabete e problemi di prostata. Aveva anche contratto il Covid e si era rivolto al medico no vax arrestato a Teramo. Le indagini hanno preso avvio in seguito ad alcune intercettazioni della Digos. Petrella aveva suggerito al paziente, esclusivamente sulla base delle informazioni ottenute al telefono, di non ricorrere al ricovero ospedaliero ed evitare che le terapie tradizionali, sostituendole con preparati a base di funghi. L’uomo è in seguito deceduto per un infarto del miocardio.

Petrella è stato arrestato oggi all’hub vaccinale del Parco della Scienza, dove era attesa per il vaccino, anche se pare che avesse in programma di non sottoporvisi, contestandone modulistica e pratica di somministrazione.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via Metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.

Privacy Policy